La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 1 Comportamento predatorio: sviluppi recenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 1 Comportamento predatorio: sviluppi recenti."— Transcript della presentazione:

1 Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 1 Comportamento predatorio: sviluppi recenti

2 Introduzione Accuse di condotta predatoria non sono nuove Microsoft è solo uno dei casi più recenti si può risalire fino ai giorni della Standard Oil esempi più recenti di prezzi predatori sono: Wal-Mart AT&T American Airlines Ma affrontano problemi di credibilità prezzi bassi per eliminare i rivali poi alzano i prezzi perciò perché non dovrebbero ritornare dei rivali? Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 2

3 Prezzi predatori: mito o realtà? Dubbi teorici ed empirici la predazione generalmente non può essere un equilibrio perfetto nei sottogiochi in assenza di informazione incompleta sullincumbent ritorneremo su questo punto più avanti McGee sostenne che la predazione è una strategia dominata la fusione è più profittevole della predazione perciò la predazione non dovrebbe avvenire prendete un esempio un mercato attivo su due periodi domanda inversa: P = A – B(q L + q F ) q L è loutput del leader e q F è quello del follower il leader è un leader a la Stackelberg sia il leader che il follower hanno C = costante = c Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 3

4 Un esempio di predazione Allequilibrio di Stackelberg il leader ottiene profitti (A – c) 2 /8B il follower ottiene profitti (A – c) 2 /16B se il leader fosse monopolista otterrebbe (A – c) 2 /4B Supponete il leader faccia predazione nel periodo 1 pone loutput (A – c)/B per spingere il prezzo a C il follower non entra il leader immette loutput di monopolio nel periodo 2 ma il follower non entra i profitti aggregati sono (A – c) 2 /4B Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 4

5 Un esempio di predazione (2) Supponete invece che il leader voglia fondersi con il follower nel periodo 1 ci sarà un monopolio in entrambi i periodi i profitti aggregati saranno (A – c) 2 /2B il leader può dunque fare unofferta di fusione al follower e questa offerta verrà accettata La fusione è più profittevole, ma: la fusione potrebbe essere proibita dallAntitrust potere di monopolio e se ci fossero diversi potenziali entranti? potrebbero entrare con la sola speranza di essere comprati Il punto principale rimane: la minaccia di predazione deve essere credibile Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 5

6 Asimmetrie informative e limiti di prezzo I giochi di prevenzione sono un modo per risolvere il paradosso della catena di negozi indicano che per gli incumbent è irrazionale fare investimenti non profittevoli a meno che non fungano da deterrenti allentrata Un approccio alternativo: struttura informativa supponete che lentrante non abbia informazione perfetta sui costi dellincumbent se lincumbent ha costi bassi non entra se lincumbent ha costi alti entra un incumbent con costi alti ha incentivo a far finta di essere a basso costo per prevenire lentrata? ad esempio usando i prezzi di unimpresa a basso costo Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 6

7 Un (semplice) esempio Lincumbent è monopolista nel periodo 1 Esiste minaccia di entrata nel periodo 2 Il mercato termina alla fine del periodo 2 Lentrante osserva le azioni dellincumbent nel periodo 1 Tali azioni determinano se entrare o no nel periodo 2 Lincumbent può essere con costi alti o con costi bassi non esistono informazioni dirette sui costi lentrante sa che esiste una probabilità p che lincumbent abbia costi bassi Spacifichiamo i pay-off nelle varie situazioni Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 7

8 Un (semplice) esempio (2) Profitti dellincumbent al periodo 1 (in milioni di euro) impresa basso costo che opera da monopolista costi bassi: 100 mln impresa alto costo che agisce da monopolista costi alti: 60 mln costi alti adottando prezzi di costi bassi: 40 mln Profitti dellincumbent al periodo 2 senza entrata, profitti pari a quelli del vero tipo se si verifica entrata: incumbent costi bassi: 50 mln incumbent costi alti: 20 mln Profitti dellentrante al periodo 2 contro un incumbent con costi bassi: -20 mln contro un incumbent con costi alti: 20 mln Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 8

9 Un (semplice) esempio (3) Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 9 Nature Costi elevati Costi bassi I1I1 I2I2 Prezzo alto Prezzo basso E3E3 E4E4 Entra Rimane fuori Incumbent: = 80 Entrante: 20 Incumbent: = 120 Entrante: 0 Entra Incumbent: = 60 Entrante: 20 Incumbent: = 100 Entrante: 0 Prezzo basso Entra E5E5 Incumbent: = 150 Entrante: -20 Incumbent: = 200 Entrante: 0 Rimane fuori

10 Un (semplice) esempio (4) Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 10 Nature Costi elevati Costi bassi I1I1 I2I2 Prezzo alto Prezzo basso E3E3 E4E4 Entra Rimane fuori Incumbent: = 80 Entrante: 20 Incumbent: = 120 Entrante: 0 Entra Incumbent: = 60 Entrante: 20 Incumbent: = 100 Entrante: 0 Prezzo basso Entra E5E5 Incumbent: = 150 Entrante: -20 Incumbent: = 200 Entrante: 0 Rimane fuori Senza incertezza lentrante sa se lincumbent ha costi elevati Senza incertezza lentrante sa se lincumbent ha costi elevati Con incertezza e prezzo basso lentrante non sa se si trova in E 4 o in E 5 Con incertezza e prezzo basso lentrante non sa se si trova in E 4 o in E 5

11 Un (semplice) esempio (5) Considerate un incumbent con costi elevati prezzi alti periodo 1cè entrataprofitti = 80 prezzo basso periodo 1senza entrataprofitti = 100 prezzo basso periodo 1se cè entrataprofitti = 60 Un incumbent con costi elevati ha incentivo a far finta di essere con costi bassi Lentrante lo sa, quindi il solo prezzo non dissuaderà lentrata non è un vero segnale dei costi dellincumbent Solo la probabilità che i prezzi bassi significhino bassi costi è deterrente allentrata Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 11

12 Un (semplice) esempio (6) Considerate i profitti dellentrante dato che lincumbent pratica prezzo basso nel periodo 1 se lincumbent ha costi elevati i profitti sono20con probabilità1-p se lincumbent ha costi bassi i profitti sono-20con probabilitàp i profitti attesi sono 20(1 - p) - 20p = p Vedendo un prezzo basso lentrante rimarrà fuori? solo se p > ½ solo se esiste una probabilità sufficientemente alta che lincumbent abbia costi bassi Nel momento in cui lincumbent si aspetta che la finzione dei prezzi bassi sarà efficace, lincumbent ha incentivo ad adottare prezzo limite Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 12

13 Prezzo limite e incertezza Il potere di monopolio può dunque persistere anche se lincumbent ha costi elevati Lentrata avviene solo se lentrante crede che lincumbent abbia costi elevati perciò lentrata è più probabile quando si pensa che gli incumbent sono deboli lentrata è allora coerente con luscita: gli entranti efficienti spingono fuori gli incumbent inefficienti Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 13

14 Prezzo limite e incertezza (2) NB:il modello mostra come un incumbent con costi elevati può dissuadere lentrata Tuttavia, per far ciò deve praticare prezzi bassi è così che inganna il potenziale entrante La minaccia di entrata forza lincumbent a praticare un prezzo inferiore a quello di monopolio che altrimenti adotterebbe Questo limite inferiore al prezzo mitiga le inefficienze di monopolio Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 14

15 Contratti come barriere allentrata Un incumbent può precludere lentrata concludendo contratti a lungo termine con i clienti? Scuola di Chicago No Lacquirente non può esser coartato a firmare un contratto che è contro il proprio interesse Post Chicago Sì Lincumbent può redigere un contratto che rende nellinteresse del cliente evitare lingresso di un fornitore alternativo con costi inferiori Sintesi dellargomento Post-Chicago un nuovo entrante guadagnerà un lauto surplus il contratto a lungo termine può essere redatto in maniera tale da limitare lentrata assicurando che il consumatore riceva parte consistente del surplus generato dallentrata Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 15

16 Un esempio Un venditore (lincumbent), un acquirente, un potenziale entrante e due periodi Lacquirente è disposto a pagare 100 per un bene Lincumbent ha costi pari a 50 Il potenziale entrante ha costi c con distribuzione casuale ed uniforme tra 0 e 100 Il contratto tra lacquirente e il venditore viene redatto nel primo periodo ma si riferisce al secondo Lentrante decide se entrare o no nel secondo periodo Dopo lentrata: competizione a la Bertrand Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 16

17 Un esempio (2) Competizione ed entrata senza contratto Nessuna entrata: lincumbent pratica un prezzo pari a 100 Lentrata avverrà solo se i costi dellentrante sono c < 50 La competizione tra lentrante e lincumbent implica che lentrante non praticherà un prezzo superiore a 50 Non esiste pressione per porre P < 50 anche se c è molto basso In questo scenario, il prezzo atteso del consumatore è P = ½ x ½ x 50 = 75 surplus atteso = 25 Bisogna offrire allacquirente almeno questo surplus perché il contratto venga sottoscritto Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 17

18 Un esempio (3) Concorrenza e entrata con contratto a lungo termine Lincumbent può offrire allacquirente un contratto che rende lentrata meno probabile? Sì Considerate il seguente contratto (siglato nel 1° periodo): Nel 2° periodo lincumbent vende allacquirente a P = 75 Lacquirente acquista dallincumbent a meno che non paghi una penale di 50 Lentrante ora non può far pagare più di 25 il prezzo più la penale non può superare 75 perciò si verifica entrata solo se c < 25, ossia con probabilità ¼ Acquirente: ¾ delle volte rimane con il contratto e paga 75 ¼ delle volte paga allentrante 25 e versa allincumbent la penale di 50 per un totale di 75 Il surplus del consumatore atteso dellacquirente è 25 sia con che senza contratto Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 18

19 Un esempio (4) Lincumbent ha interesse ad offrire il contratto: Senza contratto, lincumbent vince la competizione nel 2° periodo ½ delle volte. Venderà a P = 100 e subirà costi pari a 50 con un profitto atteso pari a 25 Con il contratto, invece: Vincerà la competizione nel 2° periodo ¾ delle volte. Venderà a P = 75, pagherà costi pari a 50, i profitti attesi saranno 0,75* 25 = 18,75 Perderà la competizione nel 2° periodo ¼ delle volte. Non subirà alcun costo ma riceverà la penale di 50, i profitti attesi saranno 0,25*50 = 12,50 Complessivamente, i profitti attesi con contratto sono 31,25 > 25 Lincumbent preferisce il contratto. Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 19

20 Contratti ed efficienza I profitti dellincumbent sono maggiori con il contratto 31,25 contro 25 Il surplus del consumatore atteso è lo stesso con o senza contratto Perciò il contratto verrà offerto e sottoscritto Ma è inefficiente guadagno netto di incumbent e acquirente: 6,25 ciò è inferiore alla riduzione di surplus dellentrante Perché? Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 20

21 Contratti ed efficienza (2) Senza contratto lentrante rimane fuori metà delle volte se entra pratica un prezzo pari a 50 il costo atteso è 25 (distribuzione uniforme [ 0, 50]) il surplus atteso è perciò (50 – 25)*½ = 12,50 Con il contratto lentrante rimane fuori ¾ delle volte se entra pratica un prezzo pari a 25 il costo atteso è 12,50 il surplus atteso è (25 – 12,5)*¼ = 3,13 Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 21

22 Esercizi Esercizio 1 Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 22

23 Esercizi (2) Risoluzione Esercizio 1 Se lincumbent avesse costi bassi, si comporterebbe sicuramente come unimpresa a costi bassi. Ora, supponete che limpresa già operante sul mercato sia a costi elevati, ma si comporti come unimpresa a costi bassi. Allora lentrante crede che ci sia una probabilità del 25% che lincumbent sia a costi bassi e una probabilità del 75% che lincumbent sia a costi elevati. Perciò, i profitti attesi dellentrante dallingresso sul mercato sono: = ¾ 1000 = [3*(100 25) 2 /4] 1000 > 0 Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 23

24 Esercizi (3) Risoluzione Esercizio 1 Dato che > 0, lentrante entrerà anche se lincumbent si comporta come unimpresa con costi bassi. Perciò, unincumbent con costi elevati non guadagna nulla facendo finta di avere costi bassi. Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 24

25 Esercizi (4) Esercizio 2 Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 25

26 Esercizi (5) Risoluzione Esercizio 2 Il seguente contratto tra acquirente e fornitore incumbent sarà vantaggioso per il compratore e allo stesso tempo rafforzerà il monopolio del venditore incumbent. Contratto: nel primo periodo, lacquirente si accorda per acquistare il bene dallincumbent nel secondo periodo ad un prezzo pari a 125 con ununica eccezione. Tale eccezione è che lacquirente può comunque acquistare dal nuovo entrante purché versi allincumbent una penale pari a 50. Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 26

27 Esercizi (6) Esercizio 3 Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 27

28 Esercizi (7) Risoluzione Esercizio 3 Dipende dalloutput che lincumbent vende con P = 74. Se la quantità complessivamente venduta a tale prezzo è superiore a 74/3 = 24,67, allora lincumbent vende al di sotto dei costi marginali. I costi totali variabili dellincumbent sono = 1,5 2 Perciò, i costi medi variabili sono: = 1,5che crescono allaumentare di q Se q è maggiore di 74/15, ovvero se q > 49,33, allora lincumbent sta vendendo al di sotto dei costi medi variabili con p = 74. Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 28

29 Esercizi (8) Risoluzione Esercizio 3 Se la quantità venduta è compresa tra 24,67 e 49,33, allora lincumbent sta vendendo al di sotto dei costi marginali, ma non sta comunque violando la regola di Areeda-Turner quando i costi medi variabili sono impiegati come approssimazione dei costi marginali. Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 29


Scaricare ppt "Capitolo 12 - Comportamento Predatorio: Sviluppi Recenti 1 Comportamento predatorio: sviluppi recenti."

Presentazioni simili


Annunci Google