La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

R EGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 finalità e competenze del consiglio comunale dei ragazzi Nellambito del programma amministrativo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "R EGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 finalità e competenze del consiglio comunale dei ragazzi Nellambito del programma amministrativo."— Transcript della presentazione:

1 R EGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

2 Art.1 finalità e competenze del consiglio comunale dei ragazzi Nellambito del programma amministrativo rivolto alla formazione del giovane cittadino e al fine di favorire idonea crescita socio-culturale dei giovani, nella piena e naturale consapevolezza dei diritti e dei doveri civici, verso le istituzioni e verso le comunità, è istituito a Misilmeri il Consiglio Comunale dei Ragazzi. Gli obbiettivi principali del Consiglio Comunale dei Ragazzi sono: a) Diffusione della conoscenza dei principi affermativi nella Convenzione Internazionale sui diritti dellInfanzia b) Creare relazioni di collaborazione e confronto fra i ragazzi e gli adulti a partire dai problemi reali. c) Stimolare il senso di appartenenza ad una comunità. d) Dare una risposta ai bisogni di dialogo e di partecipazione dei ragazzi avvicinandoli ai luoghi di decisioni locali con lidea che lo scambio e la discussione porteranno a politiche più attente ai bisogni giovanili. Portare i giovani ad essere protagonisti delle decisioni che li riguardano da vicino.

3 R IENTRERANNO NELLE COMPETENZE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI SPECIFICHE ATTRIBUZIONI NELLE SEGUENTI MATERIE : o Scuola o Ambiente o Tempo libero, sport e cultura o Solidarietà e servizi sociali

4 A RT.2 FUNZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Tale organismo ha funzioni propositive e consultive da esplicare, tramite pareri o richieste di informazioni nei confronti degli Organi Comunali, su temi e problemi che riguardano la complessiva attività amministrativa, non chè le varie esigenze e istanze che provengono dal mondo giovanile e dei cittadini in genere.

5 A RT.3 REGOLAMENTO Il Consiglio Comunale dei Ragazzi svolge le proprie funzioni in modo libero e autonomo: la sua organizzazione è disciplinata dal presente Regolamento.

6 Art.4 periodicità e sede delle riunioni Il Consiglio Comunale dei Ragazzi si riunirà per due incontri mensili secondo il calendario allegato al presente regolamento. La sede del Consiglio Comunale dei Ragazzi è laula convegni presso la Scuola secondaria di primo grado Cosmo Guastella via Ettore Majorana.

7 A RT.5 DELIBERAZIONI E VERBALIZZAZIONI Le decisioni prese dal CCR, sotto forma di proposte o pareri, sono verbalizzate da un ragazzo del Consiglio assistito dai tutor del progetto e sottoposte allAmministrazione Comunale. Il CCR esercita funzioni propositive nellambito delle materie di propria competenza attraverso deliberazioni. Le deliberazioni sono valide se adottate con i voti della maggioranza assoluta dei votanti. I verbali delle deliberazioni del CCR e delle risposte del Consiglio Comunale degli Adulti sono affissi, oltre che nella sede del Comune, anche presso le sedi scolastiche.

8 A RT.6 COMPETENZE DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Il Sindaco del CCR e il presidente del Consiglio rappresentano il Consiglio Comunale dei Ragazzi a tutti gli effetti. Convocano il CCR e la Giunta dei Ragazzi e, sentita la Giunta, fissano gli ordini del giorno delle sedute successivi. Curano i rapporti con le Autorità cittadine. Si rapportano direttamente con il Consiglio Comunale degli Adulti. Esercitano le funzioni attribuitegli dal presente regolamento.

9 A RT.7 COMPETENZE DELLA GIUNTA DEI RAGAZZI la Giunta è composta da 4 Assessori e dal Sindaco. La Giunta del CCR collabora con il sindaco ed opera attraverso deliberazioni. Alla Giunta spetta ladozione di tutti gli atti e provvedimenti occorrenti per lesecuzione ed il controllo delliter delle deliberazioni del CCR e per lesecuzione dei programmi da esso approvati. Prima della scadenza del mandato, la Giunta riferisce al CCR e al Consiglio Comunale degli Adulti sulla propria attività.

10 A RT.8 FACILITATORE E SUE COMPETENZE Il tutor e i patner del progetto. Maria Martorana, Anna Di Matteo e Amanda Raccuglia hanno il compito di facilitare la comprensione e le prese di decisione nelle riunioni della Giunta e del CCR e preparatorie ad esse. Devono inoltre facilitare la comunicazione fra Consiglio Comunale dei Ragazzi e Amministrazione Comunale. Aiutano il Sindaco e il Presidente del CCR a stendere gli ordini del giorno, a convocare le sedute, a tenere i rapporti con lUfficio Scuola.

11 A RT.9 RAPPORTI CON IL CONSIGLIO COMUNALE DEGLI ADULTI Durante lanno saranno chiesti e organizzati momenti di confronto tra il Consiglio Comunale degli Adulti e quello dei Ragazzi, che rappresenterà, per quello adulto, lorgano permanente di consultazione sui problemi e sulle necessità dei ragazzi e ne trarrà eventuale impulso per lattività amministrativa locale. Il CCR potrà richiedere al Sindaco degli Adulti di porre allordine del giorno del Consiglio Comunale un preciso argomento per la relativa discussione.

12 Art.10 pubblicità delle sedute Ai lavori del CCR sarà data la massima pubblicità nelle procedure, identiche a quelle seguite per il Consiglio Comunale degli Adulti.

13 La Scuola disciplinerà, al proprio interno, in modo autonomo, le modalità per favorire il confronto tra eletti ed elettori, attraverso audizioni o dibattiti nelle forme e sedi che si riterranno più compatibili con lattività didattica. Gli Insegnanti aiuteranno gli alunni ad elaborare, attraverso approfondimenti tematici, fasi di ricerca singola e di gruppo, allestimento ed elaborazione materiale, progetti e programmi che troveranno nella Giunta e nel Consiglio Comunale il momento di sintesi e di proposta da consegnare al Consiglio Comunale degli Adulti.

14 IL PROGRAMMA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Il programma che vorremmo svolgere, almeno in parte, durante il nostro mandato è suddiviso in quattro temi che si ricollegano ai quattro assessorati:

15 PUBBLICA ISTRUZIONE -Richiesta di accellerazione dei lavori nel plesso centrale poiché alcune classi sono state sistemate provvisoriamente in ambienti poco spaziosi e freddi. -Richiesta di ripristino della Palestra nel plesso centrale e al Padre Puglisi -Ristrutturare i bagni, Riparare, ove necessario, le porte, le tapparelle e le finestre -Attivare il funzionamento dei termosifoni in tutti i plessi ( a Don Lauri è necessario intervenire al più presto, perché non si può star seduti e studiare per 5 ore al freddo ).-

16 Proporre un rinnovamento dellarredo scolastico (banchi, sedie, armadietti…) Dipingere le aule con colori vivaci, Progettare aule per i ragazzi diversabili che hanno bisogno di ascoltare musica e di svolgere attività mirate Internet nelle scuole

17 SPORT, CULTURA E TEMPO LIBERO Piste ciclabili vicino al paese Sistemare il campo di Piano Stoppa in erba Costruire un campetto vicino al paese Istituire corsi di karate Mettere in risalto le tradizioni misilmeresi coinvolgendo gli anziani nel recupero di piatti tipici, giochi, canti e danze del passato

18 AMBIENTE -Far partire la raccolta differenziata porta a porta che è stata realizzata con successo in molti paesi e città della Sicilia. -Progettare più spazi verdi nelle scuole e nel paese -Ricostruire il parco giochi e dotarlo di telecamere. -Creare e mantenere spazi gioco e relax dove i ragazzi possano giocare e ritrovarsi sotto la vigilanza di adulti ( volontari, nonni, protezione civile) per evitare vandalismo, aggressioni, bullismo, spaccio di sostanze illecite e furti; -Ideare e costruire una villa comunale-

19 ATTIVITA' SOCIALI -Partecipare alle cerimonie civili (Premio Rocco Chinnici, 25 Aprile,...) perché pensiamo che siano momenti importanti per ricordare la nostra storia. -Istituire un centro ricreativo per i giovani -organizzare dibattiti su temi di attualità e di interesse giovanile; -strisce pedonali e segnaletica stradale Viabilità ed educazione stradale: Organizzare corsi per imparare a riconoscere i segnali stradali per un uso più sicuro della bici e del motorino.

20 IL DOLCE CARNEVALE Il nostro CCR (consiglio comunale ragazzi) vorrebbe avanzare la proposta di una manifestazione dal titolo: IL DOLCE CARNEVALE per i giorni: 18 febbraio a Misilmeri 20 febbraio a Portella di mare

21 Ci piacerebbe:.Organizzare una sfilata in maschera in Piazza Comitato e in una piazza di Portella di Mare e coinvolgere tutti i plessi della Scuola Media e i due Circoli Didattici -Coinvolgere genitori e nonni e farci aiutare nella preparazione dei dolci tipici del carnevale misilmerese. -Allestire un gazebo con degustazione di dolci tipici Misilmeresi e una mostra fotografica che spiega il procedimento della preparazione dei dolci -Animare la festa con giochi e indovinelli per far scoprire le origini del Carnevale -Vorremmo pubblicizzare l'evento affiggendo manifesti in tutti i plessi e nel paese -Ci piacerebbe che, per questo evento, tutto il paese risuonasse della musica del carnevale.


Scaricare ppt "R EGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 finalità e competenze del consiglio comunale dei ragazzi Nellambito del programma amministrativo."

Presentazioni simili


Annunci Google