La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dal telegrafo alli-Phone : come le innovazioni tecnologiche nel campo della comunicazione hanno trasformato il modo di interagire tra gli esseri umani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dal telegrafo alli-Phone : come le innovazioni tecnologiche nel campo della comunicazione hanno trasformato il modo di interagire tra gli esseri umani."— Transcript della presentazione:

1 Dal telegrafo alli-Phone : come le innovazioni tecnologiche nel campo della comunicazione hanno trasformato il modo di interagire tra gli esseri umani e influenzato i mutamenti sociali del mondo contemporaneo Premio Giovani Franco Lucibelli I.C Mozart viale di Castel Porziano 516 classe 3°I a.s 2009/2010

2 Da sempre gli uomini hanno avuto la necessità di comunicare tra di loro, nellantichità la trasmissione consisteva nellinvio di un messaggero che a piedi o a cavallo portava una notizia. Il bisogno di trasmettere a distanza ordini o idee era già sentito fino dai tempi dei Greci, Romani e dei Galli che usavano fuochi, fiaccole, fumate e trombe. Con l'invenzione della pila, Volta creò una sorgente continua di elettricità, e allora nacque l'idea del telegrafo elettrico. Oggi, la comunicazione e la diffusione delle informazioni tra gli esseri umani è agevolata dal grande progresso tecnologico avvenuto nellultimo secolo.

3 Ma che cosè la comunicazione? È semplice, basta seguire lo schema seguente È semplice, basta seguire lo schema seguente

4 La stessa parola 'comunicazione' significa 'condivisione' e poichè tu ed io stiamo comunicando in questo momento siamo uno, non tanto come unione quanto piuttosto come unità. Colin Cherry, On Human Communications

5 LA COMUNICAZION E GENERA INFORMAZIONE Rifiutarsi di comunicare e' una colpa scriveva Primo Levi. Comunicare il pensiero e i sentimenti e' necessario affinché l'uomo sia uomo. Finire, come nei campi di concentramento, il "non essere parlati" produce sugli uomini effetti rapidi e devastanti: "la lingua ti si secca in bocca, e con la lingua il pensiero." Se non hai la fortuna di avere qualcuno con cui parlare finisci nel vuoto e ti collochi nell'ordine della nullità. La comunicazione genera informazione e senza informazione non si vive.

6 Ma troppa informazione disinforma

7 GUGLIELMO MARCONI Inventore italiano (Bologna Roma 1937). Intuì per primo la possibilità di utilizzare le onde elettromagnetiche per trasmettere messaggi a distanza senza collegamenti con fili. Nel 1909 gli fu assegnato, insieme a Braun, il premio Nobel per la fisica, in riconoscimento dei loro contributi allo sviluppo della telegrafia senza fili.onde elettromagnetiche

8 IL CENTENARIO DEL PREMIO NOBEL A GUGLIELMO MARCONI da Marconi è iniziata la fine della distanza Lo scorso anno si sono celebrati i 100 anni dall'assegnazione del Premio Nobel per la fisica a Guglielmo Marconi. Per loccasione sono state indette, varie tavole rotonde tutte volte a riconoscere il contributo della comunicazione nella velocità dei cambiamenti avvenuti nellultimo secolo che hanno sconvolto il mondo". Il futuro delle telecomunicazioni riserva comunque delle sfide, BilI Gates, Steve Jobs, Larry Page e Sergey Brin, sono i creatori dell'era informatica e di Internet; da Marconi, comunque, è iniziata la fine della distanza

9 Il telegrafo Il telegrafo è stato il primo sistema di comunicazione in grado di trasmettere l'informazione quasi istantaneamente su distanze geografiche. Il successo arriva per Samuel Morse, che inventa un sistema telegrafico elettrico impiegante un unico filo, ed inventa uno speciale codice, il Codice Morse, che permette di codificare le lettere alfabetiche in sequenze di impulsi di diversa durata (punti e linee).

10 Il telefono Il telefono fu inventato dall'Italiano Antonio Meucci ( ) che nel 1871 chiese il brevetto specificando molto bene la sua invenzione e sicuro del fatto suo l'inventore si diede a ricercare i capitali per sfruttare la sua invenzione, ma quando diceva che voleva parlare a distanza di chilometri, con un filo elettrico, era preso per matto. Inizialmente le telefonate erano gestite da operatori che collegavano le linee manualmente infilando le due estremità di un cavo in una presa per ciascun chiamante, ma già nel 1891 fu brevettato il primo centralino automatico. Oggi la maggior parte dei centralini sono computerizzati, per le trasmissioni si utilizzano le fibre ottiche che sono molto sottili e soggette a minori interferenze rispetto ai cavi tradizionali.

11 Per molti anni il nuovo strumento rimase il privilegio di pochi e solo dopo la prima guerra mondiale la situazione cominciò a cambiare, ma non molti avevano il telefono, infatti fino al 1950 la diffusione del telefono era molto limitata e circa l80% della popolazione, usava il telefono solo occasionalmente, da un posto pubblico, o da una cabina, o se consentito dal luogo di lavoro. Anche negli anni della crescita economica la diffusione del telefono non aumentava molto velocemente fino agli ultimi decenni in cui il telefono ha raggiunto la maggior parte delle famiglie. Oltre alla cosiddetta telefonia fissa nacque nel 1947 la telefonia mobile, ma i primi cellulari furono sviluppati nel 1979 e furono messi in commercio nel 1983, dieci anni più tardi cominciò una crescita più veloce, che ebbe una forte accelerazione fra il 1997 e il 1999, particolarmente in Italia.Lintroduzione della telefonia mobile ha permesso di comunicare anche alle persone in movimento in qualsiasi luogo e/o condizione. Diffusione del telefono

12 Gli uomini distanti sono più vicini A partire dal momento in cui le informazioni cominciano a viaggiare senza lo spostamento fisico dei loro supporti, gli individui cominciarono a sperimentare la sensazione di essere contemporanei e a sentirsi prossimi anche a persone o eventi che non condividevano il loro medesimo spazio temporale.

13 La radio La prima emittente radiofonica nacque nel 1920 negli Stati Uniti. Negli anni seguenti la radio si diffuse in Europa (in Italia nel 1924).

14 Il cellulare Il bisogno sempre maggiore di comunicare e lammodernamento tecnologico portano alla nascita del cellulare che è stato inventato da Martin Cooper, direttore della Sezione Ricerca e Sviluppo della Motorola, il quale fece la sua prima telefonata da un cellulare il 3 Aprile Solo dopo 10 anni la Motorola decise di produrre un modello dal costo di 4000$. Rapidamente i cellulari si sono diffusi nel mondo: nel 2007 il 50% della popolazione mondiale aveva un cellulare, allinizio del 2009 la percentuale è salita al 61%.

15 Dal telegrafo allI-phone Siamo, è vero, in una situazione che non ha precedenti nella storia per labbondanza degli strumenti di comunicazione disponibili e per unampiezza di diffusione che, almeno in parte, è accessibile dalla quasi totalità della popolazione. Ma in un allargamento apparente ci sono profonde e significative disuguaglianze che se non verranno sanate, contribuiranno a mantenere il profondo divario che ad oggi esiste tra i paesi dominanti e paesi dominatori

16 Internet Nel 1945 prese piede un idea di costruzione di una rete infinita di scambi immediati di conoscenze. Nel 1958 fu costituita lAdvanced Research Project Agency, Nel 1964 una proposta pubblicata da Paul Baran (Rand) delineava i princìpi di quellidea di networking che ventanni più tardi prese il nome di internet. Nel 1965 Ted Nelson inventò il termine hypertext per definire un linguaggio che permetta una gestione articolata nei contenuti (un concetto che era già stato definito ventanni prima nel progetto Memex). Lidea di networking era nellaria. Era evidente che qualcuno, presto o tardi, lavrebbe messa in pratica. Il primo esperimento basato sui principi Rand fu realizzato nel 1968 dal National Physics Laboratory in Gran Bretagna. Intanto negli Stati Uniti nasceva il Network Working Group.hypertext Ma liniziativa più concreta fu quella dellAdvanced Research Project Agency, che dal 1965 stava studiando le possibilità del networking e nel 1969 lanciò il progetto ArpaNet. Nel 1983 fu adottato il protocollo TCP/IP e cominciò la diffusione dellinternet, che dal 1984 fu posta sotto il controllo della National Science Foundation. Nel 1984 fu anche messo a punto il sistema DNS (Domain Name System) su cui si basano gli indirizzi i rete – come quelli della posta elettronica e poi, dieci anni più tardi, quelli dei siti web. I primi accessi allinternet aperti a tutti in Italia divennero disponibili alla fine del 1994.

17 Internet e i suoi vantaggi Un aspetto positivo può essere la possibilità per chiunque, che siano intere popolazioni o singole persone in situazioni urgenti, di ricevere aiuto o soccorso immediato. Oggi ci sono 230 milioni di host internet nel mondo, 34 milioni in Europa, più di cinque milioni in Italia. Aumenta il numero di persone che hanno una buona pratica della rete. E lesperienza continuamente conferma che le risorse più importanti online sono i dialoghi personali e il passaparola.passaparola Il cerchio si chiude. La più moderna delle risorse è strutturalmente simile alla più antica.

18 Internet e rapporti umani Sono considerevoli, però, anche i diversi svantaggi come limpedimento di rapporti diretti tra persone che abitano vicine e che potrebbero confrontarsi e parlare faccia a faccia; o anche la perdita della padronanza della propria lingua a causa della nascita di un modo di scrivere in web o al telefono cellulare sempre più semplice, rapido ed essenziale. Sicuramente il progresso della tecnologia della gestione delle informazioni consentirà sempre più di modificare il modo di fornire notizie, coinvolgendo le persone nella diffusione di esse attraverso blog, diversi siti come You Tube, o le televisioni di quartiere in Internet. Inoltre, pensando a ognuno di noi singolarmente, non dimentichiamo che non esiste esclusivamente una realtà virtuale ma che è più importante la vita di tutti i giorni intorno a noi fatta di rapporti umani, gesti e parole.

19 . Internet e Democrazia Internet contiene in sé i germi della Democrazia, la sua diffusione ed il suo utilizzo porteranno ad una maggiore trasparenza e circolazione di informazioni, in tutti i campi della vita economica, politica e sociale della nostra era, accelerando il processo di "democratizzazione reale" della nostra società. Il principio su cui si basa Internet è la necessità di decentrare i centri decisionali, permettendo a più nodi della rete di comunicare tra di loro attraverso più possibili percorsi, non preordinati.

20 Difficile rincorrere le scoperte multimedialità globale senza limiti. I nuovi modelli di telefono cellulare possono essere dotati di schermo a colori, fotocamera digitale. Lettore Mp3, connessione ad infrarossi, Bluetooth e Wi-Fi. Alcuni cellulari chiamati SMART PHONE offrono anche la possibilità di installare programmi complessi come per il fotoritocco, per il controllo del computer e altri innumerevoli applicativi. Di solito un uomo è fortunato ad assistere ad una grande rivoluzione. Io sono già alla seconda sono le parole dette da Steve Jobs, co-fondatore della Apple, alla presentazione dellultimo prodotto dello sviluppo tecnologico. Il 9 giugno 2008 la Apple annuncia luscita dellI-phone 3G per l11 luglio 2008 in 70 paesi tra cui lItalia. Il dispositivo è un ibrido che incorpora 3 funzioni di 3 dispositivi che hanno iniziato ad essere integrati tra loro con lavvento degli smart phone:

21 Parola dordine comunicare : oggi è facile! Un I-pod con capacità di riproduzione audio-foto-video, un telefono cellulare quad - band con connettività Wi-Fi e Bluetooth 2.0 e dotato di fotocamera da 2.0 megapixel. Tra le funzionalità troviamo anche la possibilità di effettuare unaudio-conferenza unendo più telefoni; gli SMS vengono scambiati e organizzati in discussioni in modo simile a quello che avviene nei forum su Internet. Un palmare di nuova concezione che comprende il multi-tasking, animazione e multimedialità, schermo tattile evoluto, ampia connettività, navigazione Web mediante browser Safari, lettura dei file di testo, documenti in formato pdf e rtf, microsoft office, T-work, immagini e filmati allegati alle o collegati alla pagina Web. Dispone, inoltre, di unapplicazione che permette la visualizzazione di formati provenienti da YouTube. ………………… E un altro mondo e un nuovo linguaggio ………….. Una nuova Era!

22 Quale futuro per le comunicazioni Le nuove risorse di comunicazione si aggiungono a quelle esistenti, non le sostituiscono. Non siamo diventati afasici cioè incapaci di parlare o di comprendere le parole, alcuni millenni fa, quando abbiamo imparato a scrivere. Più recentemente la fotografia non ha eliminato la pittura, il cinema non ha sostituito il teatro, la televisione non ha soppresso il cinema, la musica riprodotta non ha fatto sparire i concerti – e così via. La diffusione dei mezzi elettronici ha aumentato, non diminuito, luso della carta stampata...

23 Conclusione Riflettendo su quanto letto sullargomento oggetto del tema possiamo concludere con due considerazioni: la prima è che la diffusione delle informazioni è alla base dello sviluppo e dellesercizio della libertà, la seconda attuale in questi giorni è che probabilmente un controllo nel rispetto delle leggi è necessario per prevenire abusi e crimini contro le persone. Possiamo affermare che il progresso avviato da pochi decenni dopo migliaia di anni di immobilità non deve fermarsi e deve portare ad invenzioni ed utilizzi dei mezzi di comunicazione Che devono avere come unico scopo un progressivo ulteriore miglioramento della qualità della vita quotidiana delluomo, di tutti gli uomini.


Scaricare ppt "Dal telegrafo alli-Phone : come le innovazioni tecnologiche nel campo della comunicazione hanno trasformato il modo di interagire tra gli esseri umani."

Presentazioni simili


Annunci Google