La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Per lintroduzione del REDDITO DINCLUSIONE SOCIALE Cristiano Gori Università Cattolica di Milano Coordinatore del Gruppo di lavoro Reis Roma, 24 Luglio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Per lintroduzione del REDDITO DINCLUSIONE SOCIALE Cristiano Gori Università Cattolica di Milano Coordinatore del Gruppo di lavoro Reis Roma, 24 Luglio."— Transcript della presentazione:

1 Per lintroduzione del REDDITO DINCLUSIONE SOCIALE Cristiano Gori Università Cattolica di Milano Coordinatore del Gruppo di lavoro Reis Roma, 24 Luglio 2013

2 Il gruppo di lavoro Cristiano Gori, Massimo Baldini, Emanuele Ciani, Alberto Martini, Daniela Mesini, Maurizio Motta, Paolo Pezzana, Simone Pellegrino, Stefano Sacchi, Marcella Sala, Pierangelo Spano, Stefano Toso, Ugo Trivellato.

3 Per lintroduzione del REDDITO DINCLUSIONE SOCIALE NON SI PUO PIU FARNE A MENO

4 Una misura nazionale contro la povertà assoluta (nostra elaborazione su Madama, 2012) PAESEANNO (periodo) DINTRODUZIONE Regno Unito1948 Svezia1956 Germania1961 Paesi Bassi1963 Finlandia1971 Austria Belgio1973 Danimarca1974 Irlanda1975 Lussemburgo1986 Francia1988 Portogallo1996 Spagna ITALIAOggi manca: si propone di introdurla nel periodo GreciaManca

5 Incidenza della povertà assoluta, % di famiglie (fonte: Istat ) Nord2,73,75,5 Centro2,74,15,1 Sud6,889,8 Italia4,05,26,8 DIFFERENZA % DIFFERENZA %

6 Il Reddito dInclusione Sociale Italia 2017 Chi lo riceve?Tutte le famiglie in povertà assoluta In che cosa consiste? (I)Un contributo monetario pari alla differenza tra il reddito familiare e la soglia Istat di povertà assoluta In che cosa consiste? (II)Al trasferimento monetario si accompagna lerogazione di servizi per limpiego, contro il disagio psicologico e/o sociale, per esigenze di cura e altro. Chi lo fornisce?Il Reis viene gestito a livello locale grazie all impegno condiviso di Comuni, Terzo Settore, Centri per lImpiego e altri soggetti

7 Il Reis non è un idea originale Esiste ampio consenso tra gli esperti sulla necessità dintrodurre in Italia una misura con le caratteristiche del Reis. Ma questa misura manca. La nostra proposta prova ad offrire due contributi a favore della sua introduzione. 1) Di significato: – Il Patto aperto contro la povertà 2) Di metodo: -Si parte dalla disamina delle precedenti esperienze italiane ed internazionali - Vengono ampiamente utilizzati dati empirici - Vengono simulati diversi scenari per la transizione ( ) e per il Reis a regime (2017) - Un particolare approfondimento è dedicato ai più complessi passaggi attuativi

8 Per lintroduzione del REDDITO DINCLUSIONE SOCIALE LA CENTRALITA DEI SERVIZI ALLA PERSONA

9 Linfrastruttura nazionale per il welfare locale Lo Stato la costruisce in collaborazione con le Regioni. Serve a mettere i soggetti del territorio nelle condizioni di operare al meglio. Prevede: Risorse adeguate per la componente dei servizi Poche e precise regole per loperato dei soggetti impegnati nei territori Un insieme di strumenti per accompagnare chi agisce nei territori Un robusto sistema di monitoraggio e valutazione per imparare dallesperienza

10 La rete dei servizi locali AZIONI (per i possibili utenti ) 1.Intercetta anche chi non si rivolge ai servizi 2. Verifica i requisiti per ricevere il Reis 3.Effettua la valutazione della situazione sociale/occupazionale e definisce lintervento (solo per chi ha diritto al Reis) INTERVENTI (per chi ha diritto al Reis) Solo contributo economico Oppure Contributo economico +Inserimento sociale Oppure Contributo economico + Inserimento occupazionale

11 Per lintroduzione del REDDITO DINCLUSIONE SOCIALE UNA MISURA FINANZIARIAMENTE SOSTENIBILE

12 La spesa A regime, circa 6,1 miliardi, pari allo 0,34% del Pil (2017). Nel primo anno, servono 900 milioni (2014) Lo 0,34% del Pil permette di colmare la distanza tra la spesa italiana contro la povertà (circa 0,1% del Pil) e la media europea (0,4%) Termini di paragone: spesa pubblica primaria 45,6% del Pil, spesa pubblica per la protezione sociale 26,5% del Pil

13 Il finanziamento del Reis in tre passaggi 1.Scelta delle ipotesi per il finanziamento secondo criteri di: - concretezza (devono essere misurabili) - equità (devono favorire le fasce di popolazione con redditi più bassi) - efficienza (non devono ostacolare lo sviluppo economico) 2.Individuazione di un mix di possibili interventi (maggiore spese / minori entrate) che rispettino i criteri di accettabilità. Risorse individuate: tra 13 e 18,8 miliardi 3. Decisione di quali fonti privilegiare tra quelle individuate: da parte della politica

14 Ipotesi di finanziamento che rispettano i criteri di accettabilità INTERVENTI Minori spese o maggiori entrate (Milioni di euro) MinimoMassimo MINORI SPESE Riduzione pensioni doro Riordino pensioni sociali1.000 Riordino integrazioni al minimo delle pensioni Riordino pensioni di guerra indirette500 Riduzione spesa pubblica per servizi generali MAGGIORI ENTRATE Accisa sul tabacco Accisa sulle bevande alcoliche Concorsi a premio, lotto e lotterie Riordino spese fiscali IRPEF Proroga contributo solidarietà in sede IRPEF134 Revisione imposta sulle successioni e donazioni60 Riordino trasferimenti alle imprese500 Imposta sul patrimonio Tassa di concessione governativa licenza di caccia100 TOTALE

15 Per lintroduzione del REDDITO DINCLUSIONE SOCIALE UN PIANO QUADRIENNALE

16 Gradualismo in un orizzonte definito Introduzione progressiva del Reis nel quadriennio Sin dallinizio definire il punto di arrivo (Reis a regime dal 2017) Sin dallinizio definire le tappe intermedie (ampliamento dellutenza in ogni annualità) Sperimentazioni di «Nuova Social Card» (12 grandi comuni) e di «Carta x Inclusione Sociale» (8 regioni sud) confluiscono nel Piano quadriennale

17 Gradualismo a partenza lenta ANNORicevono il Reis le famiglie con reddito… Quante famiglie sono? (% utenti a regime) Spesa pubblica (miliardi di Euro ) 2014inferiore al 50% della soglia di p. assoluta 375mila (33%) inferiore al 72% della soglia di p. assoluta 600mila (53%) inferiore al 90% della soglia di p. assoluta 940mila (83%) (primo anno a regime) inferiore al 100% della soglia di p. assoluta 1130mila (100%) 6.1

18 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "Per lintroduzione del REDDITO DINCLUSIONE SOCIALE Cristiano Gori Università Cattolica di Milano Coordinatore del Gruppo di lavoro Reis Roma, 24 Luglio."

Presentazioni simili


Annunci Google