La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE VIDEOPRESENTAZIONE A CURA DI EZIO MARGELLI AICOS CON IL CONTRIBUTO COMMISSIONE EUROPEA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE VIDEOPRESENTAZIONE A CURA DI EZIO MARGELLI AICOS CON IL CONTRIBUTO COMMISSIONE EUROPEA."— Transcript della presentazione:

1 LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE VIDEOPRESENTAZIONE A CURA DI EZIO MARGELLI AICOS CON IL CONTRIBUTO COMMISSIONE EUROPEA

2 LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE n LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE n LA COOPERAZIONE ITALIANA n LE ONG n LEDUCAZIONE ALLO SVILUPPO n INDIRIZZI UTILI

3 LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE IL SISTEMA DEGLI AIUTI INTERNAZIONALI

4 LAIUTO PUBBLICO ALLO SVILUPPO n AIUTI BILATERALI n AIUTI MULTILATERALI n AIUTI MULTIBILATERALI n AIUTI ALIMENTARI n AIUTI COMMERCIALI n AIUTI FINANZIARI

5 AIUTI BILATERALI SONO CONCESSI DIRETTAMENTE DA PAESE A PAESE TRAMITE ACCORDO DIRETTO TRA NAZIONE DONATRICE E BENEFICIARIA. COMPRENDONO SIA PROGRAMMI GOVERNATIVI CHE NON GOVERNATIVI.

6 AIUTI MULTILATERALI SONO COSTITUITI DA FINANZIAMENTI DEI VARI PAESI A ORGANISMI INTERNAZIONALI DELLE NAZIONI UNITE. QUESTI ORGANISMI LI UTILIZZANO PER REALIZZARE PROGETTI DI SVILUPPO NEL SUD DEL MONDO.

7 AIUTI MULTIBILATERALI IN UN PAESE DOVE NON E POSSIBILE REALIZZARE LAIUTO BILATERALE SI INTERVIENE ATTRAVERSO GLI ORGANISMI DELLE NAZIONI UNITE NEL QUADRO DI UN PROGRAMMA MULTILATERALE.

8 AIUTI ALIMENTARI SI TRATTA DI DERRATE ALIMENTARI DONATE GRATUITAMENTE DA PAESI CHE HANNO SOVRAPPRODUZIONE DI DETERMINATI ALIMENTI. AIUTI PAESI CEE PROGRAMMA ALIMENTARE MONDIALE AIUTI USA (PUBLIC LAW N. 480)

9 AIUTI COMMERCIALI SONO AIUTI REALIZZATI IN VARIE FORME, VOLTI A FAVORIRE GLI SCAMBI COMMERCIALI TRA PAESI DEL NORD E DEL SUD DEL MONDO. AGEVOLAZIONI TARIFFARIE ACCORDI SUL PREZZO MINIMO DEI PRODOTTI.

10 AIUTI FINANZIARI RAPPRESENTANO IL VOLUME PIU CONSISTENTE DEGLI AIUTI INTERNAZIONALI. SONO COSTITUITI DA DONI, INVESTIMENTI, PRESTITI E CREDITI ALLESPORTAZIONE.

11 LA COOPERAZIONE ITALIANA

12 LA LEGGE N /2/87 LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO E REGOLATA DALLA LEGGE N. 49 DEL 26/2/1987 NUOVA DISCIPLINA DELLA COOPERAZIONE ITALIANA CON I PVS. LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO E PARTE INTEGRANTE DELLA POLITICA ESTERA DELLITALIA E PERSEGUE OBIETTIVI DI SOLIDARIETA TRA I POPOLI E DI PIENA REALIZZAZIONE DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELLUOMO ISPIRANDOSI AI PRINCIPI SANCITI DALLE NAZIONI UNITE E DALLE CONVENZIONI CEE- ACP (art. 1)

13 LE FINALITA n IL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI PRIMARI n LAUTOSUFFICIENZA ALIMENTARE n LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE n LA CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO AMBIENTALE n LA CRESCITA ECONOMICA, SOCIALE, POLITICA E CULTURALE DEI PVS

14 I SETTORI DINTERVENTO n AGRICOLTURA E ALIMENTAZIONE n SANITA n INFRASTRUTTURE n INDUSTRIA n RISORSE NATURALI E AMBIENTE n FORMAZIONE

15 LE ATTIVITA n STUDI, PROGETTI, FORNITURE E SERVIZI n FORME DI PARTECIPAZIONE ANCHE FINANZIARIA n FORMAZIONE PROFESSIONALE DI CITTADINI DEI PVS IN LOCO O IN ITALIA n SOSTEGNO A PROGETTI DI ONG* n PROGRAMMI DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO * ONG - organismo non governativo

16 FORME DAIUTO ATTRAVERSO ACCORDI DIRETTI FRA LITALIA E I PAESI BENEFICIARI ATTRAVERSO LADESIONE DELLITALIA AD ORGANISMI ONU (FAO - UNICEF - UNDP - UNIDO....) BILATERALEMULTILATERALE

17 ITALIA / CEE-ACP LA PARTECIPAZIONE ITALIANA ALLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E PROMOSSA ANCHE ATTRAVERSO IL TRATTATO CEE-ACP (LOME) CHE RIGUARDA LA COOPERAZIONE TRA LA COMUNITA EUROPEA E 69 PAESI IN VIA DI SVILUPPO DELLAFRICA, DEI CARAIBI E DEL PACIFICO (ACP).

18 LE O.N.G. ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE

19 LE ONG LE ONG SONO LIBERE ASSOCIAZIONI SENZA FINI DI LUCRO, SORTE A SCOPO UMANITARIO, CHE UTILIZZANO SIA FINANZIAMENTI PUBBLICI CHE PRIVATI PER LE ATTIVITA DI COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO. UNA DELLE LORO CARATTERISTICHE FONDAMENTALI E DATA DAL RAPPORTO PRIVILEGIATO CON I PARTNERS DEL SUD DEL MONDO.

20 LE ONG IN ITALIA SONO ATTIVE OLTRE 100 ONG. SONO RAGGRUPPATE IN TRE COORDINAMENTI: COCIS (COORDINAMENTO DELLE ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO) FOCSIV (FEDERAZIONE ORGANISMI CRISTIANI DI SERVIZIO INTERNAZIONALE) CIPSI (COORDINAMENTO INIZIATIVE POPOLARI DI SOLIDARIETA INTERNAZIONALE) VI SONO INOLTRE ONG CHE NON ADERISCONO AI COORDINAMENTI, TRA LE QUALI: MANI TESE, COSV, COOPI, MOVIMONDO, ISCOS, PROGETTO SVILUPPO....

21 IL VOLONTARIO LA LEGGE 49 RICONOSCE DUE FIGURE DI VOLONTARIO: IL VOLONTARIO - E UN CITTADINO ITALIANO IN POSSESSO DI CONOSCENZE TECNICHE CHE TRAMITE UNA ONG SI IMPEGNA A SVOLGERE LA SUA ATTIVITA IN UN PROGRAMMA DI COOPERAZIONE PER ALMENO DUE ANNI. IL VOLONTARIO SENIOR - CHE HA ESPERIENZE PRECEDENTI ALLESTERO ED E CHIAMATO A SVOLGERE FUNZIONI DI RILEVANTE RESPONSABILITA. I VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE POSSONO OTTENERE IL RINVIO DEL SERVIZIO MILITARE O LASSOLVIMENTO DEGLI OBBLIGHI DI LEVA AL TERMINE DEI DUE ANNI DI SERVIZIO

22 IL COOPERANTE E PREVISTA INOLTRE LA FIGURA DEL COOPERANTE CHE E UN ESPERTO DI UN DETERMINATO SETTORE E PUO ESSERE UTILIZZATO NEI PROGRAMMI DI COOPERAZIONE PER UN PERIODO INFERIORE AI DUE ANNI IN ATTIVITA DI RILEVANTE RESPONSABILITA TECNICA, GESTIONALE ED ORGANIZZATIVA.

23 I SETTORI DI INTERVENTO I SETTORI DI INTERVENTO DELLE ONG SONO: AGRICOLTURASANITA FORMAZIONE PROFESSIONALE INFRASTRUTTURE INDUSTRIA E ARTIGIANATO RISORSE NATURALI E AMBIENTALI ENERGIA E MATERIE PRIME.

24 IL FINANZIAMENTO I PROGETTI DELLE ONG POSSONO ESSERE AUTOFINANZIATI, OPPURE COFINANZIATI DAL MINISTERO AFFARI ESTERI, DALLA COMMISSIONE EUROPEA, DA ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI. I PROGETTI DI SVILUPPO FINANZIATI DAL MINISTERO AFFARI ESTERI SONO DI DUE TIPI: PROGETTI GOVERNATIVI (AFFIDATI ALLE ONG E FINANZIATI AL 98%) PROGETTI PRIVATI (FINANZIATI IN MISURA NON SUPERIORE AL 70%)

25 LEUROPA E LE ONG LA COMMISSIONE EUROPEA INTERVIENE NEI PVS* ANCHE ATTRAVERSO IL COFINANZIAMENTO DI PROGRAMMI DI COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. LINTERVENTO EUROPEO E ANDATO PROGRESSIVAMENTE INTENSIFICANDOSI, E GRANDE ATTENZIONE E STATA DATA ALLA PARTNERSHIP CON LE ONG. * P.V.S. - PAESI IN VIA DI SVILUPPO

26 LINTERVENTO EUROPEO LA COMMISSIONE EUROPEA INTERVIENE ATTRAVERSO: n IL COFINANZIAMENTO DI PICCOLE AZIONI DI SVILUPPO n IL COFINANZIAMENTO DI AZIONI DI SENSIBILIZZAZIONE n LAIUTO ALIMENTARE n LAIUTO UMANITARIO n LA LOTTA ALLA DROGA n LATTIVITA A FAVORE DI PROFUGHI E RIFUGIATI n I PROGRAMMI DI AZIONE A FAVORE DELLAFRICA DEL SUD E DEGLI STATI AFRICANI DELLA LINEA DEL FRONTE n I PROGRAMMI IN CISGIORDANIA, GAZA.

27 LEDUCAZIONE ALLO SVILUPPO LE AZIONI DI SENSIBILIZZAZIONE DELLOPINIONE PUBBLICA EUROPEA

28 LEDUCAZIONE ALLO SVILUPPO LE ONG SVOLGONO SIA IN AMBITO SCOLASTICO CHE EXTRASCOLASTICO AZIONI DI SENSIBILIZZAZIONE, DI INFORMAZIONE E DI FORMAZIONE, PER FAR CONOSCERE LE PROBLEMATICHE DEI PAESI E DEI POPOLI DEL SUD DEL MONDO ALLE GIOVANI GENERAZIONI NEL NORD. A QUESTO SCOPO VENGONO PRODOTTI SUSSIDI DIDATTICI, MOSTRE, PUBBLICAZIONI....

29 LEDUCAZIONE ALLO SVILUPPO LE ONG SVOLGONO SIA IN AMBITO SCOLASTICO CHE EXTRASCOLASTICO AZIONI DI SENSIBILIZZAZIONE, DI INFORMAZIONE E DI FORMAZIONE, PER FAR CONOSCERE LE PROBLEMATICHE DEI PAESI E DEI POPOLI DEL SUD DEL MONDO ALLE GIOVANI GENERAZIONI NEL NORD. A QUESTO SCOPO VENGONO PRODOTTI SUSSIDI DIDATTICI, MOSTRE, PUBBLICAZIONI....

30 LEDUCAZIONE ALLO SVILUPPO I MATERIALI PRODOTTI DALLE ONG NELLAMBITO DEI PROGRAMMI DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO SONO GENERALMENTE DISPONIBILI IN FORMA GRATUITA TRAMITE RICHIESTA DA PARTE DELLE SCUOLE O DELLE ASSOCIAZIONI INTERESSATE. GLI INSEGNANTI POSSONO RICHIEDERE CONSULENZA AGLI OPERATORI DELLE ONG IN MERITO AD ATTIVITA DI SENSIBILIZZAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO.

31 INDIRIZZI UTILI

32 COMMISSIONE EUROPEA RUE DE LA LOI, 200 B-1049 BRUXELLES TEL INFORMAZIONE PER LITALIA VIA POLI, 29 - ROMA TEL FAX CORSO MAGENTA, 59 - MILANO TEL FAX

33 COORDINAMENTI DI ONG ITALIANE COCIS VICOLO SCAVOLINO, 61 - ROMA TEL FAX FOCSIV VIA S.FRANCESCO DI SALES, 18 - ROMA TEL FAX CIPSI VIALE F.BALDELLI, 41 - ROMA TEL FAX

34 AICOS ASSOCIAZIONE PER GLI INTERVENTI DI COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO VIA GRADO MILANO TEL FAX BANCHE DATI SUL VOLONTARIATO INTERNAZIONALE AICOS BBS TEL. MODEM AICOS BRIANZA BBS TEL. MODEM

35 PRESENTAZIONE REALIZZATA UTILIZZANDO MICROSOFT POWERPOINT - COPYRIGHT MICROSOFT CORPORATION IL PRESENTE MATERIALE E STATO REALIZZATO PER ATTIVITA EDUCATIVE E CULTURALI - E ESPRESSAMENTE VIETATA LA COMMERCIALIZZAZIONE LA PRESENTAZIONE PUO ESSERE DISTRIBUITA LIBERAMENTE. NON E POSSIBILE LA DISTRIBUZIONE PARZIALE O LA RIELABORAZIONE SENZA IL PREVENTIVO PERMESSO DEGLI AUTORI. COPYRIGHT AICOS ASSOCIAZIONE PER GLI INTERVENTI DI COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO VIA MARTIRI 0SCURI MILANO


Scaricare ppt "LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE VIDEOPRESENTAZIONE A CURA DI EZIO MARGELLI AICOS CON IL CONTRIBUTO COMMISSIONE EUROPEA."

Presentazioni simili


Annunci Google