La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scheda identificativa di questa produzione: -dal punto di vista delletà coinvolta -dal punto di vista del quadro disciplinare -dal punto di vista del tipo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scheda identificativa di questa produzione: -dal punto di vista delletà coinvolta -dal punto di vista del quadro disciplinare -dal punto di vista del tipo."— Transcript della presentazione:

1 Scheda identificativa di questa produzione: -dal punto di vista delletà coinvolta -dal punto di vista del quadro disciplinare -dal punto di vista del tipo di risultato atteso -dal punto di vista della priorità attribuita in gestione mentale

2 Scoprire con piacere lambiente acquatico con laiuto di un bambino più grande che rassicura e guida Imparare a gestire la propria sicurezza e le proprie emozioni 5 anni, insegnamento prescolare e anni, 5°anno di insegnamento primario educazione fisica gesto di memorizzazione

3 Dal mese di settembre, gli alunni della 5a elementare affiancano quelli della sezione 5 anni. Nel corso dellanno, realizziamo diverse attività, fra cui dei percorsi acquatici nella piscina di Embourg. Questanno, il gemellaggio raggruppa 25 alunni di 5a e 15 alunni della sezione 5 anni.

4

5

6

7 I nostri obiettivi Sezione 5 anni scoprire lambiente acquatico adattare il proprio tono al tipo di attività proteggersi efficacemente, anticipare i rischi gestire gli equilibri gestire le proprie emozioni trarre piacere dallessere in movimento 5a elementare gestire la propria sicurezza e quella dei propri « allievi » in ambiente acquatico gestire le proprie emozioni, in particolare nella propria espressione, per rassicurare i propri « allievi » e condividere con loro il piacere dellacqua

8

9 Gesti mentali sollecitati durante lattività (1/2) In questa attività, tutti i gesti mentali hanno avuto una grande importanza, a partire dal gesto di attenzione, porta di entrata per tutti gli altri gesti mentali. Anche i gesti di comprensione e di riflessione hanno avuto molta importanza. I bambini hanno dovuto riflettere e ricordare ciò che avevano appreso per comprendere cosa veniva chiesto loro.

10 Il gesto di immaginazione ha svolto un ruolo fondamentale nella proiezione dellimmaginario futuro. Il gesto di memorizzazione è stato laspetto più lavorato per la memorizzazione del percorso (cronologia delle diverse tappe, …). Gesti mentali sollecitati durante lattività (2/2)

11 Per raccontarvi questa attività, vi descriveremo le diverse tappe in parallelo: prima nella 5a elementare, poi nella sezione 5 anni.

12 Giovedì: primo giorno dellattività

13 Per far sì che lattività si svolga in modo più sereno e sicuro per tutti, la prepareremo insieme. Mercoledì prossimo, faremo un percorso acquatico con i vostri «allievi»… 5a primaria

14 Dovete anche sapere che mercoledì, prima di andare in piscina, evocheremo tutto quello che abbiamo messo nella nostra testa. Quindi, è importante che apriate un nuovo cassetto nella vostra testa per arrivare in piscina con il percorso dentro il cassetto.

15 Mercoledì, in piscina, faremo un percorso coi nostri tutori... Sarà necessario aprire un nuovo cassetto nella vostra testa per conservare tutte le attività del percorso. Vedrete, sarà molto più facile per voi e per i vostri tutori. 5 anni scuola dellinfanzia

16 Dopo la ricreazione, vi chiederò di completare il percorso su questa scheda. Mercoledì, prima di andare in piscina, apriremo il cassetto per vedere se dentro cè tutto.

17 Guardo e vedo Sento e ascolto

18 Silenzio! Vorrei che mi guardaste e faceste silenzio… (silenzio per 30 secondi) 5a primaria

19 Attenti! Ora dovrete guardare, ascoltare, parlare.. per metterlo nella vostra testa e conservarlo.. Prima di tutto vi mostrerò la mappa del percorso. Vi chiedo di guardarla senza commentarla e senza fare domande. Forse non capirete tutto, ma non è grave. Ve la spiegherò dopo.

20

21

22

23

24 Ora faremo silenzio così che ciascuno di voi possa riempire bene il proprio cassetto! Shhh! 5 anni scuola dellinfanzia

25 Attenzione! Siamo pronti a vedere, sentire e parlare!

26 Ve lo mostrerò ma non parlerò affinché possiate guardarlo bene e fotografarlo, filmarlo o raccontarvelo. Stiamo per vedere il percorso sul tappeto.

27 Mostro il percorso e le sue diverse attività senza parlare. Per questo ho realizzato un modellino con omini Playmobil che realizzeranno il percorso rispettando lordine delle diverse tappe.

28

29

30

31

32

33

34 Ora vi spiegherò il percorso e le sue diverse tappe. 5a primaria

35

36

37 Ecco le reazioni tipiche dei vostri «allievi» in piscina.

38 Discussioni tra alunni…

39 Spiegazione delle diverse tappe… 5 anni scuola dellinfanzia

40 I bambini possono manipolare gli omini Playmobil e il modellino. Le consegne di sicurezza saranno fornite in questo momento.

41 Rivedo nella mia testa Risento nella mia testa Mi ridico…

42 Ora, chiuderò la lavagna e nasconderò la mappa e voi continuerete a mettere nella vostra testa tutto quello che avete visto o sentito. Olivier, puoi dirmi come comincerai? 5a primaria

43 Io metterò la mappa nella mia testa e rivedrò e ridirò tutte le attività presenti sul pannello.

44

45

46

47

48 Alcuni hanno bisogno di muoversi, di fare i movimenti…

49 Ora metteremo nel nostro cassetto tutto quello che abbiamo visto o sentito. Per questo, occorre fare silenzio e chiudere gli occhi se ci è di aiuto… Lydie, allinizio, mi hai detto che non è successo niente nella tua testa.. Puoi dirmi come farai? 5 anni scuola dellinfanzia

50 Mi ridirò in testa tutto quello che dovrò fare in piscina.

51

52

53 Molti bambini hanno avuto bisogno di muoversi e di realizzare il movimento concretamente senza, comunque, disturbare la calma dellambiente.

54 « Cosè successo nella tua testa? »

55 Vedevo la mappa e la ridisegnavo sul banco. 5a primaria

56 Vedevo i colori che erano sulla mappa.

57 Avevo freddo come quando sono a bordo vasca. Sentivo il rumore della piscina. Poi, nella mia testa, spiegavo il percorso a Naomi e lo realizzavamo.

58 Sentivo una voce come quella di un GPS che mi spiegava il percorso.

59 Vedevo la mappa e sentivo delle parole… Non era la mia voce, ma la tua!

60 Io ero molto stressato perché immaginavo il percorso come un film catastrofe (anticipazione dei pericoli).

61 Ho visto la piscina e le mie tutrici che mi davano una mano… Dopo, abbiamo fatto il percorso nellordine. A volte dimenticavo cosa si doveva fare. 5 anni scuola dellinfanzia

62 Io facevo i gesti nella mia testa.

63 Ho visto delle immagini del percorso, ma non era la piscina, era il modellino.

64 Passavo sotto ai cerchi, facevo la foto, sono andato nella piscina grande…

65 Per i bambini della sezione 5 anni

66 1a realizzazione (dopo la ricreazione) Obiettivo: riportare le attività sulla mappa

67 Ho il modellino in testa, vedo gli omini Playmobil

68 Rifletto se lordine è corretto… Apro il mio cassetto per ritrovare tutto.

69 Ritorno al dialogo pedagogico e al modellino alloccorrenza

70 5 anni scuola dellinfanzia

71

72 Mercoledì,

73 Nella sezione 5 anni In 5a elementare I bambini hanno evocato di nuovo…

74

75 Rivedo proprio bene il percorso e ho ripensato ai pericoli per il mio «allievo». So a cosa devo fare attenzione. 5a primaria

76 Mi vedo con la mia «allieva» mentre facciamo il percorso. Non vedo nessun altro, non sento niente.

77 Io vedo la mappa che era appesa alla lavagna la settimana scorsa.

78 Vedevo tutto come in un film. Ero in piscina e facevo il percorso con le mie due tutrici. 5 anni scuola dellinfanzia

79 Ho visto il modellino, avevo bisogno di fare i gesti.

80 Ho visto il Sig. Benoît fare una foto ed io mi tenevo alla sbarra così.

81

82

83

84

85

86

87

88

89

90

91

92

93

94

95

96

97

98

99

100 Fra poco sarà un anno che lavoriamo in gestione mentale nelle nostre classi. Il cambiamento di atteggiamento dei bambini è sorprendente. Commenti…

101 I bambini capiscono subito quando vogliamo suscitare il loro gesto di attenzione e si mettono in modo naturale in un ambiente di rispetto, di apertura mentale e di ascolto. Il rispetto degli altri è sorprendente sia durante la percezione che durante levocazione o il dialogo pedagogico.

102 Nella sezione 5 anni, un bambino, che non riusciva ad evocare, ha constatato che si poteva evocare in modo diverso. Questo ci ha permesso di fare insieme una piccola sintesi dei diversi modi di evocare: nella propria testa, si possono vedere film, foto o immagini. Si può sentire qualcuno parlare o anche sentirsi parlare, ci si può muovere, fare gesti, …

103 Questo bambino mi ha fatto capire che aveva appreso ad evocare sentendo gli altri bambini descrivere i loro evocati nel corso dei dialoghi pedagogici. Ora, quando evoca, non vede niente, ma si sente parlare.

104 Dopo la realizzazione del circuito, abbiamo raccolto le impressioni – dei bambini, – di una mamma che partecipa ad ogni percorso acquatico, – oltre a quelle delle insegnanti.

105 I bambini Adrien aveva meno paura. I piccoli erano ben preparati, conoscevano lintero percorso. Cera più calma e meno rumore. Ero meno stressata perché sapevo tutto quello che dovevo fare. Non avevo bisogno di chiedere o di inventare quando arrivavo ad unattività del percorso. Non avevo registrato lattività con i cerchi e me lha spiegata Tom.

106 La mamma I bambini erano distesi, cera una calma straordinaria. Non sono servita a molto perché i grandi erano particolarmente attenti ai pericoli e alle paure dei loro «allievi». Sapevano veramente cosa si doveva fare.

107 Le insegnanti I piccoli erano molto meno stressati ed abbiamo constatato che lanticipazione dellattività riduce lo stress. Non è stato necessario il nostro intervento come le altre volte; i bambini erano molto autonomi, cosa che ci ha permesso di affinare gli esercizi.

108 Linsieme dellattività ha procurato un enorme piacere a tutti i bambini. Linsegnante di nuoto ha potuto constatare che levocazione per il corso di nuoto era più naturale nei nostri alunni (che vivono regolarmente la gestione mentale) rispetto a quelli di altre scuole. Le insegnanti

109 Ogni bambino è consapevole dellattività mentale. Spetta a noi aiutarli a svilupparla ed arricchirla per una maggiore efficacia.

110 Ecole Notre-Dame de Mehagne Rue des Coquelicots, 12 B – 4053 Embourg Belgique Impaginazione PowerPoint 2003: Pierre-Yves DELVOYE Photos : Vincent BLAISE Benoît STERPENICH Nathalie WATELET.


Scaricare ppt "Scheda identificativa di questa produzione: -dal punto di vista delletà coinvolta -dal punto di vista del quadro disciplinare -dal punto di vista del tipo."

Presentazioni simili


Annunci Google