La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezioni Fisiopatologia Medica per studenti di medicina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezioni Fisiopatologia Medica per studenti di medicina."— Transcript della presentazione:

1 Lezioni Fisiopatologia Medica per studenti di medicina

2 Colelitiasi

3

4

5

6 Fattori associati con la colelitiasi 1)Etnici (indiani americani, nord-eurepei) 2)Età (la prevalenza cresce con letà) 3)Sesso(F/M superiore a 2) 4)Peso(Obesità, rapido aumento di peso, digiuno protratto) 5)Malassorbimento di acidi biliari(malattia ileale, resezione ileale, fibrosi cistica) 6)Farmaci(estrogeni, clofibrato) 7)Diabete, iperlipemia

7 Cause di saturazione in colesterolo della bile # Aumentata secrezione di colesterolo nella bile età avanzata obesità fattori genetici (Nord-europei) trattamento con estrogeni nel maschio # Diminuita secrezione di acidi biliari malattie dellileo terminale # Combinazione dei due meccanismi trattamento con estrogeni nella femmina fattori genetici (Indiano americani )

8 Sintesi Colesterolo Nella dieta Perdita Sali biliari Sintesi Sali biliari Pool Sali biliari Secrezione biliare colesterolo Secrezione biliare di Sali biliari Secrezione biliare fosfolipidi BILE LITOGENA Calcoli di colesterolo

9 Conseguenze della calcolosi colecistica 1)Migrazione del calcolo nel cistico 2)Migrazione del calcolo nella via biliare principale

10 Litiasi del cistico Calcolo nel cistico Ostruzione transitoria Ostruzione permanente Aumento contrazioni della colecisti = colica biliare Idrope della colecisti Colecisti sclero-atrofica Empiema colecisti Regressione Peritonite saccata Fistole con altri organi infezione

11 Conseguenze della migrazione del calcolo nella via biliare principale 1)Calcoli piccoli: possono passare nel duodeno ed essere eliminati 2)Calcoli grandi: si arrestano nel punto di maggior restringimento, cioè al di sopra dello sfintere di Oddi (o sopra qualche altro calcolo) Conseguenze: ostruzione biliare infezione biliare (colangite) sclerosi della papilla ostruzione del Wirsung (pancreatite)

12 Fisiopatologia medica del Pancreas esocrino

13

14 Composizione del succo pancreatico # isotonico rispetto al plasma, con contenuto di bicarbonati variabile da 60 a 120 mEq/L # tripsinogeno, chimotripsina, fosfolipasi, amilasi, lipasi, ribonucleasi, colesterolo-esterasi, carbossi-peptidasi, aminopeptidasi # inbitori della tripsina (AT3), mucoproteine, co-lipasi

15 Meccanismi di controllo della secrezione pancreatica # le fasi cefalica e gastrica della digestione hanno scarsi effetti sulla secrezione pancreatica # la comparsa di cibo nel duodeno o labbassamento del pH nel lume duodenale provocano la increzione di secretina e CCK-PZ che stimolano la secrezione pancreatica rispettivamente di bicarbonati ed enzimi # la presenza dienzimi attivi nel lume intestinale inibisce a feed-back negativo la ulteriore secrezione di enzimi pancreatici # lassorbimento di aminoacidi e glucosio stimola la produzione di somatostatina e glucagone che riducono la secrezione pancreatica.

16 Pancreatite # pancreatite acuta: Malattia causata dalla prematura attivazione degli enzimi pancreatici a livello dei duttuli e/o dellinterstizio del pancreas. A seconda della gravità, il quadro può limitarsi ad una pancreatie edematosa, o progredire a pancreatite necrotico-emorragica ed eventualmente ascessualizzata. # pancreatite cronica: Malattia caratterizzata dalla progressiva ed estesa distruzione del pancreas per ostaxolo al deflusso del secreto e/o atrofia delle strutture acinose

17 Fattori eziologici implicati nella patogenesi della pancreatite acuta # Patologia delle vie biliari (per prematura attivazione del tripsinogeno) # Alcolismo (per ipersecrezione con ostruzione, reflusso nel Wirsung) # Interventi chirurgici o traumi (per danno cellulare e/o rottura delle membrane basali) # Alterazioni congenite (pancreas anulare, con ostruzione delle vie di scarico malformate) # Farmaci, radiazioni (danno cellulare, spasmo dello sfintere di Oddi) # Infezioni batteriche o virali (danno cellulare) # Iperlipemia, Ipercalcemia (lesione delle membrane cellulari da acidi grassi o da elevati livelli di calcio (?))

18 Conseguenze dellattivazione intrapancreatica degli enzimi

19 Interpretazione fisiopatologica dei segni e sintomi e delle complicanze della pancreatite acuta (1) # dolore: distensione del Wirsung, distensione della capsula per edema, essudazione di mediatori della flogosi che irritano le strutture nervose del plesso celiaco # ileo paralitico: ilfiltrazione dellessudato nelle radici del mesentere e del mesocolon trasverso # ittero: edema del pancreas con compressione della via bliliare principale # febbre: comparsa in circolo di mediatori della flogosi

20 Interpretazione fisiopatologica dei segni e sintomi e delle complicanze della pancreatite acuta (2) # shock: perdita di cospicue quantità di liquido nelle zone che circondano il pancreas (shock ipovolemico), aumento della permeabilità capillare per danno endoteliale dovuto a sostanze riassorbite dalla zona necrotica (shock distributivo da tossiemia enzimatica), depressione della contrattilità miocardica (shock cardiogeno) # polmone da shock: danneggiamento dei capillari polmonari e distruzione del surfactante da parte della fosfolipasi A (edema polmonare non-cardiogeno) # coagulazione intravascolare disseminata e/o iperfibrinolisi: dovuta ad azione della tripsina che attiva il fattore XII della coagulazione, innescando una coagulazione del sangue allinterno dei vasi, e lattivazione della fibrinolisi che consuma fibrina e fibrinogeno: entrambi i meccanismi portano a ostruzione dei piccoli vasi e dafibrinazione con emorragie diffuse

21 Pancreatite acuta edematosa (frecce)

22 Pancreatite acuta edematosa (freccia blu) con estesa essudazione sulla faccia anteriore del pancreas (freccia nera), e nello spazio retropancreatico (freccia rossa)

23 Principali fattori eziologici della pancreatite cronica # alcolismo #patologia delle vie biliari # alterazioni congenite # malnutrizione # farmaci # cause rare (autoimmunità, vasculite, ischemia cronica) # N.B. almeno il 5-10% dei casi non presenta alcun fattore eziologico riconoscibile (pancreatite cronica criptogenetica)

24 Fisiopatologia dei segni e dei sintomi della pancreatite cronica (dolore, diarrea, diabete) # DOLORE: distensione del Wirsung, irritazione delle fibre nervose intrapancreatiche, compressione di strutture nervose da pseudicisti # DIARREA: steatorrea per maldigestione dei grassi e creatorrea per maldigestione delle proteine # DIABETE: per progressivo danneggiamento delle isole di Langherans

25 Cause di dolore addominale nella pancreatite cronica # infiammazione acuta del pancreas (riacutizzazioni) # Complicazioni pancreatiche della pancreatite cronica: ostruzione dei dotti (dolore dopo i pasti) infiammazione perineurale (dolore continuo) pseudocisti pancreatica # Complicazioni extrapancreatiche: stenosi del coledoco stenosi della seconda porzione duodenale # Abuso di oppiacei

26 Complicanze della pancreatite cronica # Pseudocisti pancreatica # Ascesso pancreatico # Ascite pancreatica # Versamento pleurico pancreatico # Ostruzione biliare # Stenosi duodenale # Carcinoma del pancreas # Emorragia digestiva

27 Pancreatite cronica calcifica

28

29 Pseudocisti pancreatica davanti alla testa del pancreas

30

31

32 Pancreatite cronica (istologia)

33 Lemorragia gastro-intestinale

34 Segni di emorragia gastro-intestinale e sedi probabili di insorgenza -> Ematemesi (vomito di sangue rosso o nerastro) al di sopra del Treitz di entità tale da causare vomito -> Melena (feci nerastre e liquide) - qualsiasi sede al di sopra del colon trasverso -> Ematochezia (feci rossastre sanguinanti) - retto o colon discendente

35 Principali sorgenti di emorragia gstrointestinale Emorragia digestive superiore # Malattie infiammatorie ulcera peptica esofagite, gastrite,duodenite ulcera da stress # problemi meccanici sindrome di Mallory-Weiss emobilia # Patologie vascolari varici esofagee o gastriche infarto mesenterico # Malattie sistemiche discrasie ematiche vasculiti # Neoplasie carcinoma dellesofago o dello stomaco polipo o leiomioma

36

37 Principali sorgenti di emorragia gastrointestinale Emorragia digestive inferiore # Malattie infiammatorie colite ulcerosa malattia di Crohn diverticolite, enterocolite (batterica, tbc, radiazioni) # Patologie vascolari emorroidi infarto mesenterico # Malattie sistemiche discrasie ematiche vasculiti # Neoplasie carcinoma del colon o del retto polipo o leiomioma # Anomalie diverticolo di Meckel

38 Lower GI Bleed

39 Conseguenze dellemorragia digestiva a livello cardiovascolare DIMIN. RIEMPIMENTO VASCOLARE DIMIN. PORTATA CARDIACA AUMENTO ATTIVITA SIMPATICA E SRA DIMIN. PERFUSIONE ORGANI PERIFERICI AGGRAVAMENTO LESIONI VASCOLARI PREESISTENTI Ipotensione in ortostatismo Ipotensione anche in clinostatismo Ictus, angina pectoris, IMA, ecc. Tachicardia, pallore, estremità fredde Confusione mentale, agitazione, disturbi della visione, oliguria

40 Valutazione della gravità dellemorragia Polso e PAO: –normali in clino- ed in semi-orto –normali in clino- ed alterati in semi-orto- –-alterati sia in clino che in semi-orto- Aspirato gastrico Hb ed ematocrito allinizio di un episodio emorragico indicano la crasi ematica prima dellemorragia, e non la gravità dellemorragia stessa.


Scaricare ppt "Lezioni Fisiopatologia Medica per studenti di medicina."

Presentazioni simili


Annunci Google