La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

POR Fesr e POR Fse Sardegna: stato di avanzamento, spese ammissibili, tipologie di progetto 13 Ottobre 2010 1 Anna Catasta Centro di Iniziativa Europea.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "POR Fesr e POR Fse Sardegna: stato di avanzamento, spese ammissibili, tipologie di progetto 13 Ottobre 2010 1 Anna Catasta Centro di Iniziativa Europea."— Transcript della presentazione:

1 POR Fesr e POR Fse Sardegna: stato di avanzamento, spese ammissibili, tipologie di progetto 13 Ottobre Anna Catasta Centro di Iniziativa Europea

2 Perché ci occupiamo di Fondi Strutturali? Per conoscere meglio le opportunità contenute nella programmazione della Regione Sardegna delle risorse comunitarie Per favorire un ruolo attivo della cooperazione nella progettazione di interventi che possono utilizzare al meglio le risorse comunitarie attraverso: progetti territoriali e settoriali sviluppo delle imprese cooperative Per sostenere un ruolo sempre più attivo (non solo consultivo) nelle scelte di indirizzo della programmazione della Regione Sardegna in modo che le risorse siano bene utilizzate 2

3 Quale è lo stato di attuazione delle risorse? La Sardegna è al primo posto tra le regioni del Mezzogiorno per la spesa dei fondi Assessore alla Programmazione Giorgio La Spisa. 3 Luglio 2010 La Sardegna si conferma la più virtuosa tra le Regioni del centro sud nell'utilizzo del Fondo europeo di sviluppo rurale (Feasr) e si attesta anche sopra la quota che le amministrazioni del centro nord devono ancora impiegare entro lanno Assessore allAgricoltura Andrea Prato. 7 Ottobre

4 Programmazione Cosa è stato fatto/cosa rimane da fare Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) risorse disponibili al 25/02/2010 lo stato di avanzamento del Por era il seguente risorse impegnate 41,8% risorse certificate 16,3% residuo da impegnare 58,2% Le risorse impegnate devono essere poi rese disponibili attivando diverse procedure (bandi, gare, accordi di programma, ecc. ) 4

5 Programmazione Cosa è stato fatto/cosa rimane da fare Fondo sociale europeo (Fse) risorse disponibili al 31/12/2009 lo stato di avanzamento del Por era il seguente risorse impegnate 23,3% risorse certificate 16,4% residuo da impegnare 76,7% (N.B. al giugno 2010 risultano impegnate altre risorse per il bando Ore preziose) Le risorse impegnate devono essere poi rese disponibili attivando diverse procedure (bandi, gare, accordi di programma, ecc.) 5

6 Programmazione Cosa è stato fatto/cosa rimane da fare Fondo europeo di sviluppo agricolo (Feasr) risorse disponibili Nb alle risorse iniziale sono stati aggiunte le risorse Healt Security al 31/08/2010 lo stato di avanzamento del Psr era il seguente risorse erogate ai beneficiari 21,2% residuo da spendere entro il 31 dicembre residuo entro ,8%

7 Programmazione Cosa è stato fatto/cosa rimane da fare Fondo europeo pesca (Fep) risorse disponibili N.B. Stime pari all11,,18% delle risorse nazionali Non esistono dati certi sullo stato di attuazione del Fep in quanto la gestione è condivisa tra la Regione Sardegna e il Ministero dellAgricoltura 7

8 Programmazione Cosa è stato fatto/cosa rimane da fare Fondo di aiuto alle aree svantaggiate (Fas) risorse disponibili Il PAR FAS della Regione Sardegna è in attesa della delibera di approvazione del CIPE dopo la conclusione delle altre fasi dellattività istruttoria. 8

9 La programmazione unitaria regionale n.b. alcune cifre differiscono da quelle sopra riportate per eccesso o per difetto a causa dei tempi in cui è stato effettuato il calcolo 9 Strategia/ obiettivi generali DUP Por fesrPor fsePor feasrPo FepenpiFas naz/interr Fas regionale Politiche ordinarie Totale mgl euro

10 Elementi di contesto La crisi economica ha spinto a riorientare luso delle risorse. In Sardegna a seguito delle elezioni regionali anticipate è cambiata la Giunta Regionale. Sono cambiati alcuni regolamenti comunitari. E in atto una discussione sulluso del Fas e sui poteri centrali e regionali. 10

11 Cosa finanzia il Fesr 11 AsseResiduo da impegnare Asse 1. Società dellinformazione Asse 2. Inclusione, servizi sociali, istruzione e legalità Asse 3. Energia Asse.4. Ambiente, attrattività naturale, culturale e turismo Asse 5. Sviluppo urbano Asse 6. Competitività Asse 7. Assistenza tecnica Totale

12 Cosa ha finanziato il Fesr 12 Asse I Società dell'informazione Realizzazione di nuovi servizi online per cittadini ed Imprese. Completamento della rete della pubblica amministrazione locale, estensione SIBAR, completamento flussi documentali e archivi digitali Interventi per favorire la creazione e la disponibilità in tutto il territorio di infrastrutture a larga banda con tecnologia in fibra ottica, wireless o satellitare e completamento rete a banda larga nelle scuole Interventi pubblici per la produzione, il restauro e la pubblicazione e condivisione sul web o sui nuovi media (DTV, mobile T, ecc.) di contenuti digitali riguardanti la cultura, la letteratura, la lingua sarda, la musica, il territorio e le immagini della Sardegna per una loro fruizione sociale Introduzione di sistemi informativi di supporto al governo clinico, alla misurazione dei risultati e alla telemedicina ASSE II- Inclusione, servizi sociali, istruzione e legalità Sostegno alla prosecuzione di iniziative pilota avviate nellambito del PON Sicurezza e nellAPQ Emanuela Loi. Sviluppo di infrastrutture volte a favorire lequità daccesso ai servizi sociali e sanitari in particolare nelle aree più disagiate del territorio regionale, investimenti in servizi pubblici sociali e sanitari: case della salute. Sviluppo di infrastrutture e sistemi per la rete pubblica della riabilitazione (domotica per anziani e diversamente abili)

13 Cosa ha finanziato il Fesr 13 ASSE III- Energia Sviluppo di energie rinnovabili, energia solare e filiere bioenergetiche: energia da biomasse da filiere locali, la produzione di biocombustibili e biocarburanti, e legate al recupero, riciclaggio e riutilizzo dei rifiuti Sostegno alladozione dei principi di bioedilizia, bioarchitettura ed efficienza energetica degli edifici e utenze energetiche pubbliche non residenziali e sostegno al risparmio energetico nell'illuminazione pubblica. Aiuti alle imprese per la produzione di energia da fonti rinnovabili ASSE IV – Ambiente, attrattività naturale, culturale e turismo Promozione dello sviluppo di infrastrutture connesse alla valorizzazione e fruizione della biodiversità e degli investimenti previsti nei Piani di Gestione dei siti Natura 2000 e potenziamento delle strutture tecnologiche. Interventi volti a dare piena attuazione al Sistema regionale dei musei, centro di restauro, catalogazione e digitalizzazione beni culturali ASSE V – Sviluppo urbano Realizzazione di reti fra luoghi di eccellenza urbani capaci di promuovere la crescita, la diffusione e la valorizzazione delle imprese e degli organismi legati ai sistemi produttivi e culturali locali. Infrastrutture di trasporto urbano sostenibile finalizzate a migliorare sia la mobilità dei passeggeri che delle merci. Completamento delle infrastrutture logistico portuali. Adozione di sistemi di controllo del traffico di road pricing, di integrazione tariffaria e informativa.

14 Cosa ha finanziato il Fesr 14 ASSE VI – Competitività Interventi per favorire l'innovazione del sistema delle imprese anche attraverso l'acquisizione di servizi avanzati da parte delle PMI nell'ambito di distretti (cluster) produttivi. Realizzazione di programmi di marketing rivolti a aree e settori produttivi collegati agli interventi del presente asse. Sostegno alla costituzione di un Fondo di garanzia e controgaranzia per sostenere gli investimenti innovativi necessari ad espandere la base produttiva e la diversificazione produttiva delle imprese. Eventuali aiuti finalizzati alla patrimonializzazione e alla concentrazione dei consorzi fidi saranno coerenti con la nuova regolamentazione prudenziale comunitaria in materia creditizia e finanziaria e alle istruzioni di vigilanza introdotte a livello nazionale per l'entrata in vigore dell'Accordo quadro sulla convergenza internazionale della misurazione del capitale e dei requisiti patrimoniali -Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria del 26 giugno e disposizioni relative alle direttive 2006/48 e 2006/49 concernenti i requisiti patrimoniali minimi degli enti creditizi e l'importo minimo dei fondi propri degli enti creditizi e delle imprese di investimento

15 Cosa finanzia il Fse 15

16 Cosa ha finanziato il Fse 16 Master and Back Progetti di eccellenza Work in evolution Ore preziose Microcredito Ad altiora Assegni di merito, Assegni di ricerca e Scuole di Specializzazione, ecc.; Watching the future. Scuola digitale Progetti finalizzati allimplementazione dei servizi pubblici per limpiego rivolto alle Province Sarde Green future Interaction design Riorganizzazione dei processi lavorativi e di ottimizzazione delle risorse degli uffici giudiziari della Regione Autonoma della Sardegna - Tribunale Ordinario di Cagliari, Procura della Repubblica di Cagliari e Tribunale di Sorveglianza di Sassari. Catalogo Interregionale dellAlta Formazione.

17 Cosa ha finanziato il Feasr Asse I 112 Insediamento di giovani agricoltori 121 Ammodernamento delle aziende agricole 122 Migliore valorizzazione economica delle foreste 123 Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali 132 Partecipazione degli agricoltori ai sistemi di qualità alimentare 133 Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazione e promozione sui prodotti di qualità Asse II 211 Indennità compensative degli svantaggi naturali a favore degli agricoltori delle zone montane 212 Indennità a favore degli agricoltori delle zone caratterizzate da svantaggi naturali diverse dalle zone montane 214 Pagamenti agroambientali 214.1: Agricoltura biologica 214.2: Difesa del suolo : Razze minacciate di abbandono Assi III e IV Formazione dei partenariati pubblico-privati 13 partenariati hanno superato la 1^ fase Costituzione dei GAL (Gruppi di Azione Locale Proroga Elaborazione dei PSL (Piani di Sviluppo Locale) Proroga

18 Cosa ha finanziato il Fep Investimenti produttivi nel settore dell'acquacoltura Investimenti nei settori della trasformazione e commercializzazione 18

19 Le spese ammissibili La Regione Sardegna, in virtù della peculiare posizione di Phasing in nellambito delle regioni Competitività regionale e occupazione, intende avvalersi dellestensione dellammissibilità ad alcune categorie di spesa riferite allObiettivo convergenza: Risorse idriche Gli interventi saranno ammessi solo se riferiti allaccumulo ed alla distribuzione delle risorse, con esclusione di ciò che riguarda il trattamento delle acque reflue. Aree attrezzate per il sistema produttivo Gli interventi saranno ammessi solo se si tratta di completamenti di aree esistenti rilevate dal Piano regionale delle dotazioni infrastrutturali per le attività produttive. Interventi per la banda larga Questo intervento di completamento avverrà esclusivamente per le aree in cui si rileva un fallimento del mercato e dovrà rispettare il principio della neutralità tecnologica. Turismo In tale contesto si punta a diversificare il prodotto turistico attraverso la valorizzazione delle risorse naturali e culturali, la promozione di itinerari alternativi, il miglioramento qualitativo delle strutture ricettive attraverso il completamento, il riutilizzo e/o il riadattamento delle strutture esistenti in unottica di allungamento della stagione e di diversificazione del prodotto marittimo/balneare. Rifiuti Gli interventi relativi al settore ammessi dovranno essere focalizzati alla raccolta differenziata, con interventi diversi solo residuali e con lesclusione in ogni caso delle discariche. Inclusione sociale (istruzione e servizi sociosanitari) Lobiettivo è quello di migliorare il sistema scolastico e formativo attraverso il potenziamento delle strutture dedicate alla didattica (aule speciali e laboratori attrezzati) nonché quelle di supporto alle attività (spazi per laccoglienza, spazi per le attività culturali), per rendere più attrattive le scuole e contenere i fenomeni di abbandono. Gli interventi di tipo strutturale e tecnologico e delle attrezzature saranno aggiuntivi rispetto agli ordinari interventi di edilizia ospedaliera e socio-sanitaria territoriale previsti nella programmazione regionale e si concentreranno nelle zone a bassa densità di popolazione e nei settori nei quali si registrano carenze rispetto agli interventi ordinari 19

20 Le spese ammissibili Le risorse destinate alle imprese devono essere coerenti con il regime degli aiuti di stato che prevede finanziamenti in percentuale diversi a seconda della dimensione delle imprese e della loro collocazione geografica e settoriale. Le risorse posso essere allocate attraverso bandi e procedure di evidenza pubblica o atti di programmazione (quando i destinatari sono enti pubblici) Le criticità maggiori si rilevano nel caso di progetti integrati che comprendono sia interventi a sostegno delle imprese, sia interventi di tipo territoriale La Regione Sardegna sta ipotizzando lutilizzo di strumenti integrati anche plurifondo come il PIA (Piano Integrato Agevolazioni) di prossima uscita 20

21 I progetti cooperativi Progetti a sostegno delle imprese cooperative : risolvere il problema del cofinanziamento, favorire la elaborazione di progetti di sviluppo industriale di qualità e sostenibili Progetti territoriali: fare rete con Comuni e altri soggetti (Università) per presentare progetti integrati cantierabili di qualità su cui costruire dintesa con lAutorità di Gestione larchitettura del finanziamento Progetti a sostegno di cooperative che lavorano in convenzione con i Comuni 21


Scaricare ppt "POR Fesr e POR Fse Sardegna: stato di avanzamento, spese ammissibili, tipologie di progetto 13 Ottobre 2010 1 Anna Catasta Centro di Iniziativa Europea."

Presentazioni simili


Annunci Google