La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Osservatorio dei consumi Findomestic 2013 Milano 27 dicembre 2012 Contesto economico Chiaffredo Salomone (AD Findomestic) La percezione del modello di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Osservatorio dei consumi Findomestic 2013 Milano 27 dicembre 2012 Contesto economico Chiaffredo Salomone (AD Findomestic) La percezione del modello di."— Transcript della presentazione:

1

2 Osservatorio dei consumi Findomestic 2013 Milano 27 dicembre 2012 Contesto economico Chiaffredo Salomone (AD Findomestic) La percezione del modello di crescita oggi Simona Viscusi (Resp. Comunicazione Corporate Findomestic) Previsione di chiusura dei mercati dei durevoli Claudio Bardazzi (Resp. Osservatorio Findomestic) Buffet

3 BNP Paribas BNP Paribas è un leader europeo nei servizi finanziari e una delle banche più solide al mondo Il Gruppo detiene una delle più grandi reti internazionali con una presenza in 80 Paesi

4 BNP Paribas collaboratori nel mondo Presente in 80 nazioni collaboratori in Europa Investiment Solutions Corporate and Investiment Banking Retail Banking

5 Il Gruppo BNP Paribas Personal Finance BNP Paribas Personal Finance opera in Italia tramite Findomestic Banca di cui detiene la partecipazione n.1 in Francia e in Europa nel credito ai privati 20 milioni di clienti Oltre collaboratori in più di 20 Paesi Oltre 122 miliardi di impieghi

6 Il Gruppo BNP Paribas Italia

7 Landamento del credito al consumo (Mercato Italia e Findomestic)

8 Andamento del credito al consumo in Italia Flussi in miliardi di Euro - fonte Assofin 52,451,748, vs A-1 -5,3% Assofin Set ,2 vs A-1 -2,2% vs A-1 -11,7% vs A-1 -5,6% 4,44,64, Findomestic Gruppo Set ,5 vs A-1 +8,4% vs A-1 +6,0% vs A-1 +1,7% vs A-1 -1,3%

9 Gli indici del Credito Responsabile I quattro impegni fondamentali del Credito Responsabile 1.Lottare contro l'indebitamento eccessivo 2.Favorire l'accesso al credito a più clienti possibile 3.Seguire con flessibilità ogni cliente 4.Assistere ogni cliente in difficoltà Dati elaborati per importo

10 Alcuni dati di scenario (tratti dallOsservatorio Mensile di ottobre 2013)

11 Valori % Andamento del tasso di disoccupazione mensile DATI DESTAGIONALIZZATI Rapporto tra persone in cerca di occupazione e il totale di persone occupate e in cerca di occupazione Campione: popolazione 15 anni e più FONTE: Istat (ottobre 2013) Eurostat (ottobre 2013) Continua a crescere il tasso di disoccupazione giovanile in Italia

12 In che misura lei è soddisfatto/a della situazione italiana nel suo complesso (economica, politica e sociale)? In che misura lei è soddisfatto della sua attuale condizione economica? Soglia positiva: voto 7 Scala da 1 a 10 Il grado di soddisfazione circa la situazione italiana e personale

13 Valori % L'aspettativa personale all'aumento del risparmio a 12 mesi Lei ritiene che nel corso dei prossimi 12 mesi lei aumenterà l'importo di denaro che riesce a mettere da parte personalmente come risparmio?

14 La percezione del modello di crescita e dello stile di vita oggi

15 Video-interviste ai consumatori « Torneremo a crescere e a consumare come prima della crisi o è necessario cambiare il modello di sviluppo e lo stile di vita ? »

16 16

17 Come cambia la concezione del modello di crescita e di sviluppo

18 La parola crescita… PROCESSO RINNOVATORE PROCESSO RINNOVATORE Era percepita come una Condizione positiva Legata alla varietà di potenzialità e alla promessa di un beneaugurante IERI PROCESSO DEGENERATIVO PROCESSO DEGENERATIVO Porta con sé un Ombra di incertezza Rispetto a qualcosa che sembra sfuggito di mano e che appare legato al progressivo manifestarsi di un OGGI Fino a

19 Quali sono le principali cause che hanno scatenato la crisi attuale in Italia? Perché non si cresce più? Base: totale intervistati (domanda a risposta multipla, max 3 risposte)

20 Le cause dellalterazione dei meccanismi di crescita I MIGLIORISTI GLI ECO-PAUPERISTI Le ipotesi formulate dagli intervistati sulle cause dellalterazione dei meccanismi di crescita e sviluppo vedono DUE POSIZIONI CONTRAPPOSTE

21 L alterazione della crescita è il risultato di una CELLULA IMPAZZITA dellorganismo: IL SISTEMA FINANZIARIO, Che ha divorato leconomia reale Che ha minato domanda aggregata Ma il sistema capitalistico FUNZIONA ANCORA BENISSIMO I MIGLIORISTI La versione dei miglioristi Sono necessari INTERVENTI CORRETTIVI DI RICALIBRAZIONE E REDISTRIBUZIONE DELLA DISPONIBILITA MONETARIA che scongiurino squilibri dannosi ( Accumulo sproporzionato di risorse finanziarie sottratte/ Non reimmesse nel sistema) PERCHE LATTUALE SISTEMA ECONOMICO SI E INCEPPATO? LA RICETTA PER RIPARTIRE

22 Occorre un RADICALE RIPENSAMENTO DELLINTERA CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA adottando uno stile di vita più sobrio, che sfrutta e utilizza solo lindispensabile La versione degli eco-pauperisti ECO-PAUPERISTI Lattuale configurazione economica presenta un ERRORE SISTEMICO E insostenibile un assetto che minimizza Il valore effettivo/reale della risorsa primaria: lecosistema ambientale Infatti il sistema non contempla meccanismi di protezione e rigenerazione delle risorse PERCHE LATTUALE SISTEMA ECONOMICO SI E INCEPPATO? LA RICETTA PER RIPARTIRE

23 Si tratta di due posizioni paradossali apparentemente contrapposte NON SI PUÒ PIÙ ANDARE AVANTI COSI! NON SI PUÒ PIÙ TORNARE INDIETRO! PER GLI ECO-PAUPERISTI PER I MIGLIORISTI se continuiamo di questo passo non esisterà un futuro per luomo! siamo figli del progresso! i bisogni delluomo si sono evoluti dai tempi delluomo primitivo! Due posizioni contrapposte

24 Come cambiano i valori

25 I valori nel contesto di crisi Alla luce dell'attuale scenario socio-economico, rispetto a 5 anni fa, ossia a prima della crisi, i valori e i punti di riferimento sono cambiati o sono rimasti gli stessi?

26 POSITIVITÀ 46 Valori economici 26 Il lavoro 15 Il risparmio 12 Sicurezza economica 2 Valori sociali-affettivi-legati al benessere personale 15 La famiglia/i figli 13 Benessere/tranquillità/sicurezza affettiva 2 La salute 2 Valori legati alla sostenibilità, all'etica, al benessere collettivo 13 Consumi più consapevoli/acquisti solo necessari/beni primari 7 Maggiore attenzione allo spreco 4 Attenzione all'ambiente/ecologia 2 La solidarietà 2 Moralità, umanità, onestà, rispetto 2 Il 46% degli intervistati indica tra i valori emergenti nellattuale contesto valori positivi In questo scenario quali sono i valori e i punti di riferimento diffusi o che si stanno diffondendo? Che cosa viene messo al primo posto? I valori che si diffondono nel contesto di crisi

27 NEGATIVITA 44 Mancanza di fiducia verso il futuro, atteggiamenti difensivi 22 Si sta andando verso il baratro/rovina/la direzione sbagliata 8 La sopravvivenza 8 Maggiore incertezza/paura per il futuro 6 Maggiore confusione/disorientamento 2 Individualismo/narcisismo/edonismo 21 I soldi/il denaro/il profitto 11 Individualismo/egoismo 4 Consumismo/materialità 4 L'apparire/la visibilità 3 Il potere/successo 3 Aumento del divario tra ricchi e poveri 1 Mancanza di fiducia verso il prossimo, la società 9 Mancanza di fiducia verso il governo/politici 5 Non ci sono più punti di riferimento 2 Aumento della delinquenza 1 Aumento del razzismo 1 Non ci sono più valori 1 Altro 4 Non so/Non indica 13 Il 44% degli intervistati vede invece il diffondersi di valori negativi I valori che si diffondono nel contesto di crisi In questo scenario quali sono i valori e i punti di riferimento diffusi o che si stanno diffondendo? Che cosa viene messo al primo posto?

28 Come affrontare lattuale contesto. Le diverse prese di coscienza

29 29 Gli intervistati si trovano in fasi diverse di presa di coscienza del tema i visionari ATTIVI i visionari ATTIVI gli idealisti INCANTATI gli idealisti INCANTATI i dipendenti ATTENDISTI E CRITICI i dipendenti ATTENDISTI E CRITICI sono certi che dallalto non arriveranno segnali, la loro visione del futuro li porta ad adottare soluzioni proprie RICERCANO LA COERENZA PRATICA IN SFERE DI SOSTENIBILITÀ SELEZIONATE aspettano che dallalto ci si metta a tavolino per trovare una SOLUZIONE HANNO FIDUCIA NELLA COORDINAZIONE DALLALTO E SONO PRONTI A PARTIRE APPENA VERRÀ LORO COMUNICATA LA DIREZIONE sospettano che i conti non tornino ma ciò che sembra necessario appare troppo radicale NON HANNO ANCORA FATTO SCELTE CONCRETE DI VITA QUOTIDIANA, NE SI ATTENDONO NULLA DALLALTO! Le diverse fasi di presa di coscienza

30 30 DISCONTINUITÀ/ROTTURA RISPETTO AL PASSATO Sono disposti a agire in solitaria Senza necessità di riconoscimento Non sentono il bisogno di fare proselitismo Sanno convivere con la frustrazione della parzialità dei risultati Più degli altri mostrano segnali concreti di Tratti psicologici comuni : Sono guidati da una visione di futuro che gli impone di agire nel presente. IL FUTURO SI COSTRUISCE DALLOGGI. I visionari attivi i visionari ATTIVI i visionari ATTIVI

31 A LIVELLO ECONOMICO SONO IMPRENDITORI/ PROFESSIONISTI A LIVELLO ECONOMICO SONO IMPRENDITORI/ PROFESSIONISTI A LIVELLO PERSONALE SONO I CONSUMATORI A LIVELLO PERSONALE SONO I CONSUMATORI PRODUZIONE sostenibile CONSUMO sostenibile Di questa minoranza di intervistati fa parte un mix di consumatori, professionisti e imprenditori i visionari ATTIVI i visionari ATTIVI fanno scelte di hanno adottato modelli di 31 I visionari attivi

32 32 ATTENZIONE ALLA SOSTENIBILITA NEI CONSUMI ATTENUAZIONE DELCONSUMO DIMPULSO Consumi più sostenibili CONSUMO sostenibile Sono consapevoli che non e possibile cambiare radicalmente il sistema attuale fondato sui consumi Ma occorre essere piu responsabili

33 33 PRODUZIONE sostenibile CONSUMO sostenibile In Italia bisogna produrre e lavorare con ciò che abbonda di più, larte, la cultura, lingegno e il paesaggio IN ITALIA, IL MODELLO SOSTENIBILE RIGUARDA LECCELLENZA DEL MADE IN ITALY CON LE RISORSE ABBONDANTI NEL NOSTRO TERRITORIO STORIA, CULTURA e ARTE ENOGASTRONOMIA INGEGNO (meccanica di precisione, manifattura ad alto valore aggiunto) LIFESTYLE AMBIENTE E PAESAGGIO Un modello più sostenibile

34 Come cambiano comportamenti di consumo, e stile di vita nel contesto di crisi

35 Negli ultimi 5 anni Lei ha cambiato alcuni dei suoi comportamenti di consumo o il suo stile di vita? Comportamenti di consumo e stile vita nel contesto di crisi

36 Base: Hanno cambiato comportamenti di consumo/stile di vita negli ultimi 5 anni COMPORTAMENTI/ATTEGGIAMENTI 65 Tutte le spese/i consumi/risparmio il più possibile 31 Spese non necessarie/superflue 18 Sto più attento alle spese/evito gli sprechi 14 Acquisto solo al discount/ho cambiato punto vendita 5 Acquisto solo con offerte/con i saldi 3 Ho cambiato lo stile di vita (generale) 3 Risparmio di meno/spendo di più 2 RIDUZIONE/ELIMINAZIONE SPESE PER 47 viaggi/vacanze 21 ristoranti/pizzerie/out of home 17 abbigliamento/calzature 15 generi alimentari 12 divertimento/svaghi/tempo libero 10 auto/carburante/uso i mezzi pubblici 5 cinema/teatro/stadio 4 parrucchiere/palestra/cura della persona 3 elettricità/bollette 1 Ho smesso di fumare 1 Quali comportamenti ha cambiato soprattutto? Comportamenti di consumo e stile vita nel contesto di crisi Quali spese ha ridotto soprattutto?

37 37 In questo ultimo periodo si parla molto di esperienze di consumo - ma anche di vita - alternative, come ad esempio gruppi di acquisto, downshifting, car sharing ecc. Lei era a conoscenza…? La conoscenza delle forme alternative di consumo

38 38 Attualmente, secondo lei, questo nuovo stile di consumo è un fenomeno di nicchia o ha un'ampia diffusione? Base: Conoscono le forme di consumo elencate Fenomeni di nicchia o fenomeni diffusi?

39 Come cambia il mondo del lavoro

40 40 Video-interviste ai consumatori « Saresti disposto a rinunciare a parte del tuo reddito in cambio di tempo libero? »

41 41

42 42 A prescindere dalla sua situazione attuale, Lei preferirebbe avere: Pensi ora alla sua situazione attuale, se Le venisse proposta una riduzione del suo reddito, in cambio di più tempo libero, lei sarebbe disposto ad accettare oppure preferirebbe un reddito più alto? Il lavoro e il valore del tempo

43 43 Base: disposti a riduzione del proprio reddito in cambio di più tempo libero Con figli Senza figli (820) (1700)(2750) (4400) Reddito medio disponibile Reddito medio sacrificabile (in valore) Il lavoro e il valore del tempo Tra chi sacrificherebbe una parte del reddito, più del 70% rinuncerebbe al massimo al 15% del reddito per avere più tempo libero A quale percentuale del reddito rinuncerebbe – continuando a vivere in modo dignitoso – per avere più tempo libero per la sua famiglia, i suoi hobby e le sue passioni?

44 Il reddito medio necessario per una vita dignitosa Reddito medio dignitoso Reddito sacrificabile = REDDITO medio Ponderato per una vita dignitosa Qual è il reddito necessario oggi per vivere dignitosamente?

45 Misurare il benessere: PIL vs BES

46 46 In economia si parla spesso del PIL come indicatore del benessere di una nazione. Lei sa cosè il PIL? E sa cosa è il BES? La conoscenza del PIL e del BES (Benessere Equo e Sostenibile)

47 47 Base: totale intervistati Data allintervistato la definizione del BES: «Il BES parte dal presupposto che il PIL sia un indicatore insufficiente poiché include il solo fattore economico (ad esempio il PIL cresce in concomitanza con disastri ambientali, incidenti industriali ecc.), mentre il BES ritiene che la qualità della vita sia data da molti altri aspetti, come ad esempio la ricchezza che nasce dalle reti di relazione, tiene poi conto del carattere sociale e ambientale di una nazione e delle misure di diseguaglianza e sostenibilità: va oltre parametri prettamente economici per prendere in considerazione ciò che concorre realmente al benessere del Paese e delle persone» gli si chiede: Quanto è d'accordo con questo nuovo metodo di misurazione del benessere di una nazione? Che cosa è il BES e quanto soddisfa

48 48 PER LA MAGGIORANZA, LA SUA INADEGUATEZZA RIMANE ANCORA LATENTE NEL PRESENTE, MA PER IL FUTURO IL PIL SEMBRA DESTINATO AD ESSERE SUPERATO CONTRO è sbilanciato su parametri ECONOMICI e MONETARI non indica il FATTORE UMANO DI BENESSERE non misura la SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE è un indicatore sintetico QUANTITATIVO COMPARABILE offre la CONTINUITÀ delle serie storiche è condiviso su scala INTERNAZIONALE PIL PRO Il confronto tra PIL e BES mette al centro il FATTORE UMANO dà centralità alla SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE estende le INFRASTRUTTURE GRATUITE incentiva la RICERCA e la FORMAZIONE è un indicatore QUALITATIVO non è diffuso su scala INTERNAZIONALE non si basa su un MODELLO ECONOMICO ALTERNATIVO BES CONTRO PRO

49 Le azioni di oggi che influenzano il futuro

50 50 Video-interviste ai consumatori « Su cosa è necessario investire oggi per avere maggiore benessere tra 10 anni? »

51 51

52 Secondo lei tra 10 anni su quali dei seguenti elementi bisognerà investire per aumentare il benessere di una nazione? Cosa fare oggi per vivere meglio domani

53 53 E per sostenere la ripresa, secondo Lei, l'innovazione sarà un elemento... Base: totale intervistati Il ruolo dellinnovazione

54 Quando si ipotizza per il futuro una LA BIOMIMESI (BLUE ECONOMY) LINFORMATICA LINGEGNO UMANO Un gran numero di strategie sostenibili ispirate alla natura è già stato tradotto in applicazioni tecniche virtuose di avanguardia futuristica Creatività fa del cervello umano Il più potente computer In funzione sulla terra È un ottimo esempio di come hardware sempre più piccoli Siano in grado di produrre immaterialialità/ prestazioni sempre più estese ed efficienti INFRASTRUTTURA PER LINNOVAZIONE si pensa possa essere composta da 3 asset Una infrastruttura per linnovazione

55 Landamento dei Consumi e dei mercati dei Beni Durevoli

56 I consumi degli italiani var.% su A-1 (fonte Prometeia)

57 Andamento Mercato Veicoli +0,7% Auto usate -6,7% Auto nuove* -24,0% Motoveicoli -16,8% Camper Mln di Euro e var.% 2013/2012 (fonte Prometeia) * Immatricolazioni ,9 vs 2012

58 Andamento Mercati Casa -5,7% Mobili -3,2% Tecnologia Consumer -0,1% Bricolage Mln di Euro e var.% 2013/2012 (fonte Prometeia)

59 +9,6% Telefonia -22,5% Elettronica di consumo -0,2% Elettr. Grandi +4,0 Information Technology -1,3% Elettr. Piccoli -18,1% Fotografia -14,0% Home Comfort Andamento disaggregato Tecnologia Consumer Mln di Euro e var.% 2013/2012 (fonte Prometeia)

60

61 Il campione

62 62 Il campione quantitativo SessoEtà Area geograficaTitolo di studio

63 63 Il campione quantitativo

64 64 Il campione qualitativo 2 triadi face to face a Milano e Firenze con intellettuali e imprenditori di aziende ad alto tasso di innovazione (in diversi ambiti: digitale, agricolo, commerciale), sia con profilo umanistico sia tecnico-scientifico. 5 interviste personali a Opinion Leader che operano in ambito economico, tecnico e umanistico- sociale, con esperienza di innovazione tecnologica, studiosi di nuovi modelli di sviluppo e di cambiamenti sociologici (scrittori, imprenditori, analisti). 1 focus online con 12 partecipanti, popolazione evoluta: ̶Residenti a Milano, Trento, Ancona, Roma, Cagliari, Matera ̶Tutti che abbiano cambiato più lavori nella propria vita, sopra i 25 anni, sia uomini sia donne ̶Tutti con ruoli di responsabilità nel proprio lavoro ̶Metà con lavoro dipendente e metà con lavoro autonomo ̶Operanti sia nellindustria, sia in commercio e servizi, sia in agricoltura ̶Che abbiano fatto almeno 2 viaggi negli ultimi 2 anni ̶4 con laurea tecnico-scientifica-economica; 4 con laurea umanistica; 4 non laureati con titolo superiore tecnico


Scaricare ppt "Osservatorio dei consumi Findomestic 2013 Milano 27 dicembre 2012 Contesto economico Chiaffredo Salomone (AD Findomestic) La percezione del modello di."

Presentazioni simili


Annunci Google