La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Antilirismo e lirismo in tre esempi di poesia futurista e cubofuturista. Marinetti, Majakovskji,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Antilirismo e lirismo in tre esempi di poesia futurista e cubofuturista. Marinetti, Majakovskji,"— Transcript della presentazione:

1 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Antilirismo e lirismo in tre esempi di poesia futurista e cubofuturista. Marinetti, Majakovskji, Pasternak di Angela Di Donna

2 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Filippo Tommaso Marinetti, Alessandria d Egitto 1876 – Bellagio Filippo Tommaso Marinetti, Alessandria d Egitto 1876 – Bellagio Vladimir Majakovskij, Bagdadi ( Georgia) Mosca Vladimir Majakovskij, Bagdadi ( Georgia) Mosca Boris Pasternak, Mosca1890 –1960. Boris Pasternak, Mosca1890 –1960.

3 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Filippo Tommaso Marinetti e Luigi Russolo

4 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Vladimir Majakovskij

5 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Boris Pasternak

6 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Marinetti Poesia o pretesto?

7 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Davanti al sorriso della luna, i giovani pazzi sentirono il loro cuore staccarsi dal petto e salire verso la superficie della liquida notte. A un tratto, un grido altissimo lacerò l aria, un rumore si propagò, tutti accorsero.. era un pazzo giovanissimo, dagli occhi di vergine, rimasto fulminato sul binario..- Uccidiamo il chiaro di luna! Si udì gridare nella solitudine aerea degli altipiani.. Fu così che trecento lune elettriche cancellarono coi loro raggi di gesso abbagliante l antica regina verde degli amori... Filippo Tommaso Marinetti, Uccidiamo la luna 1909.

8 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? TRITURATO ROSSO ROSSO STRIATO SUSSULTANTE ETERNO urrrrrrraaaaah urrrrrraaaah vincere vincere gioia gioia vendetta massacrare continuare tatatatatatatatatatatatatata FINE DISPERAZIONE PERDUTO NIENTE-DA-FARE INUTILE immergersi freschezza dilatarsi aprirsi ammollirsi dilatarsi plum plamplam pluff pluff frrrrrr sterco-di-cavallo orina bidet ammoniaca odore-tipografico ( schema ABCDEFGC ) Filippo T. Marinetti, Zang Tumb Tumb, poema parolibero 1914.

9 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Lirismo e antilirismo. Majakovskij e Pasternak Kazimir Malevic,Bianco su bianco,1918

10 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Giungerà il mio verso sopra i crinali dei secoli.. non come giunge al numismatico la logora moneta, non come giunge la luce delle stelle spente. Il mio verso a fatica squarcerà la mole degli anni e apparirà pesante, ruvido tangibile come ai nostri giorni è giunto l acquedotto costruito dagli schiavi di Roma. Majakovskij, Prima introduzione a un poema, febbraio 1930.

11 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? MajakovskijAscoltate! Ascoltate! Se accendono le stelle, vuol dire che qualcuno ne ha bisogno? Vuol dire che qualcuno vuole che esse siano? Vuol dire che qualcuno chiama perle questi piccoli sputi?

12 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? E tutto trafelato tra le burrasche di polvere meridiana, si precipita verso Dio, teme dessere in ritardo piange, gli bacia la mano nodosa, supplica che sia assolutamente una stella, giura che non può sopportare questa tortura senza stelle!

13 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? E poi cammina inquieto, fingendosi calmo. Dice ad un altro: Ora va meglio, è vero? Non hai più paura? Sì?!

14 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Ascoltate! Se accendono le stelle, vuol dire che qualcuno ne ha bisogno? Vuol dire che è indispensabile che ogni sera al di sopra dei tetti risplenda almeno una stella? (1914) traduzione di Angelo Maria Ripellino

15 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna Morte d'un poeta Boris Pasternak 1930 Non ci credevano. Pensavano fandonie. Ma lo apprendevano da due, da tre, da tutti. Si mettevano affianco, nella riga del tuo tempo fermatosi di botto, case di mogli di impiegati e di mercanti. Era un giorno, un innocuo giorno più innocuo duna decina di precedenti giorni tuoi. Si affollavano allineandosi nellanticamera come allineati dal tuo sparo.

16 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna Tu dormivi. Spianato il letto sulla maldicenza dormivi. E cessato ogni palpito eri placido, bello, ventiduenne, come aveva predetto il tuo tetrattico Tu dormivi. Spianato il letto sulla maldicenza dormivi. E cessato ogni palpito eri placido, bello, ventiduenne, come aveva predetto il tuo tetrattico Tu dormivi stringendo al cuscino la guancia, dormivi a piene gambe, a pieni mallèoli, inserendoti ancora una volta di colpo nella schiera delle leggende giovani. Tu ti inseristi in esse con più forza, perché le avevi raggiunte con un balzo. Il tuo sparo fu simile ad un Etna in un pianoro di codardi e di codarde. Tu dormivi stringendo al cuscino la guancia, dormivi a piene gambe, a pieni mallèoli, inserendoti ancora una volta di colpo nella schiera delle leggende giovani. Tu ti inseristi in esse con più forza, perché le avevi raggiunte con un balzo. Il tuo sparo fu simile ad un Etna in un pianoro di codardi e di codarde.

17 Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna Oh, sio avessi allora presagito, quando mi avventuravo nel debutto, che le righe con il sangue uccidono, mi affluiranno alla gola e mi uccideranno. Mi sarei nettamente rifiutato di scherzare con siffatto intrigo. Il principio fu così lontano, così timido il primo interesse. Oh, sio avessi allora presagito, quando mi avventuravo nel debutto, che le righe con il sangue uccidono, mi affluiranno alla gola e mi uccideranno. Mi sarei nettamente rifiutato di scherzare con siffatto intrigo. Il principio fu così lontano, così timido il primo interesse. Ma la vecchiezza è una Roma senza burle e senza ciance che non prove esige dall'attore ma una completa autentica rovina. Ma la vecchiezza è una Roma senza burle e senza ciance che non prove esige dall'attore ma una completa autentica rovina.


Scaricare ppt "Liceo scientifico Galileo Galilei Uccidiamo il chiaro di luna ? Antilirismo e lirismo in tre esempi di poesia futurista e cubofuturista. Marinetti, Majakovskji,"

Presentazioni simili


Annunci Google