La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Terra. Zone astronomiche Zone climatiche Venti e fattori climatici: –Monsoni –Alisei –Correnti oceaniche Zone di vegetazione Densità della popolazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Terra. Zone astronomiche Zone climatiche Venti e fattori climatici: –Monsoni –Alisei –Correnti oceaniche Zone di vegetazione Densità della popolazione."— Transcript della presentazione:

1 La Terra

2 Zone astronomiche Zone climatiche Venti e fattori climatici: –Monsoni –Alisei –Correnti oceaniche Zone di vegetazione Densità della popolazione

3 Meridiani e paralleli Paralleli: sono lintersezione col globo terrestre di piani perpendicolari allasse di rotazione e paralleli fra di loro Meridiani: sono lintersezione col globo terrestre di piani passanti per lasse di rotazione

4 Meridiani e paralleli La misura dei meridiani è la longitudine. I meridiani sono tutti uguali. Il meridiano base è quello di Greenwich per ragioni storiche La misura dei paralleli è la latitudine. I paralleli non sono tutti uguali: il parallelo più lungo è lEquatore; i più brevi (i poli) sono due punti

5 Tropici, circoli polari, equatore Ricordiamo che la Terra orbita attorno al Sole e nello stesso tempo ruota su se stessa. Lasse di rotazione terrestre, però non è perpendicolare al piano di rotazione attorno al sole: esso forma con tale piano un angolo di circa 23.27° Allincirca così: Succede così che il sole non si trova alla stessa altezza nei diversi periodi dellanno. Questo determina la distinzione sulla superficie terrestre di differenti zone: i circoli polari, i tropici, lequatore

6 Le zone della superficie terrestre Circolo polare: allinterno del Circolo polare il sole rimane sempre al di sopra dellorizzonte almeno un giorno allanno (è quello che viene chiamato sole di mezzanotte) Tropico del Cancro e del Capricorno: allinterno della zona delimitata dai tropici il sole si trova almeno per un momento dellanno allo zenit, cioè nel punto più alto del cielo (ciò accade a mezzogiorno del solstizio destate) Equatore: solo lungo lequatore il giorno ha la stessa durata in ogni periodo dellanno: teoricamente dovrebbe durare 12 ore, in realtà dura un po di più per il fenomeno della rifrazione Tropico del capricorno Tropico del cancro equatore Circolo polare

7 Le zone climatiche I climi possono distinguersi in: Tropicale umido: Congo, Brasile del nord, Indonesia Tropicale: Rio delle Amazzoni, golfo di Guinea, Angola… Mediterraneo: coste del Mediterraneo, California, Sud Africa, Australia meridionale (Ricercate le zone sulla mappa che segue)

8 Zone climatiche (per maggior chiarezza la mappa sarà ripetuta altre due volte)

9 Le zone climatiche I climi possono distinguersi in: Subtropicale umido: Sud della Cina, valle del Gange, Florida stati del sud USA, Uruguay Oceanico: Europa del Nord, Cile del sud, costa canadese del Pacifico Continentale umido: zona dei Grandi Laghi, Russia europea, Cina (Pekino e Manciuria) (Ricercate le zone sulla mappa che segue)

10 Zone climatiche

11 Le zone climatiche I climi possono distinguersi in Subartico: Canada, Alaska, Siberia Tundra: coste nord dellAsia, del Canada, dellAlaska Polare: banchisa del polo nord, continente antartico Alpino: alpi (Ricercate le zone sulla mappa che segue)

12 Zone climatiche

13 La vegetazione Lambiente risente spesso delle attività delluomo: nelle zone più antropizzate la vegetazione originaria è conservata solo nei parchi nazionali. Taluni ambienti hanno subito per millenni lazione delluomo e sono mutati notevolmente, come la Macchia mediterranea. Altri ambienti avanzano (il deserto nel Sahara) o retrocedono (il Sahel). Altri ancora vengono ridimensionati dallattività delluomo (la foresta pluviale dellAmazzonia)

14 Vegetazione

15 Dove si trova: coste nord dellAsia, del Canada, dellAlaska, Caratteristiche : Pochi alberi (Conifere; Salici; Betulle) poche piante erbacee (Cipero, Erica); prevalentemente muschi e licheni. La Tundra

16 Dove si trova: Svezia, Finlandia, Russia (Taiga), Canada, Alpi, Balcani, Carpazi Caratteristiche: pino, larice, abete. E spesso presente anche la betulla, che però è una latifoglia. Non cè sottobosco. Sono presenti molti animali: castoro, ghiro, scoiattolo, ermellino,orso, lince, lupo, alce, cervo, procione, grizzly. La foresta di conifere

17 La foresta di latifoglie Dove si trova: Europa centrosettentrionale, USA, dai Grandi Laghi alla Florida, Cina Caratteristiche: è lambiente più vario. Si trovano faggi, querce, pioppi, betulle, castagni, ciliegi, aceri, tigli, frassini… Ricco il sottobosco, numerosa la fauna

18 La Macchia mediterranea In realtà gli ecosistemi mediterranei sono numerosi ; la macchia è solo il più caratteristico e forse il più diffuso. Dove si trova: litorale delle coste mediterranee: Italia, Grecia, Spagna, isole croate. Caratteristiche: specialmente piante a foglie coriacee, talvolta aromatiche: Erica, lentisco, cisto, alloro, corbezzolo, mirto, rosmarino, cappero, ginepro, ornello, oloivastro, ginestra, oleandro. Fra gli alberi: leccio, quercia da sughero, carrubo. Nellantichità la macchia era molto più ricca di alberi: la sua caratteristica attuale di essere composta quasi solo di arbusti è dovuta allo sfruttamento delluomo.

19 La prateria temperata Dove si trova: Prateria nordamericana, Pampas dellArgentina, steppa del centro-Europa. Diversa per ciascuna è la fauna: Bisonte e cane della prateria nel nordamerica; scarsa fauna e comunque sostituita dallallevamento bovino nella Pampa; ampiamente urbanizzata nellEuropa centro.orientale

20 La Savana Dove si trova: Brasile del sud, Venezuela, Africa (golfo di Guinea); Australia orientale Caratteristiche: è un ambiente intermedio fra la foresta pluviale ed il deserto. Ricco di erbe, anche alte, presenta pochi alberi ed arbusti. La savana, specialmente quella africana è il regno degli erbivori, dallelefante allo gnu, alla zebra. La savana africana è lultimo ambiente nel quale sopravvive il leone. Numerose le riserve in Kenya, Tanzania ecc.

21 Zone aride e semidesertiche Circondano i deserti, di cui ripetono in forma attenuata le caratteristiche. Il terreno è sassoso o sabbioso, le piante rade e adattate al clima. Talune zone semidesertiche sono abitate anche abbastanza densamente (medio oriente). A sud del Sahara si registra lespansione delle zone semidesertiche nella zona del Sahel, occupata in precedenza da savane

22 Deserto Zone in cui la piovosità scende a livelli bassissimi. Si distinguono deserti sassosi e deserti sabbiosi. Dove si trovano: Africa: Sahara; Kalahari; Asia: Arabia; Thar; zone interne della Cina (Gobi, Takla Makan); America: deserto andino; Valle della Morte Caratteristiche: piante molto rade ed adattate allambiente. Talvolta presenza di oasi. Fauna: erbivori domestici (cammelli, dromedari). Serpenti, insetti; sciacallo, lepre del deserto, toporagno..

23 La Foresta pluviale La foresta pluviale ha un clima caldo umido che favorisce lo sviluppo di una vegetazione molto folta. Il cibo è abbondante per la presenza costante di una grande quantità di frutti e piccoli animali. Numerosissimi sono gli insetti che si cibano di vegetali, si divorano tra loro e, a loro volta forniscono il nutrimento a uccelli, anfibi, rettili e mammiferi. Tra i mammiferi arboricoli ricordiamo un enorme varietà di scimmie e altri animali simili come il bradipo. Anche tra i mammiferi carnivori, alcuni sono in grado di inseguire le prede sugli alberi come i leopardi mentre altri cacciano sul terreno come la tigre asiatica.

24 La Foresta monsonica Densa di alberi, la foresta monsonica è caratterizzata dal clima (appunto, monsonico, con tre stagioni – vedi India) e da una grande varietà. In talune foreste predomina il Teak, in altre le Mangrovie, in altre altri tipi di alberi

25 I fattori climatici cosa influenza il clima di una regione? La radiazione solare (che, oltre ad influenzare il clima direttamente, causa anche i restanti fattori) I venti umidi I venti secchi Le correnti marine calde Le correnti marine fredde

26 I principali venti sulle zone oceaniche

27 I venti A parte quelli locali, i venti di maggiore importanza sono i monsoni e gli alisei. I monsoni determinano il clima di gran parte dellAsia; gli alisei, oltre a influenzare il clima degli oceani hanno avuto una importanza determinante nella storia della navigazione, tanto che gli inglesi li chiamano Trade Winds, i venti del commercio. Spinte dal loro soffio infatti le navi a vela seguivano le loro rotte commerciali

28 Perché i Monsoni sono così regolari Il meccanismo dei monsoni si basa sulla diversa velocità di riscaldamento e raffreddamento della terra e delloceano oltre che sul fatto che laria calda sale e quella fredda scende E inverno. Il continente asiatico si raffredda rapidamente e così fa anche laria al di sopra della terra. Laria fredda scende e provoca alta pressione. Al contrario loceano conserva ancora un po di caldo dellestate e quindi anche laria al di sopra di esso è più calda, quindi sale. Salendo provoca bassa pressione a quote basse. Le due zone tendono a livellarsi attraverso una corrente daria continua che è appunto il monsone invernale. Poiché proviene dal continente, quindi da una zona poco umida, questo vento non trasporta nubi. E il Monsone Secco Alta pressione Bassa pressione

29 Il meccanismo dei Monsoni E estate. La terra si scalda rapidamente. Laria sul continente si scalda e sale: si crea così una zona di bassa pressione. Loceano invece conserva un po del fresco accumulato nellinverno: sul mare laria è più fredda e quindi scende, creando una zona di alta pressione. Lalta pressione sul mare si livella con quella bassa della terra attraverso una corrente daria che dal mare va verso la terra. Laria sul mare è molto umida, quindi questa corrente daria porta nuvole in gran quantità sulla terra. E il monsone estivo o monsone umido, che porta piogge e tempeste tropicali Monsone umido

30 Gli alisei Nellemisfero nord (il nostro) gli alisei soffiano da nord (zona più fredda = di alta pressione) verso sud (zona più calda = di bassa pressione). Gli alisei però sembrano deviare verso ovest per lEffetto di Coriolis: in pratica una massa daria allaltezza del tropico percorre uno spazio x in 24 ore. Scendendo verso lequatore laria conserva la sua velocità, ma le terre al di sotto si spostano con velocità maggiore (perché lequatore è più lungo del tropico!)

31 Le correnti oceaniche Negli oceani si formano, a causa della differenza di temperatura, correnti fredde sottomarine e correnti calde alla superficie del mare. Sono quasi dei fiumi allinterno delloceano: la loro esistenza non è visibile ad occhio nudo, ma si rileva con la differente temperatura delle acque Il percorso delle correnti marine è grosso modo circolare: andando verso nord la corrente man mano si raffredda e si inabissa. Tornando verso sud si scalda e man mano sale alla superficie. Nel meccanismo entra anche la salinità dellacqua

32 La corrente del Golfo E importante a causa dei paesi che interessa, anche se non è la più notevole dal punto di vista geografico. Se non ci fosse, lintera Europa avrebbe il clima dellAlaska. La corrente del Golfo porta lacqua calda del Golfo del Messico fin oltre la Norvegia. La sua influenza sul clima si estende per decine, talvolta centinaia di chilometri. Nella maggior parte dEuropa, la temperatura aumenta andando verso ovest (verso loceano e la corrente del Golfo) e diminuisce andando verso est.

33 La densità della popolazione Le zone di maggior densità sono ancora quelle delle grandi civiltà storiche: Europa e Medio Oriente; India; Cina.

34 Spunti di riflessione Quale fra i fattori fin qui esaminati influenza la densità della popolazione? La densità della popolazione è influenzata anche da altri fattori oltre a quelli climatici? Quali sono gli stati maggiormente colpiti dallespansione delle zone desertiche? Quali sono gli ambienti che corrono maggiormente il rischio di essere distrutti? Quali sono gli ambienti più sfavorevoli alla vita delluomo?


Scaricare ppt "La Terra. Zone astronomiche Zone climatiche Venti e fattori climatici: –Monsoni –Alisei –Correnti oceaniche Zone di vegetazione Densità della popolazione."

Presentazioni simili


Annunci Google