La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Studiare il mare Percorso di lavoro tra scuola e Acquario. Classe terza scuola Montegrappa Coordinamento :Daniela Calini Informatizzazione :Giuliana Pugno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Studiare il mare Percorso di lavoro tra scuola e Acquario. Classe terza scuola Montegrappa Coordinamento :Daniela Calini Informatizzazione :Giuliana Pugno."— Transcript della presentazione:

1 Studiare il mare Percorso di lavoro tra scuola e Acquario. Classe terza scuola Montegrappa Coordinamento :Daniela Calini Informatizzazione :Giuliana Pugno

2 CARATTERISTICHE GEOGRAFICHE DEL MARE CARATTERISTICHE GEOGRAFICHE DEL MARE

3 I movimenti del mare sono le onde. Le onde sono provocate dal vento Vento forte= mare mosso Vento debole = mare calmo

4 Quando il livello del mare si alza e lacqua avanza sulla costa si ha lalta marea. Dopo ore, quando il livello del mare si abbassa e lacqua si ritira sulla costa si ha la bassa marea Le maree dipendono dalla MAREE

5 CORRENTE Ai movimenti del mare appartengono anche le correnti marine. Le correnti marine sono veri e propri fiumi aventi per letto e per sponde le acque del mare. In certi casi le correnti sono costituite da acqua calda. In altri casi sono costituite da acqua fredda

6 LACQUA DEL MARE LACQUA DEL MARE

7 Il sale non è distribuito allo stesso modo nei mari e negli oceani In un litro dacqua di mare ci sono 35 grammi di sale Legenda : tropici poli

8 Ai poli: 4 gr. di sale Ai tropici 40 gr. Di sale perché il sole fa evaporare lacqua Nel mar Morto: 300 gr di sale Nellacqua del mare sono sciolti molti Sali. Il sale più abbondante è il cloruro di sodio

9 Il cielo ha un ruolo importante nella colorazione del mare. Lacqua del mare riflette la luce del cielo. La luce bianca del è un miscuglio di diversi colori che si possono vedere quando cè larcobaleno. Questi colori scompaiono uno per volta sprofondando.

10 La costa può essere BASSA o ALTA. COSTA BASSA

11 Le onde e le maree si muovono continuamente lungo la costa sul fondo marino e lacqua raccoglie i granelli di sabbia portandoli con sé. Sulla costa bassa le onde si smorzano cioè perdono la loro forza e depositano i granelli di sabbia. Così pian piano il mare costruisce, sulla costa bassa, la spiaggia IL MARE COSTRUISCE Sabbia che si depositaSabbia che si deposita Sabbia che si deposita

12 LE ONDE DEL MARE BATTONO CON IL LORO MOVIMENTO SULLA COSTA ALTA E SCAVANO LA ROCCIA IL MARE DISTRUGGE

13 A lungo andare il mare consuma la roccia, finchè la parte sopra crolla perché si appesantisce.

14 Successivamente le onde del mare trascinano il materiale sul fondo e lo frantumano.

15 Piano piano le onde sbriciolano il materiale,lo riducono in ciottoli e in sabbia e lo trascinano lontano.

16 LA STORIA DEL MARE LA STORIA DEL MARE

17 Tre miliardi di anni fa, la terra assomigliava poco a quella di oggi. I continenti erano in gran parte coperti di roccia. Cerano molti vulcani attivi. Non cera ossigeno e i raggi ultravioletti del sole bombardavano la superficie terrestre..

18 CON IL PASSARE DEL TEMPO PRODOTTE DALLA ATTIVITA DEI VULCANI SI ACCUMULARONO LE NUVOLE E PIOVVE PER MOLTO TEMPO

19 Si formarono i mari e gli oceani

20 Apparvero organismi formati da una cellula UNICELLULARI : I BATTERI

21 Si formarono anche le alghe azzurro che iniziarono ad arricchire di ossigeno il nostro pianeta.

22 Circa 600 milioni di anni fa comparvero degli animali dal corpo molle, molto primitivi ma che avevano una grande novità: erano pluricellulari cioè formati da tante cellule (spugne, meduse, coralli)

23 Il corpo dei molluschi presenterà una novità:il capo I molluschi a due valve si muovono facendo fuoriuscire il piede fra le due valve o aprendo e chiudendo ritmicamente le valve stesse

24 Ma cè di più! Seppie, polpi e calamari hanno addirittura grandi occhi !

25 Gli animali corazzati avevano uno scheletro ESTERNO

26 Circa 500 milioni di anni fa comparvero degli animali nuovi:i vertebrati cioè animali con uno scheletro interno, un sostegno robusto e flessibile che permetteva movimenti più agili e rapidi degli animali invertebrati. I primi vertebrati furono i pesci, come quello disegnato. DREPANASPIS

27 I primi vertebrati furono dei pesci molto primitivi. Erano lunghi una trentina di centimetri, una coda robusta, una grossa testa protetta da piastre ossee e due occhi molto distanti,posti ai lati di unampia bocca. La colonna vertebrale di quei curiosi animali era di cartilagine (un materiale simile a quello delle nostre orecchie). Ma col passare del tempo gli oceani si popolarono di pesci con uno scheletro osseo,non molto diverso dalla maggior parte dei pesci di oggi.

28 Differenze tra i due tipi di pesce Ancora oggi esistono pesci cartilaginei e pesci ossei PESCE CARTILAGINEO PESCE OSSEO Coda asimmetrica Non ha scaglie Non ha lopercolo Cosa simmetrica Ha le scaglie Ha lopercolo

29 Circa 400 milioni di anni fa, alcuni pesci incominciarono ad uscire dallacqua. E, usando le loro pinne laterali come zampe,impararono a camminare per brevi tratti sul terreno. Col passare del tempo le pinne laterali diventarono vere zampe, la vescica natatoria iniziò a funzionare come un polmone e quei pesci camminatori si trasformarono in ANFIBI.

30 Circa 300 milioni di anni fa,alcuni anfibi si adattarono a vivere lontano dallacqua e si trasformarono in rettili. Le novità furono che: le loro uova, protette da un guscio resistente,non avevano più bisogno dellacqua per svilupparsi. Erano ricoperti da squame cornee (come le nostre unghie); Potevano vivere lontani da stagni o paludi senza correre il rischio di essiccarsi

31 A differenza degli altri animali, i dinosauri avevano le zampe sotto il corpo che li faceva essere più agili,tenendo il loro corpo sollevato da terra.

32 IL REGNO DEI DINOSAURI

33 I dinosauri carnivori erano in maggioranza bipedi (cioè si muovevano su due zampe;quelli erbivori erano prevalentemente quadrupedi (cioè si muovevano quattro zampe). Circa 65 milioni di anni fa scomparvero dalla Terra a causa di un brusco cambiamento del clima dovuto forse alla caduta di un grosso meteorite.

34 Da alcuni rettili si formarono animali a sangue caldo : I MAMMIFERI

35

36 Alcuni rettili, mammiferi terrestri e uccelli tornarono a vivere nellacqua RETTILI MAMMIFERI TERRESTRI UCCELLI

37 VITA NEL MARE VITA NEL MARE

38 VITA NEI MARI I vegetali e gli animali che abitano i fondali (dalla riva alla profondità)sono chiamati ORGANISMI BENTONICI (BENTHOS)

39 Organismi bentonici (benthus) Organismi bentonici (benthus) VAGILI

40


Scaricare ppt "Studiare il mare Percorso di lavoro tra scuola e Acquario. Classe terza scuola Montegrappa Coordinamento :Daniela Calini Informatizzazione :Giuliana Pugno."

Presentazioni simili


Annunci Google