La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2° Circolo Poggibonsi ISCRIZIONI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELLINFANZIA Anno scolastico 2010-11.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2° Circolo Poggibonsi ISCRIZIONI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELLINFANZIA Anno scolastico 2010-11."— Transcript della presentazione:

1 2° Circolo Poggibonsi ISCRIZIONI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELLINFANZIA Anno scolastico

2 C.M. 4 / 2010 La fase delle iscrizioni rappresenta la base propedeutica dellazione educativa e formativa sia per la scuola che per le famiglie. Iscrizioni alle scuole dell'infanzia e alle classi delle scuole di ogni ordine e grado relative all'anno scolastico 2010/2011

3 C.M. 4 / 2010 Per una funzionale programmazione del servizio, i genitori possono presentare domanda di iscrizione ad una sola istituzione scolastica. I genitori possono scegliere la scuola dove vogliono iscrivere i propri figli: o alla scuola del territorio di appartenenza o ad altra istituzione scolastica prescelta in base alla offerta formativa.

4 Le iscrizioni sono aperte dal 1° febbraio 2010 fino al 27 febbraio 2010 C.M. 4 / 2010

5 ORARIO APERTURA UFFICIO La Segreteria resterà aperta secondo il seguente orario: LUNEDI' - ORE 11,00-13,00 e 16,00-17,00 MARTEDI - ORE 8,00-10,00 e 16,00-17,00 MERCOLEDI' - ORE 11,00-13,00 e 16,00-17,00 GIOVEDI- ORE 8,00-10,00 e 16,00-17,00 VENERDI' - ORE 11,00-13,00 SABATO 20 FEBBRAIO - ORE 9,00-12,00 SABATO 27 FEBBRAIO - ORE 9,00-12,00

6 ISCRIZIONI Dal sito dellIstituzione sono scaricabili i modelli di domanda e di richiesta del prescuola.

7 Il numero massimo di iscritti per ogni singolo plesso dovrà tenere conto dei limiti fissati dal Decreto Ministeriale 18 dicembre 1975 e dal T.U. 81/2008 riguardo al rapporto fra superficie della scuola e numero di bambini frequentanti. ISCRIZIONI Sia per la Scuola dellInfanzia che per la Scuola Primaria

8 ISCRIZIONI Nella Scuola Primaria G. Pieraccini possono essere accolti fino a 150 bambini. Si possono infatti formare tre classi a tempo breve (ex modulo) tre classi a tempo pieno.

9 ISCRIZIONI Nella Scuola Primaria C. Bernabei possono essere accolti fino a 50 bambini. Si possono infatti formare una classe a tempo breve (ex modulo) e una classe a tempo pieno.

10 Piano dellOfferta Formativa SAPER E SAPER STARE INSIEME anno scolastico 2010/2011

11 Le scelte educative La scuola si propone di realizzare un sereno ambiente di apprendimento, che garantisca agli alunni il rispetto della propria identità e la valorizzazione della diversità. In tale ambiente lalunno è stimolato a sapere, a saper fare ed a saper essere: impara le abilità di base ed acquisisce le competenze chiave di cittadinanza.

12 Finalità a ) favorire la crescita armonica della persona attraverso: - sviluppo della consapevolezza di sé - rafforzamento dellautostima - assunzione di responsabilità nel farsi carico del proprio progetto di vita

13 Finalità - la consapevolezza dellidentità e dellappartenenza - la valorizzazione delle diversità - lacquisizione di regole e di valori - lo sviluppo della cooperazione e della disponibilità al confronto - leducazione alla sostenibilità ambientale, economica e culturale b) educare alla convivenza civile attraverso:

14 Finalità c) garantire il successo formativo attraverso: - lacquisizione dei vari linguaggi - il perseguimento di abilità e competenze - lo sviluppo di capacità metacognitive - dare senso alle varietà delle esperienze formative

15 Finalità d) perseguire la continuità educativo-didattica attraverso: - stesura di curricoli verticali - protocolli dosservazione - attività educativo-didattiche.

16 CURRICOLO La costruzione del curricolo è il processo attraverso il quale si sviluppano e organizzano la ricerca e linnovazione educativa. La scuola predispone il curricolo nel rispetto delle finalità, dei traguardi per lo sviluppo delle competenze, degli obiettivi di apprendimento posti nelle Indicazioni Ministeriali.

17 CURRICOLO Il curricolo si articola attraverso i CAMPI DI ESPERIENZA nella scuola dellinfanzia e attraverso le AREE DISCIPLINARI nella scuola primaria.

18 CURRICOLO La scuola dellinfanzia si propone come contesto di relazione, di cura e di apprendimento, nel quale possono essere filtrate, analizzate ed elaborate le sollecitazioni che i bambini sperimentano nelle loro esperienze.

19 CURRICOLO 1) lorganizzazione degli apprendimenti in maniera progressivamente orientata ai saperi disciplinari, 2) la ricerca delle connessioni fra i vari saperi disciplinari. Nella scuola primaria la progettazione didattica promuove

20 ABILITA E COMPETENZE gli alunni acquisiscono abilità nellambito cognitivo, relazionale ed emotivo gli alunni, riuscendo a generalizzare gli apprendimenti acquisiti, raggiungono le competenze

21 ESEMPI DI COMPETENZE Sviluppa gradualmente abilità funzionali allo studio estrapolando dai testi scritti informazioni su un dato argomento utili per l'esposizione orale e la memorizzazione, acquisendo un primo nucleo di terminologia specifica, raccogliendo impressioni personali e/o collettive, registrando opinioni proprie o altrui. Svolge attività esplicite di riflessione linguistica su ciò che si dice o si scrive, si ascolta o si legge. Si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare lopportunità di ricorrere a una calcolatrice. Riesce a risolvere facili problemi (non necessariamente ristretti a un unico ambito) mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati e spiegando a parole il procedimento seguito. ITALIANOMATEMATICA

22 COME LAVORANO I DOCENTI Ferma restando la libertà di insegnamento, i docenti procedono nella progettazione per la classe, tenendo conto dei bisogni degli alunni e secondo le modalità della Ruota di Deming.

23 Dopo aver progettato il lavoro per la classe, verificano costantemente ciò che è stato fatto, in modo da apportare modifiche, se necessario perchè gli alunni apprendano non solo contenuti, ma soprattutto abilità e competenze. COME LAVORANO I DOCENTI

24 ALUNNI E METACOGNIZIONE Ed ogni nostro alunno svilupperà la metacognizione, imparando ad agire così:

25 Progettualità Sia nella Scuola dellInfanzia che nella Scuola Primaria vengono attivati Progetti che servono per conseguire le competenze richieste dal grado di scuola. I progetti verranno realizzati sia nelle ore curricolari che in quelle facoltativo- opzionali, diventando così parte integrante del curricolo.

26 Laboratori facoltativo-opzionali E prevista lattivazione di percorsi, per offrire chiavi ed occasioni di apprendimento differenziate e flessibili. finalizzate a: - sviluppare interessi e capacità; - rispondere ad esigenze peculiari della situazione locale, attivando la collaborazione con enti operanti sul territorio; - sperimentare metodi didattici/operativi innovativi, migliorando contestualmente la padronanza di linguaggi alternativi; - favorire la conoscenza di sé; - favorire opportunità educative.

27 MACROAREE PROGETTUALI ACCOGLIENZA- CONTINUITA CITTADINANZA LINGUAGGI TERRITORIO

28 BENESSERE La scuola ha il preciso compito di educare e informare, per rispondere ai bisogni della persona in formazione, nellambito preciso della salute (fisica, mentale, ambientale, affettiva, …) vista come diritto prioritario.

29 BENVENUTO IN CLASSE Progetto di continuità Gli alunni delle classi prime iniziano il loro percorso nella scuola primaria portando il loro bagaglio di esperienze dalle scuole dellinfanzia di provenienza o dal loro vissuto.

30 UN VIAGGIO CHE COMINCIA CON C Per diventare cittadini attivi e consapevoli. Cittadinanza, Costituzione, Convenzioni: alunni oggi, cittadini domani

31 UN LIBRO PER AMICO Per favorire il rapporto affettivo con i libri e stimolare il piacere della lettura.

32 ETWINNING Per entrare in contatto con alunni di altri paesi europei per sviluppare la collaborazione, utilizzando una piattaforma multimediale protetta. Gemellaggi elettronici tra scuole

33 ZERODIECI Per Fare musica e Cantare in un coro, in collaborazione anche con la Scuola Pubblica di Musica nelle classi prime, seconde e terze.

34 COLORI ED EMOZIONI Per formare, consolidare e potenziare la produzione, la lettura, la fruizione di tutti i tipi di linguaggio (verbale, musicale, artistico).

35 SCIENZE SPERIMENTALI Didattica laboratoriale Per ottenere una reale acquisizione di conoscenze e di competenze in ambito scientifico.

36 LO SPORT A SCUOLA Per promuovere la pratica ludico- sportiva (nelle classi prime, seconde e terze). Per sviluppare anche la conoscenza degli sport (nelle classi quarte e quinte).

37 STORIA E NATURA Gli alunni viaggiano lungo il fiume nel tempo e nello spazio

38 IL RICORDO storie leggende antichi mestieri vita contadina personaggi di un tempo vecchi giochi Alla scoperta di:

39 Hanno lobbligo di iscrizione alla prima classe della scuola primaria i bambini e le bambine che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre Possono essere iscritti anche i bambini che compiono sei anni di età entro il 30 aprile 2011.

40 SCUOLA PRIMARIA Gli alunni esterni, obbligati alliscrizione alla scuola primaria, debbono sostenere lesame di idoneità prima dellinizio dellanno scolastico per accedere direttamente alla seconda classe. Tale obbligo, ovviamente, si intende anche riferito a coloro che debbono iscriversi alle classi successive alla seconda.

41 SCUOLA PRIMARIA TEMPI SCUOLA 40 ore sino a 30 ore mensa senza mensa con mensa 24 ore27 ore

42 SCUOLA PRIMARIA

43 RIENTRI POMERIDIANI 1 rientro per chi sceglie le 27 ore 2 rientri per chi sceglie sino a 30 ore 5 rientri per chi sceglie il tempo pieno, cioè 40 ore

44 SCUOLA PRIMARIA G. PIERACCINI 2 LABORATORI MULTIMEDIALI 1 LABORATORIO DI MUSICA 1 LABORATORIO DI SCIENZE 2 AULE POLIVALENTI (per svolgere attività che richiedono movimenti o per accogliere anche due classi che lavorano insieme) 3 AULE per il lavoro a gruppi 1 AULA per il sostegno 1 PALESTRA VASTI GIARDINI, di cui uno riservato alle classi prime REFETTORI per la mensa

45 SCUOLA PRIMARIA C. BERNABEI 1 LABORATORIO MULTIMEDIALE 1 AULA POLIVALENTE (per svolgere attività che richiedono movimenti o per accogliere anche due classi che lavorano insieme) 1 AULA per il sostegno 1 PALESTRA VASTI GIARDINI REFETTORIO per la mensa

46 DOMANDA DI ISCRIZIONE La domanda è composta di quattro pagine. Nella prima pagina vi sono tutti i dati relativi allalunno ed alla sua famiglia, la scelta dellorario, la richiesta di ammissione alla frequenza anticipata.

47 DOMANDA DI ISCRIZIONE Nella seconda pagina vi sono: la scelta dellinsegnamento della Religione cattolica o della sua alternativa, lelenco di eventuali documenti da allegare

48 DOMANDA DI ISCRIZIONE Nella terza pagina vi sono: i dati richiesti dalla Regione Toscana lindicazione della data di prima iscrizione al 2° Circolo di Poggibonsi leventuale Scuola dellInfanzia di provenienza

49 DOMANDA DI ISCRIZIONE Nella quarta pagina vi sono: le richieste delle famiglie per eventuali compagni lindicazione sulla domanda di trasporto con lo scuolabus (la richiesta deve essere reciproca)

50 PRESCUOLA La scuola attiva, dietro motivata richiesta e con un contributo delle famiglie, un servizio di accoglienza e vigilanza di mezzora, se lo consente il numero delle richieste.

51 INCONTRI A SETTEMBRE I bambini ed i loro genitori si ritroveranno con gli insegnanti della classe, che daranno tutte le informazioni sul materiale da portare a scuola, sulle modalità delluscita (e quindi delle eventuali deleghe) e risponderanno alle domande poste dalle famiglie. Prima dellinizio delle lezioni, a settembre, vi sarà un incontro con i docenti.

52 GREMBIULE Nel 2° Circolo di Poggibonsi si richiede un grembiule blu sia per i maschi che per le femmine. Ma non vi è nessun problema se in famiglia vi sono già grembiuli di altro colore da adoperare! Il grembiule è importante solo perché i bambini possano essere liberi di sporcarsi lavorando con i colori, il das, la creta ed anche… durante il pranzo.

53 GRAZIE per lattenzione. E arrivederci a settembre!


Scaricare ppt "2° Circolo Poggibonsi ISCRIZIONI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELLINFANZIA Anno scolastico 2010-11."

Presentazioni simili


Annunci Google