La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO RETE di CONCILIAZIONE VITA e LAVORO 29 maggio 2013 Claudio Merati – dirigente WELFARE e LAVORO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO RETE di CONCILIAZIONE VITA e LAVORO 29 maggio 2013 Claudio Merati – dirigente WELFARE e LAVORO."— Transcript della presentazione:

1 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO RETE di CONCILIAZIONE VITA e LAVORO 29 maggio 2013 Claudio Merati – dirigente WELFARE e LAVORO

2 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Filiera conciliazione Welfare aziendale Servizi alla persona Doti lavoro Voucher per servizi

3 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente LA CRISI ECONOMICA: centralità della persona significa centralità del lavoro DAL 1 GENNAIO 2013 AD OGGI 143 FALLIMENTI A BERGAMO

4 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente INIZIATIVE REGIONALI SPECIFICHE A SOSTEGNO DEL LAVORO I TAVOLI per la CIGS (co STER) LE DOTI LE MISURE per APPRENDISTATO LA FORMAZIONE CONTINUA … CHE INTEGRANO IL SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA, SOSTEGNO PER LA CASA, SPORTELLI SPECIALISTICI (welfare, disabilità…)

5 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Dote lavoro per linserimento o il reinserimento di persone svantaggiate. Incentivo economico fra e euro Beneficiario: imprese che assumono con contratto di lavoro subordinato di almeno 12 mesi, a tempo pieno o part time, donne /uomini residenti in Lombardia disoccupati da almeno 12 mesi; da almeno 6 mesi se over 45, con titolo di studio inferiore al diploma di secondo grado o alla qualifica; da almeno 6 mesi se over 50. Limpresa può richiedere anche un voucher formativo di Euro. Scadenza: 30 settembre

6 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Dote Lavoro – Riqualificazione e Ricollocazione. Dote Riqualificazione, servizi finalizzati al mantenimento del posto di lavoro e/o allaccrescimento professionale allinterno dellazienda; Dote Ricollocazione, servizi al lavoro finalizzati al reinserimento lavorativo o allautoimprenditorialità. Destinatari: lavoratori in: cassa integrazione o mobilità in deroga, cassa integrazione straordinaria, per cessazione totale dellattività o per procedura concorsuale, mobilità ordinaria. Beneficiari: enti autorizzati a erogare i servizi Scadenza: ad esaurimento fondi 2

7 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Dote Lavoro Tirocini per i Giovani (Seconda edizione) La Dote si compone di servizi mediante i quali il giovane è supportato nellavvio o nella realizzazione di un tirocinio di 6 mesi da un operatore accreditato in Lombardia ai servizi ai servizi al lavoro. Destinatari: giovani residenti o domiciliati in Lombardia di età tra 18 e 29 anni neoqualificati e neodiplomati, neolaureati che abbiano conseguito il titolo da non oltre 12 mesi, non occupati da almeno 6 mesi. Beneficiari: Loperatore che avvia e supporta il tirocino (1.000 euro) Terminato il tirocinio, lazienda ospitante ha accesso ad un incentivo economico di euro, nel caso di assunzione del giovane con contratto di lavoro subordinato di almeno 1 anno. Scadenza presentazione domande: ad esaurimento fondi 3

8 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Attuazione del Testo Unico (d.lgs. 167/2011 ) sullApprendistato 1.Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale 2.Apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere 3.Apprendistato di alta formazione

9 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale Formazione (compresa quella prevista nel piano formativo individualizzato) finalizzata al conseguimento di qualifica o diploma professionale, con certificazione dellassolvimento dell'obbligo di istruzione. Tali servizi sono finanziati attraverso il sistema della dote Destinatari: giovani dai 15 ai 25 anni che sono assunti dal 13 giugno 2012 presso aziende localizzate in Lombardia con contratto di apprendistato. Beneficiari: Operatori accreditati e aziende Può arrivare fino a mila euro annue per apprendista. Grazie a questo contributo lazienda potrà usufruire, senza costi aggiuntivi, di tutti i servizi necessari alla formazione del lavoratore, condizione indispensabile del contratto di apprendistato. Scadenza: 25 settembre

10 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere Consente di acquisire una qualifica professionale prevista dai contratti collettivi di lavoro e di maturare competenze di base, trasversali oltre che tecnico professionali. Regione Lombardia finanzia la formazione di base e trasversale, attraverso avvisi gestiti dalle Province; servizi di supporto all'attivazione del contratto di apprendistato, alle attività di progettazione e stesura del Piano Formativo Individuale, allerogazione della formazione tecnico- professionale attraverso lo strumento della dote. Destinatari: giovani dai 18 ai 29 anni, (o minorenni con qualifica o diploma), residenti in Lombardia, assunti con contratto di apprendistato da aziende localizzate in Lombardia con massimo 250 dipendenti. Beneficiari: operatori accreditati Dote: massimo euro per apprendista 2

11 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Apprendistato di alta formazione Regione Lombardia ha avviato tre filoni di sperimentazione: 1. Conseguimento Laurea triennale, magistrale, a ciclo unico ( ) Le aziende lombarde che assumono uno studente universitario possono concordare con lUniversità un progetto formativo per il conseguimento della laurea che tenga conto, oltre che del curriculum e del piano di studi dello studente, delle esigenze delle aziende per la formazione di figure professionali specifiche. Importo: dai ai euro per studente (laurea triennale) Importo: dai ai euro (laurea magistrale) 2. Conseguimento di Master di I e II livello ( ) Importo: euro per studente 3. Conseguimento di titoli di Dottore di ricerca ( ) Le imprese, a seguito dellapprovazione del progetto formativo, procedono allassunzione degli apprendisti. RL finanzia i costi di formazione, tutoraggio e formazione complementare (anche allestero) degli apprendisti. Le domande devono essere presentate dalle Università Importo: euro per studente 3

12 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Dote lavoro disabili Accompagna la persona nellinserimento e nel reinserimento lavorativo o nella riqualificazione professionale. Destinatari: persone disabili ai sensi dellart.1 della L. 68/99, residenti o domiciliate in Regione Lombardia e iscritte negli elenchi del collocamento mirato istituito presso le Province lombarde. Ogni Provincia ha predisposto un proprio Piano Disabili nel quale vengono specificati gli interventi sulla base delle necessità e delle priorità territoriali e le modalità di attuazione degli stessi. Tali interventi sono resi operativi tramite specifici Avvisi e Bandi provinciali. I piani provinciali sono stati prorogati al 30 giugno 2013.

13 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Formazione continua Liniziativa intende promuovere e migliorare la formazione dei lavoratori e degli imprenditori per il riallineamento delle loro competenze. Finanzia progetti di formazione aziendali e interaziendali – imprese singole o liberamente aggregate di qualsiasi dimensione - e progetti di rete -contratti di rete, distretti del commercio, sistemi produttivi Dafne, cluster tecnologici. Le imprese devono avere i sede legale od operativa nel territorio regionale e aver sottoscritto unintesa con le parti sociali, (scadenza presentazione progetti : 16/9/2013, 16/10/2013, 16/12/2013, 15/1/2014).

14 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente FAMIGLIA fondo Nasko, (tramite consultori e i Centri di Aiuto alla Vita – CAV) Vengono aiutate madri che, pur con problemi economici, rinunciano a interrompere la gravidanza e seguono un progetto personalizzato. Le risorse (massimo euro) sono destinate allacquisto di beni e servizi per alleviare le difficoltà economiche. fondo Cresco, (tramite i consultori pubblici e privati accreditati). Prevede un aiuto di 75 euro mensili (900 euro all'anno) tramite carta prepagata, vincolato allacquisto di beni alimentari, assegnato alle neomamme in difficoltà economica con un bambino di età inferiore ai 12 mesi di vita e nato dal 1° gennaio E necessario un ISEE, uguale o inferiore a euro. Interventi a favore dei genitori separati con figli minori e in situazioni di fragilità – non ancora avviato, prevede: sostegno psicologico, legale, educativo, promozione dellauto mutuo aiuto fra gruppi di genitori tramite i consultori, contenimento del disagio economico attraverso il reperimento di alloggi a canone agevolato vicini allabitazione del minore e un contributo mensile massimo di 400 euro per 6 mesi.

15 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Fondo Famiglia non ancora avviato - a favore dei suoi componenti fragili: - persone con gravi e gravissime disabilità, - Es. persone in fase terminale, con problemi comportamentali gravi, in stato vegetativo, con malattie neurologico-degenerative (es. Corea di Huntington, forme gravi di distrofia o di miopatia, etc); con malattie del motoneurone in fase avanzata (es.SMA, SLA, sclerosi multipla, etc); persone con patologia psichica in fase di cronicità; - persone affette da ludopatia; - persone anziane fragili e non autosufficienti, es: persone con demenza in fase avanzata (Alzheimer, demenze vascolari, etc); con pluri-comorbilità; in fase terminale della vita; - persone vittime di violenza, es: minori allontanati, con provvedimento del Tribunale Minorenni, dal nucleo famigliare di origine per maltrattamenti e/o abusi; donne vittime di violenza familiare in presenza di minori.

16 SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO Claudio Merati – dirigente Sportello Informativo per la Casa (Martedì mattina) Sportello Disabilità Sportello Integrato Welfare (in fase di apertura in collaborazione con il SiREG ) La Sede Regione Lombardia Bergamo (SPAZIO REGIONE): UNA PORTA APERTA PER OGNI INFORMAZIONE


Scaricare ppt "SEDE TERRITORIALE DI BERGAMO RETE di CONCILIAZIONE VITA e LAVORO 29 maggio 2013 Claudio Merati – dirigente WELFARE e LAVORO."

Presentazioni simili


Annunci Google