La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OPERAZIONE MOD OVER Comando Provinciale Guardia di Finanza di Pordenone Giovedì 2 dicembre 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OPERAZIONE MOD OVER Comando Provinciale Guardia di Finanza di Pordenone Giovedì 2 dicembre 2010."— Transcript della presentazione:

1 OPERAZIONE MOD OVER Comando Provinciale Guardia di Finanza di Pordenone Giovedì 2 dicembre 2010

2 Dispositivi di elusione MTP Circumvention Devices ossia i dispositivi di elusione delle misure tecnologiche di protezione delle console Modchip Circuito supplementare che permette di abilitare funzioni disabilitate, non presenti, aggirare protezioni in console da gioco. Game Copier Dispositivo che riproduce fin nei minimi dettagli le caratteristiche delle schede di gioco Nintendo DS, disabilita le misure tecniche di protezione e ospita un alloggiamento per flash card. Soft-mod Software in grado di modificare il comportamento e le funzionalità delle console, aggirando e/o rimuovendo le misure tecniche di protezione.

3 Normativa Lart. 171 ter lettera f-bis della legge n. 633 del 22 aprile, 1941 (Legge sul Diritto dautore) sanziona penalmente tutte le condotte di commercializzazione di dispositivi aventi la prevalente finalità di eludere le misure tecnologiche di protezione apposte dai costrutti di console e dai produttori di videogiochi. La legge prevede la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la multa da a euro. Art. 171 ter lett. f-bis): fabbrica, importa, distribuisce, vende, noleggia, cede a qualsiasi titolo, pubblicizza per la vendita o il noleggio, o detiene per scopi commerciali, attrezzature, prodotti o componenti ovvero presta servizi che abbiano la prevalente finalità o l'uso commerciale di eludere efficaci misure tecnologiche di cui all' art. 102-quater ovvero siano principalmente progettati, prodotti, adattati o realizzati con la finalità di rendere possibile o facilitare l'elusione di predette misure.

4 Pirateria Videoludica Il mercato videoludico subisce ogni anno un danno considerevole dalla violazione dei diritti di proprietà intellettuale sui propri prodotti LIIPA (International Intellectual Property Alliance) nel 2008 rileva che il tasso di pirateria registrato in Italia per i videogiochi è in aumento, con un mercato illegale che vale oramai quanto il mercato legale Sempre secondo lIIPA, nel 2009 lItalia si riconferma tra i 5 paesi nei quali si verificano il maggior numero di infrazioni delle norme sul diritto dautore in ambito telematico (Internet) Fonte: Special 301 Report sottoposto dallIIPA (International Intellectual Property Alliance) allUSTR (United States Trade Representative) per conto di tutte le industrie del copyright negli USA.

5 Tutela dei minori: PEGI Sulle confezioni di tutti i videogiochi in commercio è presente infatti il PEGI: un sistema di classificazione per età e contenuto che assicura un acquisto informato e consapevole dei videogiochi I videogiochi disponibili per lo scaricamento illegale da Internet non riportano le indicazioni PEGI, aumentando così il rischio di esposizione dei minori a contenuti non adatti alla loro età

6 Origine dellindagine Nel corso di una fiera nel settore del radiantismo ed elettronica tenutasi nel capoluogo pordenonese è stato individuato un espositore che commercializzava, tra i vari prodotti di elettronica di consumo, anche dispositivi di elusione delle MTP delle console.

7 Origine dellindagine I dispositivi rinvenuti… …erano ben occultati allinterno di un blister

8 Origine dellindagine Le indagini hanno permesso di accertare che il venditore aveva acquistato questi dispositivi da un grossista pugliese

9 Sviluppo delle indagini Sulla confezione di mascheramento viene riportato il sito internet del produttore Gli approfondimenti hanno permesso di accertare che il produttore era riconducibile ad una società di Hong Kong Cina

10 Sviluppo delle indagini Durante la perquisizione effettuata presso il grossista pugliese sono stati sequestrati due computer e due chiavette USB Già nel corso della perquisizione si è appreso che la società di Hong Kong è in realtà gestita dallo stesso grossista italiano

11 Sviluppo delle indagini Lattenta analisi dei file contenuti sui computer ha permesso di ricostruire i passaggi di acquisto e vendita dei vari prodotti elettronici trattati I prodotti sono giunti in Italia tramite corriere, per lo più attraverso spedizioni aeree Sono stati accertati anche casi in cui limportazione di prodotti avveniva tramite containter, via mare

12 Sviluppo delle indagini Sono stati individuati numerosi clienti in tutto il territorio Nazionale I dispositivi di elusione distribuiti in Italia sono stato commercializzati attraverso gli stessi canali di distribuzione dei prodotti legittimi Nel complesso sono state identificate 38 attività commerciali che hanno acquistato, per la successiva rivendita, questi dispositivi illegali

13 Sviluppo delle indagini Il Pubblico Ministero ha quindi disposto la perquisizione di tutte le attività commerciali individuate Le perquisizioni sono state eseguite da 22 Reparti del Corpo in 8 differenti regioni

14 Risultati Accertata limportazione di dispositivi di elusione nellarco di un anno Comprovata vendita di almeno dispositivi a dettaglianti il ricavo accertato da parte del grossista Sequestrati dispositivi di elusione Segnalate allAutorità Giudiziaria complessivamente 46 persone fisiche e duna persona giuridica

15 Impatto economico 30 videogiochi pirata caricabili su ogni dispositivo 30,12 prezzo medio di un videogioco sul mercato legale numero totale di videogiochi pirata caricabili danno indotto al mercato legale con limportazione illecita individuata con loperazione MOD OVER vendite totali di videogiochi in Italia nel % quota di mercato della filiera illecita individuata

16 OPERAZIONE MOD OVER Comando Provinciale Guardia di Finanza di Pordenone Giovedì 2 dicembre 2010


Scaricare ppt "OPERAZIONE MOD OVER Comando Provinciale Guardia di Finanza di Pordenone Giovedì 2 dicembre 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google