La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Marinella Sommaruga Fondazione Europea di Ricerca Biomedica, Servizio di Psicologia, Milano - Cernusco S/N Gli aspetti che trascuriamo nel paziente con.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Marinella Sommaruga Fondazione Europea di Ricerca Biomedica, Servizio di Psicologia, Milano - Cernusco S/N Gli aspetti che trascuriamo nel paziente con."— Transcript della presentazione:

1 Marinella Sommaruga Fondazione Europea di Ricerca Biomedica, Servizio di Psicologia, Milano - Cernusco S/N Gli aspetti che trascuriamo nel paziente con scompenso cardiaco: depressione, qualità della vita, disturbi del sonno

2 La Signora D.M. era arrivata in ospedale con i piedi gonfi, non riusciva più ad uscire di casa, aveva sempre laffanno, e non riusciva più a fare i mestieri. Si sentiva affaticata e senza energia, un peso per i suoi familiari… le sembrava di aver perso il controllo sulla sua vita Era sempre preoccupata, anche adesso lì in ospedale, si sentiva abbandonata i figli non la venivano a trovare. E poi non riusciva più a concentrarsi, le sembrava di non riuscire a ricordarsi le cose… E poi non riusciva più a concentrarsi, le sembrava di non riuscire a ricordarsi le cose…

3 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO ? la depressione la depressione la depressione nei pazienti HF la depressione nei pazienti HF depressione e qualità della vita depressione e qualità della vita strumenti di misurazione strumenti di misurazione terapia non farmacologica terapia non farmacologica legame fra depressione e impairment cognitivo e demenza legame fra depressione e impairment cognitivo e demenza Valutazione multidimensionale nellanziano con scompenso cardiaco Valutazione multidimensionale nellanziano con scompenso cardiaco

4 EVIDENZE SCIENTIFICHE Depressione Scarso o assente Supporto sociale Deficit cognitivi Abilità di coping, autoefficacia, autogestione Difficoltà di aderenza Ansia, disturbi del sonno, disfunzioni sessuali Comparsa/outcome di scompenso Associazione con scompenso Monaldi Arch Chest Dis Sep;60(3):

5 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO La letteratura

6 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO PREVALENZA della DEPRESSIONE 5% popolazione generale, 10% pazienti, 20% CHD, 30-40% HF Depressione clinicamente significativa presente in almeno 1 su 5 pazienti con HF (21,5%) Frequenza della depressione più alta in pazienti valutati con Questionario (33,6% Q versus 19,6% DI) o in fase avanzata di HF (11% NYHA I, 42% NYHA IV)

7 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Umore depresso/Tristezza Perdita del piacere (anedonia) Sentimenti di colpa Indegnit à Rovina Inadeguatezza Fallimento Idee di morte Perdita della proiezione nel futuro Angoscia del presente Colpevolizzazione del passato Mancanza di speranza Riduzione/Assenza Progettualit à Fatica mentale Umore depresso/Tristezza Perdita del piacere (anedonia) Sentimenti di colpa Indegnit à Rovina Inadeguatezza Fallimento Idee di morte Perdita della proiezione nel futuro Angoscia del presente Colpevolizzazione del passato Mancanza di speranza Riduzione/Assenza Progettualit à Fatica mentale I vissuti della depressione

8 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Ritiro / Evitamento sociale Agitazione/Rallentamento Riduzione delle capacit à espressive (mimica, linguaggio) Irritabilit à Alterazioni memoria/attenzione Alterazione del sonno/appetito Riduzione della performance (lavorativa, familiare, scolastica e sociale) Ritiro / Evitamento sociale Agitazione/Rallentamento Riduzione delle capacit à espressive (mimica, linguaggio) Irritabilit à Alterazioni memoria/attenzione Alterazione del sonno/appetito Riduzione della performance (lavorativa, familiare, scolastica e sociale) I comportamenti della depressione

9 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Riduzione/Aumento del sonno Riduzione / Aumento dell appetito Algie diffuse, Parestesie Stanchezza, scarsa energia Alterazioni dell alvo Riduzione sessualit à Irregolarit à ciclo mestruale Impotenza Riduzione/Aumento del sonno Riduzione / Aumento dell appetito Algie diffuse, Parestesie Stanchezza, scarsa energia Alterazioni dell alvo Riduzione sessualit à Irregolarit à ciclo mestruale Impotenza I sintomi somatici della depressione

10 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Episodio Depressivo Maggiore (Unipolare, Bipolare) Episodio Depressivo Maggiore (Unipolare, Bipolare) Disturbo Distimico Disturbo Distimico Depressione in Disturbo Ciclotimico Depressione in Disturbo Ciclotimico Disturbi depressivi secondari a malattie mediche Disturbi depressivi secondari a malattie mediche Disturbi dell adattamento con umore depresso Disturbi dell adattamento con umore depresso Disturbi depressivi secondari ad assunzione di sostanze o farmaci Disturbi depressivi secondari ad assunzione di sostanze o farmaci Disturbi depressivi NAS Disturbi depressivi NAS –Disturbo depressivo premestruale –Disturbo depressivo minore –Disturbo depressivo breve ricorrente –Disturbo depressivo post-psicotico –Disturbo depressivo sovrapposto (a disturbo psicotico) –Disturbo depressivo non classificabile I DISTURBI DEPRESSIVI: La complessità della diagnosi

11 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO DISTURBO DEPRESSIVO MAGGIORE DSM-IV-TR umore depresso umore depresso diminuzione dell interesse e del piacere diminuzione dell interesse e del piacere aumento o perdita di peso aumento o perdita di peso insonnia o ipersonnia insonnia o ipersonnia rallentamento o agitazione psicomotoria rallentamento o agitazione psicomotoria fatica o perdita di energia fatica o perdita di energia sentimenti di colpa o di indegnita sentimenti di colpa o di indegnita diminuzione della capacita di pensare o di concentrarsi diminuzione della capacita di pensare o di concentrarsi pensieri di morte o di suicidio pensieri di morte o di suicidio Almeno 5 sintomi per almeno due settimane i sintomi devono causare una sofferenza o una compromissione nel funzionamento sociale, lavorativo o in altre importanti aree, in misura clinicamente significativa

12 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO DISTURBO DISTIMICO DSM-IV-TR Presenza, quando depresso, di due (o pi ù ) dei seguenti sintomi: scarso appetito o iperfagia scarso appetito o iperfagia insonnia o ipersonnia insonnia o ipersonnia scarsa energia o astenia scarsa energia o astenia bassa autostima bassa autostima difficolt à di concentrazione o nel prendere decisioni difficolt à di concentrazione o nel prendere decisioni sentimenti di disperazione sentimenti di disperazione Umore depresso per la maggior parte del giorno, quasi tutti i giorni, come riferito dal soggetto ed osservato dagli altri, per almeno 2 anni. Durante i 2 anni di malattia la persona non è mai stata priva dei sintomi per pi ù di 2 mesi alla volta.

13 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO IL DISTURBO DEPRESSIVOMAGGIORE IL DISTURBO DEPRESSIVOMAGGIORE HA UNA FORTE CONNOTAZIONE BIOLOGICA HA UNA FORTE CONNOTAZIONE BIOLOGICA E RELATIVAMENTE INDIPENDENTE DAGLI EVENTI STRESSANTI E RELATIVAMENTE INDIPENDENTE DAGLI EVENTI STRESSANTI PIÙ SINTOMI PIÙ SINTOMI IL DISTURBO DEPRESSIVOMAGGIORE IL DISTURBO DEPRESSIVOMAGGIORE HA UNA FORTE CONNOTAZIONE BIOLOGICA HA UNA FORTE CONNOTAZIONE BIOLOGICA E RELATIVAMENTE INDIPENDENTE DAGLI EVENTI STRESSANTI E RELATIVAMENTE INDIPENDENTE DAGLI EVENTI STRESSANTI PIÙ SINTOMI PIÙ SINTOMI DIFFERENZE IL DISTURBO DISTIMICO IL DISTURBO DISTIMICO HA CARATTERI DI LUNGA DURATA NEL TEMPO HA CARATTERI DI LUNGA DURATA NEL TEMPO PUO ESSERE INFLUENZATO DA EVENTI E PUO ESSERE INFLUENZATO DA EVENTI E SITUAZIONI STRESSANTI SITUAZIONI STRESSANTI MENO SINTOMI MENO SINTOMI

14 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO DISTURBO DELL ADATTAMENTO DSM-IV-TR Lo sviluppo di sintomi emotivi o comportamentali in risposta ad uno o pi ù fattori stressanti identificabili che si manifesta entro 3 mesi dell insorgenza del fattore, o dei fattori stressanti. Questi sintomi o comportamenti sono clinicamente significativi come evidenziato da : marcato disagio che va al di l à di quanto prevedibile in base all esposizione al fattore stressante compromissione significativa del funzionamento sociale o lavorativo CON UMORE DEPRESSO CON ANSIA CON ANSIA E UMORE DEPRESSO MISTI CON ALTERAZIONE DELLA CONDOTTA CON ALTERAZIONE MISTA DELLEMOTIVITÀ E DELLA CONDOTTA NON SPECIFICATO UN QUADRO SINDROMICO DEPRESSIVO PUO ESSERE UNA RISPOSTA AD UN EVENTO STRESSANTE e REGREDISCE CON IL VENIR MENO DELLA SITUAZIONE STRESSANTE

15 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO DISTURBO DELL UMORE DOVUTO AD UNA CONDIZIONE MEDICA GENERALE DSM-IV-TR DISTURBO DELL UMORE DOVUTO AD UNA CONDIZIONE MEDICA GENERALE DSM-IV-TR Un alterazione dell umore rilevante e persistente predomina il quadro clinico, ed è caratterizzata da uno (o entrambi) dei seguenti: umore depresso o marcata riduzione di interesse o di piacere in tutte o quasi tutte le attivit à umore elevato, espanso o irritabile. È evidente da anamnesi, esame fisico o dati di laboratorio che lalterazione è la conseguenza fisiologica diretta di una condizione medica generale. I CORRELATI BIOLOGICI DI UNA MALATTIA DI INTERESSE MEDICO GENERALE POSSONO INFLENZARE MEDICO GENERALE POSSONO INFLENZARE IL TONO DELLUMORE

16 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO NELLA PRATICA MEDICA ALCUNE FORME DEPRESSIVE NON PREVISTE DALLA NOSOGRAFIA DSM-IV ASSUMONO UNA PARTICOLARE IMPORTANZA NELLA PRATICA MEDICA ALCUNE FORME DEPRESSIVE NON PREVISTE DALLA NOSOGRAFIA DSM-IV ASSUMONO UNA PARTICOLARE IMPORTANZA DEPRESSIONI SUBSINDROMICHE DEPRESSIONI SUBSINDROMICHE DEPRESSIONE MASCHERATA DEPRESSIONE MASCHERATA

17 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO MA Whooley 2006; 295:2874

18 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO STRUMENTI

19 Quali strumenti scegliere? ad esempio, due delle più note scale generali, ad esempio, due delle più note scale generali, la Beck Depression Inventory - BDI (Beck et al., 1961): correlati cognitivi della depressione la Beck Depression Inventory - BDI (Beck et al., 1961): correlati cognitivi della depressione la Hamilton Depression Rating Scale - HAM-D o HDRS (Hamilton, 1960), correlati fisiologici della depressione la Hamilton Depression Rating Scale - HAM-D o HDRS (Hamilton, 1960), correlati fisiologici della depressione poiché i disturbi cognitivi sono preminenti nella depressione medio-lieve e quelli fisiologici nella depressione grave, le due scale finiscono per essere più adatte, la prima, per la valutazione della depressione più lieve, la seconda, per la depressione grave o "depressione endogena". poiché i disturbi cognitivi sono preminenti nella depressione medio-lieve e quelli fisiologici nella depressione grave, le due scale finiscono per essere più adatte, la prima, per la valutazione della depressione più lieve, la seconda, per la depressione grave o "depressione endogena".

20 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO PUNTEGGIO17/30 >14: PRESENZA SINTOMATOLOGIADEPRESSIVA La Signora D.M. umore depresso umore depresso diminuzione dellinteresse e del piacere diminuzione dellinteresse e del piacere aumento o perdita di peso aumento o perdita di peso insonnia o ipersonnia insonnia o ipersonnia rallentamento o agitazione psicomotoria rallentamento o agitazione psicomotoria fatica o perdita di energia fatica o perdita di energia sentimenti di colpa o di indegnita sentimenti di colpa o di indegnita diminuzione della capacita di pensare o di diminuzione della capacita di pensare o di concentrarsi concentrarsi pensieri di morte o di suicidio pensieri di morte o di suicidio

21 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO DEPRESSIONE ed OUTCOME CLINICI Frequenza di morte ed eventi clinici maggiori risk ratio 2.1, confidence interval frequenze di ospedalizzazioni e PS costi sanitari

22 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO INTERVENTI FARMACOLOGICI E NON Limiti metodologici: campioni piccoli (6 studi), breve durata dei trattamenti, mancanza gruppo placebo o controllo Riduzione di sintomi depressivi, con farmaci e/o interventi psicoterapia (+++terapia Cognitivo Comportamentale) Necessità ricerca

23 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Qualità di Vita connessa alla salute. LOMS definisce la Qualità di Vita come lapercezione che gli individui hanno della loro posizione della vita nel contesto della cultura e del sistema di valori nel quale vivono, e in relazione ai loro obiettivi, alle loro aspettative, ai loro standard e alle loro preoccupazioni LOMS definisce la Qualità di Vita come lapercezione che gli individui hanno della loro posizione della vita nel contesto della cultura e del sistema di valori nel quale vivono, e in relazione ai loro obiettivi, alle loro aspettative, ai loro standard e alle loro preoccupazioni LLGG psicologia, Task Force, area psicologia

24 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Dalloggettività alla soggettività Questa definizione sposta laccento dallambito della funzionalità oggettivamente definibile a quello della soggettività. Questa definizione sposta laccento dallambito della funzionalità oggettivamente definibile a quello della soggettività. Nellambito della soggettività si collocano la percezione di malattia e la soddisfazione del paziente nei diversi ambiti della vita nei quali è ipotizzabile che lo stato di salute possa influire Nellambito della soggettività si collocano la percezione di malattia e la soddisfazione del paziente nei diversi ambiti della vita nei quali è ipotizzabile che lo stato di salute possa influire

25 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Strumenti generici accanto al vantaggio di consentire la valutazione di interventi terapeutici specifici e di effettuare confronti trasversali fra differenti patologie, gli strumenti generici non sono invece sensibili nel rilevare modificazioni di entità contenuta ma clinicamente rilevanti per le specifiche condizioni cliniche; accanto al vantaggio di consentire la valutazione di interventi terapeutici specifici e di effettuare confronti trasversali fra differenti patologie, gli strumenti generici non sono invece sensibili nel rilevare modificazioni di entità contenuta ma clinicamente rilevanti per le specifiche condizioni cliniche; Short Form 36 (SF-36) O 12 (SF-12) Short Form 36 (SF-36) O 12 (SF-12) Profilo di Salute Nottingham (NHP) Profilo di Salute Nottingham (NHP) Satisfaction Profile (SAT-P) Satisfaction Profile (SAT-P) Profilo di impatto della malattia (SIP) Profilo di impatto della malattia (SIP)

26 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Strumenti specifici somministrabili solo a soggetti con specifiche patologie, somministrabili solo a soggetti con specifiche patologie, si tratta di strumenti molto sensibili e caratterizzati da item connessi alla popolazione in esame (tipologie di malattie, pazienti, funzioni e/o condizioni specifiche). si tratta di strumenti molto sensibili e caratterizzati da item connessi alla popolazione in esame (tipologie di malattie, pazienti, funzioni e/o condizioni specifiche). limpiego di questi strumenti in studi controllati e su pazienti selezionati fornisce informazioni dettagliate sullesito dei trattamenti. limpiego di questi strumenti in studi controllati e su pazienti selezionati fornisce informazioni dettagliate sullesito dei trattamenti. la loro specificità non consente i confronti trasversali fra le diverse patologie. la loro specificità non consente i confronti trasversali fra le diverse patologie. per pazienti con scompenso cardiaco cronico per pazienti con scompenso cardiaco cronico Minnesota Living with Heart Failure Questionnaire (MLWHF) Minnesota Living with Heart Failure Questionnaire (MLWHF) Kansas City Cardiomiopathy Questionnaire (KCCQ) Kansas City Cardiomiopathy Questionnaire (KCCQ) area psicologia

27 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO P tot= 70/105 PDE=22/25PDF=33/40 La Signora D.M.

28 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO così?…. …o così?!? Comorbidità: assenti Autonomia: conservata Cognitivo: conservato Cond.sociale: buona Motivazione: forte Target: sopravvivenza Cure: aggressive Modello: successful aging Comorbidità: +/ - presenti Autonomia: limitata Cognitivo: +/-conservato Cond.sociale: +/- buona Motivazione: +/- debole Target: sopravvivenza/QDV Cure: moderatamente aggressive Modello: miglioramento funzionale e outcome Comorbidità: multiple Autonomia: assente Cognitivo: compromesso Cond.sociale:deficitaria Motivazione: assente Target: QDV Cure: palliative Modello: cure palliative Caratteristiche dellanziano con SC: Eterogeneità del quadro clinico così?…. Pulignano 2005

29 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Di Matteo et al, Arch Intern Med, 2000 Depression is a risk factor for non compliance with medical treatment meta-analysis of the effects of anxiety and depression on patient adherence depressione Bassa aderenza alle prescrizioni depressione e livello di motivazione necessaria a intraprendere o continuare il trattamento depressione /supporto affettivo o sociale/ livello di aderenza depressione e funzioni cognitive Pazienti depressi, affetti da differenti patologie, sono esposti al rischio di non aderenza tre volte di più dei non depressi

30 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO

31

32 Esame dello stato mentale del paziente anziano Ambiti cognitivi Esame di screening con Mini Mental State Examination Esame di screening con Mini Mental State Examination Invio allo specialista per valutazione di secondo livello Invio allo specialista per valutazione di secondo livello Orientamento Orientamento Attenzione Attenzione Memoria Memoria Linguaggio Linguaggio Abilità visuo-spaziali Abilità visuo-spaziali Calcolo Calcolo Funzioni esecutive Funzioni esecutive Capacità di giudizio Capacità di giudizio La Signora D.M. MMSE 24,7/30 Deficit nella memoria di richiamo non patologico < 24patologico (deficit cognitivo)

33 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Depressione come reazione alla compromissione cognitiva La depressione potrebbe essere legata alla consapevolezza delle difficoltà cognitive ingravescenti, specialmente nelle fasi iniziali di malattia Esiste una stretta correlazione fra lamentele di tipo cognitivo e sintomatologia depressiva

34 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO

35 DEPRESSIONE E DEMENZA La depressione e la demenza hanno unelevata prevalenza nella popolazione geriatrica e sono causa di grave disabilità. La depressione e la demenza hanno unelevata prevalenza nella popolazione geriatrica e sono causa di grave disabilità. Nel paziente anziano tali patologie possono coesistere (sino al 25% negli ultra 85enni) e manifestarsi con sintomi desordio sovrapponibili. Nel paziente anziano tali patologie possono coesistere (sino al 25% negli ultra 85enni) e manifestarsi con sintomi desordio sovrapponibili. Infatti, la depressione nel paziente anziano si può manifestare con un deterioramento cognitivo così come la demenza può presentarsi allesordio con sintomi depressivi. Infatti, la depressione nel paziente anziano si può manifestare con un deterioramento cognitivo così come la demenza può presentarsi allesordio con sintomi depressivi. Pertanto la loro diagnosi differenziale rappresenta una delle maggiori sfide della psicogeriatria. Pertanto la loro diagnosi differenziale rappresenta una delle maggiori sfide della psicogeriatria.

36 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO DEPRESSIONE E DEMENZA pseudodemenza depressiva: la depressione si presenta come una demenza Pseudo-depressionedemenziale: la demenza si presenta allesordio come una depressione sindrome demenziale della depressione: la demenza è secondaria alla depressione sindrome depressiva della demenza: la depressione è secondaria e sopravviene su una demenza

37 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO PSEUDODEMENZA e DEMENZA Insorgenza improvvisa Progressione rapida Consapevolezza dei deficit Disturbi della memoria Enfasi della disabilità Comportamento incongruo alla gravità del deficit Risposte globali (per esempio non so) Non variazioni notturne Umore depresso Frequenti sintomi vegetativi Precedenti psichiatrici Rischio di suicidio Insorgenza insidiosa Progressione lenta Paziente non consapevole Confabulazioni Il paziente sminuisce la disabilità Insorgenza insidiosa Progressione lenta Paziente non consapevole Confabulazioni Il paziente sminuisce la disabilità Comportamento congruo alla gravità del deficit Spesso mancanza di risposte Peggioramenti notturni Umore incongruo (per es. felice) Assenza di sintomi vegetativi Precedenti psichiatrici infrequenti Rischio di suicidio basso Comportamento congruo alla gravità del deficit Spesso mancanza di risposte Peggioramenti notturni Umore incongruo (per es. felice) Assenza di sintomi vegetativi Precedenti psichiatrici infrequenti Rischio di suicidio basso Trabucchi, 1998

38 Qualità di vita Depressione Funzioni cognitive Qualità di vita Depressione Funzioni cognitive Rete Infermieri Gissi-HF in press Prof.ssa Paola Di Giulio Centri partecipanti 83 (51.8% Nord, 15.7% centro e 35.5% Sud e Isole) Pazienti reclutati 1557

39 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO I pazienti a rischio I pazienti a rischio 136 pazienti (8.7%) QoL scadente -pessima e depressione moderata-grave 136 pazienti (8.7%) QoL scadente -pessima e depressione moderata-grave di cui 21 (3.4%) anche con demenza moderata-grave di cui 21 (3.4%) anche con demenza moderata-grave più donne 48.1% vs 22.2%) più donne 48.1% vs 22.2%) età media più elevata (71.4 vs 68) età media più elevata (71.4 vs 68) classe NYHA III-IV ( 63.2 vs 32.3) classe NYHA III-IV ( 63.2 vs 32.3)

40 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Variable OR 95%CI age low education level advanced NYHA class depressive symptoms Independent predictors of cognitive impairment at multivariate analysis 954 pts aged >70 yrs (76±4.7, 70-93, 64% males) 53% NYHA III-IV, 26% diabetes, 63% hypertension, 23% COPD. Etiology 50% ischemic. Charlson index >2 : 54.9%. Disability (ADL score <11): 37%. Cognitive impairment ( MMSE<24): 40.5% of pts. BRING-UP2: Determinants of Cognitive impairment in heart failure Del Sindaco D et al. ANMCO Congress. Ital Heart J 2004

41 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO 41 Multivariate analysis (logistic regression) Variable OR 95%CI p Disability < Low income < NYHA class III-IV < Cognitive impairment Single marital status Female gender BRING-UP2: Determinants of Depressive symptoms in heart failure Del Sindaco D et al. ESC Congress. Eur Heart J 2003

42 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO COMPONENTI DELLA VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE NELLANZIANO Funzione Salute fisica Salute psicomentale Situazione socioambientale

43 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO Valutazione multidimensionale

44 La Signora D.M. se ne andava dall ospedale con diminuzione del gonfiore ai piedi, con la speranza di uscire di casa nuovamente, laffanno era diminuito. Si sentiva meno affaticata e con più energia, un po meno di peso per i suoi familiari… le sembrava di aver ritrovato un pò il controllo sulla sua vita: sapeva che lassistente sociale si sarebbe occupata di lei Nove mesi dopo lassistente sociale assicurava che il suo medico la andava periodicamente a controllare. Era anche andata in vacanza con la figlia.

45 FONDAZIONE EUROPEA DI RICERCA BIOMEDICA – MILANO … Tenevano conto esclusivamente dei fatti e non di quellinafferrabile altroche poteva nascondersi dietro i fatti, così come i cosiddetti fatti apparivano loro. Io ero un corpo: un corpo ammalato da guarire. E avevo un bel dire: ma io sono anche una mente, forse sono anche uno spirito e certo sono un cumulo di storie, di esperienze, di sentimenti, di pensieri ed emozioni che con la mia malattia hanno probabilmente avuto un sacco a che fare!… ( T. Terzani, Un altro giro di giostra)


Scaricare ppt "Marinella Sommaruga Fondazione Europea di Ricerca Biomedica, Servizio di Psicologia, Milano - Cernusco S/N Gli aspetti che trascuriamo nel paziente con."

Presentazioni simili


Annunci Google