La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

24 gennaio 2013 Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie Journal Club Uso razionale e responsabile dellenergia nel Policlinico - 2^ parte - Angelo Frascarolo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "24 gennaio 2013 Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie Journal Club Uso razionale e responsabile dellenergia nel Policlinico - 2^ parte - Angelo Frascarolo."— Transcript della presentazione:

1 24 gennaio 2013 Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie Journal Club Uso razionale e responsabile dellenergia nel Policlinico - 2^ parte - Angelo Frascarolo - SATP Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag. 1

2 -dopo aver condiviso limportanza di RISPARMIARE energia e risorse naturali, -dopo aver visto cosa si fa a livello aziendale allo scopo di usare lenergia in modo RAZIONALE, -vediamo cosa può fare ciascuno di noi per usare lenergia anche in modo RESPONSABILE. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 1/11 Per fare questo, può essere utile soffermarsi sul decalogo diffuso con la campagna Io spengo lo spreco.

3 1.Tenere chiuse le finestre nei locali climatizzati. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 2/11 Tenere la finestra aperta in estate con il condizionatore acceso è come sperare di conservare bene i cibi nel frigo di casa, tenendolo aperto... Il ricambio dellaria nei locali climatizzati, nella maggior parte dei casi, è assicurato dalle Unità di Trattamento Aria (UTA) che fanno parte dellimpianto di climatizzazione stesso. Per cambiare laria in un locale, in inverno basta aprire la finestra per pochi minuti, mentre in estate bisogna cercare di sfruttare le correnti daria, sempre per pochi minuti: una finestra aperta a lungo fa continuamente entrare aria umida, che peggiora il senso di disagio.

4 2.Spegnere luci e condizionatori alluscita dal lavoro. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 3/11 La luce accesa di notte non ci aiuta nel lavoro e nemmeno migliora la gradevolezza dellambiente la mattina successiva... Anche il condizionatore acceso di notte non ci fa vivere meglio,... ma spreca tanta energia elettrica sia per il condizionatore stesso, sia per lacqua refrigerata che si deve produrre in più nella Centrale Frigo, nel caso dei fan-coils. Anzi: il condizionatore andrebbe generalmente spento una mezzora prima di uscire, perché quasi sempre linerzia termica dellambiente lo consente.

5 3.Moderare la temperatura sia destate, sia dinverno. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 4/11 Gli ambienti eccessivamente caldi in inverno non fanno bene alla salute, così come gli ambienti eccessivamente freddi in estate: a tutti noi sarà capitato di provare fastidio per gli sbalzi di temperatura che si incontrano in alcuni casi entrando nei mezzi pubblici o nei negozi con il condizionamento a manetta. Anche in questi casi, oltre a stare peggio, si spreca tanta energia elettrica e/o tanto gas naturale in più per far fronte a questi sprechi.

6 4.Non coprire termosifoni e termoventilatori con oggetti o arredo. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 5/11 Il riscaldamento negli ambienti proviene dai termoventilatori e dai radiatori attraverso due meccanismi: - per convezione, ossia per mezzo dellaria che fluisce attraverso le batterie calde e riscalda laria del locale; - per irraggiamento, ossia per lenergia termica che il corpo scaldante irradia verso le persone e gli oggetti presenti nellambiente. Se lapparecchio è coperto, il movimento dellaria è impedito od ostacolato, per cui la resa si riduce o si azzera. A causa di ciò, si spreca tanta energia elettrica e/o tanto gas naturale in più per spingere gli impianti al di là dei regimi a cui dovrebbero funzionare, provocando sprechi di energia.

7 5.Chiudere correttamente i rubinetti e, se possibile, usare acqua fredda. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 6/11 Un rubinetto che gocciola (o trafila) provoca uno spreco di acqua che, anche se economicamente non ha la rilevanza del gas naturale o dellenergia elettrica, sotto il profilo ambientale ha moltissima importanza. Anche in questo caso, insieme con lacqua calda, nello scarico se ne vanno energia elettrica e calore. Ma se il rubinetto è quello dellacqua calda, insieme con essa se ne va molto calore, prodotto in Centrale Termica o con bollitori elettrici. In estate, a volte usare lacqua calda è addirittura fastidioso, mentre leffetto del contatto dellacqua fredda sulle mani o sul viso aiutano, magari di poco, ad abbassare la temperatura corporea e comunque danno un piacevole senso di refrigerio.

8 6.Spegnere il computer e le apparecchiature alluscita dal lavoro. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 7/11 A questo scopo, per i PC ci aiuterà il programma shutdown, ma bisogna ricordarsi di spegnere anche fotocopiatrici e altre apparecchiature. Fatto salvo, ovviamente, quelle che devono, per vari motivi, garantire un servizio a tempo pieno. Inutile ricordare che le apparecchiature accese quando non è necessario sprecano parecchia energia elettrica e provocano anche consumi indiretti, perché disperdono calore nei locali, il quale deve poi essere smaltito con il condizionamento.

9 7.Usare il computer in modalità di risparmio energetico. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 8/11 A questo scopo, può essere utile la modalità sospensione o ibernazione, che consentono di salvare sul disco fisso del PC la sessione di lavoro così come si trova sul monitor. In questo modo il PC è come se fosse spento e, al riavvio, viene ricaricata la situazione così comera al momento dello spegnimento. Anche in questo caso, ovviamente, ci sono realtà in cui questo può non essere possibile. Esattamente come al punto precedente, le apparecchiature accese quando non è necessario sprecano parecchia energia elettrica e provocano anche consumi indiretti, perché disperdono calore nei locali, il quale deve poi essere smaltito con il condizionamento.

10 8.Stampare solo documenti strettamente necessari e, quando possibile, in fronte/retro. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 9/11 E nella percezione comune la quantità di carta che gira per i nostri uffici e anche il fatto che, molto spesso, essa può essere sostituita da elaborazione, archiviazione, spedizione, smistamento, ecc., il tutto in forma elettronica, con grande comodità di accesso e disponibilità. Esiste anche un costante orientamento legislativo verso la dematerializzazione dei documenti e dei processi. In questo caso, lobiettivo è quello non solo del risparmio di carta, ma anche la riduzione delluso del toner, del deperimento delle apparecchiature e, ancora una volta, dellenergia elettrica, sia per far funzionare le stampanti, sia per condizionare di più i locali, per il calore smaltito in più.

11 9.Preferire le scale allascensore. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 10/11 Luso delle scale è stato oggetto anche di uniniziativa della Regione Emilia-Romagna. Ovviamente, il mancato uso dellascensore, a favore delle scale, comporta una riduzione del consumo di energia e costituisce un certo esercizio fisico, non disprezzabile soprattutto per chi svolge unattività sedentaria. Naturalmente, questo non vuol essere unindicazione valida per tutti: in alcuni casi ci sono anche delle controindicazioni per la salute, le quali hanno ovviamente la priorità.

12 10.Fare e promuovere la raccolta differenziata di carta, plastica, toner, lattine. Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag Le buone pratiche in campo energetico – 11/11 Su questo obiettivo è incentrata lazione del Sistema di Gestione Ambientale del Policlinico. Qui non si tratta di risparmiare energia o acqua, ma di preservare le risorse naturali, in quanto anche per lo smaltimento dei rifiuti vengono consumate larghe porzioni di territorio.

13 GRAZIE PER LATTENZIONE Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie - 24 Gennaio 2013 Pag. 13


Scaricare ppt "24 gennaio 2013 Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie Journal Club Uso razionale e responsabile dellenergia nel Policlinico - 2^ parte - Angelo Frascarolo."

Presentazioni simili


Annunci Google