La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

8 ° CIRCOLO DIDATTICO SAN PIO X 8 ° CIRCOLO DIDATTICO SAN PIO X FOGGIA RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE CLASSI QUINTE INSEGNANTE GIUSEPPINA di NAPOLI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "8 ° CIRCOLO DIDATTICO SAN PIO X 8 ° CIRCOLO DIDATTICO SAN PIO X FOGGIA RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE CLASSI QUINTE INSEGNANTE GIUSEPPINA di NAPOLI."— Transcript della presentazione:

1 8 ° CIRCOLO DIDATTICO SAN PIO X 8 ° CIRCOLO DIDATTICO SAN PIO X FOGGIA RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE CLASSI QUINTE INSEGNANTE GIUSEPPINA di NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2009/2010

2 INCARICHI ATTRIBUITI DAL COLLEGIO DEI DOCENTI AREA 1 Coordinamento dell'offerta formativa curricolare ed extracurricolare Coordinamento delle attività del P.O.F. Coordinamento della progettazione curricolare. Coordinamento della progettazione extracurricolare. Valutazione delle attività del P.O.F. Raccordo con il D.S. e con le altre FF.SS. AREA 2 Sostegno al lavoro dei docenti Analisi dei bisogni formativi dei colleghi di interclasse. Segnalazione di iniziative dellextra- scuola (corsi di formazione, convegni) di interesse. Sostegno ai processi di innovazione: proposte di percorsi formativi innovativi, al fine di promuovere eventuali azioni di sostegno e di recupero. Predisposizione e cura della documentazione educativa e della modulistica. Raccordo con il D.S. e con le altre FF.SS.

3 AREA 3 Interventi e servizi per gli alunni Individuazione dei bisogni reali e delle attese degli alunni. Coordinamento e gestione delle attività di continuità a cura delle classi prime e quinte. Pianificazione delle attività extracurricolari e rendicontazione. Coordinamento delle attività di integrazione e recupero. Raccordo con il D.S. e con le altre FF.SS. AREA 4 Realizzazione di percorsi formativi dintesa con Enti, Istituzioni esterne e con le famiglie Rapporti con gli EE.LL. e le agenzie formative presenti sul territorio. CCRR, a cura delle classi quarte e quinte. Cura dei rapporti scuola – famiglia. Organizzazione visite didattiche e viaggi d'istruzione. Raccordo con il D.S. e con le altre FF.SS.

4 AZIONI SVOLTE IN RELAZIONE ALLAREA 1 Coordinamento dell'offerta formativa curricolare ed extracurricolare Revisione e aggiornamento dei capitoli del P.O.F. in collaborazione con le altre FF.SS. Coordinamento delle modalità di stesura dei percorsi di apprendimento, con particolare attenzione alla realizzazione di collegamenti educativi e didattici tra la progettazione curricolare e quella extracurricolare. Monitoraggio delle attività progettuali extracurricolari, attraverso colloqui periodici con i docenti interessati, al fine di acquisire informazioni circa la regolarità degli interventi, la frequenza degli alunni e il rispetto degli orari. Valutazione delle attività del P.O.F. mediante lanalisi dei dati relativi ai livelli di apprendimento degli alunni, sistematicamente rilevati e tabulati.

5 LIVELLI DI APPRENDIMENTO DEGLI ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE DISCIPLINA: ITALIANO N. TOT. ALUNNI MONITORATI : 137 IN INGR. E A FINE 1° QUAD.; 136 A FINE 2° QUAD.

6 LIVELLI DI APPRENDIMENTO DEGLI ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE DISCIPLINA: INGLESE N. TOT. ALUNNI MONITORATI: 137 IN INGR. E A FINE 1° QUAD.; 136 A FINE 2° QUAD.

7 LIVELLI DI APPRENDIMENTO DEGLI ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE DISCIPLINA: STORIA N. TOT. ALUNNI MONITORATI: 137 IN INGR. E A FINE 1° QUAD.; 136 A FINE 2° QUAD.

8 LIVELLI DI APPRENDIMENTO DEGLI ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE DISCIPLINA: GEOGRAFIA N. TOT. ALUNNI MONITORATI: 137 IN INGR. E A FINE 1° QUAD.; 136 A FINE 2° QUAD.

9 LIVELLI DI APPRENDIMENTO DEGLI ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE DISCIPLINA: MATEMATICA N. TOT. ALUNNI MONITORATI: 137 IN INGR. E A FINE 1° QUAD.; 136 A FINE 2° QUAD.

10 AZIONI SVOLTE IN RELAZIONE ALLAREA 2 Sostegno al lavoro dei docenti Individuazione dei bisogni formativi dei colleghi di interclasse, da cui è emersa la necessità di: -approfondire le conoscenze informatiche (corsi TIC e LIM da realizzare con i fondi della L. 440); -migliorare la gestione degli alunni con disturbi specifici di apprendimento (DSA, di cui ne è affetta il 5% della popolazione scolastica), come da scheda di autodiagnosi - Fondi Strutturali - PON 2010/2011 – Obiettivo Azione B4; -potenziare le competenze metodologiche in Matematica, come da scheda di autodiagnosi - Fondi Strutturali – PON 2010/2011 – Obiettivo Azione B1.

11 Segnalazione di iniziative dellextra-scuola di interesse. Predisposizione della modulistica: -schema per U.d.A.; -griglia di rilevazione dati alunni in ingresso, in itinere e in uscita; -scheda di valutazione aggiornata secondo le nuove disposizioni ministeriali (Decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009, n. 122, art. 2); -adesioni, autorizzazioni, liberatorie per foto e filmati, comunicazioni varie e questionari-gradimento; -registro progetti extracurricolari (LARSA); -griglia di rilevazione delle COMPETENZE IN USCITA. Cura di tutta la documentazione prodotta.

12 AZIONI SVOLTE IN RELAZIONE ALLAREA 3 Interventi e servizi per gli alunni Individuazione, in collaborazione con i docenti delle classi interessate, dei criteri per il reclutamento degli alunni per i seguenti progetti extracurricolari: -Le lingue europee: FRANCESE; -Le lingue europee: TEDESCO; -LARSA - Laboratorio di Recupero e Sviluppo degli Apprendimenti, destinato a gruppi di alunni delle classi 5^C, 5^D, 5^E e 5^F. Ricerca, adattamento e predisposizione di Prove Invalsi degli anni precedenti per effettuare simulazioni delle stesse, in vista delle prove ministeriali.

13 Individuazione dei percorsi PON per la.s. 2010/2011, realizzata nel rispetto dei criteri della continuità didattica, della possibilità di ricaduta nelle attività curricolari e del gradimento dellutenza (per le classi quinte sono stati riconfermati il laboratorio di italiano PENNA DI FALCO, UN GIORNALE PER RAGAZZI e il laboratorio di lingua inglese HALLO FRIENDS ed è stato aggiunto il laboratorio di potenziamento cognitivo MIGLIORARE E SEMPRE POSSIBILE). Promozione e coordinamento delle attività di continuità con le Scuole Secondarie di Primo Grado, che sono state le seguenti: -progetto LA LINGUA SPAGNOLA NEL MONDO con la Scuola G. BOVIO – classi interessate: tutte le quinte;

14 - progetto giocanDO…SI impara (laboratorio musicale) con la Scuola G. BOVIO – classi interessate: tutte le quinte; - progetto IL FILO DELLE COMPETENZE DALLA SCUOLA DELLINFANZIA ALLA SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO con la Scuola G. BOVIO – classi interessate: 5^A e 5^B; - progetto LATINO con la Scuola V. ALFIERI – classi interessate: 5^A e 5^B; -progetto VIAGGIO VIRTUALE A PARIGI con la Scuola V. ALFIERI – classi interessate: 5^C e 5^D; -progetto IL GIORNALE ON LINE con la Scuola V. ALFIERI – classi interessate: 5^E e 5^F; -progetto I LIKE ENGLISH con la Scuola N. ZINGARELLI – classi interessate: 5^A, 5^B, 5^C e 5^D;

15 - progetto MINIOLIMPIADI INVERNALI con la Scuola N. ZINGARELLI – classi interessate: 5^A e 5^B; - progetto TESTO GREZZO con la Scuola N. ZINGARELLI – classi interessate: 5^C e 5^D.

16 AZIONI SVOLTE IN RELAZIONE ALLAREA 4 Realizzazione di percorsi formativi dintesa con Enti, Istituzioni esterne e con le famiglie Segnalazione ai colleghi dellinterclasse di iniziative promosse dagli EE.LL. e dalle agenzie formative. Contatti con: -lASSESSORATO ALLE RISORSE AMBIENTALI e con il LABORATORIO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE della Provincia di Foggia per ladesione al progetto CITTA E CITTADINANZA (che infine non è stato realizzato in quanto sono state apportate modifiche circa le modalità e i tempi di svolgimento dello stesso, non confacenti con le esigenze delle classi aderenti); -il FAI per la richiesta di collaborazione al progetto ADOTTA UNA VIA; -lODA TEATRO - UFFICIO SCUOLA di Foggia per ladesione al progetto CINEMA;

17 - il CONSULTORIO FAMILIARE n. 1 di Foggia per la realizzazione del progetto EDUCAZIONE ALLAFFETTIVITA E ALLA SESSUALITA, promosso dai docenti delle classi quinte; -la FONDAZIONE MEGAMARK di Trani (BA) per la partecipazione al concorso creativo CAPA FRESCA – FAI IL RITRATTO DEL TUO FRIGO (per lelevato numero di alunni coinvolti è stato vinto un buono di 250,00 euro per lacquisto di libri presso la libreria Laterza di Bari); -lASSESSORATO PUBBLICA ISTRUZIONE, ARTE E SPETTACOLO di Foggia per la partecipazione al concorso LA PIU BELLA LETTERINA DI NATALE; -i LIONS CLUBS di Foggia per la partecipazione al concorso e alla manifestazione IL TRICOLORE; -il MODAVI per ladesione al progetto NON CADERE NELLA RETE rivolto ai genitori degli alunni; - il MOIGE per la realizzazione del progetto MISSIONE: INFANZIA SICURA! rivolto agli alunni e ai loro genitori.

18 Partecipazione agli incontri per il CCRR presso lAula Consiliare di Palazzo di Città e presso la sede di Città Educativa. Coordinamento delle attività del CCRR, in collaborazione con la F.S. delle classi quarte, che si sono così articolate: -14/10/ elezioni primarie; -dal 19/10/2009 al 26/10/2009 – campagna elettorale; -28/10/2009 – elezione dei Consiglieri; -20/11/2009 – insediamento del 3° CCRR; -27/01/2010 – CCRR (attribuzione delle aree assessorili); -incontri dei ragazzi e dei docenti referenti per svolgere le attività programmate; -23/03/2010 – CCRR; -dal 19/05/2010 al 26/05/2010 – settimana del CCRR; -22/05/2010 – volantinaggio; -24/05/2010 – CCRR (giornata conclusiva delle attività).

19 Cura dei rapporti Scuola – famiglia attraverso comunicazioni scritte, contatti telefonici e incontri diretti. Organizzazione e calendarizzazione delle seguenti visite guidate: -visita allAZIENDA DEL GIUDICE di Termoli 16/11/2009 – classi 5^C e 5^D 23/11/2009 – classi 5^E e 5^F; -visita alla LIBRERIA EDICOLÈ di Foggia 01/12/2009 – classi 5^E e 5^F 03/12/ classi 5^A e 5^B; -Visita alla BIBLIOTECA DEI RAGAZZI della Provincia di Foggia 10/05/2010 – classe 5^ A 12/05/2010 – classe 5^D 14/05/2010 – classe 5^ B 17/05/2010 – classe 5^C 18/05/2010 – classe 5^ F 31/05/2010 – classe 5^E.

20 Contatti con società cooperative di servizi turistici, educativi e ambientali e con esercizi privati per lorganizzazione dei seguenti itinerari: -viaggio distruzione a PUTIGNANO e ALBEROBELLO 09/02/2010 – classi 5^E e 5^F; -viaggio distruzione a CASTEL DEL MONTE e ANDRIA 02/03/2010 – classi 5^C e 5^D; -viaggio distruzione a FASANO e alle GROTTE DI CASTELLANA 08/04/2010 – classi 5^A e 5^B.

21 RACCORDO CON LE ALTRE FF.SS., CON IL D.S. E CON IL DSGA Le azioni relative a ciascuna area dintervento sono state svolte nel pieno rispetto dei principi della trasparenza e della lealtà, operando in stretta sinergia sia con i colleghi dellinterclasse di appartenenza sia con le altre Figure di Sistema e mirando sempre a una crescita culturale individuale e di gruppo, nonché al miglioramento della qualità della nostra Scuola. Sistematico è stato il rapporto con il D.S., finalizzato alla condivisione di iniziative e decisioni da intraprendere e alla rendicontazione del lavoro effettuato. Non sono mancati, inoltre, i raccordi con il DSGA, indispensabili per la predispozione di spazi e strumenti multimediali.

22 PROSPETTO DI SINTESI PUNTI DI FORZA Ampia offerta formativa. Progettazione integrata. Utenza disponibile ad accogliere proposte innovative e a collaborare. Docenti professionalmente qualificati. Raccordo sistematico tra le FF.SS. Buona visibilità della Scuola. PUNTI DI DEBOLEZZA Ladesione a progetti di continuità che prevedono un numero esiguo di ore di lezione, in quanto non determinano una ricaduta incisiva sugli alunni, sebbene offrano input positivi agli stessi. Mancanza di rispetto dellorario dingresso a scuola da parte dellutenza. Spazi non sempre funzionali agli scopi. Limitata partecipazione dei docenti e dei genitori ad opportunità formative offerte dalla Scuola. Eccessivo carico di lavoro burocratico per i docenti.

23 CONCLUSIONI Lincarico che mi è stato conferito ha comportato limpiego di numerose ore di lavoro, oltre a quelle di servizio, e non pochi momenti di stanchezza, tuttavia mi ha dato lopportunità di accrescere la mia autostima, constatando gli esiti positivi delle azioni via via intraprese, e di scoprire attitudini che non credevo di possedere, come quella per le pubbliche relazioni. Consapevole del fatto che ogni cosa è sempre suscettibile di miglioramento, ritengo, comunque, di aver operato con impegno e precisione e spero di non aver deluso le aspettative del Collegio Docenti. GRAZIE PER LATTENZIONE Foggia, 28/06/2010 Giuseppina di Napoli


Scaricare ppt "8 ° CIRCOLO DIDATTICO SAN PIO X 8 ° CIRCOLO DIDATTICO SAN PIO X FOGGIA RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE CLASSI QUINTE INSEGNANTE GIUSEPPINA di NAPOLI."

Presentazioni simili


Annunci Google