La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL TERREMOTO del 1997 Perugia Foligno Terni 1. Dallemergenza alla ricostruzione: un processo continuo Quadro normativo solido forte collaborazione istituzionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL TERREMOTO del 1997 Perugia Foligno Terni 1. Dallemergenza alla ricostruzione: un processo continuo Quadro normativo solido forte collaborazione istituzionale."— Transcript della presentazione:

1 IL TERREMOTO del 1997 Perugia Foligno Terni 1

2 Dallemergenza alla ricostruzione: un processo continuo Quadro normativo solido forte collaborazione istituzionale GOVERNANCE DECENTRATA Quadro normativo solido forte collaborazione istituzionale GOVERNANCE DECENTRATA Costante partecipazione e trasparenza nei processi decisionali Costante partecipazione e trasparenza nei processi decisionali Protagonismo dei cittadini nella ricostruzione delle proprie abitazioni Protagonismo dei cittadini nella ricostruzione delle proprie abitazioni Qualità degli interventi di ricostruzione Qualità degli interventi di ricostruzione Osservatorio sulla ricostruzione Osservatorio sulla ricostruzione 2

3 I percorsi della ricostruzione I Beni Culturali (dal Commissario straordinario alla regia regionale) Gli edifici e le infrastrutture pubbliche (gli enti locali protagonisti) I dissesti idrogeologici Ledilizia residenziale pubblica REGIA UNICA E DIVERSI SETTORI DINTERVENTO Le attività produttive (agricoltura, industria, commercio, turismo, ecc.) Le abitazioni private con ricostruzione: LEGGERA PESANTE INTEGRATA 3

4 Massa Martana (terremoto del maggio 1997) 4

5 Ricostruzione INTEGRATA 188 Programmi Integrati di Recupero …per la ricostruzione dei centri e nuclei, o parti di essi, di particolare interesse e maggiormente colpiti… Il Consorzio tra proprietari: motore dellintervento di ricostruzione Il Consorzio tra proprietari: motore dellintervento di ricostruzione La perimetrazione sulla base di criteri fissati dalla legge regionale La perimetrazione sulla base di criteri fissati dalla legge regionale Le Unità Minime di Intervento: dallunità immobiliare all isolato Le Unità Minime di Intervento: dallunità immobiliare all isolato Le fasce di priorità: per laccesso ai finanziamenti e per dare ordine agli interventi edilizi Le fasce di priorità: per laccesso ai finanziamenti e per dare ordine agli interventi edilizi 5

6 Centro Storico di Foligno un Programma Integrato di Recupero conservativo 6

7 La valenza urbanistica del P.I.R. di Pale solo il 25% dei P.I.R. hanno valore di Piano Attuativo solo il 25% dei P.I.R. hanno valore di Piano Attuativo solo 4 P.I.R. sono in variante al PRG solo 4 P.I.R. sono in variante al PRG per operare presto e bene la maggioranza dei P.I.R. è risultata di carattere conservativo per operare presto e bene la maggioranza dei P.I.R. è risultata di carattere conservativo 7

8 la delocalizzazione di un abitato P.I.R. di Isola di Nocera Umbra da un borgo di scarso pregio architettonico… ad un anonimo quartiere residenziale da un borgo di scarso pregio architettonico… ad un anonimo quartiere residenziale 8

9 I Consorzi obbligatori (motore della ricostruzione) Il Consorzio è obbligatorio quando la U.M.I. comprende immobili di più proprietari Il Consorzio gestisce i contributi per gli interventi di ricostruzione, sceglie i tecnici e limpresa esecutrice dei lavori. Il Consorzio agisce secondo normative di diritto privato, non ha natura di impresa ma di associazione senza scopo di lucro ed è lunico interlocutore del Comune. Il consorzio, per essere accettato, deve essere fortemente motivato e sostenuto, sia in sede politica che tecnica. 9

10 I Consorzi misti operano con norme di diritto privato operano con norme di diritto privato 10

11 La prevenzione Lurbanistica deve entrare a pieno titolo nelle politiche di prevenzione Lurbanistica deve entrare a pieno titolo nelle politiche di prevenzione La microzonazione e gli effetti locali del terremoto: conoscenze imprescindibili per il pianificatore La microzonazione e gli effetti locali del terremoto: conoscenze imprescindibili per il pianificatore La Struttura Urbana Minima: contenuto obbligatorio del PRG, parte strutturale La Struttura Urbana Minima: contenuto obbligatorio del PRG, parte strutturale Indispensabile una politica nazionale e locale per favorire la prevenzione sismica, operando su più fronti: (normativo, fiscale, contributivo, ecc.) Indispensabile una politica nazionale e locale per favorire la prevenzione sismica, operando su più fronti: (normativo, fiscale, contributivo, ecc.) 11


Scaricare ppt "IL TERREMOTO del 1997 Perugia Foligno Terni 1. Dallemergenza alla ricostruzione: un processo continuo Quadro normativo solido forte collaborazione istituzionale."

Presentazioni simili


Annunci Google