La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RELAZIONE FINALE PROGETTO PON anno scolastico 2010-2011 A cura dellInsegnante TUTOR Rosanna Guida.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RELAZIONE FINALE PROGETTO PON anno scolastico 2010-2011 A cura dellInsegnante TUTOR Rosanna Guida."— Transcript della presentazione:

1

2 RELAZIONE FINALE PROGETTO PON anno scolastico A cura dellInsegnante TUTOR Rosanna Guida

3 Titolo del corso LAPPRENDIMENTO LOGICO MATEMATICO ATTRAVERSO LA DIDATTICA LABORATORIALE Obiettivo/azioneC/1 Data inizio corso07/02/2011 Data fine corso09 /05/2011 Totale ore30 Numero destinatari22 Tipologia destinatariAlunni della classe V B

4 Predisporre, in collaborazione con lesperto, la struttura del modulo, la programmazione dettagliata dei contenuti dellintervento; Curare che nel registro didattico e di presenza vengano annotate le presenze e le firme dei partecipanti, degli esperti e la propria, lorario dinizio e fine della lezione, Accertare lavvenuta compilazione della scheda allievo, la stesura e la firma del patto formativo; Segnalare in tempo reale se il numero dei partecipanti scende di oltre un terzo del minimo o dello standard previsto; Curare il monitoraggio fisico del corso, contattando i corsisti in caso di assenza ingiustificata; Interfacciarsi con gli esperti che svolgono azione di monitoraggio o di bilancio di competenza, accertando che lintervento venga effettuato; Mantenere il contatto con il tutor di obiettivo per monitorare la ricaduta dellintervento; Curare e verificare la documentazione didattica.

5 Linsegnamento della matematica nella scuola primaria è rivolto alla necessità di fornire al bambino strumenti indispensabili per le attività pratiche, dallesecuzione di calcoli alla formazione del pensiero logico nei suoi vari aspetti: di intuizione e progettazione, di ipotesi e deduzione, di controllo e di verifica o di smentita, per sviluppare atteggiamenti utili a produrre le capacità di ordinare, quantificare e misurare la realtà e a formare le abilità necessarie per interpretarla criticamente e per intervenire su di essa. Questo ancor di più, quando possiamo avvalerci, nella didattica, delle grandi possibilità offerte dalle nuove tecnologie, considerate strumenti e non fini.

6 Il progetto realizzato dallesperto dott.ssa Alessandra Volpe, è iniziato con la presentazione del percorso formativo e la somministrazione di un test dingresso, per verificare le conoscenze in partenza degli alunni. Si è articolato in più fasi: FASE LUDICO-COMUNICATIVA FASE ESPLORATIVA FASE OPERATIVO-CREATIVA.

7 In questa fase gli alunni sono stati invitati a riflettere sulle conoscenze e le abitudini comportamentali nei confronti delle tecnologie e allutilizzo del sw Shape- Collage, per comporre collage fotografici con foto digitali

8 Successivamente gli alunni sono stati coinvolti nellesplorazione delle principali funzionalità di Windows, attraverso luso di giochi, schede didattiche e la somministrazione di un test intermedio.

9 Nella fase operativo creativa, oltre ai giochi educativi open source e freeware a supporto delle attività di insegnamento della matematica, gli alunni, suddivisi in gruppi, hanno rielaborato in termini logico- matematici, 5 fiabe tradizionali, illustrate con disegni realizzati con il sw Tux Paint, realizzando infine un ipertesto.

10 A completamento delle attività programmate, è stato proposto lutilizzo di comandi elementari di formattazione e di calcolo in Microsoft Excel, con lausilio di un algoritmo.

11 Per la verifica delle conoscenze acquisite nel corso, è stato somministrato il test finale: a risposta multipla, a collegamento, a cruciverba, a risposte aperte.

12 Sin dai primi incontri, gli alunni hanno manifestato vivo interesse per gli argomenti trattati, infatti la frequenza è risultata assidua e la partecipazione soddisfacente. Non sono mancati momenti di difficoltà, in particolare nel gestire situazioni conflittuali generate da qualche incomprensione e un po di competizione, superati positivamente in quanto hanno contribuito a potenziare il senso di responsabilità e a favorire una maturità interiore degli alunni. Lesperienza formativa relativa al PON è stata considerata positivamente anche dai genitori che lhanno ritenuta utile e interessante per ampliare la formazione dei loro figli. I contenuti si sono dimostrati idonei alle esigenze degli alunni. Da non trascurare lottimo rapporto instaurato con lesperto del modulo, che ha contribuito alla creazione di unatmosfera di apprendimento efficace e gioiosa.

13 E possibile affermare che questa esperienza ha fornito agli alunni un input motivazionale tale da far rafforzare linteresse verso lapprendimento, accrescere le loro curiosità, facilitare lo sviluppo delle loro attitudini e stimolare lacquisizione di competenze. Ha sicuramente potenziato lautostima e la convinzione che tutti possono migliorare il percorso formativo di crescita. Il progetto realizzato si è dimostrato, dunque, uno strumento concreto ed efficace. Si può concludere che le aspettative, sul rendimento della classe, sono state soddisfatte. Casavatore, 09 / 05/2011 Linsegnante tutor Rosanna Guida


Scaricare ppt "RELAZIONE FINALE PROGETTO PON anno scolastico 2010-2011 A cura dellInsegnante TUTOR Rosanna Guida."

Presentazioni simili


Annunci Google