La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO COMENIUS A.S. 2011- 2012 CLASSI 2°A E 2°B.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO COMENIUS A.S. 2011- 2012 CLASSI 2°A E 2°B."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO COMENIUS A.S CLASSI 2°A E 2°B

2 LA CARTA: materia prima La materia prima per produrre la carta è il legno. Gli alberi utilizzati sono conifere, latifoglie e piante annuali. Le energie usate sono il gasolio, la miscela e lelettricità. Gli impatti sono il cedimento del terreno, inquinamento e distruzione di habitat.

3 Trasporti Limpatto è linquinamento atmosferico. Le energie necessarie sono gli idrocarburi.

4 Cartiera Viene utilizzata molta acqua (99%) e sostanze chimiche poi riversate nei corsi dacqua. Per produrre 1t di carta occorrono 15 alberi, litri di acqua, kWh di energia elettrica. Impatti: inquinamento delle acque e atmosferico. Risorse ed energie necessarie: acqua, elettricità (da idrocarburi).

5 Riciclo Con il riciclo della carta si risparmia acqua, energia e alberi e si riduce linquinamento delle acque. Per produrre 1t di carta riciclata bastano: 0 alberi, l di acqua e kWh di energia elettrica.

6 La carta Per ridurre la quantità di rifiuti si può: scrivere su entrambe le facciate del foglio; riusare la carta per prendere appunti e per creare giochi e manufatti; riciclare la carta; ridurre luso della carta.

7 Il rifiuto carta Si può buttare: Non si può buttare: -carta; -carta carbone; -carta assorbente; -carta plastificata; -carta oleata; -carta stagnola; -carta velina; -carta vetrata; -cartone (piccole dimensioni); -cartone(grosse dimensioni); -fotocopie; -scatole di cartone; -fotografie; -riviste e giornali; -quaderni; -pellicole; -sacchetti di carta; -libri; -scontrini fiscali; -fustini per detersivo; -volantini pubblicitari; -buste per lettere con finestra in plastica.

8

9 Si estrae dalle cave con luso di martelli pneumatici,scavatori e trivelle Energie necessarie : combustibili ed elettricità Impatto sul paesaggioDistruzione dell habitat

10 Fase 1:preparazione dell allumina e processo di elettrolisi per dividere il metallo dalla Bauxite Energie necessarie: energia elettrica e combustibile per raggiungere i 1000ºC Fase 2: fusione dell alluminio e riduzione in fogli Energie necessarie: combustibile per raggiungere i 660ºC

11 Dai fogli alla lattina Arriva ai nostri supermercati E alle nostre case

12 -RIDURRE l uso dell alluminio per la conservazione degli alimenti e sostituirlo con altri contenitori. -RIUSARE le lattine in alluminio per costruire oggetti ( porta candele, gioielli, portafiori, parabole, salvadanaio, strumenti musicali ecc.).

13 Il riciclaggio dell'alluminio permette un risparmio del 95% dell'energia richiesta per produrre alluminio partendo dalla materia prima: l'elettricità risparmiata con il recupero di una sola lattina basta per far funzionare un televisore per tre ore!. E inoltre si riduce l estrazione della bauxite

14 la carota Il materiale organico

15 Coltivazione e preparazione al commercio del materiale organico La carota viene ricavata dal seme, coltivato nelle serre. Successivamente viene pulita e confezionata in un industria È necessaria l energia solare, quella dei combustibili e l uso di fitofarmaci e fertilizzanti questi ultimi contribuiscono all inquinamento delle falde acquifere e i macchinari da lavoro emettono gas che contribuiscono all effetto serra Viene utilizzata l energia elettrica

16 Commercializzazione e consumazione Dall industria la verdura viene trasportata fino ad un supermercato e successivamente a casa del consumatore Viene utilizzata l energia dei mezzi di trasporto Viene prodotto CO 2

17 Il compostaggio Nel compostaggio si può mettere: frutta, verdura, gusci di uova, alimenti, piante e cenere etc… ORGANISMI E MICROORGANISMI Gli organismi che aiutano il compostaggio sono funghi e batteri ELEMENTI E CONDIZIONI UTILI PER UN COMPOSTAGGIO Ossigeno, carbonio, azoto, temperatura e umidità

18 Spreco del cibo… in Italia, proprio a causa degli sprechi, viene perso cibo per oltre dieci milioni di tonnellate e la tendenza al risparmio è quindi uno dei pochi effetti positivi della crisi economica in un Paese dove gli sprechi alimentari fanno perdere un valore annuale stimato pari a ben 37 miliardi di euro; in grado di garantire l'alimentazione per 44 milioni di persone. La possibilità di ridurre gli sprechi ha effetti importanti nel budget delle famiglie italiane, per le quali la spesa alimentare con il 19 per cento è la principale voce dei consumi dopo l'abitazione. A finire nella spazzatura è circa il 30 per cento del cibo acquistato, soprattutto frutta, verdura, pane, pasta, latticini e affettati che vengono sempre più spesso salvati, con il ritorno più frequente in tavola dei piatti del giorno dopo.

19

20 Il petrolio si è formato da una materia organica (conchiglie, micro-organismi ecc), sotto lazione di forti pressioni ed elevata temperatura, sotto i fondali marini in milioni di anni. Origine geologica del petrolio

21 Il petrolio viene estratto in terra e in mare con apposite trivelle. Possibili impatti Sui viventi: morte dei pesci, degli uccelli marini e delle piante. Nellacqua non filtra la luce, si interrompe la fotosintesi e le conseguenti catene alimentari.

22 Il petrolio viene portato nelle raffinerie dove vengono prodotti: -gas liquefatti -gasolio -benzina -olio -cherosene combustibile Alcune frazioni della raffinazione del petrolio vengono lavorate nellindustria petrolchimica e si realizzano oggetti che usiamo nella nostra vita quotidiana

23 Oggetti derivati dal petrolio

24 Per far si che questi materiali arrivino a casa nostra sono necessari prodotti come la benzina.

25 La raccolta differenziata delle materie plastiche riguarda in particolare gli imballaggi, che costituiscono una percentuale rilevante della plastica contenuta nei rifiuti urbani (oltre il 50%).

26 A Talmassons il cassonetto della plastica è di colore giallo. Nel bidone si possono inserire tutti i tipi di retine, di imballaggi, bottiglie di plastica e tutti i tipi di contenitori in plastica, ma non troppo ingombrante.La plastica ingombrante è meglio portarla nei centri di raccolta (giocattoli, ecc.). Invece, la plastica sporca è meglio pulirla prima di gettarla nel cassonetto.

27 Rifiuti non riciclabili & RUP(Rifiuti urbani pericolosi)

28 Rifiuti non riciclabili Attenzione! Questi rifiuti non si possono riciclare! MODALITA DI RACCOLTA Tutti i materiali che non si possono riciclare devono essere conferiti nell'apposito contenitore stradale e smaltiti i appositi impianti CONSIGLI UTILI Poiché i materiali appartenenti a questa categoria non si possono ne riciclare ne recuperare, si raccomanda un consumo limitato al necessario. SI (cosa inserire) Ceramica, cd e DVD, stracci, Giocattoli, Cosmetici, Spazzolini, rasoi, Pannolini Assorbenti, specchi No(cosa non inserire): Sostanze liquide, calcinacci, ingombranti anche se ridotti (sgabelli ecc), apparecchiature elettriche ed elettroniche (radio, tastiere per pc, asciugacapelli, etc.), RUP (rifiuti urbani pericolosi

29 Il 20% delle pile che noi buttiamo possono essere riutilizzate…

30 si può buttare:erba, fogliame, potature di siepi, cespugli e rosai (in piccole quantità). Arriva allimpianto di San Giorgio di Nogaro Vengono sminuzzate e lasciate fermentare per un tempo adatto Totalmente fermentate sono portate in alcune aziende della provincia

31 Impianto di San Giorgio di Nogaro


Scaricare ppt "PROGETTO COMENIUS A.S. 2011- 2012 CLASSI 2°A E 2°B."

Presentazioni simili


Annunci Google