La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Maggio-Giugno 2006 1 Misurare una grandezza fisica Che cosa sono le GRANDEZZE FISICHE? Come si misurano? Cosa sono gli Errori di misura e come si quantificano?

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Maggio-Giugno 2006 1 Misurare una grandezza fisica Che cosa sono le GRANDEZZE FISICHE? Come si misurano? Cosa sono gli Errori di misura e come si quantificano?"— Transcript della presentazione:

1 Maggio-Giugno Misurare una grandezza fisica Che cosa sono le GRANDEZZE FISICHE? Come si misurano? Cosa sono gli Errori di misura e come si quantificano? Claudia Monte

2 Maggio-Giugno Le grandezze fisiche Ogni qualvolta vi è possibile misurare ed esprimere per mezzo di numeri largomento di cui state parlando, voi conoscete effettivamente qualcosa; quando però ciò non vi è possibile o non ne siete capaci, scarsa ed insoddisfacente è, da un punto di vista scientifico, la vostra conoscenza. W. Thomson ( ) Le GRANDEZZE FISICHE sono quelle caratteristiche dei corpi o dei fenomeni che POSSONO ESSERE MISURATE

3 Maggio-Giugno Misurare le grandezze fisiche Il concetto di misura si può considerare derivato dallosservazione del mondo che ci circonda, dalla necessità di apprezzare in un dato luogo ed in un dato momento tutto ciò che appare suscettibile di variazione quantitativa, cioè le grandezze fisiche!!! LA MISURA VIENE EFFETTUATA PER MEZZO DEL CONFRONTO TRA DUE GRANDEZZE OMOGENEE, una delle quali rappresenta la grandezza di riferimento campione e viene chiamata UNITÀ DI MISURA

4 Maggio-Giugno Una UNITA DI MISURA deve avere alcune importanti caratteristiche: 1. deve restare costante nel tempo; 2. deve essere facilmente riproducibile, in modo da poter essere utilizzata ogni qualvolta si renda necessario il suo uso; 3. Deve essere confrontabile con la grandezza che sintende misurare, cioè non deve essere né troppo piccola né troppo grande;

5 Maggio-Giugno Misurare : significa dare delle indicazioni sulloggetto, quindi definire ununità campione (una grandezza fisica) e vedere quante unità occorrono per costituire loggetto preso in esame. N.B. : non si deve confondere contare con misurare: Contare : indicazione di un numero di oggetti.

6 Maggio-Giugno L L = lunghezza da misurare striscia di carta = lunghezza campione Simbolo della grandezza fisica (lunghezza) Misura della grandezza fisica Unità di misura della grandezza = 9 strisce

7 Maggio-Giugno Errori accidentali (o casuali o statistici) = errori casuali e non prevedibili Gli errori Nelleseguire una misura si possono commettere: INELIMINABILI, ma si POSSONO QUANTIFICARE

8 Maggio-Giugno Loperatore, nel tentativo di valutare il tempo impiegato dal pendolo a compiere unoscillazione, farà scattare il cronometro talvolta prima, talvolta dopo leffettivo inizio e leffettivo termine delloscillazione medesima, compiendo un ERRORE ACCIDENTALE.

9 Maggio-Giugno Errori sistematici = errori associati a difetti degli strumenti di misura o a difetti della procedura impiegata Possono e devono essere INDIVIDUATI ed ELIMINATI nel miglior modo possibile PRIMA DELLA MISURA

10 Maggio-Giugno Stima del risultato della misura e calcolo dellerrore di misura Supponendo di aver eliminato tutti gli errori sistematici, per ogni misura restano sempre gli errori accidentali che sono ineliminabili e vanno quantificati!!!!!!! Supponiamo di aver trovato, nel misurare n volte la medesima grandezza fisica X, i seguenti valori, in generale, diversi luno dallaltro: x 1, x 2, x 3, x 4, x 5, x 6,…….., x n Il valore più probabile (più attendibile) della grandezza X è dato dalla MEDIA ARITMETICA DELLE n MISURE OTTENUTE, definita dalla formula:

11 Maggio-Giugno Assunta la media aritmetica come valore più probabile della grandezza fisica in esame, resta il problema di calcolare lerrore di misura!!!! PRIMO METODO: CALCOLO DELLA SEMIDISPERSIONE (se le misure effettuate sono poche) Semidispersione = metà della differenza tra valore massimo e minimo trovati nelle n misure della grandezza x Il risultato della misura sarà: Il valore x della misura è presumibilmente compreso tra e

12 Maggio-Giugno SECONDO METODO: CALCOLO DELLA DEVIAZIONE STANDARD (se le misure effettuate sono sufficientemente elevate) Deviazione standard = misura degli scarti delle singole misure dalla media Il risultato della misura sarà: Il valore x della misura è presumibilmente compreso tra e

13 Maggio-Giugno Lerrore si può esprimere anche in termini percentuali…. LERRORE RELATIVO si calcola come: LERRORE RELATIVO PERCENTUALE si calcola come: Si può calcolare anche lERRORE RELATIVO…. Sia X m la media aritmetica ottenuta da n misure di una grandezza fisica ed E il relativo errore (ottenuto come semidispersione o deviazione standard)

14 Maggio-Giugno In conclusione, si avrà che: Esempio: La durata di un intervallo di tempo è di (85 ± 1) s

15 Maggio-Giugno La SENSIBILITA di uno strumento di misura… SENSIBILITA = più piccola variazione della grandezza che può essere misurata dallo strumento in esame… N.B. Uno strumento scarsamente sensibile può mascherare gli errori di misura… Se lo strumento non è molto sensibile e ripetendo una misura otteniamo sempre lo stesso risultato, ciò non significa che gli errori accidentali sono assenti, ma solo che il nostro strumento non ha la sensibilità sufficiente da poter apprezzare le variazioni tra una misura e laltra !!!!!!


Scaricare ppt "Maggio-Giugno 2006 1 Misurare una grandezza fisica Che cosa sono le GRANDEZZE FISICHE? Come si misurano? Cosa sono gli Errori di misura e come si quantificano?"

Presentazioni simili


Annunci Google