La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Catasto terreni Capitolo 1. Il catasto Caratteristiche del Nuovo Catasto Terreni (NCT) attualmente in vigore: Linventario dei beni immobili per fini fiscali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Catasto terreni Capitolo 1. Il catasto Caratteristiche del Nuovo Catasto Terreni (NCT) attualmente in vigore: Linventario dei beni immobili per fini fiscali."— Transcript della presentazione:

1 Catasto terreni Capitolo 1

2 Il catasto Caratteristiche del Nuovo Catasto Terreni (NCT) attualmente in vigore: Linventario dei beni immobili per fini fiscali e civili particellare geometrico non ha valore legale ai fini del riconoscimento della proprietà le rendite sono calcolate per qualità e classi in aziende studio a estimo indiretto si basa sulla misura (rilievo topografico dei terreni) ha per oggetto porzioni omogenee di terreno non probatorio La particella è il mattone con cui è costruito il catasto terreni. La particella è una porzione continua di terreno, situata in un medesimo Comune, appartenente al medesimo possessore e della medesima qualità e classe.

3 Formazione operazioni topografiche delimitazione operazioni estimative mappaclassamento - tariffe suddivisione in zone terminazione rilievo qualificazione classificazione classamento scale di merito e di collegamento calcolo delle tariffe

4 Operazioni estimative suddivisione in zone qualificazione classificazione il territorio nazionale è suddiviso in 21 zone e in circa 300 circoli censuari ciascun circolo censuario comprende un gruppo di Comuni omogenei per caratteristiche topografiche, agrarie ed economiche sono state definite 30 qualità di coltura le qualità sono suddivise in: qualità di suolo (seminativo, prato ecc.) qualità di soprassuolo (vigneto, frutteto ecc.) qualità miste (seminativo arborato ecc.) suddivisione di ogni qualità in tante classi quanti sono i gradi diversi di produttività le classi sono al massimo 5 la prima è la migliore lo scarto tra due classi contigue è del 20%

5 Operazioni estimative (2) Le operazioni estimative hanno due finalità: le tariffeclassamento attribuzione ad ogni particella la qualità e la classe di competenza il reddito dominicale o il reddito agrario per ogni qualità e classe in moneta legale per ettaro di superficie è unoperazione di campagna lattribuzione è stata fatta in base a un campionario di particelle tipo si eseguono bilanci estimativi di aziende studio reali e ordinarie individuate nei Comuni tipo (si usa il Quaderno di stima, mod. 23) con riferimento allepoca censuaria Le scale di merito e di collegamento sono costituite da punteggi di merito del Comune tipo e, per le stesse qualità e classi, dei Comuni ad esso collegati

6 Il reddito dominicale La parte del reddito medio ordinario ritraibile dai terreni spettante al proprietario e quindi Il reddito agrario La parte del reddito ordinario dei terreni imputabile al capitale di esercizio e al lavoro di organizzazione

7 Le revisioni le tariffe sono periodicamente ricalcolate (revisione) vengono apportate modifiche procedurali la seconda revisione (1939) sono le tariffe attualmente in vigore lepoca censuaria è aggiornata al (prezzi biennio ) è aggiornata lepoca censuaria la terza revisione (1979) non è ancora pubblicata la quarta revisione (1990) epoca censuaria (prezzi biennio ) sono state introdotte importanti riforme: aziende studio reali e ordinarie due redditi: RD e RA la Plv invece della Plt

8 Gli atti catastali mappa particellare elenco o schedario delle particelle I documenti formali: il registro o schedario delle partite la matricola o schedario dei possessori Con linformatizzazione il catasto è costituito di: mappa particellare archivio elettronico dei dati censuari

9 La visura Con la visura catastale è possibile interrogare da terminale (nei poli catastali) il database informatico o consultare i documenti cartacei. Linterrogazione può essere effettuata: per soggetto intestato (cognome, nome, codice fiscale ecc.) per immobile (numero di particella) per partita (numero di partita)

10 La conservazione La fase di conservazione consiste nel tenere aggiornati i documenti catastali. Le variazioni sono di due tipi: variazioni soggettive, nellintestazione (voltura) variazioni oggettive, nello stato e nel reddito La domanda voltura si rende necessaria anche quando variano i diritti reali di godimento sugli immobili. La voltura La richiesta di voltura è a carico: del notaio, in caso di compravendita o donazione dellerede, in caso di successione ereditaria del soggetto a cui viene trasferito il diritto in seguito a sentenza La voltura catastale avviene automaticamente (voltura automatica) per gli atti soggetti a trascrizione nei pubblici registri immobiliari meccanizzati La domanda di voltura oggi può essere presentata anche con procedura informatica (Voltura 1.0) modello 13

11 La variazione di qualità di coltura, deve essere dichiarata entro il 31 gennaio dellanno successivo a quello in cui la variazione è avvenuta su apposito modello Variazioni di coltura modello 26 La variazione nello stato e nel reddito per ledificazione di una particella deve essere presentata con il tipo mappale su apposito modello modello 3 SPC Edificazione Variazioni oggettive

12 Procedura informatica (obbligatoria): Pregeo Documenti tecnici di aggiornamento Estratto di mappa (mod. 51) frazionamentotipo mappale linee dividentiplanimetria nuovo fabbricato Dimostrazione numerica del frazionamento (mod. 51 FTP) sìno Elaborato grafico dello schema del rilievo sì Elaborato grafico delloggetto del rilievo sì Libretti delle misure (elaborato)sì Relazione tecnicasì Mod. 3 SPCnosì È frequente la redazione di un frazionamento con tipo mappale (frazionamento ed edificazione di una particella)

13 FINE Catasto terreni Capitolo 1


Scaricare ppt "Catasto terreni Capitolo 1. Il catasto Caratteristiche del Nuovo Catasto Terreni (NCT) attualmente in vigore: Linventario dei beni immobili per fini fiscali."

Presentazioni simili


Annunci Google