La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ACIDI E BASI Sono state proposte numerose teorie per definire il comportamento dei sistemi acidi-basi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ACIDI E BASI Sono state proposte numerose teorie per definire il comportamento dei sistemi acidi-basi."— Transcript della presentazione:

1 ACIDI E BASI Sono state proposte numerose teorie per definire il comportamento dei sistemi acidi-basi.

2 DEFINIZIONE Le definizioni di acido e base hanno subito numerose cambiamenti nel tempo fino ad ottenere le più recenti definizioni. Nella quotidianità, il termine "base" assimila sostanze generalmente caustiche e corrosive, capaci di intaccare i tessuti organici. Esempi di sostanze basiche sono l'ammoniaca, la soda caustica e i più comuni tipi di sapone. Possiamo trovare basi forti e basi deboli. Nella quotidianità, il termine "acido" identifica sostanze generalmente irritanti e corrosive, capaci di intaccare i metalli e il marmo. Esempi di sostanze acide sono laceto, lacido muriatico e il succo di limone. Possiamo trovare acidi forti e acidi deboli.

3 basi basi DEBOLI FORTI In soluzione acquosa si dissociano parzialmente In soluzione acquosa si f dissociano completamente

4 acidi acidi DEBOLI FORTI In soluzione acquosa si ionizzano solo parzialmente In soluzione acquosa si ionizzano completamente

5 Non tutti gli acidi o le basi sono in grado di donare o di acquistare ioni idrogeno nella stessa misura: gli acidi e le basi FORTI sono completamente dissociati in acqua, quelli DEBOLI lo sono solo parzialmente. NOTA BENE:

6 TEORIA SECONDO ARRHENIUS Un acido è una specie chimica, HA, che in soluzione acquosa si dissocia in ioni idrogeno secondo la reazione: HA H + + A -

7 Se la specie libera un solo idrogeno, è detta acido monoprotico. Ad esempio lacido acetico e lacido cloridrico sono acidi monoprotici, poiché in acqua si dissociano in: HCl H + + Cl - CH 3 COOH H + + CH 3 COO -

8 Se libera più idrogeni, è detta acidopoliprotico. Ad esempio lacido solforoso è diprotico, perché può dare due ioni idrogeno secondo due dissociazioni successive: H2SO 3 H + + HSO 3 - HSO 3 - H + + SO 3 - -

9 Una base è una sostanza, BOH, che libera, dissociandosi in soluzione acquosa, uno o più ioni ossidrili secondo la reazione: BOH B + + OH - TEORIA SECONDO ARRHENIUS

10 Si dicono monoacide, le basi, come NaOH, che in soluzione acquosa danno un solo ione OH - e poliacide, le basi, come Ba(OH) 2, che in soluzione acquosa danno più ioni OH -. Anche nel caso di basi poliacide gli ossidrili vengono liberati per dissociazioni successive.

11 TEORIA SECONDO BRONSTED un acido è una sostanza capace di donare uno ione H + ad un'altra specie chimica, che si comporta da base. una base è una sostanza capace di accettare uno ione H + da un'altra specie chimica, che si comporta da acido. Una sostanza non può comportarsi da acido o da base se in corrispondenza non è presente unaltra sostanza capace di accettare o di donare protoni; non si può parlare perciò in senso assoluto di acido o di base, ma piuttosto di sistemi acido-base. Una reazione acido-base è quindi una reazione in cui si verifica un trasferimento di protoni.

12 TEORIA SECONDO LEWIS un acido è una sostanza capace di accettare un doppietto elettronico da un'altra specie chimica. Una base è una sostanza capace di donare un doppietto elettronico a un'altra specie chimica.

13 CARTINA TORNASOLE La cartina tornasole è una sostanza organica definita comeindicatore e viene utilizzato per distinguere gli acidi e le basi. Un acido è in grado di farla virare al rosso mentre una base al blu.

14 Mediante l'indicatore universale vediamo che le varie soluzioni si colorano in determinati colori in funzione del pH.

15 The end Create by DellAnna Dalila Sanità Alessia Visconti Dalila Gabellone Chiara


Scaricare ppt "ACIDI E BASI Sono state proposte numerose teorie per definire il comportamento dei sistemi acidi-basi."

Presentazioni simili


Annunci Google