La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ENDOCARDITE INFETTIVA. IDENTIFICAZIONE DELLE COMPLICANZE. Dr. Enrico Cecchi Ospedale Maria Vittoria di Torino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ENDOCARDITE INFETTIVA. IDENTIFICAZIONE DELLE COMPLICANZE. Dr. Enrico Cecchi Ospedale Maria Vittoria di Torino."— Transcript della presentazione:

1 ENDOCARDITE INFETTIVA. IDENTIFICAZIONE DELLE COMPLICANZE. Dr. Enrico Cecchi Ospedale Maria Vittoria di Torino

2

3 EPIDEMIOLOGIA COMPLICAZIONI223 Pz UNA57% DUE26% TRE O PIU8% SEI6% Mansour. Arch Intern Med 1992; 152: 2428.

4 COMPLICAZIONI NEL RIEI: 64% in 664 PAZIENTI STROKE9% TIA2% EMBOLIA SISTEMICA 12% INSUF.VALV. MOD-SEVERA 27% SCOMPENSO24% ESTENSIONE PERIVALVOLARE 11% EMOCOLTURE PERSIST. POS. 3.5% BAV3% FEBBRE PERSISTENTE 10% PCR PERSIST +11% ALTRO21%.

5 VALUTAZIONE PROGNOSTICA INIZIALE CARATTERISITICHE DEL PAZIENTEETA SESSO COMORBILITA MICRORGANISMO EZIOLOGICOSTAFILOCOCCO AUREO FUNGHI COMPLICAZIONICARDIACHE NON CARDIACHE RILIEVI ECOCARDIOGRAFICI ATTEGGIAMENTO AGGRESSIVO NEI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO

6 COMPLICAZIONI CARDIACHEDANNO O SEPSI INCONTROLLATA EXTRACARDIACHEEMBOLI SETTICI IMMUNOMEDIATE LEGATE AL TERAPIA

7 COMPLICAZIONI CARDIACHE SCOMPENSO CARDIACO 50-60% LA MAGGIORE CAUSA DI MORTE PIU FREQUENTE CAUSA DI CCH USUALMENTE DA INSUFFICIENZA VALVOLARE ACUTA RARA LA EMBOLIZZAZIONE NEGLI OSTI CORONARICI O STENOSI.

8 SCC ACUTO SEVERO -23% NEL RIEI- PERFORAZIONE DI LEMBO NATIVO O DI BIOPROTESI ROTTURA DI CORDE INFETTE DISTACCO PROTESICO STENOSI V. DA GROSSA VEGETAZIONE SHUNT E TRAGITTI FISTOLOSI

9

10

11

12 SCC SUBACUTO LIEVE: 2/3 SEVERO DISTRUZIONE TESSUTALE PROGRESSIVA PEGGIORAMENTO DEL RIGURGITO DISFUNZIONE VS PIU INSIDIOSO DIAGNOSI CLINICA ED ECOCARDIOGRAFICA NT PRO BNP

13 CAUSE E SEVERITA DI SCC: ECOCARDIO DIMENSIONI VS WALL MOTION FUNZIONE DINAMICA QUANTIFICAZIONE RIGURGITI PROGRESSIVA DILATAZIONE DI CAMERE IPERTENSIONE POLMONARE PROGRESSIVO AUMENTO DI STRESS PARIETALE

14 INFEZIONE NON CONTROLLATA Febbre > 5-10 giorni INADEGUATA TERAPIA ANTIBIOTICA MICRORGANISMI RESISTENTI LINEE INFETTE INFEZIONE NON CONTROLLATA LOCALMENTE COMPLICANZE EMBOLICHE O INFEZIONE EXTRACARDIACA REAZIONI DA FARMACI

15 ASCESSI PERIVALVOLARI. -11% NEL RIEI - FATTORI DI RISCHIO 10-40% EI AORTICA NATIVA % DI EI PROTESICA TOSSICODIPENDENZA NON DIMENSIONI VEGETAZIONI MICRORGANISMI (CNS)

16 ASCESSI PERIVALVOLARI. SOSPETTO CLINICO. FEBBRE PERSISTENTE (> 7 GIORNI) PCR PERSISTEMENTE ELEVATA EC PERSISTENTEMENTE POSITIVE NUOVI DIFETTI DI CONDUZIONE EMBOLI RICORRENTI SCOMPENSO CARDIACO NUOVI SOFFI SCA (molto raro) IN CORSO DI ADEGUATA TERAPIA ANTIBIOTICA:

17 ASCESSO

18 ETT/EET ETTEET SENSIBILITA28%87% SPECIFICITA99%95%

19 ANCHE EET PUO MANCARE LA DIAGNOSI DI ASCESSO PICCOLI MITRALICI ANELLO POSTERIORE MITRALICO CALCIFICO *Hill EE. Am Heart J 2007; 154:923. IN CORSO DI VALUTAZIONE IL RUOLO DI RMN, TAC E PET.

20 CASO CLINICO EMILIO

21

22 PSEUDOANEURISMA Collasso diastolico Flusso endocavitario con il colore ETT: SN 54%

23

24 ENDOCARDITE64 (72%) NO ENDOCARDITE19 (21%) ?7 (7%) EZIOLOGIA CHIRURGIA AORTICA56 (52%) BICUSPIDIA AORTICA14(33%) INSUFFICIENZA AORTICA42 (47%) ALTRI FATTORI PREDISPONENTI PSEUDOANEURISMA: 89 CASI Sudhakar S. J Am Soc Echocardiogr 2010; 23:1009

25 PRESENTAZIONE CLINICA

26 INDAGINI DIAGNOSTICHE ETT31/57 (54%) EET56/56 (100%) VENTRICOLOGRAFIA8 CASI ECO 3D5 CASI TAC4 CASI RMN6 CASI

27

28

29

30 RMN

31 COMPLICAZIONI COMPRESSIONE CORONARIESCA, IMA,DISSEZIONE COMPRESSIONE ART.POLMONAREIPERTENSIONE POLMONARE FISTOLAAORTA/MITRALE ROTTURA IN PERICARDIOTAMPONAMENTO INFEZIONESTROKE-TIA INFEZIONE-FISTOLESCOMPENSO CARDIACO

32 EVOLUZIONE

33 FISTOLE. 1.6% (Anguera) Aorta -atrio sinistro Aorta-atrio destro AS-VD VS-VD MORTALITA ELEVATA (41%) NONOSTANTE LA CHIRURGIA

34

35 ANEURISMA VALVOLARE

36 RISCHIO DI EMBOLIA SISTEMICA 20-50% ECOCARDIOGRAFIAVEGETAZIONE > 10 mm E MOBILE VEGETAZIONE > 15 MM E MOBILE AUMENTO DIMENSIONI IN TERAPIA ATB SEDE MITRALICA MICROGANISMOSTAFILOCOCCHI STR. BOVIS CANDIDA ASSENZA – PRIMI GG DI T. ANTIBIOTICA PREGRESSA EMBOLIA INTERESSAMENTO MULTIVALVOLARE

37 - Scintigraphic results - Confirmed infection : Endocarditis 29% Extra-cardiac site of infections 22% Cardiac and extra-cardiac infections8% Negative for infection: 41% Submitted MCV 2, Nucl Med U, Pisa

38 CONCLUSIONI IDENTIFICARE PRECOCEMENTE LE COMPLICAZIONI DELLA EI E FONDAMENTALE PER MIGLIORARE LA PROGNOSI QUESTO SI BASA SU UN ATTENTO MONITORAGGIO CLINICO E SULL IMAGING PREVALENTEMENTE LETE, MA UN RUOLO IN SPECIFICHE SITUAZIONI LO HANNO LA RMN, LA TC, LA SCINTIGRAFIA E LA PET.


Scaricare ppt "ENDOCARDITE INFETTIVA. IDENTIFICAZIONE DELLE COMPLICANZE. Dr. Enrico Cecchi Ospedale Maria Vittoria di Torino."

Presentazioni simili


Annunci Google