La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Integrazione di sistemi www.akinnovation.it PER ARTICOLO/ORDINE/COMMESSA DEFINIZIONE AUTOMATICA DEL COSTO DI PRODUZIONE ak PRODUCTIVITY SYSTEM MODULE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Integrazione di sistemi www.akinnovation.it PER ARTICOLO/ORDINE/COMMESSA DEFINIZIONE AUTOMATICA DEL COSTO DI PRODUZIONE ak PRODUCTIVITY SYSTEM MODULE."— Transcript della presentazione:

1 integrazione di sistemi PER ARTICOLO/ORDINE/COMMESSA DEFINIZIONE AUTOMATICA DEL COSTO DI PRODUZIONE ak PRODUCTIVITY SYSTEM MODULE

2 integrazione di sistemi ak PRODUCTIVITY SYSTEM MODULE per avere informazioni giuste al momento giusto con la massima visibilità su dati e processi aziendali. Il sistema ak PRODUCTIVITY SYSTEM MODULE è facilmente adattabile alla struttura aziendale, è facilmente collegabile a qualunque gestionale in uso e ai più svariati processi produttivi, è composto da hardware con tecnologia wireless e software strutturato a più livelli. ak PRODUCTIVITY SYSTEM MODULE per soddisfare la necessità di conoscere immediatamente i costi diretti effettivi di produzione per articolo/commes-sa/ordine mentre questa si sta svolgendo e di sapere, in ogni istante, in quale fase del processo produttivo si trovano le materie prime, i semilavorati e i prodotti finiti, quali sono le loro reciproche relazioni, le loro quantità ed i loro tempi reali di lavorazione. PRODUZIONI A MODELLO (DI SERIE) PRODUZIONI IN CONTINUO PRODUZIONE A COMMESSA PRODUZIONE A CANTIERE Con il sistema ak PRODUCTIVITY SYSTEM MODULE si possono configurare varie tipologie produttive:

3 integrazione di sistemi ak IDENTIFICAZIONE AUTOMATICA I sistemi di identificazione, applicati a oggetti animali o persone, alle macchine e nei documenti di produzione, permettono di evitare la digitazione (o la scrittura) di codici che identificano le materie prime, i semilavorati e i prodotti finiti, i tempi dei cicli e delle fasi singole permettendo sia lidentificazione immediata del materiale, sia la rilevazione automatica dei dati di campo con evidenti riduzione degli errori e dei tempi di inserimento. I vari sistemi di identificazione automatica codici a barre codici bidimensionali PDF417 e Data Matrix microchip a radio frequenza RFID hanno varie possibilità di applicazione e vengono usati, in tutte le aree aziendali, secondo le necessità e le problematiche da risolvere. Ad esempio: con il microchip RFID, la modalità Read/Write permette non solo una trasmissione di informazioni ma un loro aggiornamento sul chip. Il Tag RFID diventa un sistema di identificazione che può tenere traccia della storia di un prodotto fin dalla fase di lavorazione ed essere poi utilizzata in modo interattivo lungo tutta la filiera fino alla distribuzione al dettaglio e in alcuni casi sino al consumatore.

4 integrazione di sistemi La memorizzazione della movimentazione dei materiali per qualunque tipo di attività aziendale, oltre alla gestione dei magazzini, include il controllo della tracciabilità automatica dei materiali. La gestione del costo dei materiali movimentati porta automaticamente a definire i consumi consuntivi e i relativi costi (diretti) dei materiali per articolo. Gli inventari non sono più un problema. Il magazzino è un settore vitale dell'azienda, un elemento cruciale per essere competitivi sia per quanto riguarda i costi sia per il servizio reso. D'altra parte l'evoluzione dei sistemi informatici e l'applicazione dei principi ispirati al modello produzione snella o lean production hanno notevolmente contribuito a riscrivere il ruolo dei magazzini nei sistemi logistico/pro-duttivi aziendali e ad incrementare l'efficacia e l'efficienza delle attività operative svolte nei magazzini. ak MAGAZZINO – MOVIMENTAZIONE MATERIALI

5 integrazione di sistemi La tracciabilità dei materiali è strettamente collegata alla gestione dei magazzini, e permette, in modo semplice e flessibile, di tenere sotto controllo i materiali (acquisto, produzione e vendita) e di mantenerne sempre aggiornati i dati di identificazione lungo tutta la catena di produzione e vendita dellazienda. Mediante questo pacchetto software lutente può effettuare una serie di ricerche che gli consentono la totale gestione della tracciabilità dei materiali. in particolare viene gestito un sistema di monitoraggio che: partendo da un lotto di materie prime e di materie accessorie, mostrino tutti i clienti che hanno ricevuti articoli prodotti con quei lotti. partendo dal produttore di materie prime, mostrino tutti i clienti che hanno ricevuto articoli prodotti con quei materiali. mostri tutti i lotti di produzione, o di materie prime, che hanno concorso alla produzione degli articoli prodotti per un determinato cliente. prepari delle packing-list collegate agli ordini clienti. partendo da una matricola (prodotto finito consegnato al Cliente) risalire a tutti i prodotti dotati di matricola che compongono il prodotto finito, ai fornitori delle matricole, alla distinta base di appartenenza, ecc. ak TRACCIABILITÀ

6 integrazione di sistemi Le distinte base (materiali e cicli) possono essere quelle del software Gestionale Aziendale in uso nellazienda, oppure quelle create direttamente nel sistema AK DISTINTA BASE MATERIALI E CICLI. È possibile duplicare una distinta base, variare i dati (ciclo, fasi, materiali, varianti) ed assegnare ad esse un codice diverso, mantenere il codice con storicizzazione automatica della distinta variata mantenendo così la tracciabilità delle produzioni fatte fino a quel momento, salvarla come modello La distinta base materiali offre la possibilità della gestione dei legami (padre, figli, fratelli). la gestione dei legami è molto importante nelle variazioni della distinta base, ad esempio: la sostituzione di un materiale o di un pezzo che compone la distinta base, perché non conforme o modificato, permette la variazione automatica di tutte le distinte base che contengono quel pezzo o quel materiale (le vecchie distinte vengono storicizzate). Per ogni articolo che compone la distinta base è possibile la memorizzazione del relativo disegno tecnico, sia come immagine (scansione) sia tramite il collegamento automatico al programma di visualizzazione del sistema CAD. ak DISTINTA BASE MATERIALI E CICLI

7 integrazione di sistemi È possibile creare un preventivo o un capitolato (anche da distinta base simile o da capitolato simile), inserire o variare i dati delle fasi e dei tempi relativi, inserire o variare i materiali e le quantità poi salvarlo specificando le fasi e i tempi relativi, i materiali e le quantità. Possono essere creati particolari preventivi per la gestione di quelle particolari commesse che non possiedono distinta base materiali e ciclo di lavorazione, ma si basano su di un capitolato o di un progetto ed utilizzano, pertanto, sia materiali standard codificati in magazzino sia articoli specificatamente acquistati per lo sviluppo del progetto. Questo modulo consente di creare la commessa preventiva e di allegare ad essa tutti i documenti che la riguardano, come offerta commerciale, capitolato, disegni tecnici, ecc. Per la determinazione del prezzo di vendita, il preventivo, viene collegato a più strutture di calcolo in base a tipologie di costo che possono variare secondo il cliente, le attività commerciali, ed i metodi Aziendali di struttura dei costi ak PREVENTIVI

8 integrazione di sistemi In ogni azienda di ogni dimensione, per avere e controllare i costi di produzione, in modo analitico (costo diretto per articolo), devono essere rilevati i tempi e le quantità prodotte per commessa, articolo, fase, ecc.., sia delle risorse umane (operatori), che delle macchine (attrezzaggi, pezzi prodotti, guasti, manutenzioni ordinarie e straordinarie, ammortamenti, produttività, ecc..). Per adattarsi al meglio ad ogni singola realtà, la rilevazione dei dati di produzione è stata espressamente pensata come una struttura modulare, che si specializza sulle singole necessità del cliente. Ogni terminale dispone di un lettore di codici a barre e di un collegamento wireless in tecnologia Wi-Fi La lettura del codice dipendente identifica loperatore - la lettura del codice a barre stampato sul documento di produzione, permette di identificare automaticamente la fase/attività, la commessa, linizio della lavorazione, la fase di produzione, lavanzamento della produzione, la fine della lavorazione. ak RILEVAZIONE AUTOMATICA DEI DATI DI PRODUZIONE

9 integrazione di sistemi Di conseguenza ogni operatore, sul terminale a lui più vicino ed in modo del tutto autonomo può: farsi riconoscere attraverso la lettura del codice personale registrare il tempo di inizio dellattività selezionata sulla commessa leggendo il codice abarre (univoco) stampato sul documento di produzione chiudere ogni attività intrapresa, confermando la scelta successiva (altro documento di produzione) o il fine attività, registrare sospensioni dellattività in corso, trasmetterein tempo reale ed in modo completamente automatico, i dati al server, per la loro memorizzazione. richiedere (per esempio)in modo completamente automatico, dal proprio posto di lavoro, lintervento di un operatore con muletto per operazioni di logistica interna (approvvigionamento materiale alle macchine – prelievi di materiale lavorato) Il tipo di terminale e la distribuzione logica nellambito aziendale è determinato dal tipo di attività di produzione, dal numero dei dipendenti e dalla superficie dello stabilimento e/o del reparto. ak RILEVAZIONE TEMPI OPERATORE PER FASE

10 integrazione di sistemi Il modulo permette di memorizzare i dati standard preventivi di produzione (quantità teorica di produzione, presidio, ammortamento, tempo di lavoro teorico, ecc) per ogni macchina. I dati vengono rilevati automaticamente tramite lettura di codici a barre che identificano univocamente la commessa, la fase, loperatore, la macchina su cui operiamo. Articolo prodotto Tempo Produzione Quantità Prodotta Pezzi scartati: In particolare, per ogni macchina, viene rilevato: a) pezzo scartato per materiale non conforme b) pezzo scartato per errata progettazione c) pezzo scartato per errore operatore Tempo di attrezzaggio (setup) Manutenzione Ordinaria Manutenzione Straordinaria Guasto etc.. MACCHINA 1 MACCHINA 2 MACCHINA 3 Ad ogni terminale WI-FI possono essere associate più macchine (logicamente quelle più vicine) MACCHINA 4 MACCHINA 5 ak RILEVAZIONE TEMPI MACCHINA

11 integrazione di sistemi Nel modulo sono rilevati i tempi consuntivi (operatori e macchine) di produzione per ogni articolo prodotto e i movimenti dei materiali sul codice articolo (prelievi e consumi consuntivi per la produzione di ogni singolo codice articolo). È possibile rielaborare i dati rilevati in modo da ottenere: in assenza della distinta base dei cicli di lavorazione, il sistema può rilevare automaticamente le lavorazioni, le sequenze delle lavorazioni e la loro durata determinando così il ciclo di lavorazione di un determinato articolo. in assenza della distinta base dei materiali, il sistema può rilevare automaticamente i consumi delle varie materie prime e dei semilavorati di ogni articolo, con un sistema di picking dei materiali tramite codice a barre. La rielaborazione dei dati consuntivi di produzione ci permette di elaborare automaticamente la distinta base dei materiali e la distinta base del ciclo di produzione di ogni singolo articolo. ak FUNZIONE DI AUTOAPPRENDIMENTO DELLA DISTINTA BASE MATERIALI E CICLI

12 integrazione di sistemi ci sono due modi per pianificare una commessa: al più presto (Dalla data scelta in poi) o al più tardi (finisco per la data scelta) È possibile pianificare una o più Commesse automaticamente o manualmente È possibile "Spianificare" Commesse già pianificate Per la pianificazione delle risorse umane è possibile Forzare le risorse inserendo o togliendo risorse alle singole fasi. La pianificazione delle risorse umane genera automaticamente la stampa automatica, giornaliera, delle bolle di lavorazione per commessa/ordine/articolo per ogni risorsa Possiamo impostare una lavorazione come fase esterna, in questo caso sarà necessario specificare anche la data di riconsegna in modo da pianificare ulteriori fasi interne La pianificazione delle macchine genera automaticamente il calendario macchine con la stampa automatica, giornaliera, delle bolle di lavorazione per commessa/ordine/articolo ak PIANIFICAZIONE DELLE COMMESSE DI PRODUZIONE

13 integrazione di sistemi ak LOGISTICA DELLE SPEDIZIONI Oltre alle informazioni ottenute dal processo di tracciabilità delle attività di produzione, e a quelle inerenti i materiali che sono serviti alla produzione si sono prodotte informazioni che ci permetteranno di organizzare al meglio le nostre spedizioni. Etichetta logistica SSCC Le unità logistiche sono unità create per il trasporto e/o limmagazzinamento delle merci lungo la filiera. Lutilizzo del codice SSCC permette di tracciare individualmente il movimento fisico di ogni singola unità logistica e il flusso delle informazioni ad essa associato e consente, inoltre, limplementazione di unampia serie di applicazioni e di processi quali, ad esempio, il cross docking, o il ricevimento/allocazione automatico delle merci. Al codice SSCC possono essere collegate altre informazioni per identificare il contenuto, permettendone così la perfetta tracciabilità.

14 integrazione di sistemi Il datawarehouse contenente dati certi e verificati, consente di produrre facilmente relazioni ed analisi, permette di progettare e realizzare Sistemi di Controllo di Gestione e Sistemi Direzionali, basati su dati certi e verificati, per definire strategie vincenti e azioni di miglioramento ak DATAWAREHOUSE

15 integrazione di sistemi SEDE LEGALE: Via A. Guadagnoli, – A R E Z Z O P.I MOBILE : : FAX : WEB SITE : integrazione di sistemi SEDE OPERATIVA: Via A. Salvadori, – MONTAIONE (FI)


Scaricare ppt "Integrazione di sistemi www.akinnovation.it PER ARTICOLO/ORDINE/COMMESSA DEFINIZIONE AUTOMATICA DEL COSTO DI PRODUZIONE ak PRODUCTIVITY SYSTEM MODULE."

Presentazioni simili


Annunci Google