La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Finanziato dal GAL SULCIS IGLESIENTE DIANTHUS, una ricerca per il territorio Obiettivi La creazione di strumenti (censimenti di strutture; documenti; azioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Finanziato dal GAL SULCIS IGLESIENTE DIANTHUS, una ricerca per il territorio Obiettivi La creazione di strumenti (censimenti di strutture; documenti; azioni."— Transcript della presentazione:

1 Finanziato dal GAL SULCIS IGLESIENTE DIANTHUS, una ricerca per il territorio Obiettivi La creazione di strumenti (censimenti di strutture; documenti; azioni per le scuole, i cittadini, le amministrazioni e i comparti produttivi; schede delle emergenze naturali e culturali) per aiutare gli abitanti del Sulcis Iglesiente a conoscere la grande varietà di emergenze naturali e culturali presenti nei loro territori e a capire come la loro conservazione e valorizzazione possano essere anche fonti di ricchezza.

2 Dianthus mossanus, Bacch. & Brullo Il Dianthus mossanus (Bacch. & Brullo) è un piccolo, candido garofanino che fa parte dei molti endemismi del Sulcis Iglesiente, scelto quale testimonial del Progetto per rappresentare la ricchezza e la diversità biologica che caratterizza il Sulcis Iglesiente.

3 DIANTHUS: Educazione Ambientale a partire dal paesaggio La base comune su cui abbiamo costruito documenti e azioni del Progetto è il Paesaggio, inteso come lunità di fondo su cui si fondono in modo quasi indistinguibile fattori naturali e culturali. Un approccio interdisciplinare che ha previsto tre campi di indagine: lambiente fisico ed i viventi che su esso sono stabiliti, e luomo.

4 Il Corine è scaricabile dal sito Un Corine land cover per cominciare In collaborazione con lUniversità di Sassari abbiamo prodotto un Corine land cover dei quattordici comuni che compongono il Gal Sulcis Iglesiente. Il Corine ha evidenziato i tipi di ecosistemi che caratterizzano i diversi territori come punto di partenza per una ricerca più approfondita delle emergenze naturali e culturali presenti sul territorio.

5 II censimento La prima azione sul territorio ha riguardato una ricognizione sulle strutture che erogavano EA o Educazione allo Sviluppo Sostenibile (ESS). Il censimento ha fatto il punto sui luoghi in cui la comunità può percepire ed elaborare i saperi che il territorio-paesaggio contiene. Censimento e mappatura dei CEA e delle risorse territoriali per lEducazione alla Sostenibilità presenti nel territorio del GAL Sulcis Iglesiente

6 Finalità Prendere coscienza della realtà e del valore ambientale e culturale espresso dal territorio di appartenenza e della responsabilità del singolo rispetto la sua conservazione. Obiettivi acquisire nuovi strumenti per lesplorazione del territorio; migliorare la capacità di osservazione della biodiversità selvatica e domestica; dare elementi di riflessione sulla diversità culturale come risultato delle peculiarità del territorio. Contenuti il territorio: diversità del paesaggio e biodiversità naturale e culturale linterdipendenza quale natura di tutte le relazioni ecologiche Unavventura di conoscenza – Il progetto di EA per le scuole Percorso sperimentale di Educazione Ambientale dedicato alle scuole

7 Progetto di reti la rete di operatori che ha attuato il progetto a Pula, Fluminimaggiore e a Siliqua operatori diversi la rete di scuole che ha aderito alla sperimentazioneSantadi, Nuxis, Villaperuccio, Pula, Perdaxius, Piscinas, Teulada, Narcao, Siliqua, Domus De Maria, Giba, Masainas la rete di esperienze: ogni scuola, pur seguendo lo stesso percorso formativo, è partita da territori diversi e diversi portati culturali Unavventura di conoscenza – Il progetto

8 Orientamento e localizzazione Unavventura di conoscenza – Le metodologie La collocazione della propria persona sul territorio facilita lesperienza e la riflessione sul rapporto che abbiamo con esso

9 Osservazione del paesaggio Unavventura di conoscenza – Le metodologie

10 Gli habitat individuati attraverso i telai e riprodotti in scala Unavventura di conoscenza – Le metodologie Osservazione del paesaggio

11 Osservazione di un percorso naturale Unavventura di conoscenza – Le metodologie Lindagine dalla scala macro a quella micro

12 Riflessione Unavventura di conoscenza – Le metodologie Relazioni fra le diverse componenti degli ecosistemi e interazioni con la nostra specie

13 Gli strumenti - Didattica territoriale Inquadrare larea vasta Schede su: ecosistemi (14); sistemi bioculturali (5) geosistemi (19 ) Evidenziare le emergenze naturali e culturali Schede su: archeologia industriale (7); archeologia (9) artigianato (11) enogastronomia (8) fauna (33) monumenti (15) associazioni vegetali (15) Rendere facilmente fruibili le informazioni Schede rese sotto forma di domande Trovare uno strumento che facilitasse lapproccio e connettesse le diverse informazioni Gioco Trova le connessioni Il Sulcis Iglesiente in 100 domande (e più)

14 Gli strumenti - Divulgazione Una mappa per promuovere curiosità

15 Tre eventi dedicati a pubbliche amministrazioni, scuole, imprese, cittadini Gli incontri Le problematiche affrontate Le priorità delle politiche di sostenibilità da parte delle amministrazioni pubbliche e i sistemi di comunicazione fra istituzioni e cittadini Leducazione allambiente e le scuole, dove per scuole non si intendono i luoghi istituzionali ma i momenti e i modi dellistruzione Le scelte delle imprese in ambito di sostenibilità delle diverse produzioni Un incontro di discussione critica Stimoli alla riflessione Il mercatino delle idee e delle cose Lintervallo caffè come occasione di riflessione

16 Foto Incontro baradili con didascalia. Baradili come sperimentazione A scuola dambiente: a che età? Baradili, 7 giugno Festa dei Gal, sperimentazione di Il Sulcis Iglesiente in 100 domande (e più) Gli incontri

17 I bisogni educativi del territorio Baradili, 7 giugno 2008 Interviste e chiacchiere sul futuro Trovi interessante Il Sulcis Iglesiente in 100 domande (e più)? Tutti gli interrogati rispondono Sì Hai una ulteriore proposta per il suo utilizzo? può essere utilizzato non solo con i ragazzi ma anche con gli adulti collegarlo con progetti di didattica a cui partecipano diverse scuole può essere espanso per altre tematiche e aumentare le voci nelle scuole, nel turismo, alla pro loco, stimoli per la creazione di una nuova attività Gli incontri

18 Le problematiche emergenti Cosa mi piace del mio territorio Cosa non mi piace del mio territorio Temi di discussione: Come valorizzare gli aspetti positivi di un paesaggio Quali soluzioni per le criticità emerse Gli incontri Sostenibilità: da dove cominciare? Tratalias, 13 giugno 2008 abbandono/chiusura mondezza/surplus gestione del territorio: rimboschimenti, servitù, errata distribuzione dei servizi silenzio odori orizzonti storia e cultura come paesaggio in divenire Il laboratorio è stato attivato per dare agli amministratori intervenuti spunti di riflessione sulla gestione del paesaggio in termini di problematiche emergenti

19 Gli incontri Sostenibilità: occasione di sviluppo o costo aggiuntivo? Pula, 24 giugno 2008 I costi della sostenibilità e le occasioni che essa può creare in termini di migliore qualità della vita dei singoli e delleconomia di un territorio e le testimonianze di operatori sia del comparto agricolo, incluso il mare, sia del comparto turistico. La discussione si è poi sviluppata intorno ai temi dello sviluppo e della crescita. Lincontro ha consentito di ascoltare e far dialogare sia rappresentanti dellimprenditoria locale che dei consumatori.

20 Gli incontri Dianthus, una ricerca per il territorio, Santadi 27 giugno 2008 Lincontro ha coinvolto tutti i professionisti e gli operatori che hanno dato vita a Dianthus. Levento è servito per rimettere insieme tutte le azioni che hanno composto Dianthus e discuterle.

21 DIANTHUS, una ricerca per il territorio Dianthus ha impegnato molti professionisti, reti locali di operatori, istituzioni scientifiche, enti pubblici e privati; ha contribuito, con la sua sola esistenza, a formare nuove reti e consolidarne altre esistenti. Reti di persone, di intenti, di progetti, di futuro. Dianthus è stato soprattutto sperimentazione. Sperimentazione di nuovi modi di lavorare e di rapportarsi al territorio. Di un modo diverso e complessivo di vedere le cose, un modo che dava a tutte le cose uguale dignità per metterle insieme e cercarne le grandi e le piccole relazioni. Dianthus non è uno strumento chiuso, perché è stato pensato come work in progress, una sorta di vite senza fine a cui tutti possono contribuire e di cui tutti possono usufruire.

22 Un documento costituito da una disamina sulla divulgazione e sulla comunicazione. I documenti Studio di identificazione delle principali metodologie e strategie di divulgazione e comunicazione ambientale Possibili modelli per lattivazione e il funzionamento dei CEA e dellESS rispondenti ai bisogni del territorio del GAL Sulcis Iglesiente Il documento aiuta a chiarire il ruolo strategico che leducazione deve assumere per la promozione di comportamenti critici e propositivi dei cittadini che rendano sempre più efficaci le politiche di valorizzazione territoriale. I documenti sono scaricabili dal sito Censimento e mappatura dei CEA e delle risorse territoriali per lEducazione alla Sostenibilità presenti nel territorio del GAL Sulcis Iglesiente Il censimento ha fatto il punto sui luoghi in cui la comunità può percepire ed elaborare i saperi che il territorio-paesaggio contiene.

23 Crediti Dianthus è stato ideato, realizzato e coordinato dal Cea Laguna di Nora. Hanno collaborato: Cristiano Cuzzeri, Alessandro Di Gregorio, Daniela Fadda, Anna Lacci, Luisa Ledda, Giovanni Lenti, Siriano Luccarini, Francesco Missoni, Giuseppe Ollano, Cati Schintu. Consulenti scientifici: Prof. Marco Apollonio (Università di Sassari), Prof. Gianluigi Bacchetta (Università di Cagliari), Prof. Felice Di Gregorio (Università di Cagliari), Prof. Fabio Parascandolo (Università di Cagliari). Un ringraziamento particolare va a Anna Lacci che ha dato un contributo essenziale nellideazione e nella realizzazione di Dianthus. Dianthus è un progetto voluto e finanziato dal GAL Sulcis Iglesiente nellambito dellIniziativa Comunitaria Leader+.


Scaricare ppt "Finanziato dal GAL SULCIS IGLESIENTE DIANTHUS, una ricerca per il territorio Obiettivi La creazione di strumenti (censimenti di strutture; documenti; azioni."

Presentazioni simili


Annunci Google