La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Consulenza e Formazione per il Food Retail di GIUSEPPE RINELLI

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Consulenza e Formazione per il Food Retail di GIUSEPPE RINELLI"— Transcript della presentazione:

1 Consulenza e Formazione per il Food Retail di GIUSEPPE RINELLI

2 FASE ANALITICA ( analisi di fattibilità e geomarketing ) FASE CONCETTUALE ( ideazione concept e replicabilità del format ) FASE PROGETTUALE ( affiancamento – food hunting – sviluppo menù – manuale delle procedure ) FASE ESECUTIVA ( ricerca del personale – formazione – controllo qualità – dinamiche di servizio – consulenza direzionale – correzione criticità – produttività ) Copryright 2013 Food Experience Consulting

3 PERCHE METTERSI IN PROPRIO! La motivazione al lavoro può essere vista come uno degli aspetti fondamentali Per raggiungere un certo equilibrio nel campo professionale,essa infatti è Strettamente legata alla PASSIONE. Chi non si sente a proprio agio sul posto di lavoro o ha la percezione di essere costretto ad assumere un ruolo a lui non consono,potrebbe infine domandarsi se lavorare da dipendente, significhi Lasciare affogare i propri talenti e mettere a tacere le proprie passioni.Il talento e la passione sono il cuore di unattività. Copryright 2013 Food Experience Consulting

4 Nessuno dovrebbe guadagnarsi da vivere facendo ciò che non si ama,lincoerenza crea una delle fonti più grandi dellinfelicità umana. Quando si è assunti,stiamo affittando il Nostro tempo, il Nostro intelletto per uno stipendio. Un imprendi tore mette la sua mente a lavorare per lui e non sogna di affittarla ad altri,perché ne ha bisogno,è la sua cassaforte. Ma a volte ciò non accade: manca una Formazione Mentale ed una Educazione Finanziaria!!! La condizione numero uno per il Successo è: appassionarti a ciò che fai e allora,solo allora il Mondo si appassionerà a te! Copryright 2013 Food Experience Consulting

5 Una delle Menti più brillanti del Secolo scorso… Non possiamo pretendere il cambiamento se facciamo sempre le stesse cose. La crisi è la migliore benedizione,perché fa nascere scoperte, inventiva e grandi strategie. Copryright 2013 Food Experience Consulting

6 Il Successo Economico non dipende tanto dal veicolo quanto dal saperlo guidare ! Essere imprenditori non significa guadagnare più soldi rispetto ad un dipendente, è solo una conseguenza del fatto che ha sviluppato un Lavoro che ama,che svolge con passione. Ha la capacità di organizzare il suo lavoro e quello degli altri, sapendo di affrontare dei rischi propri legati Allimpresa. Unidea imprenditoriale può nascere da molte cose: hobby o Interessi coltivati; dallesperienza maturata da lavoratore dipendente; da un prodotto che può essere interessante ad un certo numero di persone. La materia prima della vita è il TEMPO! Il tuo tempo è la maggior ricchezza E non dovresti venderlo o affittarlo ad altri, ma INVESTIRLO PER TE!!! Puoi risparmiare denaro, ma non il tempo! Questo serve nella Formazione alla tua impresa ed alla tua Educazione Finanziaria. Copryright 2013 Food Experience Consulting

7 LINIZIO DI UN PERCORSO Lidea imprenditoriale rappresenta linizio Di un percorso. Ma bisogna verificare se ci sono Delle condizioni che diano la possibilità di realizzare il progetto. Copryright 2013 Food Experience Consulting

8 Che cosè il business plan? Copryright 2013 Food Experience Consulting

9 Che cosè la strategia? (1) Copryright 2013 Food Experience Consulting

10 Che cosè la strategia? (2) Copryright 2013 Food Experience Consulting

11 Che cosè la strategia? (3) Copryright 2013 Food Experience Consulting

12 Che cosè la strategia? (4) Per conseguire un vantaggio competitivo limpresa ha due possibilità: leadership di costo leadership di differenziazione Copryright 2013 Food Experience Consulting

13 Che cosè la strategia? (5) Copryright 2013 Food Experience Consulting

14 Che cosè la strategia? (6) Copryright 2013 Food Experience Consulting

15 Che cosè la strategia? (8) – La strategia si compone di due momenti fondamentali: La creazione Limplementazione Copryright 2013 Food Experience Consulting

16 Che cosè la strategia? (11) Visione Missione Definizione e analisi strategica Pianificazione strategica Esecuzione e tattica di azione Copryright 2013 Food Experience Consulting

17 Strategia del Food Design e Retail Cocktails Bar/Ristoranti/Pizzerie Copryright 2013 Food Experience Consulting

18

19 Come nella moda anche nella ristorazione ci sono realtà che crescono e si distinguono dalla massa dei Multibrand. I SEGRETI? Formule originali, identità italiana, qualità degli ingredienti e formazione adeguata. La crisi è un selezionatore spietato,ma anche estremamente razionale: colpisce i deboli e crea opportunità per i più forti. A fronte di punti vendita che si apprestano a chiudere o lhanno già fatto ( fonte FIPE -55% degli associati e un saldo negativo di tra aperture e chiusure nel 2012/2013),ci sono gruppi di ristorazione che investono,si potenziano e si espandono oltre confine. Laspetto fondamentale di alcuni Brand è che sono stati strutturati come FORMAT: devono essere replicabili in piazze strategiche di mercato. IL MONDO A FAME DI PRODOTTI ITALIANI Copryright 2013 Food Experience Consulting La Food Experience applicata

20 IL FUTURO DEGLI SPAZI DEL RETAIL ALIMENTARE È GIÀ INIZIATO ED È A DISPOSIZIONE DI TUTTI. BISOGNA COMPRENDERNE IL LINGUAGGIO! MOLTI SCENARI SONO IN CONTINUA EVOLUZIONE,UNA VOLTA INDIVIDUATI VENGONO SUBITO RIDEFINITI. OGGI IL PUBBLICO,I CONSUMATORI,I CLIENTI DEI NEGOZI, SONO SEMPRE PIÙ ESIGENTI,ATTENTI,PREPARATI E CRITICI NEI CONFRONTI DI CIÒ CHE SI CONSUMA. IN UN LOCALE SI CERCA IL NUOVO E NON PIÙ PUNTI DI RIFERIMENTO ABITUALI,PAROLA DORDINE: INNOVAZIONE E IBRIDAZIONE. LESEMPIO È LENTERTAINMENT DEI COCKTAIL BAR INTESO COME GIOCHI DI ESPERIENZA CHE SI PERCEPISCONO E SI VIVONO ALLINTERNO DEL LOCALE. DEVONO EVOCARE EMOZIONE – DESIGN – ESTETICA,QUINDI SI CREA UNO SHARING,UNA MESCOLANZA UNA EXPERIENCE SENSORIALE COME AVVIENE PER GLI SHOW COOKING. ORA È IL PRODOTTO CHE SI METTE AL CENTRO DELLATTENZIONE PER AUMENTARE LA QUALITÀ PERCEPITA,PRESTARE ATTENZIONE AGLI ARREDI,AL LAYOUT DEL LOCALE,PERCHÉ SONO SPAZI CHE PRODUCONO REDDITO PRESENTANDO UNA CERTA VERSATILITÀ DIURNA CHE SERALE. IL LOCALE DEVE VENDERE ESPERIENZA:DA SPAZI PURAMENTE FUNZIONALI DEL CIBO A SPAZI CHE HANNO VALENZA EMOZIONALE,CHE CREANO LUOGHI CULTURALMENTE RELAZIONALI. CONCEPT= LOCALE – PRODOTTO – SERVIZIO = EXPERIENCE Copryright 2013 Food Experience Consulting

21 I BAR LOUNGE,ART CAFE, ETHNO BAR,SHOW RESTAURANT,sono stati caratterizzati dallo sviluppo di CONCEPT distintivi che contrastano la precedente generalità. Quindi Bisogna ideare e vendere un CONCETTO commerciale! Oggi Il cliente entra nel locale per vedere,esplorare,scegliere,Creare,vivere unesperienza. Prima era il cliente al centro dellattenzione: Oggi è il PRODOTTO Ci serve per aumentare la qualità percepita dei nostri prodotti,quindi: VENDITA EMOZIONALE

22 Copryright 2013 Food Experience Consulting

23 Le persone hanno incominciato a scegliere i locali secondo un criterio di specializzazione della proposta gastronomica offerta,dallesperienza fornita,dallinterior design. Il solo progettare non basta più! Bisogna innovare,concepire i locali, ipotizzare la replicabilità dei format. Particolarmente significativo è lesempio delle pizzerie e panetterie. Nata per essere consumata per strada,ha trovato casa in ambienti esteticamente molto Semplici,pittoreschi,caratterizzati da un servizio sbrigativo e da menù identici. Stanno nascendo locali di gusto ed estetica completamente diversi. Ambienti di design ed atmosfera che prevedono un costante intervento creativo e progettuale,arredati con un impatto visivo e scenografico,spesso multifunzionali. Sono in grado di veicolare VISTA-UDITO-GUSTO in unesperienza capace di comunicare emozioni.

24 Copryright 2013 Food Experience Consulting

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35 FORMULA / PRODOTTO Copryright 2013 Food Experience Consulting I locali serali giocano un ruolo fondamentale,perché come autentici laboratori di Sperimentazione e di lancio di stili di progettazione e design, sono considerati Luoghi di Tendenza. I momenti di consumo vengono intesi non solo come la soddisfazione di unesigenza o di un bisogno, ma come unesperienza coinvolgente. Un locale di Ristorazione/Pizzeria può essere concepito come specialista di FORMULA/PRODOTTO oppure seguire una logica di polifunzionalità. Non esistono scelte perfette: ma scelte individuali legate alla storia ed alle ambizioni Imprenditoriali.

36 FLUTTUAZIONE CULTURALE DEL PROGETTO Copryright 2013 Food Experience Consulting Il Design degli interni va sempre sconfinando su nuovi scenari ma in sintonia con altri ambiti disciplinari. Non esiste più la figura dellarchitetto che fa tutto! Vi è uno scambio Consulenziale di codici ben definiti: Quindi chi PROGETTA-VENDE-GUARDA deve vivere uno spazio ed unesperienza. Il Design degli interni va sempre sconfinando su nuovi scenari ma in sintonia con altri ambiti disciplinari. Non esiste più la figura dellarchitetto che fa tutto! Vi è uno scambio Consulenziale di codici ben definiti: Quindi chi PROGETTA-VENDE-GUARDA deve vivere uno spazio ed unesperienza.

37 Copryright 2013 Food Experience Consulting

38

39

40

41

42

43

44

45

46

47

48

49 Charles Darwin diceva che non è la specie più forte a sopravvivere e nemmeno quella più intelligente, ma la specie che risponde meglio al cambiamento. Le esigenze dei clienti, infatti, sono sempre in evoluzione e per garantire una qualità costante è fondamentale sapersi migliorare continuamente. Lo strumento più potente per farlo è la formazione. Un unattività, per poter crescere non deve mai smettere di imparare, di evolversi è diventata unesigenza sempre più urgente per qualsiasi impresa che si confronti con il mercato. Primo mito da sfatare: la formazione non è un lusso. Esattamente come lacquisto di unattrezzatura o di un arredo, un corso è un investimento, e uno dei migliori che possiate fare. I risultati? Garantiti, anche sul piano economico, e già a medio termine.

50 GRAZIE PER LATTENZIONE Giuseppe Rinelli Giuseppe Rinelli Food Retail Consulting Food Retail Consulting Htpp://foodretailexperience.wordpress.com Htpp://foodretailexperience.wordpress.com Promuovi e sviluppa il tuo INDIPENDENCE DAY® Promuovi e sviluppa il tuo INDIPENDENCE DAY® Giuseppe Rinelli Giuseppe Rinelli Food Retail Consulting Food Retail Consulting Htpp://foodretailexperience.wordpress.com Htpp://foodretailexperience.wordpress.com Promuovi e sviluppa il tuo INDIPENDENCE DAY® Promuovi e sviluppa il tuo INDIPENDENCE DAY® Copryright 2013 Food Experience Consulting


Scaricare ppt "Consulenza e Formazione per il Food Retail di GIUSEPPE RINELLI"

Presentazioni simili


Annunci Google