La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Psichiatria senza frontiere? Unesperienza di ricerca in psichiatria ed etnopsichiatria in Kenya Dott. Jean-Louis Aillon Referente scientifico: Prof. Giuseppe.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Psichiatria senza frontiere? Unesperienza di ricerca in psichiatria ed etnopsichiatria in Kenya Dott. Jean-Louis Aillon Referente scientifico: Prof. Giuseppe."— Transcript della presentazione:

1 Psichiatria senza frontiere? Unesperienza di ricerca in psichiatria ed etnopsichiatria in Kenya Dott. Jean-Louis Aillon Referente scientifico: Prof. Giuseppe Maina Servizio per i Disturbi Depressivi e dAnsia, UniTO

2 1)Psichiatria nei paesi in via di sviluppo 2) Etnopsichiatria: uno sguardo antropologico

3 1) PSICHIATRIA NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO

4 Lincredibile storia di Gregoire Associazione S. Camillo di Bouaké Costa dAvorio Benin

5

6

7 Lincredibile storia di Gregoire Associazione S. Camillo di Bouaké Costa dAvorio

8

9

10

11 La punta delliceberg

12 La patologia della normalità: la depressione Disturbi mentali: 12% carico di malattia in paesi a basso e medio reddito Kenya: 1/3 durante la propria vita Depressione Maggiore di Hiv, tubercolosi e Malaria! stigma

13 Disturbo Post traumatico da Stress Violenze post-elettorali in Kenya (2008)

14 In Kenya Mancanza di strutture e di psichiatri Kenya: 34 mln di persone & 68 psichiatri Investimenti: <1% budget di salute pubblica

15 Trials clinici: Interventi efficaci a prezzi accessibili, fattibili localmente in comunità e nel contesto delle cure primarie. Alta % di guarigione. Costo-efficacia: beneficio economico per intera società! WHO: integrazione salute mentale nelle cure primarie. Purtroppo i limitati dati scientifici basati sullevidenza hanno impedito ogni sforzo per sviluppare tali servizi. Patel V. Br Med Bull. 2007; Mental health in low- and middle-income countries

16 LAfrican Mental Health Foundation Our dream is the provision of appropriate, accessible, affordable and available mental health services to all people regardless of their socio-cultural economic status, with the focus on the mental health of the individual from the family level within the community. We intend to do this through evidence-based advocacy supported by research to inform practice and policy. We welcome you to join us, share and be part of our dream.!

17 Progetto di ricerca al Neema Hospital

18 Materiali e Metodi -Random selection of ordinary outpatients during 2 months (n. 300) -Written consent -Administration of 2 questionnaires by the author and 2 social researchers: 1) Mini International Neuropsychiatric Interview Version (DSM-IV) 2) Questionnaire about traditional believes and mental/physical illness English Kiswahili

19 Il team per la raccolta dati

20 Mini International Neuropsychiatric Interview Version (DSM-IV) Y. Lecrubier, E. Weiller, T. Hergueta, P. Amorim, L.I. Bonora, J.P.Lépine. Hôpital de la Salpétrière - Paris - FRANCE. 20 Disturbi Psichiatrici Major Depressive Episode Current and past Dysthymia current Suicide risk current Hypomanic episode current and past Manic episode current and past Panic Disorder lifetime and current Panic Limited syntoms attack lifetime Panic Disorder with Agoraphobia Current Agoraphobia without panic disorder Current Social phobia Current Obsessive compulsive disorder current Post traumatic Stress Disorder Current Alcohol dependence Current Alcohol abuse Current Drug (s) dependence Current Drug(s) abuse current Psychotic syndrome current psychotic syndrome lifetime Mood disorder with psychotic features current Anorexia Nervosa current Bulimia Nervosa current Generalized Anxiety disoder current Antisocial personality Disorder lifetime Somatization Disorder Current Hyphocondriasis Current Pain Disorder Current Pain Disorder associated with psychological factors Current Pain Disorder associated with psychological factors and general medical condition Current

21 RISULTATI Prevalenza dei Disturbi Psichiatrici Almeno una diagnosi di Disturbo Psichiatrico: ,3% Disturbo Depressivo Maggiore: 79 26,3% *We exclude Agoraphobia, social fobia, antisocial personality, acute and chronic pain disorder associated with medical factor, Acute pain disorder associated with psychological factors.

22 Depression how long? (n.44): 18,6 ± 33,9 months Pain how long? (n.21): 29,2 ± 35,9 months

23

24 Formazione evidence-based del personale Riconoscere e trattare a livello base i principali disturbi psichiatrici Linee guida per trattamento Collaborazione con psicologi locali: counselling

25 Sito: psichiatri senza frontiere La mia esperienza Limportanza della psichiatria nei paesi in via di sviluppo Materiali per formazione Contatti utili

26 2)ETNOPSICHIATRI A

27 Limiti dello studio -Non validazione culturale del MINI- plus e del DSM-IV -Monocentrico -Bias: più donne Imponiamo il nostro modello occidentale? Queste persone, i missionari, distruggono la gioia di vivere degli indigeni; distruggono la loro psicologica raison dètre. E quello che danno è assai meno di quello che hanno gli indigeni. Essi combattono costantemente e senza pietà contro tutto quello che è antico e creano nuovi bisogni, sia materiali che morali. Che ciò sia danno penso è evidente. Bronislav Malinowski Sono gli psichiatri a proseguire quel lavoro di conversione che fù svolto nelle colonie dai missionari Ian Hacking

28 Come varia la malattia mentale da una cultura allaltra? Presentazione: sintomi es. depressione Patologie: -Culture bound sindrome: Koro, Anoressia -Isteria: Grande crisi isterica Isteria collettiva psichiatria transculturale sintomi somatici vermi, insetti nel cervello vertigini, svenimento, perdita di memoria idee paranoidi, irritabilità L. Nakalawa, Demon attack disease: a case report of mass hysteria after mass trauma in a primary school in Uganda, Afr. J TRaumatic Stress, 2010 pseudo-evoluzionismo?

29 Normalità vs Anormalità/Patologia dipende anche dal contesto culturale! ex. Trance da possessione Allucinazioni uditive Deliri sociale religioso storico economico politico es. colonialismo: Traduzioni di conflitti sociali o attitudini religiose in equivalenti psicopatologoche. Africano rivendicativo, perseverant, ripetitivo

30 Culture Gruppi etnici in Kenya Kenya: 42 gruppi etnici (tribù) Bantu: Kikuyu Luhya, Kamba Nilotici: Luo, Masai, Kalenjin, Turkana, Suk Cusciti: nomadi somali, Borana, Orma

31 Etnopsichiatria Si occupa di studiare i disturbi e le sindromi psichiatriche tenendo conto sia dello specifico contesto culturale in cui si manifestano, sia del gruppo etnico di provenienza o di appartenenza del paziente. In particolare, essa è la disciplina che mette in risalto la specificità di certi disturbi strettamente collegati all'ambiente culturale di insorgenza e non riducibili a categorie psichiatriche universalmente riconosciute o condivise.gruppo etnico Letnopsichiatria ha una relativa scarsa preocuppazione per la comparazione fra quadri clinici descritti in altri paesi o dalla psichiatria occidentale, privilegia unanalisi interdisciplinare dove più saperi interagiscono fra loro (lantropologia, la psichiatria, la psicoanalisi, lellenistica, la storia delle religioni) ed indaga le connessioni fra cultura, malattia e cura allinterno di un particolare contesto culturale, sociale, religioso, storico, economico e politico. Roberto Beneduce

32 La spiritualità Africana Il mondo spirituale dellafricano (mi rendo conto del carattere riduttivo di questa affermazione) è ricco e complesso, e la sua vita interiore è permeata da una profonda religiosità. Lafricano crede allesistenza di 3 mondi diversi, collegati uno allaltro, a cui capo sta lessere supremo, Dio. Ryszard Kapuscinski 1)Realtà: Mondo che ci circonda 2)Mondo degli antenati: non morti del tutto (possono prendere parte a vita reale) 3)Regno degli spiriti: autonomi indipendenti e al contempo presenti in ogni soggetto, ovunque e in ogni cosa RELIGIONE CRISTIANA

33 Questionario sulle credenze tradizionali africane I a) In your opinion what could be the cause of your mental problems? I b) In your opinion what could be the cause of mental problems? II) Do you think that your physical illness is caused by a)a jini b)wicthcraft c)a spirit d)the evil e)curse f)ancestral curse g)badluck in all your life h)bad omen on the family i)someone looked you with bad eyes III a) Do you think that your mental illness is caused by: III b) Do you think that mental illness is caused by:

34 II b) If yes, What is the reason of that? II c) What will you do to resolve this problem? a)Pray b)Speak with a priest, a pastor, a muezzin, ………………… c)Speak with friends, with the family or with the elders d)Go to a Faith Healer e)Go to a Traditional Healer f)Go to a Muganga (witch doctor) g)Do a sacrifice h)Go to a professional mental health consultant

35 Prevalenza delle credenze tradizionali nella malattia fisica e mentale a)a jini b)witchcraft c)a spirit d)the evil e) curse f) ancestral curse g) badluck in all your life h) bad omen on the family i) someone looked you with bad eye

36

37

38 Malattia mentale e gruppi etnici

39 Ricadute sulla clinica? Formazione del personale: approccio olistico Collaborazione con Traditional Healers

40 Fattori socio-economici Determinanti sociali della malattia mentale: -Povertà -Basso livello di istruzione -Esclusione sociale -Svantaggio di genere -Conflitti e disastri -Problemi di salute pubblica (es. salute materno infantile, HIV) Malattia Mentale Patel V. Br Med Bull. 2007; Mental health in low- and middle-income countries

41 Malattia mentale e baraccopoli p= 0,047 p= 1,00p= 0,50 Differenza significativa solo per rischio suicidario

42 What do you think is the cause of your mental illness? Top Ten Percezione del Malato Mentale

43 What do you think is the cause of mental illness? Top Ten Percezione della popolazione generale

44 Il colonialismo moderno: leconomia di mercato… Voi avete gli orologi, noi abbiamo il tempo. arretratezza + capitalismo: capitalismo selvaggio senza contrappesi

45

46 Rapida trasformazione Distruzione della cultura Competizione Accellerazione dei ritmi Famiglia/socialità allargata vs individualismo Mercato vs baratto-logica del dono Leconomia dominante, con laiuto delle istituzioni di Bretton Woods, ha distrutto il loro modo di vita ancestrale, soppresso i loro mezzi di sussitenza, per gettarli e ammassarli nelle bidonvilles e nelle periferie del terzo mondo, come aveva fatto con i proletari dei paesi occidentali. Soltanto, quelli, essa non li ha integrati nelleconomia industriale prospera. Sono i naufraghi dello sviluppo. Serge Latouche, Laltra Africa

47 La causa? L'economia, dominata dalla logica finanziaria, si comporta come un gigante che non è in grado di stare in equiibrio se non continuando a correre, ma così facendo schiaccia tutto ciò che incontra. W.Hoogendijk

48 20% dei più poveri : 2,3 1,4% 1960: 20% più ricchi 70% dei redditi 1990: 83% Non si può porre fine allo scandalo della miseria e dell'indigenza aumentando la potenza della macchina creata per produrre beni e prodotti materiali,poichè è questa macchina in quanto tale che produce sistematicamente miseria M. Rahnem a

49 Il paradosso: la Depressione Possibile / Impossibile In uno scenario sociale dove non cè più norma perché tutto è possibile il nucleo depressivo origina da un senso di insufficienza per ciò che si potrebbe fare e non si è In grado di fare secondo le attese altrui, a partire dalle quali ciascuno misura il valore di se stesso Ansia, insonnia, depressione, in una parola alla fatica di essere se stessi inadeguatezza Umberto Galimberti, Lospite inquietante Limite nevrosi: conflitto lecito/non lecito 2030: 1 ° causa di carico di malattia nei paesi sviluppati (15% DALYs: disabilità)

50 Povertà materiale Povertà spirituale Africa Occidente Depressione La sofferenza psichica, quale che sia il suo nome o la sua interpretazione rivela un profilo sordo e ostinato; quello di critica implicita dellordine sociale, dei rapporti di forza e delle forme di violenza presenti in ogni contesto, in ogni cultura. Roberto Beneduce, Etnopsichiatria

51 Cambiare noi stessi cambiare la nostra società mondo intero Soluzione: Decrescita La necessità di un cambiamento dell'uomo non costituisce soltanto un'esigenza etica e religiosa, non è frutto unicamente di un'aspirazione psicologica derivante dalla natura patogena del nostro attuale carattere sociale, ma è anche la condizione per la mera sopravvivenza della specie umana. Il vivere bene non rappresenta ormai più da un pezzo la soddisfazione semplicemente di un'esigenza di carattere etico o religioso: per la prima volta nella storia, "la sopravvivenza fisica della specie umana dipende dalla radicale trasformazione del cuore umano". D'altro canto, una trasformazione del cuore umano è possibile solo a patto che si verifichino mutamenti economici e sociali di drastica entità, tali da offrire al cuore umano l'occasione per mutare e il coraggio e l'ampiezza di prospettive necessari per farlo. Erich Fromm, Essere o Avere Imparare dallAfricaApproccio maturo alla Cooperazione

52 God give me the courage to change the things that I can change, the serenity to accept the things I cannot change and the wisdom to know the difference David. M. Ndetei Asante sana for your attention


Scaricare ppt "Psichiatria senza frontiere? Unesperienza di ricerca in psichiatria ed etnopsichiatria in Kenya Dott. Jean-Louis Aillon Referente scientifico: Prof. Giuseppe."

Presentazioni simili


Annunci Google