La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Strada delle professioni: Verso il futuro senza dimenticare il passato Alberto Cybo-Ottone Liceo Manara Roma, 9 Aprile 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Strada delle professioni: Verso il futuro senza dimenticare il passato Alberto Cybo-Ottone Liceo Manara Roma, 9 Aprile 2013."— Transcript della presentazione:

1 La Strada delle professioni: Verso il futuro senza dimenticare il passato Alberto Cybo-Ottone Liceo Manara Roma, 9 Aprile 2013

2 1.Il passato e gli elementi di continuità 2.Il futuro: una mappa delle strade da percorrere 3.Le professioni ed il mercato del lavoro La Strada delle professioni: Verso il futuro senza dimenticare il passato

3 1.Il passato e gli elementi di continuità 2.Il futuro: una mappa delle strade da percorrere 3.Le professioni ed il mercato del lavoro La Strada delle professioni: Verso il futuro senza dimenticare il passato

4 · Per imparare una professione, o in genere una attività artigianale di qualità, ci vogliono sempre 10 anni. Il sociologo Sennet ha scritto pagine bellissime su questo. · La professione è sempre una missione, come diceva – credo – Max Weber. La dimensione etica della professione è forse oggi ancora più importante nel passato (sia per limpatto del progresso tecnologico – ad es. nel settore medico, che per la maggiore facilità a sfuggire alla regolamentazione nelleconomia moderna. Consiglio il magnifico libro di Roger Abravanel e Luca dAgnese intitolato «Regole», il cui messaggio chiave è che : - tutti gli italiani devono sviluppare le regole giuste e rispettarle per rilanciare il paese – Questa affermazione è ancora più importante per le professioni, che per loro natura richiedono delle buone regole. La Strada delle professioni: 1. Il passato e gli elementi di continuità

5 La Strada delle professioni: 1. Il passato e gli elementi di continuità I valori di molte professioni vengono dallepoca classica. Alcuni esempi: Pensiamo al ruolo mai appannato del giuramento di Ippocrate per i medici. Alla necessità di riscoprire una disciplina classica come la Retorica, e non solo per gli avvocati, come a suo tempo indicato dal giurista e filosofo Chaim Perelman. Alla riscoperta delleuristica, di un sapere basato sulla pratica e sullinduzione, dellarte rispetto alla scienza che potete trovare nello splendido lavoro intitolato Anti fragility del filosofo ed ex trader Nassim Taleb. Alla discussione in chiave contemporanea della continua attualità delle virtù classiche della VERITA (vale per tutti), della BELLEZZA (qui penso a tutti i progettisti, che sono lanima «artistica» delle libere professioni), e della BONTA (sempre da mettere in relazione con la giustizia), che troviamo in un lavoro dello stesso titolo dello psicologo Howard Gardner, ma già echeggiate nello splendido Prospettive economiche per i nostri nipoti, scritto da J.M. Keynes nel 1930, e contenente le sue previsioni per il 2030, che si avvicina.

6 1.Il passato e gli elementi di continuità 2.Il futuro: una mappa delle strade da percorrere 3.Le professioni ed il mercato del lavoro La Strada delle professioni: Verso il futuro senza dimenticare il passato

7 La Strada delle professioni: 2. Il futuro: una mappa delle strade da percorrere · La regolamentazione delle professioni · Lorganizzazione dellattività professionale · Le professioni ed i trend dellautomazione e della globalizzazione

8 La Strada delle professioni: La regolamentazione (I) Un tema caldo è quello del ruolo degli ordini professionali. Molti miei colleghi economisti predicano lidea della completa liberalizzazione. La mia posizione è molto più sfumata, ed inoltre la mia esperienza personale è legata al settore dei servizi finanziari, un settore in un certo senso periferico rispetto agli ambiti di competenza delle libere professioni. Vorrei comunque lasciare qualche spunto, magari per la discussione. Il tema di fondo è che è necessario trovare, caso per caso, un equilibrio tra libera concorrenza e regolamentazione della singola professione.

9 La Strada delle professioni: Alcuni problemi aperti Come ottenere una regolazione dellentrata? albo profes- sionale e/o numero chiuso in università ? (medicina/archittettura) Come impostare i tirocini professionali: anche luniversità e le aziende hanno un ruolo per formare le soft skills Come garantire una sufficiente specializzazione professionale: in molti settori gli «albi» sono molto specialistici, e non possiamo dimenticare che il progresso tecnologico porta alla nascita di sempre nuove professioni In tema di regole di comportamento, letica professionale è il tema dominante. In alcuni contesti, lautoregolamentazione non ha dato buoni frutti. Letica è anche legata al contesto del paese (corruzione, evasione fiscale, etc…)

10 La Strada delle professioni: Il caso dei servizi finanziari Qualche commento più personale sul caso dei servizi finanziari, che conosco per esperienza professionale (di ex regulator, preactitioneer nello sviluppo dei nuovi prodotti, docente e studioso… nei principali segmenti dei servizi finanziari (banche, assicurazioni, intermediazione mobiliare). In primo luogo nei servizi finanziari abbiamo pochi esempi di professioni liberali, direi lattuario ed il dottore commercialista sono quelli che vengono in mente, e sono molto importanti nel nostro tessuto di piccole aziende. Vi è stato però il bisogno di introdurre unabilitazione allesercizio di molte nuove attività professionali, dal promotore finanziario (uninvenzione italiana), allanalista finanziario, al risk manager. In genere leccesso è dato dal sostegno di un esame, spesso con uno standard internazionale (EFMA, CFA). Vi sono continue innovazioni, pensiamo al Fee Only Financial Planner (tra i 5 lavori più appetibili negli USA). Anche allUniversità si può operare migliorando la cerniera tra domanda ed offerta utilizzando gli spazi offerti dalla riforma. Un esempio sono i Master di primo livello alla fine della laurea triennale. La regola è innovazione, orientamento alla domanda, meritocrazia e buon placement degli studenti. Molto spesso si richiedono skills interdisciplinari (come economista mi sono trovato molto più spesso a dialograre tra avvocati ed ingegneri invece che con altri economisti, e non mi dispiace affatto).

11 Unaltra dimensione di crescente importanza riguarda lorganizzazione del lavoro dei professionisti, con la libera professione che essere organizzata almeno in tre differenti modalità. La prestazione a livello individuale: dalla semplice partita iva (spesso come afferma Di Vico, si tratta di lavori per un solo committente) Allentrata in una società di liberi professionisti (partnership). Qui rilevano le modalità dei percorsi di tirocinio per i giovani, che mirano a diventare soci, e monetizzare il proprio investimento professionale. Alla scelta del lavoro dipendente in azienda. E si pensi che quando una partnership, come ad esempio quelle attive nel settore della revisione o dellinformatica, si sono trasformate in SpA (spesso quotate), anche la tipologia di carriera ed il sistema di incentivi sono molto mutati. La Strada delle professioni: Libera professione, partnership o Spa?

12 Naturalmente questi sono aspetti molto micro, ed ogni professione ha la sua storia e le sue peculiarità, magari guardando qualche dato. Ciononostante il tema è comune a tutte, e sarebbe interessante un confronto con alcune professioni del terziario avanzato, la consulenza, linformatica ed il settore dei servizi finanziari. Inoltre, come osservato in molti interventi da Dario Di Vico, anche laspetto del welfare delle professioni, specie per le frange più deboli, è molto importante. La Strada delle professioni: Libera professione, partnership o Spa? (2)

13 La Strada delle professioni: Globalizzazione ed automazione Al riparo da robots e dalla globalizzazione? Le professioni sono un approdo sicuro? Si e no. Limpatto dellautomazione: la simbiosi uomo- macchina Limpatto della globalizzazione: le reti più importanti sono quelle che si costruiscono nelle megalopoli

14 Non si può non notare limpatto della crescente automatizzazione del lavoro intellettuale, dovuto al continuo ridursi del costo di elaborazione dei dati (Legge di Moore) che ci porta verso una simbiosi uomo-macchina, e che pone in realtà problemi ben più profondi, come si ricava ad esempio dai lavori del Prof. Brynjolffson dellMIT (ma si veda anche come un importante umanista, come il Prof. Shiavone, richiama lo stesso tema). Gli effetti già si vedono anche nelle professioni con il crescente uso di software specialistici (ad es. per il disegno assistito da computer, CAD, tra gli architetti e gli ingegneri civili, per luso di software di calcolo, come Matlab od Oracle, o luso crescente si sistemi esperti nelle professione legale. Nel settore medico, oltre ai software, sono sempre più importanti i robot (ed ai nanobot), pensiamo ad esempio alla microchirurgia La Strada delle professioni Limpatto dellautomazione

15 Fonte : Autor, La Strada delle professioni: Limpatto dellautomazione sul lavoro Job description Lavori di routine rules-based repetitive procedural Lavori astratti (professioni) abstract problem-solving mental flexibility Lavori manuali environmental adaptability interpersonal adaptability Esempi bookkeepers assembly line workers scientists attorneys managers doctors truck drivers security guards waiters maids/janitors Potenziale impatto dellautomazione completa sostituzione complementarità : dalla gara contro la macchina alla gara con la macchina limitata complementarità o sostituzione

16 1.Il passato e gli elementi di continuità 2.Il futuro: una mappa delle strade da percorrere 3.Le professioni ed il mercato del lavoro La Strada delle professioni: Verso il futuro senza dimenticare il passato

17 Vorrei concludere riportando alcune elaborazioni fatte sullappetibilità delle principali 200 mansioni negli Stati Uniti (1) Per ogni mansione sono stati rilevati gli stipendi, la qualità dellambiente lavorativo, il livello di stress fisico e mentale e le possibilità occupazionali. I settori di appartenenza e le tipologie di skill (professionals, tecnici, lavoratori manuali) sono stati da me codificati. In alcuni casi, possiamo parlare di professioni anche in assenza di un generico albo professionale (2) (1)http://www.careercast.com/jobs-rated/2012-ranking-200-jobs-best-worsthttp://www.careercast.com/jobs-rated/2012-ranking-200-jobs-best-worst (2)Il mio esempio personale. Quando sono diventato un economista? La Strada delle professioni: Le professioni ed il mercato del lavoro

18 La Strada delle professioni I migliori 20 lavori Legenda skills: P = Libera Professione, PX = attività soggetta ad albo professionale specifico, PP = Professione senza albo; T = Tecnico Fonte: ns elaborazioni su

19 La Strada delle professioni Settori, professionisti e tecnici Fonte: ns elaborazioni su 200-jobs-best-worst

20 La Strada delle professioni La domanda non incontra lofferta Fonte: ManpowerGroup, Survey ad un campione di 39 mila imprese mondiali, citato dall Economist The Great Mismatch: Special Report on the Future of Job, September 2011 NB: Più di un terzo dellenorme disoccupazione (in gran parte giovanile) che oggi osserviamo è dovuta al mancato incontro tra domanda ed offerta. Lunica professione menzionata è quella dellingegnere)

21 La Strada delle professioni (3) Qualche dato sullEuropa Source: Cedefop calculations, based on Eurostat, labour force survey

22 La Strada delle professioni: Le professioni ed il mercato del lavoro Le professioni tradizionali (medicina, legge, ingegneria) sono relativamente in buona salute, anche se in alcuni segmenti i tecnici sono sempre più un competitor diretto. Questo tende ad essere vero anche nel nostro paese (vedi rilevazioni le rilevazioni Istat sul mercato del lavoro dei laureati). Alcuni lavori di tipo strettamente manageriale hanno un ranking più basso a causa dello stress elevatissimo (ve ne sono comunque due tra i top 20). Almeno in uneconomia tecnologicamente avanzata come gli USA, molte professioni di tipo scientifico (e anche matematico-statistico) stanno crescendo in appetibilità, questo vale anche per alcuni lavori che richiedono skills di tipo relazionale / psicologico avanzato. Queste tendenze sono meno rimarcate nel nostro paese, sia rispetto agli USA che rispetto agli altri paesi Europei, anche se la città di Roma è al primo posto nellIndice di creatività del nostro paese (cfr. Florida/Tinagli, 2005). La dinamica della localizzazione del lavoro è sempre più critica. Nelleconomia del futuro le megalopoli e le località che creano innovazione faranno da magneti per la creazione di nuovi posti di lavoro. E importante sapere che i lavori più innovativi e ricercati portano a creazione di nuovo potere di acquisto, e fanno anche da volano per la nuova occupazione per i servizi locali, cui appartengono anche molte libere professioni, specie se esercitate su in forma di micro impresa.

23 R. Abravanel e L. DAgnese, (2010) Regole, Garzanti. D. Autor, (2007). The polarization of the U.S. labor market: evidence, explanations and implications for higher education. Cambridge, MA: MIT Press, 2007 E. Brynjolfsson e A. McAfee, (2011) Race Against The Machine: How the Digital Revolution is Accelerating Innovation, Driving Productivity, and Irreversibly Transforming Employment and the Economy[Kindle Edition], D. Di Vico, (2010) Piccoli. La pancia del paese, Marsilio, 2010 The Economist The Great Mismatch: Special Report on the Future of Job, September 2011 H. Gardner, (2011) Verità, bellezza e bontà: educare alle virtù nel XX secolo, Feltrinelli J.M. Keynes, (1930) Prospettive economiche per i nostri nipoti Istat, (2012) I laureati ed il mondo del lavoro, C. Perelman, (1979) Il campo dell'argomentazione, Parma, Pratiche, A. Schiavone, (2007) Storia e destino, Einaudi. R. Sennet, (2008) Luomo artigiano, Feltrinelli. N. Taleb, (2012), Anti Fragile, Allen Lane I. Tinagli, R. Florida, (2005) LItalia nellera creativa, Creativity Group Europe Bibliografia


Scaricare ppt "La Strada delle professioni: Verso il futuro senza dimenticare il passato Alberto Cybo-Ottone Liceo Manara Roma, 9 Aprile 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google