La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Salvatore Cucchiara e Chiara Trovato* QUANDO LA DIAGNOSI DI CELIACHIA DIVENTA DIFFICILE: UN PERCORSO ATTRAVERSO CASI CLINICI SEMPLICI E COMPLICATI Dipartimento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Salvatore Cucchiara e Chiara Trovato* QUANDO LA DIAGNOSI DI CELIACHIA DIVENTA DIFFICILE: UN PERCORSO ATTRAVERSO CASI CLINICI SEMPLICI E COMPLICATI Dipartimento."— Transcript della presentazione:

1

2 Salvatore Cucchiara e Chiara Trovato* QUANDO LA DIAGNOSI DI CELIACHIA DIVENTA DIFFICILE: UN PERCORSO ATTRAVERSO CASI CLINICI SEMPLICI E COMPLICATI Dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria Infantile, Sapienza Università di Roma UOC di Gastroenterologia e Epatologia Pediatrica Policlinico Universitario Umberto I * Dottorando in Scienze Pediatriche Dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria Infantile, Sapienza Università di Roma UOC di Gastroenterologia e Epatologia Pediatrica Policlinico Universitario Umberto I * Dottorando in Scienze Pediatriche

3 Un viaggio lungo decenni: da Interlaken a Istanbul

4 ACTA PAEDIAT SCAND 59; ISSUE 4, PAGES 461–464, JULY 1970 DIAGNOSI (INTERLAKEN 69): 3 BIOPSIE DIAGNOSI (INTERLAKEN 69): 3 BIOPSIE Anormalità della mucosa digiunale a dieta con glutine Netto miglioramento della mucosa a dieta senza glutine Deterioramento della mucosa durante il challenge For the moment a patient with absent or almost absent villi (so-called subtotal villous atrophy), who shows definite improvement on a gluten-free diet, cannot be designated as having coeliac disease before he has been proved to normalize entirely (or almost so) on dietary treatment, not only clinically but also histologically, and subsequently to relapse after the reintroduction of gluten………

5 EMA IgA o tTG +vi Suscettiblità genetica DQ2 o DQ8 EMA IgA o tTG +vi Anormalità della mucosa intestinale Malattia celiaca classica Malattia celiaca atipica Malattia celiaca silente Malattia celiaca potenziale Individui sani Iceberg della celiachia

6 VARIANTE CLINICA IN CUI LA MALATTIA ESISTE MA NON SI È ANCORA MANIFESTATA: al momento della diagnosi vi è una mucosa intestinale normale in presenza di marcatori anticorpali positivi Malattia celiaca potenziale

7 GRADI DIFFERENTI DI DANNO DEL PICCOLO INTESTINO NELLA CELIACHIA a-b: villi normali e aumento abnorme di linfociti intraepiteliali (IEL); b: colorazione CD3 c-d: atrofia lieve/moderata di villi e incremento patologico di IEL e-f: atrofia totale di villi e incremento patologico di IEL

8 …..per bambini di età > 2 anni con sintomi suggestivi di malattia celiaca, con caratteristiche istologiche tipiche della celiachia, sierologia positiva e risposta clinica univoca dopo inizio della dieta senza glutine, la diagnosi può essere consideratadefinitiva, senza necessità di ulteriori endoscopie ……..in questi casi laggiunta di test sierologici positivi che ridiventano negativi dopo dieta senza glutine è un ulteriore supporto alla diagnosi….. …….vi è forte evidenza che il danno istologico della mucosa del piccolo intestino è patchy, e varia di severità…….. …….

9 …..sulla base della evidenza attualmente disponibile e di considerazioni pratiche, inclusi il costo relativamente basso, la facilità di effettuazione e la affidabilità, lanti-tTG2 è il test raccomandato per la valutazione iniziale……. …..anche se i test sierologici per MC sono negativi in bambini con diarrea cronica o ritardo di crescita una biopsia intestinale può essere utile per diagnosticare enteropatie celiachia che possono giustificare i sintomi……e per identificare casi inusuali (davvero inusuali) di MC sieronegativa Giardiasi Sprue collagenosica Immunodeficienza comune variabile Enteropatia autoimmune Enterite da radiazione Malattia di Whipple Tubercolosi Sprue tropicale Gastroenterite eosinofila Enteropatia da HIV Linfoma intestinale Sindrome di Zollinger Ellison Malattia di Crohn Intolleranze alimentari non al glutine (latte vaccino, soia, ….)

10 LINEE GUIDA SULLA MALATTIA CELIACA (MC) DEL BAMBINO. RACCOMANDAZIONI DEL NASPGHAN. J Pediatr Gastroenterol Nutr 2005;40:1-19 …..aumento dei linfociti intraepiteliali (> 40 linfociti/100 enterociti): marker di enteropatia da glutine più sensibile e precoce delle alterazioni strutturali dei villi (marker che scompare prima delle altre alterazioni a dieta senza glutine)…. SOGGETTO CON EMA E ANTI-tTG2 RIPETUTAMENTE +vi, ALTERAZIONI TIPO 1 (SOLTANTO AUMENTO DEI LINFOCITI INTRAEPITELIALI), HLA COMPATIBILE: DIAGNOSI DI MALATTIA CELIACA !! SOGGETTO CON EMA E ANTI-tTG2 –vi (NORMALI IgA SIERICHE), ALTERAZIONI TIPO 1 (SOLTANTO AUMENTO DEI LINFOCITI INTRAEPITELIALI): MALATTIA CELIACA IMPROBABILE (ALTRE CAUSE DI ENTEROPATIA)

11 HLA SI RACCOMANDA Tipizzazione di HLA-DQ2 e -DQ8 nei casi di diagnosi incerta di celiachia. Un risultato negativo rende altamente improbabile una diagnosi di celiachia Iniziare lo screening per celiachia in gruppi a rischio tipizzando per HLA-DQ2 e -DQ8

12 PERFORMANCE OF SEROLOGICAL MARKERS FOR CELIAC DISEASE

13

14 Istanbul 2010

15 DEFINIZIONE DI MALATTIA CELIACA: 2011 Malattia celiaca come malattia multisistemica (autoimmune ?) Stretta associazione con lHLA, e in generale più informazioni sulla genetica della malattia Riconoscimento della transglutaminasi tissutale come principale autoantigene associato alla celiachia Alta specificità dei test sierologici e correlazione tra titolo degli anticorpi anti-transglutaminasi tissutale e gravità del quadro istologico Ampio spettro di alterazioni istologiche, fino a lesioni minime (casi senza enteropatia ?)

16 Bambino/Adolescente con celiachia Anti-TG2 IgA & IgA sieriche* Anti-TG2 negativi Anti-TG2 positivi EGD & biopsie Marsh 0 -1 Marsh 2 or 3 EMA pos HLA neg * o in associazione a specifici test IgG CD+ GFD & F/u Considera false pos. anti-TG2 Considera falsi neg. HLA test, Considera biopsie No CD Considerare altre indagini se: Deficit di IgA - Età: < 2 anni Anamnesi: - scarsa assunzione di glutine - Farmaci immunosoppressivi - sintomi gravi - malattie associate Casi poco chiari - Considera: sierologia falsam. Positiva; biopsia falsament. Neg o celiachia potenziale; Rivalutazione sierologica, genetica, istologica EMA neg HLA pos Anti-TG2 <10 valori normali EMA neg HLA neg Non disponibile EMA & HLA DQ8/DQ2 EMA pos HLA pos INDIRIZZARE IL BAMBINO AL CENTRO DI GASTROENTEROLOGIA PEDIATRICA DI TERZO LIVELLO. CD+ GFD & F/U Anti-TG2 >10 v. normali

17 MECHANISMS OF GLUTEN SENSITIVITY END CELIAC DISEASE ?

18 Alcuni casi clinici

19 Giorgio, 9 mesi P:7,600 kg (5°C) H:70 cm (25 °C) Settembre 2012 Diarrea cronica, Calo ponderale Nessuna risposta a terapia empirica senza PLV Ottobre 2012 screening celiachia: EMA negativo, AGA IgG 80 UA/mL (v.n.< 50.0), AGA IgA 13 UA/mL (v.n.<15.0), anti-tTG 10 UA/mL (v.n. <16) E celiachia?? Novembre 2012 AGAD IgA 28 UA/mL (v.n.<10.0), AGAD IgG 78.5 UA/mL (v.n<10.0)

20 Dicembre 2012 (1 anno) EGDS con biopsia Marsh 2 Tipizzazione genomica HLA-DQ8 E celiachia!!! Take Home messages: Nei bambini con età < 2 anni il marker più sensibile e specifico è lanticorpo AGAD di classe IgG Barbato, M., Maiella, G., Di Camillo, C., Guida, S., Valitutti, F., Lastrucci, G., Mainiero, F., et al. (2011). The anti-deamidated gliadin peptide antibodies unmask celiac disease in small children with chronic diarrhoea. Digestive and Liver Disease, 43(6),

21 Marta, 4 aa P:16,3 Kg (50°C) H:100 cm (50°C) P/H: 50°C Giugno 2012 pallore, astenia, Hb 6.7 gr/dL. Ferritina 3 microgr/L (v.n ), RDW 16% Esegue 3 cicli di terapia marziale per o.s. Settembre 2012 Hb 7 gr/dL, Ferritina 5 microgr/L (v.n ), RDW 15.8 %

22 Ottobre 2012 Screening celiachia: Ottobre 2012 Screening celiachia: EMA positivo, Anti-tTg >100 UA/L (v.n. 100 UA/L (v.n. <16) presenza di aplotipo HLA-DQ2 presenza di aplotipo HLA-DQ2 EGDS con BIOPSIE SI o NO? Anemia manifestazione atipica della celiachia, pur sempre sintomatica Per tale motivo si potrebbe evitare, in questo specifico caso, di eseguire EGDS con biopsia intestinale Husby, S., Koletzko, S., Korponay-Szabó, I. R., Mearin, M. L., Phillips, A., Shamir, R., Troncone, R., et al. (2012). European Society for Pediatric Gastroenterology, Hepatology, and Nutrition Guidelines for the Diagnosis of Coeliac Disease. Journal of pediatric gastroenterology and nutrition, 54(1), 136–160.

23 Irene, 3 aa e 6/12 P:12,000 kg (<5°C)H: 91(<5°C) P/H: <5° Diarrea 4, 5 scariche/die di feci cremose mai sangue o muco Calo Ponderale persi circa 2 Kg nellultimo mese DAR presenti quotidianamente, talvolta notturni. Screening celiachia: Anti-tTg 16 UA/mL (v.n. <16.0), EMA assenti, AGA IgA 20 UA/mL (v.n.<15.0), AGA IgG 70UA/mL (v.n.<50.0), AGAD IgA 8 UA/mL (v.n. <10.0), AGAD IgG 6 UA/mL (v.n. <10.0)

24 EGDS con Biopsie duodenite aspecifica Tipizzazione genomica: assenza degli aplotipi HLA-DQ2 o HLA-DQ8 Celiachia? Buona risposta clinica e negativizzazione degli AGA a dieta SPLV, uovo e soia NO

25 Piero, 4 anni, P: 14 kg (10°), H: 101cm (25°-50°), anemia sideropenica e dolori addominali ricorrenti; anti-transglutaminasi IgA: 68 U/ml (valore cut-off <16 U/ml ); AGA IgA >100 U/ml (valore cut-off <16 U/ml); EmA positivo

26

27

28 1 biopsia bulbare: mucosa normale 4 biopsie duodenali: mucosa normale 2 biopsie digiunali: Marsh 3b ISTOLOGIA

29 Celiachia potenziale CELIACHIA POTENZIALE: presenza degli anticorpi, in assenza di enteropatia. Il paziente può avere sintomi o meno; lenteropatia può svilupparsi successivamente, ma potrebbe anche non svilupparsi mai.

30 Take home messages Il danno istologico della celiachia si presenta spesso a macchia di leopardo Necessario sempre campionamento multiplo (4+1) e corretto orientamento delle biopsie in corso di EGDS Esiste davvero la celiachia potenziale? Dieta sì o dieta no per i celiaci potenziali?

31 Thank you for your attention Yessss, finally over ! Thank you for your attention Yessss, finally over !


Scaricare ppt "Salvatore Cucchiara e Chiara Trovato* QUANDO LA DIAGNOSI DI CELIACHIA DIVENTA DIFFICILE: UN PERCORSO ATTRAVERSO CASI CLINICI SEMPLICI E COMPLICATI Dipartimento."

Presentazioni simili


Annunci Google