La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EMISSIONE FOCALIZZATA SCANNER A SPECCHIO ROTANTE Microabrasione controllata Detersione uniforme, indolore, esangue Rimodellamento connettivale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EMISSIONE FOCALIZZATA SCANNER A SPECCHIO ROTANTE Microabrasione controllata Detersione uniforme, indolore, esangue Rimodellamento connettivale."— Transcript della presentazione:

1 EMISSIONE FOCALIZZATA SCANNER A SPECCHIO ROTANTE Microabrasione controllata Detersione uniforme, indolore, esangue Rimodellamento connettivale

2 Traccia unellisse/giro; lellisse spostata manualmente riempie larea da trattare Vaporizza piccolissimi volumi di tessuto superficiale con scarsa diffusione del calore e quindi del danno termico alle zone circostanti ed in profondità Gli spot (0.3mmq) focalizzati, successivi non sono sovrapposti Lenergia applicata è minima ma è sufficiente ad incrementare il rimodellamento delle fibre connettivali Il risultato voluto dalloperatore è ottenuto in più spazzolamenti successivi senza raggiungere livelli di energia rischiosi per il tessuto SCANNER A SPECCHIO ROTANTE

3 FIGURA OVALE 20 giri/sec. focalizzati SCANNER A SPECCHIO ROTANTE

4 A) 1W cw defocalizzato x 1 sec B) 1W Scanner x 1 sec Con lo Scanner si evidenzia una distruzione controllata del derma reticolare superficiale ( micron.) ISTOLOGIA DEL TRATTAMENTO CON SCANNER

5 Dopo 7 gg (+ compressione) Dopo 30 gg (+ compressione) DETERSIONE LASER SCANNER

6 ULCUS

7 TRATTAMENTO FOTOTERMICO DETERSIONE STERILIZZAZIONE SCANNER Tempi reali!

8 METODO FOTODINAMICO (CROMOFORO ESOGENO) LASEmaR 808 DETERSIONE STERILIZZAZIONE SCANNER Tempi reali!

9 Pigmentazione emosiderinica postsclerosi persistente da oltre 6 mesi A 7 gg A 30 gg DERMOABRASIONE SCANNER LASER

10

11 Danneggiamento controllato degli strati superficiali epidermici (250 µm = derma reticolare medio-superficiale) seguito da restitutio ad integrum dello strato trattato con neoformazione di un vello di collagene rimodellante (I-III), per stimolazione fibroblastica ed aumento dellattività cheratinocitica epiteliale. Un danno più profondo lede gli apparati annessiali deputati alla riepitelizzazione verticale. RESURFACING DERMICO ABLATIVO 2 - Epidermizzazione Processo riparativo profondo, per apposizione di collagene di derivazione fibroblastica che sostituisce la perdita di sostanza e gli annessi cutanei. 1 - Epitelizzazione Guarigione rapida per migrazione di cheratinociti dai bordi e dal fondo, nel caso di ferite poco profonde - uniformi, con apparati annessiali indenni. FERITE SUPERFICIALI E PROFONDE

12 Derma papillare: Rosa Derma reticolare superficiale: Bianco-Grigio Derma reticolare medio: Camoscio Chiaro Derma reticolare profondo: Camoscio Scuro Lablazione fototermica controllata, epidermica superficiale si accompagna al riscaldamento dermico reticolare (70° C) con attivazione della sintesi di nuovo collagene dai fibroblasti. Consegue un rimodellamento e stiramento orizzontale del derma, con evidente miglioramento estetico dei solchi profondi del fotoinvecchiamento cutaneo. RESURFACING CODICE COLORE

13 ERITEMA 80 gg INFEZIONI 5% MIGLIA 40% RECIDIVA ACNE 18% IPERPIGMENTAZIONE 36% IPOPIGMENTAZIONE 16% SENSIBILIZZAZIONE HERPES CICATRICI IPERTROFICHE SINECHIE ECTROPION COMPLICANZE RESURFACING ABLATIVO

14 Risultati preliminari I Laser Diodici 808 nm, con e senza cromofori esogeni, confinando la termia (70°C) sotto la giunzione dermoepidermica stanno evidenziando il rimodellamento del collagene in un notevole numero di casi senza: Eritema Iperdiscromia di norma conseguenti allablazione, sia pur controllata, epidermica. RISURFACING DERMICO NON ABLATIVO


Scaricare ppt "EMISSIONE FOCALIZZATA SCANNER A SPECCHIO ROTANTE Microabrasione controllata Detersione uniforme, indolore, esangue Rimodellamento connettivale."

Presentazioni simili


Annunci Google