La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I giochi di simulazione della vita reale Per creare, immaginare, sperimentare e conoscere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I giochi di simulazione della vita reale Per creare, immaginare, sperimentare e conoscere."— Transcript della presentazione:

1 I giochi di simulazione della vita reale Per creare, immaginare, sperimentare e conoscere.

2 Il gioco La parola gioco richiama sempre i concetti di svago e divertimento, implica unatmosfera di distensione. Evoca unattività non soggetta a vincoli. Allo stesso tempo il gioco è un luogo danalisi, garantito dalla sua istituzione provvisoria, in cui vengono le idee mentre si gioca coi dati. Nel gioco luomo chiarisce il suo piano dazione perché mette in scena un senso e lo prova senza tragedia. In questo modo luomo arriva alla conoscenza. Così inteso il gioco è una necessità per tutti. Nel 900 il gioco è stato studiato da artisti, filosofi e studiosi proprio perché si è capito che il gioco è un essenziale fenomeno umano necessario quanto il riposo.

3 Alcuni studiosi si sono soffermati sulla teoria di gioco, altri si sono occupati della pratica di gioco. La teoria di gioco ha a che fare con lideazione. La pratica di gioco è una messa in atto, un assetto, è un po come una partita, si costruiscono le immagini di gioco. Il gioco è legato allimmagine, per questo è importante ricordare Giordano Bruno: il vero gioco sta nellunire i pezzi, dai frammenti si ottiene limmagine attraverso un nesso. La messa in gioco ripete e varia, articola modelli che sono immagini e figure, tratte dalla loro virtualità in azione grazie alla fantasia e allimmaginazione. Dunque il gioco ci mostra limportanza dellimmaginario.immagini di gioco

4 Unaltra considerazione da fare è che il gioco è un ipotesi, infatti, possiamo definire il gioco come una trasformazione del reale in una connessione ipotetica. Il gioco è uno spazio di riflessione in cui tutte le opinioni hanno un valore. Il gioco è quello spazio di libertà in cui si considera il mondo a modo proprio, senza ancora decidere strategie dazione.

5 Huizinga Tra i teorici del gioco Huizinga è colui che ritrova nel gioco le origini delle conquiste umane, anche la società nasce dal gioco, questo perché nella sicurezza della messa in parentesi del gioco, luomo pensa tutte le sue idee luminose, che poi diventano riti, scienze ed arti. Dal gioco quindi nascono le grandi attività originali della società umana. Il percorso del gioco rivela in Huizinga la modalità dellideazione e messa in prova grazie alla parentesi della realtà.

6 Il gioco crea una parentesi in cui mettere in atto le proprie idee senza la tragicità delle conseguenze, nascono cosi nuove forme di associazione sociale, ipotesi di lavoro ecc. Dunque Huizinga individua nel gioco quella modalità liberamente creatrice che è la scaturigine della forma elaborata della cultura. La cultura nelle sue forme originarie viene giocata, si sviluppa nel gioco e come gioco. Nel gioco nascono le costruzioni delluomo come originale e libera ricerca di regole funzionali. Le regole sono molto importanti, rifiutarle significa uscire dal gioco. È soprattutto per Huizinga che il gioco è un atto libero.

7 Limportanza delle regole viene sottolineata anche da Euvé, che nellopera Penser la création comme jeu, dice che il gioco è una metafora, crea un altro mondo formato da regole che sono fittizie ed ineluttabili. Fittizie ma mimano metaforicamente qualcosa: la strategia, la forza, lazzardo, la vertigine, tutte le caratteristiche della vita umana che il gioco approfondisce. Euvé

8 I giochi di simulazione Tra tutti i giochi quelli di simulazione, che fanno parte dei giochi di riflessione, sono quelli che riflettono meglio tutte queste caratteristiche del gioco. In particolare, i giochi di simulazione della vita reale permettono di creare un nostro mondo nel quale possiamo esercitare liberamente il nostro punto di vista.

9 Questi giochi sono formativi perché: Esercitano facoltà di attenzione e connessione degli elementi, stimolano linteresse alla ricostruzione di ambienti e nessi strategici. Permettono di elaborare strategie di lavoro, di comportamento sociale e simulare situazioni di vita pubblica e familiare. Dimostrano come lideazione sia un processo unitario in cui non manca lazione ma non manca nemmeno lidea di un progetto da realizzare attraverso azioni.

10 The sims Tra i giochi di simulazione della vita reale il più conosciuto e venduto al mondo è: The Sims creato da Will Wright. Questo è uno dei pochi giochi che non promette niente di sensazionale, anzi non si fa nulla che non si possa fare ogni giorno e forse è questo il segreto del suo incredibile successo. Il giocatore crea il suo mondo e agisce liberamente, prendendo le sue decisioni che comunque sono vincolate dalla struttura di regole che permettono lo svolgimento del gioco. Esistono molteplici versioni del gioco, mi soffermerò su tre di queste: The Sims, The Sims2 e lespansione The Sims2 – Funky business.

11 Nel primo The Sims il giocatore crea il suo personaggio ed è occupato soprattutto nel prendere le piccole decisioni della vita quotidiana( come arredare casa) e soddisfare i bisogni del personaggio (mangiare, dormire, ecc). Possiamo considerare questa prima versione del videogioco come uno spunto per riflettere sui costumi sociali.

12 Con The Sims 2 il giocatore può creare non solo una famiglia ma un intero quartiere. In questo modo è possibile studiare in maniera più approfondita i rapporti tra i membri di una comunità. In più, in questa versione del gioco, il giocatore è stimolato a prendere decisioni che possono influenzare la carriera lavorativa del Sim.

13 Infatti, il giocatore oltre a sviluppare le abilità del personaggio e a fargli fare delle amicizie ora può scegliere tra due alternative il modo in cui il proprio Sim può comportarsi in una data circostanza. Se si prende la decisione giusta il personaggio può essere promosso o acquistare punti di abilità. Se si prende la decisione sbagliata il Sim può essere licenziato, degradato, tenuto a risarcire i danni o perdere punti di abilità.

14 Con lespansione Funky business, il giocatore può dalla versione base entrare nel mondo lavorativo dei Sims. Con questa espansione, infatti, il giocatore può aiutare uno dei personaggi a gestire varie attività imprenditoriali, come una pasticceria, una galleria darte ecc oppure a iniziare una piccola attività casalinga come aprire un chiostro di limonate. Questa versione è stata adottata nel corso di economia e gestione dei servizi delluniversità cattolica del sacro cuore di Roma come un vero e proprio strumento didattico per: aiutare nellapprendimento, mettere in pratica le lezioni e verificare la capacità degli studenti di provare situazioni reali e affrontare imprevisti e problemi.

15 La simulazione stimola lattitudine al decision making e la propensione dello studente alla creatività, alliniziativa e al problem solving.

16 I giochi di simulazione e la mimicry I giochi di simulazione fanno parte dei giochi di mimicry. La mimicry è una delle categorie in cui Caillois divide il gioco. Le altre sono: lagon, lalea e lilinx. La mimicry è la capacità di imitare (gioco del teatro e dellarte), ci educa alla società.

17 Differenze tra facciamo che io ero…e i giochi di simulazione I giochi di simulazione sono giochi di mimicry perché prevale il farsi altro. Ci sono, però, delle differenze tra il classico gioco di mimicry, facciamo che io ero…e i giochi di simulazione. Nel facciamo che io ero…cè unimmedesimazione totale, chi gioca diventa un attore, interpreta un ruolo ed agisce in un certo modo. Cè quindi un coinvolgimento anche fisico.

18 Nei giochi di simulazione, invece, il coinvolgimento psicologico è molto forte ma manca quello fisico. Il personaggio creato dal giocatore agisce secondo la volontà di questo ultimo. Il giocatore, diventa un regista, e guarda le conseguenze del suo modo di pensare e agire. guida il personaggio

19 Pregi del gioco I giochi di simulazione, come tutte le versioni di The Sims: Responsabilizzano il giocatore che deve fare in modo di soddisfare i bisogni e le necessità del personaggio senza trascurare nessun aspetto della vita. Permettono di ricreare una personale esperienza di vita del giocatore che può sperimentare un diverso atteggiamento o un modo alternativo per risolvere un problema. Permettono al giocatore di inventare un nuovo se stesso grazie alla possibilità di creare personaggi che hanno caratteristiche fisiche e caratteriali diverse dalle sue. Questo gioco è indicato per quelle persone che vogliono mettere in prova nuove idee prima di passare allazione.

20 Difetti del gioco I giochi di simulazione però, presentano dei problemi: Dipendenza, il giocatore non riesce quasi a smettere di voler giocare. Il giocatore è cosi coinvolto emotivamente che quasi perde la capacità di separare la realtà dal mondo ludico. Questo accade soprattutto nei giocatori molto giovani che si attaccano eccessivamente al personaggio che li rappresenta. Il giocatore inizia a pretendere troppo dal gioco che è molto veritiero ma non riesce ancora a inserire in un unica versione tutte le esperienze e gli avvenimenti della vita di una persona dalla nascita alla morte.

21 Sconsiglio questo tipo di gioco a quelle persone che nella vita sono troppo apprensive e che calcolano ogni momento della giornata. Per loro il gioco si trasformerebbe da attività divertente e formativa in unaltra fonte di stress e preoccupazioni.

22 I giochi di simulazione e limmaginario Nonostante ciò il gioco di simulazione è il modo migliore per mettere alla prova la fantasia creatrice del giocatore. Questo perché avendo come caratteristica principale la mimicry, i giochi di simulazione permettono di sviluppare limmaginario. Il gioco essendo sempre una pratica di immagini, esplicitamente nella mimicry, che è un continuo iterare tra la loro formazione e la loro messa in opera, insegna la deframmentazione, per educare limmaginario, la capacità di ascoltare i riflessi delle corrispondenze e ordinarle in una forma.

23 I giochi di simulazione e la conoscenza I giochi di simulazione sono anche un utile strumento di conoscenza, perché attraverso un gioco di simulazione, come The Sims, si può avere la rappresentazione figurata del mondo che immaginiamo. È cosi possibile esaminare una situazione o osservare i processi di formazione delle relazioni. Nel gioco è quindi possibile attuare una forma di conoscenza, perché il gioco è la modalità dellio che immagina il suo punto di vista sul mondo, è una conoscenza rivolta al futuro.

24 Grazie a questo tipo di gioco, possiamo creare un mondo in cui conosciamo le cose come sono per noi e possiamo esercitare liberamente il nostro punto di vista. Il gioco diventa la strategia adeguata per una formazione estetica in cui si educa alla creatività attraverso le tecniche.

25 Giochi intelligenti Possiamo tranquillamente affermare che i giochi di simulazione come The Sims, The Sims 2 e The Sims 2- Funky business rientrano nel gruppo dei giochi intelligenti, ovvero quei giochi che: Presentano al loro interno una struttura letteraria, psicologica e logica ben organizzata attraverso lo sviluppo dellimmagine. Will Wright, infatti, ha elaborato una vera e propria teoria psicologica in forma ludica, basandosi sulle teorie della psicologia cognitiva, dellurbanistica e delle mappe mentali. Aggiungono alla formazione, linformazione. Sfidano a risolvere un problema attraverso il compimento di un percorso.

26 Possiamo concludere affermando che il gioco è indispensabile alluomo perché permette di arrivare alla conoscenza divertendosi e che i giochi di simulazione sono uno dei modi migliori per permettere a tutti di sviluppare le proprie capacità e limmaginario. Teresa Pergamo Matr. 545/1267


Scaricare ppt "I giochi di simulazione della vita reale Per creare, immaginare, sperimentare e conoscere."

Presentazioni simili


Annunci Google