La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ciclo di Elia 1Re 17-19 21 e 2Re 1-2 Presentazione di Elia: 1Re 17,1 Elia, il Tisbita, uno degli abitanti di Gàlaad, disse ad Acab: Per la vita del Signore,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ciclo di Elia 1Re 17-19 21 e 2Re 1-2 Presentazione di Elia: 1Re 17,1 Elia, il Tisbita, uno degli abitanti di Gàlaad, disse ad Acab: Per la vita del Signore,"— Transcript della presentazione:

1

2 Ciclo di Elia 1Re e 2Re 1-2

3 Presentazione di Elia: 1Re 17,1 Elia, il Tisbita, uno degli abitanti di Gàlaad, disse ad Acab: Per la vita del Signore, Dio di Israele, alla cui presenza io sto, in questi anni non ci sarà né rugiada né pioggia, se non quando lo dirò io. Elia Mio Dio è il Signore Tisbe di Galaad: Trasgiordania Interlocutore: Acab Messaggio profetico: maledizione - Dio vivente - Dio di Israele - Davanti al quale io sto: servo - Maledizione: Dt 28 - Sfida a Baal, dio della fecondità Elia Mio Dio è il Signore Tisbe di Galaad: Trasgiordania Interlocutore: Acab Messaggio profetico: maledizione - Dio vivente - Dio di Israele - Davanti al quale io sto: servo - Maledizione: Dt 28 - Sfida a Baal, dio della fecondità

4 Contesto storico: scontro tra Acab ed Elia Re Acab: Sposo di Gezabele Religione: Baal due poteri due funzioni due religioni

5 Sfida sul Carmelo: 1Re 18,20-40 Acab convocò tutti gli Israeliti e radunò i profeti sul monte Carmelo Luogo: monte Carmelo luogo di culto a Baal ma con un altare consacrato a Dio di Israele Attori: 450 profeti di Baal che mangiano alla mensa di Gezabele contro Elia Testimoni: tutto Israele e re, anche se poi scompare dalla scena

6 Monte Carmelo

7 Domanda di Elia: elettroshock Elia si avvicinò a tutto il popolo e disse: Fino a quando zoppicherete con i due piedi? Se il Signore è Dio, seguitelo! Se invece lo è Baal, seguite lui!. Il popolo non gli rispose nulla.

8 Sfida Elia aggiunse al popolo: Sono rimasto solo, come profeta del Signore, mentre i profeti di Baal sono quattrocentocinquanta. Dateci due giovenchi; essi se ne scelgano uno, lo squartino e lo pongano sulla legna senza appiccarvi il fuoco. Io preparerò laltro giovenco e lo porrò sulla legna senza appiccarvi il fuoco. Voi invocherete il nome del vostro dio e io invocherò quello del Signore. La divinità che risponderà concedendo il fuoco è Dio!. Tutto il popolo rispose: La proposta è buona!.

9 Opposizioni Elia da solo: Dio unico – 450 profeti: idoli Due campioni – Vostro dio – Signore Due offerte: armi Criterio di vincita: fuoco Elia da solo: Dio unico – 450 profeti: idoli Due campioni – Vostro dio – Signore Due offerte: armi Criterio di vincita: fuoco

10 Inizio: denuncia della falsità di Baal Elia disse ai profeti di Baal: Sceglietevi il giovenco e cominciate voi perché siete più numerosi. Invocate il nome del vostro Dio, ma senza appiccare il fuoco. Quelli presero il giovenco, lo prepararono e invocarono il nome di Baal dal mattino fino a mezzogiorno, gridando: Baal, rispondici!. Ma non si sentiva un alito, né una risposta. Quelli continuavano a saltare intorno allaltare che avevano eretto. Essendo già mezzogiorno, Elia cominciò a beffarsi di loro dicendo: Gridate con voce più alta, perché egli è un dio! Forse è soprappensiero oppure indaffarato o in viaggio; caso mai fosse addormentato, si sveglierà. Gridarono a voce più forte e si fecero incisioni, secondo il loro costume, con spade e lance, fino a bagnarsi tutti di sangue. Passato il mezzogiorno, quelli ancora agivano da invasati ed era venuto il momento in cui si sogliono offrire i sacrifici, ma non si sentiva alcuna voce né una risposta né un segno di attenzione.

11 Il culto di Elia: rivelazione del Dio Vivente e Vero Elia disse a tutto il popolo: Avvicinatevi!. Tutti si avvicinarono. Si sistemò di nuovo laltare del Signore che era stato demolito. Elia prese dodici pietre, secondo il numero delle tribù dei discendenti di Giacobbe, al quale il Signore aveva detto: Israele sarà il tuo nome. Con le pietre eresse un altare al Signore; scavò intorno un canaletto, capace di contenere due misure di seme. Dispose la legna, squartò il giovenco e lo pose sulla legna. Quindi disse: Riempite quattro brocche dacqua e versatele sullolocausto e sulla legna!. Ed essi lo fecero. Egli disse: Fatelo di nuovo!. Ed essi ripeterono il gesto. Disse ancora: Per la terza volta!. Lo fecero per la terza volta. Lacqua scorreva intorno allaltare; anche il canaletto si riempì dacqua.

12 Rivelazione Elia ricostruisce laltare di Dio Con 12 pietre: tribù di Israele Alleanza sul Sinai e con Giosuè rinnovata Acqua: Atto di fede di speranza 12 volte segno di peccato delle tribù Elia ricostruisce laltare di Dio Con 12 pietre: tribù di Israele Alleanza sul Sinai e con Giosuè rinnovata Acqua: Atto di fede di speranza 12 volte segno di peccato delle tribù

13 Culto vero Al momento dellofferta si avvicinò il profeta Elia e disse: Signore, Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe, oggi si sappia che tu sei Dio in Israele e che io sono tuo servo e che ho fatto tutte queste cose per tuo comando. Rispondimi, Signore, rispondimi e questo popolo sappia che tu sei il Signore Dio e che converti il loro cuore!. Giunto il tempo di offrire oblazione: preghiera in comunione con il culto a Gerusalemme Supplica a Dio Preghiera radicata nella tradizione biblica: Jhwh Intercessione: per il popolo (sappia e si converta) Preghiera di fede ed efficace

14 Esaudimento Cadde il fuoco del Signore e consumò lolocausto, la legna, le pietre e la cenere, prosciugando lacqua del canaletto.

15 Acqua e fuoco Fuoco: risposta del Signore Dio della natura: – Illumina (popolo nelle tenebre) – Riscalda (manifestazione di amore) – Purifica (togliere le scorie di Baal) – Purifica lacqua segno di peccato – È inafferrabile, non può essere afferrato – Si propaga – Trasforma

16 Professione di fede A tal vista, tutti si prostrarono a terra ed esclamarono: Il Signore è Dio! Elia disse loro: Afferrate i profeti di Baal; non ne scappi uno!. Li afferrarono. Elia li fece scendere nel torrente Kison, ove li scannò.

17 1 Re 19 – 1-8: fuga sul Carmelo, cammino allOreb 9- 18: incontro con Dio, allOreb – 19-21: vocazione di Eliseo

18 1Re 19, 1-8: fuga Acab riferì a Gezabele ciò che Elia aveva fatto e che aveva ucciso di spada tutti i profeti. Gezabele inviò un messaggero a Elia per dirgli: Gli dei mi facciano questo e anche di peggio, se domani a questora non avrò reso te come uno di quelli. Elia, impaurito, si alzò e se ne andò per salvarsi. Giunse a Bersabea di Giuda. Là fece sostare il suo ragazzo. Egli si inoltrò nel deserto una giornata di cammino e andò a sedersi sotto un ginepro. Desideroso di morire, disse: Ora basta, Signore! Prendi la mia vita, perché io non sono migliore dei miei padri. Si coricò e si addormentò sotto il ginepro. Allora, ecco un angelo lo toccò e gli disse: Alzati e mangia!. Egli guardò e vide vicino alla sua testa una focaccia cotta su pietre roventi e un orcio dacqua. Mangiò e bevve, quindi tornò a coricarsi. Venne di nuovo langelo del Signore, lo toccò e gli disse: Su mangia, perché è troppo lungo per te il cammino. Si alzò, mangiò e bevve. Con la forza datagli da quel cibo, camminò per quaranta giorni e quaranta notti fino al monte di Dio, lOreb.

19 18,9a: introduzione Ivi entrò NELLA caverna per passarvi la notte oElia ritorna alle origini, ripercorre al contrario la strada del popolo, dopo aver camminato per 40 giorni e 40 notti, che rievocano i 40 anni di cammino nel deserto oentra nella stessa caverna, dove si era rannicchiato Mosè (Es 33,22); infatti il termine caverna in ebraico è preceduto dallarticolo, per dire la caverna già conosciuta, dove già Mosè ha incontrato Dio ola notte richiama ancora il momento di crisi oElia ritorna alle origini, ripercorre al contrario la strada del popolo, dopo aver camminato per 40 giorni e 40 notti, che rievocano i 40 anni di cammino nel deserto oentra nella stessa caverna, dove si era rannicchiato Mosè (Es 33,22); infatti il termine caverna in ebraico è preceduto dallarticolo, per dire la caverna già conosciuta, dove già Mosè ha incontrato Dio ola notte richiama ancora il momento di crisi

20 Primo dialogo quandecco il Signore gli disse: Che fai qui, Elia?. Egli rispose: Sono pieno di zelo per il Signore degli eserciti, poiché gli Israeliti hanno abbandonato la tua alleanza, hanno demolito i tuoi altari, hanno ucciso di spada i tuoi profeti. Sono rimasto solo ed essi tentano di togliermi la vita. Gli fu detto: Esci e fermati sul monte alla presenza del Signore.

21 Incontro Ecco, il Signore passò. Ci fu un vento impetuoso e gagliardo da spaccare i monti e spezzare le rocce davanti al Signore. Dopo il vento ci fu un terremoto. Dopo il terremoto ci fu un fuoco, Dopo il fuoco ci fu il mormorio di un vento leggero. Come ludì, Elia si coprì il volto con il mantello, uscì e si fermò allingresso della caverna.

22 Secondo dialogo Ed ecco, sentì una voce che gli diceva: Che fai qui, Elia?. Egli rispose: Sono pieno di zelo per il Signore, Dio degli eserciti, poiché gli Israeliti hanno abbandonato la tua alleanza, hanno demolito i tuoi altari, hanno ucciso di spada i tuoi profeti. Sono rimasto solo ed essi tentano di togliermi la vita. Il Signore gli disse: Su, ritorna sui tuoi passi verso il deserto di Damasco; giunto là, ungerai Hazaèl come re di Aram. Poi ungerai Ieu, figlio di Nimsi, come re di Israele e ungerai Eliseo figlio di Safàt, di Abel- Mecola, come profeta al tuo posto. Se uno scamperà dalla spada di Hazaèl, lo ucciderà Ieu; se uno scamperà dalla spada di Ieu, lo ucciderà Eliseo. Io poi mi sono risparmiato in Israele settemila persone, quanti non hanno piegato le ginocchia a Baal e quanti non lhanno baciato con la bocca.

23 Riflessione Fino a quando zoppicherete … ? Quali sono i miei baal? Quale Dio invoco? Quale immagine di Dio ho?

24 Preghiera conclusiva: Deuteronomio 30,15-20 Vedi, io pongo oggi davanti a te la vita e il bene, la morte e il male Oggi, perciò, io ti comando di amare il Signore, tuo Dio, di camminare per le sue vie, di osservare i suoi comandi, le sue leggi E le sue norme, perché tu viva e ti moltiplichi e il Signore, tuo Dio, ti benedica nella terra in cui tu stai per entrare per prenderne possesso. Ma se il tuo cuore si volge indietro e se tu non ascolti e ti lasci trascinare a prostrarti davanti ad altri dèi e a servirli, oggi io vi dichiaro che certo perirete. Prendo oggi a testimoni contro di voi il cielo e la terra: io ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione. Scegli dunque la vita, perché viva tu e la tua discendenza, amando il Signore, tuo Dio, obbedendo alla sua voce e tenendoti unito a lui, poiché è lui la tua vita».


Scaricare ppt "Ciclo di Elia 1Re 17-19 21 e 2Re 1-2 Presentazione di Elia: 1Re 17,1 Elia, il Tisbita, uno degli abitanti di Gàlaad, disse ad Acab: Per la vita del Signore,"

Presentazioni simili


Annunci Google