La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il valore di marchi e brevetti oltre la tutela : esperienze Rossella Masetti CCIAA di Reggio Emilia – 20 giugno 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il valore di marchi e brevetti oltre la tutela : esperienze Rossella Masetti CCIAA di Reggio Emilia – 20 giugno 2013."— Transcript della presentazione:

1 Il valore di marchi e brevetti oltre la tutela : esperienze Rossella Masetti CCIAA di Reggio Emilia – 20 giugno 2013

2 CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 Nella società della conoscenza i fattori chiave sono la conoscenza e la creatività per cui la formazione del capitale umano e intellettuale rappresenta linvestimento più potente per produrre valore e rispondere alle sfide della competizione globale

3 CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 Che cosè un BENE INTANGIBILE?

4 CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 E NECESSARIO PASSARE DA UNA VISIONE DIFENSIVA DELLA PROPRIETA INDUSTRIALE AD UNA VISIONE STRATEGICA …..da costo a investimento……

5 CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 Nel 2008 tra i principali protagonisti del mondo economico si è concluso un protocollo di intesa con lobiettivo di promuovere, la valutazione economica dei brevetti quale meccanismo in grado di sostenere un circolo virtuoso tra innovazione, finanziamenti pubblici e privati.

6 CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 «La possibilità di comprendere ed attribuire un valore economico ai diritti di proprietà industriale può facilitare la messa a bilancio degli attivi immateriali e laccesso al credito divenendo una modalità di promozione della proprietà industriale nel tessuto imprenditoriale italiano.»

7 CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ( MISE) PACCHETTO INNOVAZIONE BREVETTI + (30,5 m) Premi per la brevettazione. Incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti. iAncora aperti Ente gestore: DISEGNI + (15 m) Premi per la registrazione. Incentivi per la valorizzazione economica dei disegni e modelli ( chiuso) Ente gestore: MARCHI + (4,5 m) Agevolazioni per favorire lestensione di marchi nazionali a livello comunitario ed internazionale attraverso lacquisizione di servizi specialistici Ente gestore: FONDAZIONE VALORE ITALIA

8 CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 Con il Fondo Nazionale Innovazione il MISE, attraverso la compartecipazione delle risorse pubbliche (60 m) in operazioni finanziarie progettate, co finanziate e gestite dagli intermediari finanziari, mira a rafforzare la capacità competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione economica dei titoli di proprietà industriale per favorire lintroduzione sul mercato di prodotti e servizi innovativi ad essi collegati.

9 CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 FAVORIRE LACCESSO AL CREDITO in (assenza di garanzie) FAVORIRE LA PARTECIPAZIONE NEL CAPITALE RISCHIO CAPITALE DI DEBITO CAPITALE DI RISCHIO PMI INNOVATIVE (che tendono a portare sul mercato prodotti innovativi creati sulla base di titoli di proprietà industriale) Linea dintervento «BREVETTI PER INVENZIONE» Linea dintervento «DISEGNI E MODELLI»

10 Finanziamenti agevolati CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 PEGNO di 39,1 m su 1° perdite Portafogli FINANZIAMENTI fino a ~ 375 m «EFFETTO LEVA» Lintervento Pubblico RIDUCE IL RISCHIO della Banca che, più f acilmente, potrà decidere di liberare le proprie risorse finanziarie private riconoscendo alle PMI condizioni di accesso al credito articolarmente vantaggiose.

11 QUANDO VALUTARE UN BENE IMMATERIALE La valutazione degli intangibles Valutare gli intangibles aziendali è decisivo nei momenti salienti della vita dellimpresa: NELLA FORMAZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO IN CASO DI CESSIONE DEL MARCHIO O DEL BREVETTO IN CASO DI CONTRATTI DI LICENZA DI MARCHI/BREVETTI IN OCCASIONE DI FUSIONI/SCISSIONI/ACQUISIZIONI DI SOCIETA NELLA FORMAZIONE DI JOINT VENTURES NELLE AZIONI PER DANNO DA CONTRAFFAZIONE NELLA PIANIFICAZIONE FISCALE CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013

12 La valutazione economico e/o monetaria di un bene immateriale è unoperazione complessa che richiede la collaborazione sinergica di diverse professionalità e competenze La valutazione dei beni immateriali

13 LA VALORIZZAZIONE DEI BENI IMMATERIALI Presupposti per una corretta valutazione di un bene immateriale a) IDENTIFICABILITA DEL BENE b) TRASFERIBILITA e SEPARABILITA c)UTILITA DIFFERITA NEL TEMPO = TUTELABILITA CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013

14 a) IDENTIFICABILITA DEL BENE Con la REGISTRAZIONE o CONCESSIONE (il titolare ottiene un diritto di monopolio, ossia IL DIRITTO ossia IL DIRITTO DI USO ESCLUSIVO del marchio del disegno o del brevetto e IL DIRITTO DI VIETARE A TERZI luso degli stessi senza il proprio consenso. CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013

15 a) IDENTIFICABILITA DEL BENE Tra i diritti NON TITOLATI in Italia è riconosciuto anche il marchio di fatto. SVANTAGGI - onere della prova dellesistenza del diritto; - non è suscettibile di convalida. A livello comunitario è riconosciuto il modello di fatto. - onere della prova dellesistenza del diritto; - durata limitata: 3 anni; -ambito di protezione limitato: copie identiche volontarie. SVANTAGGI CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013

16 a) IDENTIFICABILITA DEL BENE Art. 66 Codice della Proprietà Industriale I diritti di brevetto per invenzione industriale consistono nella facoltà esclusiva di attuare linvenzione nel territorio dello Stato (omissis). Soluzione di un problema tecnico non ancora risolto, soluzione atta ad avere realizzazioni nel campo industriale e tale da apportare un progresso rispetto alla tecnica e alle cognizioni preesistenti. CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013

17 10 a) IDENTIFICABILITA DEL BENE Il segreto aziendale Art. 2 Codice della Proprietà Industriale Vanno protette, ricorrendone i presupposti …………….le informazioni aziendali riservate. problemi relativi allidentificabilità dei segreti; difficoltà nellimpedire la divulgazione delle informazioni a terzi (accordi contrattuali, obblighi di segretezza, etc…). - omissis CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013

18 a) IDENTIFICABILITA DEL BENE I diritti di proprietà industriale TITOLATI MARCHI BREVETTI MODELLI sono titoli preferenziali ai fini della loro valorizzazione. CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013

19 b) TRASFERIBILITA e SEPARABILITA Oltre che IDENTIFICABILE il bene immateriale deve essere CEDIBILE separatamente dagli altri beni. Limiti della libera cedibilità del marchio (Art. 23 CPI): dal trasferimento non deve derivare inganno in quei caratteri dei prodotti o servizi che sono essenziali nellapprezzamento del pubblico. CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013

20 c) TUTELABILITA Necessità di verificare la proteggibilità e tutelabilità dei beni (idoneità a produrre benefici nel tempo) - Verifica della titolarità (ivi comprese le trascrizioni); - Verifica del file history e in particolare delle procedure pendenti; - Titoli allo stato di domanda o registrati: verifica della possibilità di tutela in relazione ai singoli paesi; - Esame delle problematiche relative alluso del segno (eventuali decadenze per mancato uso o uso difforme rispetto alla registrazione) - Espletamento di ricerche di anteriorità - Esame tecnico del brevetto o modello di utilità; CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013

21 CASI Il valore di un brevetto o di un marchio allo stato di domanda

22 CASI CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 la valutazione di un marchio di fatto

23 CASI CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 valutazione monetaria di un brevetto mai utilizzato

24 CASI CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013 valutazione monetaria del portafoglio di marchi e brevetti come evitare sovrapposizioni

25 GRAZIE GRAZIE Rossella Masetti CCIAA Reggio Emilia - 20 giugno 2013


Scaricare ppt "Il valore di marchi e brevetti oltre la tutela : esperienze Rossella Masetti CCIAA di Reggio Emilia – 20 giugno 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google