La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corretta alimentazione prima della campestre … e anche dopo! Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi Scuola Media della Rep. di San MarinoSede.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corretta alimentazione prima della campestre … e anche dopo! Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi Scuola Media della Rep. di San MarinoSede."— Transcript della presentazione:

1 Corretta alimentazione prima della campestre … e anche dopo! Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino

2 IERI E OGGI Centanni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine confezionate Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi2

3 Cosa sono i nutrienti Proteine, grassi e carboidrati Vitamine, sali minerali e acqua Tabella dei LARN I cinque gruppi di alimenti Lalimentazione dei giovani sportivi Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi3

4 Proteine, grassi e carboidrati Proteine: sono sostanze complesse formate da catene di unità semplici dette amminoacidi. Grassi: sono costituiti da tre elementi (carbonio, idrogeno, ossigeno). Carboidrati: sono costituti dagli stessi elementi dei grassi combinati in una diversa struttura. Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi4

5 Funzione plastica ed energetica Funzione plastica è svolta dalle proteine che sono i mattoni di ricambio del nostro corpo. Funzione energetica è svolta dai grassi e dai carboidrati che, combinandosi con lossigeno che respiriamo, forniscono energia al nostro corpo. Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi5

6 Vitamine Liposolubili: cioè solubili nei grassi, possono essere immagazzinate nel nostro corpo; non ne serve un rifornimento giornaliero (vit. A, D, E e K). Idrosolubili: solubili in acqua, da assumere ogni giorno (vit. C e gruppo B). Le vitamine sono necessarie per il normale funzionamento dellorganismo. I sali minerali sono fondamentali per le funzioni elettriche dei nervi, dei muscoli ecc. I tre sali più importanti sono: calcio, fosforo e ferro. Sali minerali Lacqua è il componente più abbondante del corpo umano di cui rappresenta circa il 62% del peso. Acqua Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi6

7 Funzione regolatrice e protettiva Le vitamine, i sali minerali e lacqua svolgono una funzione regolatrice delle varie attività dellorganismo e una funzione protettiva nella prevenzione delle malattie. Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi7

8 Tabella dei LARN Ogni giorno il nostro organismo ha bisogno di una certa quantità di energia, di proteine, di sali minerali, di vitamine e di acqua. La sigla LARN significa Livelli di Assunzione Raccomandati di Nutrienti (ed energia). Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi8

9 Energia, proteine, sali minerali, vitamine, acqua Energia: un ragazzo di anni ha bisogno di 2400 kcal, come valore medio (una ragazza di 300 kcal in meno). Proteine: un ragazzo di anni ha bisogno di 55g di proteine al giorno (una ragazza di poco meno). Acqua: il fabbisogno è di 2,5-3 litri al giorno (compresa quella assunta con i cibi). Sali minerali: il fabbisogno viene assicurato da unalimentazione varia. Vitamine: il fabbisogno è garantito da unalimentazione varia. Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi9

10 I cinque gruppi di alimenti Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi10 Cereali e derivati: gruppo che comprende pane, pasta, riso, cereali minori (orzo,farro ecc.); contengono unalta percentuale di carboidrati ma anche vitamine, sali minerali e fibre. Frutta e ortaggi: cibi di origine vegetale che contengono molta acqua e forniscono vitamine, sali minerali e fibre. Latte e derivati: gruppo che comprende latte, yogurt e formaggi che contengono proteine di ottima qualità e sono la più importante fonte di calcio. Carne, pesce e uova: questo gruppo riunisce gli alimenti che forniscono proteine di elevata qualità e comprende anche i legumi secchi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie). Grassi: a questo gruppo appartengono alimenti di origine vegetale (olio di oliva, olio di semi) e animale (burro, panna).

11 Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi11 La piramide alimentare La piramide alimentare riassume il modello alimentare della dieta mediterranea. Vertice: grassi aggiunti. Terzo livello: latte e derivati; carne, pesce, uova, legumi e frutta in gusci. Secondo livello: verdura; frutta. Primo livello: cereali e derivati; tuberi (patate).

12 Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi12

13 Lalimentazione dei giovani sportivi Perché lo sport fa bene? Non si corre a pancia piena (la regola delle 3 ore) Limportanza della prima colazione Acqua e bevande: il motore va raffreddato! Per vincere non servono cibi speciali 6 buoni consigli per concludere Cosa sono i nutrienti Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi13

14 Perché lo sport fa bene? Determina un miglioramento della salute Sviluppa le capacità fisiche Migliora la condizione psichica Migliore socializzazione Fiducia nei propri mezzi Migliore risposta agli eventi contrari Rafforza letica Rispetto di se Rispetto dellaltro Rispetto della squadra e dellallenatore Migliora la vita in società Aiuta a conoscerci meglio Aiuta a conoscere gli altri e le loro differenze e ad accettarle meglio Migliora ligiene della vita Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi14

15 Non si corre a pancia piena (regola delle 3 ore) Bisogna perciò evitare di andare in palestra o di fare qualunque sport nelle due o tre ore successive ad un pasto completo. Se il pasto è stato, invece, un semplice spuntino, povero di grassi e facilmente digeribile, si potrà dimezzare lintervallo. Potrebbero andar bene, ad esempio, una banana ed uno yogurt alla frutta, oppure due fettine di pane con del prosciutto magro e poi un gelato di frutta o una spremuta. Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi15 Durante la digestione è necessario che un notevole quantitativo di sangue affluisca allintestino per assorbire quel che abbiamo mangiato e, se una buona parte del sangue deve dedicarsi a questa funzione, ne resterà troppo poco per rifornire i muscoli ed il cuore dei nutrienti e dellossigeno che servono per sostenere lo sforzo di una corsa o di qualsiasi sport impegnativo.

16 Limportanza della prima colazione Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi16 Se la prima colazione è importante per chiunque, tanto più lo diventa per chi vuole fare dello sport. Questo per almeno due buone ragioni: 1.un digiuno troppo prolungato farà perdere attenzione e rendimento a scuola o nellattività fisica; 2.mangiando a casa propria, e non al bar o presso qualche macchinetta che distribuisce merendine e bibite, si possono scegliere dei cibi più sani e più adatti alla nostra salute. Inoltre, se si è fatta una buona prima colazione e magari anche uno spuntino nel corso della mattinata, il pranzo potrà essere più leggero e quindi sarà possibile andare in piscina o fare qualsiasi sport senza contravvenire alla regola delle tre ore.

17 Prima colazione: latte e carboidrati Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi17

18 Acqua e bevande: il motore va raffreddato! Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi18 La disidratazione è probabilmente linsidia peggiore per chi pratica unintensa attività fisica sotto il sole o ancor peggio in locali non ventilati e caldo-umidi. Purtroppo, la disidratazione viene segnalata dalla sete sempre tardivamente rispetto alle reali esigenze metaboliche. Gli sportivi devono imparare a bere prima ancora di aver sete. Lintegrazione con zuccheri, vitamine e minerali è secondaria, rispetto al bisogno primario di acqua. È sbagliato, al termine di un allenamento o di una gara, sciogliere in acqua diversi cucchiaini di zucchero o di presunti energetici. In questo modo si ritarda notevolmente la reidratazione. E non dimenticare: fino al completamento dello sviluppo fisico è proibita qualsiasi bevanda alcolica, sia pure a bassa gradazione alcolica come la birra!

19 Per vincere non servono cibi speciali Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi19 Tutti gli sportivi dovrebbero imparare che i cibi speciali", ovvero gli integratori e quantaltro propone la pubblicità non aggiungono nulla di veramente utile alla "normale" alimentazione. Non esistono alimenti "magici", capaci di migliorare le prestazioni fisiche oltre quello che possiamo attenderci dalle nostre caratteristiche personali e soprattutto dallallenamento. Una dieta variata, composta da cibi scelti fra i diversi gruppi di alimenti e nelle giuste proporzioni (vedi la piramide alimentare), fornisce non soltanto calorie ma anche unadeguata quantità di vitamine e minerali. Detto questo, dovrebbe risultare abbastanza chiaro che non è il caso di ascoltare i consigli, sia pure in buona fede, di un amico o di un vecchio massaggiatore che, per ignoranza o per scaramanzia, credono ancora nei miracoli di qualche particolare alimento o peggio di qualche prodotto farmacologico.

20 Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi20

21 Fonti bibliografiche Giampietro e Riccardo Paci, Fare Tecnologia, Zanichelli Eugenio Del Toma, Giovani sportivi a tavola, Il Pensiero Scientifico Editore (Associazione Sammarinese Cuore-Vita)www.cuore-vita.sm Scuola Media della Rep. di San MarinoSede di Fiorentino Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi21


Scaricare ppt "Corretta alimentazione prima della campestre … e anche dopo! Prof. Augusto SantiAlimentazione e giovani sportivi Scuola Media della Rep. di San MarinoSede."

Presentazioni simili


Annunci Google