La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MESE SABBATICO CONVOCAZIONE. accogliamoci a vicenda e accogliamo come guida della preghiera di stasera Mons. Mario Delpini cantiamo insieme VIVERE LA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MESE SABBATICO CONVOCAZIONE. accogliamoci a vicenda e accogliamo come guida della preghiera di stasera Mons. Mario Delpini cantiamo insieme VIVERE LA."— Transcript della presentazione:

1 MESE SABBATICO CONVOCAZIONE

2 accogliamoci a vicenda e accogliamo come guida della preghiera di stasera Mons. Mario Delpini cantiamo insieme VIVERE LA VITA

3 Vivere la vita con le gioie e coi dolori di ogni giorno: è quello che Dio vuole da te. Vivere la vita e inabissarsi nellamore è il tuo destino: è quello che Dio vuole da te. Fare insieme agli altri la tua strada verso lui, correre con i fratelli tuoi... scoprirai allora il cielo dentro di te, una scia di luce lascerai.

4 Vivere la vita è lavventura più stupenda dellamore: è quello che Dio vuole da te. Vivere la vita è generare ogni momento il Paradiso: è quello che Dio vuole da te. Fare insieme agli altri la tua strada verso lui, correre con i fratelli tuoi... scoprirai allora il cielo dentro di te, una scia di luce lascerai.

5 Vivere la vita è lavventura più stupenda dellamore: è quello che Dio vuole da te. Vivere la vita è generare ogni momento il Paradiso: è quello che Dio vuole da te. Vivere perché ritorni al mondo lunità, perché Dio sta nei fratelli tuoi... Scoprirai allora il cielo dentro di te, una scia di luce lascerai. (2 volte)

6 Vescovo:Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo. Tutti:Amen. Vescovo:La pace promessa da Dio Padre e per secoli attesa da Israele, fattasi presente nel Figlio Gesù per opera dello Spirito santo, sia con tutti voi. Tutti:E con il tuo spirito.

7 INTRODUZIONE (645) preparazione e stesura degli appuntamenti: più i preti e le suore che i laici… Anno prossimo? 1. Novità in positivo: il Sinodo cittadino2. Il senso di queste tre settimane: riposo dalla mentalità efficientista 3. Note tecniche per vivere bene il mese sabbatico: - sito e materialewww.7parrocchie.it - priorità: 2 venerdì sera con don Repole, poi domenica 15 con P. Adalberto 4.

8 Vescovo:Carissimi collaboratori pastorali, la pace del Natale di Cristo, che anche questanno è sorta con fedeltà a ricordarci la nostra méta di comunione tra noi e con Dio, è anche la condizione per poter annunciare con serenità il Vangelo attraverso il servizio che svolgete. Invochiamo lo Spirito su tutti noi nel tempo di grazia che oggi inizia.

9 cantiamo insieme SPIRITO DI DIO

10 Spirito di Dio, ricreaci, Spirito di Dio, ravvivaci, Spirito di Dio, sorprendici, vieni ad abitare dentro noi. R UPNIK, Spirito santo A RCABAS, Pentecoste

11 Spirito di Dio, consigliaci, Spirito di Dio, convertici, Spirito di Dio, sostienici, vieni ad abitare dentro noi. I ONESCU, Pentecoste S CUOLA GIOTTESCA A V IBOLDONE, Pentecoste

12 Spirito di Dio, radunaci, Spirito di Dio, uniscici, Spirito di Dio, inviaci, vieni ad abitare dentro noi. A TELIER DI B OSE, Pentecoste G IOTTO, Pentecoste

13 Riascoltiamo ora le parole del Card. Angelo Scola quando a ottobre ha incontrato i rappresentanti dei Consigli Pastorali della nostra zona VI a San Donato 5 spezzoni per un totale di 1755

14 La rappresentanza non è mai delega Implica il volto della persona De Lubac: la rappresentanza è testimonianza 1.Il collaboratore rappresenta la comunità Giocarsi in prima persona 108

15 Levento di Gesù scivola poco a poco in secondo piano Papa: Intelligenza della fede diventi intell. della realtà 2.Fede e proposta ieducativa crist. hanno difficoltà a rivelare il bello della vita buona del Vangelo Chiesa/Parrocchia cercati per i servizi più che per speranza di vita eterna Ok condivisione dei bisogni delluomo, ma non placa il cuore 417

16 È sbagliato pensarla a partire dai bisogni: a) carenza del clero b) Interloquire con i giovani 3.La comunità ipastorale c) Interloquire con la cultura di oggi d) rapporto tra chiesa particolare e chiesa universale: questa vive nelle particol. ma quelle han come modello luniversale (LG) 448

17 Contenuto d. proposta sia la nostra vita che cambia per il dono immeritato di Gesù 4.2 condizioni per ila comunità pastorale I.La comunione sia visibile La dimensione operat./ organizzativa sia lo strumento per il comunicarsi di questa vita e non viceversa Perché o per Chi mi muovo così? che la Chiesa rende incontrabile in modo documentato 218

18 4.2 condizioni per ila com. past. II.Corretto rapp. carisma/istituz. (anche nel singolo fedele) Doni carismatici: aiutano la persuasione Laici soggetti ecclesiali non esecutori o clienti Doni gerarch./Istituz.: Eucaristia, Parola di Dio, comunione praticata, sequela al Magistero Questo cantiere suscita conversione e cambiam. appassionati d. unità che sempre precede ogni forma espressiva 524

19 SILENZIO J. S. B ACH Allemanda dalle opere per liuto suite BWV996 durata: 226

20 INTERVENTO DI MONS. MARIO DELPINI Vicario episcopale zona VI Melegnano Dove stiamo andando? Proposta per interpretare la vocazione che provoca il nostro presente di Chiesa.

21 INTERVENTO DI MONS. MARIO DELPINI Dove stiamo andando? 1. Che cosa ne dici tu della Chiesa di oggi? Come si fanno una idea della Chiesa i cristiani di oggi e gli operatori pastorali in particolare? La conoscenza della Chiesa è/dovrebbe essere una esperienza spirituale, è opera dello Spirito. In ascolto dello Spirito non solo si conosce la verità della Chiesa, ma si intuisce anche dove lo Spirito di Dio vorrebbe condurre la Chiesa. Lo Spirito invita a diventare spirituali, a vivere una comunione reale con il Signore

22 INTERVENTO DI MONS. MARIO DELPINI Dove stiamo andando? 2. Custodire la differenza. La responsabilità profetica. Il popolo di Dio percorre la storia e i luoghi perché risponde alla sua vocazione ad essere segno della presenza del Regno in mezzo a noi. Tale presenza è riconoscibile perché il popolo di Dio custodisce la sua identità e quindi anche la differenza rispetto al contesto in cui si trova. Le opere e lo stile dei cristiani sono il modo con cui si custodisce la differenza.

23 INTERVENTO DI MONS. MARIO DELPINI Dove stiamo andando? 3. Condividere la complessità. La responsabilità del discernimento La vicenda del nostro tempo non è estranea alla fede, alla carità e alla speranza. I cristiani condividono la complessità della vita di tutti: condividere non vuol dire subire, ma discernere. Il compito del vedere-giudicare-agire, del conoscere-riconoscere-rispondere trova il suo luogo di esercizio nei consigli della comunità. Nei consigli: laici, consacrati, preti, italiani e no, ecc.

24 INTERVENTO DI MONS. MARIO DELPINI Dove stiamo andando? 4. Ricevere il dono della comunione. La responsabilità di portare frutto. La comunione ricevuta in dono può diventare attraente per lo stile: liniziazione cristiana. La comunione ricevuta chiede di diventare condivisione di doni: la pastorale dinsieme. La comunione ricevuta richiede di essere custodita nella pace: più semplicità, più scioltezza. La comunione ricevuta suscita vocazioni al servizio della comunità: cura e dedizione vocazionali.

25 SILENZIO J. S. B ACH Aria sulla IV corda dalla Suite n.3 in RE M BWV1068 durata: 135

26 PREGHIERA CONCLUSIVA Il 5 gennaio è morto don Luisito Bianchi cappellano delle monache di Viboldone. Preghiamo con una sua poesia scritta per la festa del Battesimo di Gesù celebrata ieri.

27 È un testo tratto da un poemetto in onore dell'Abbazia di Viboldone, quasi una guida. E' dedicato, in ogni sua stazione, a dei morti che ebbero un particolare rapporto d'amore con le rosse pietre dell'Abbazia: "Ma i morti non hanno più bisogno di guide. Adesso sanno tutto da soli. Potrebbero essi stessi fare da guide e non solo per una visita all'Abbazia…" Nella dimensione poi della Gratuità "anche le cose inutili potrebbero acquistare sapore" e "fare memoria dei morti sarebbe uscire dall'inutilità del ricordo per entrare nella loro Gratuità ormai fissata per sempre…"

28 Prima di recitare il testo della preghiera, anche noi entriamo in silenzio dalla piccola porta dellAbbazia, e sostiamo per qualche attimo in contemplazione dellaffresco del battesimo di Gesù, dopo esserlo andato a cercare nellalto del quarto spicchio della volta.

29

30

31

32

33

34 Vesti nuziali presentano gli angeli al mio Signore da incogniti cieli or ora in frettoloso volo scesi ad asciugare brividi di carne racchiusi in gocce di fiumi esultanti. Ma il mio Signore al cenno della mano le vesti bianche rifiuta e con passo deciso prende slancio se mai possa dal rigido pennello sbaccellarsi e nel vuoto calarsi dei miei occhi. Tutti: Solista:

35 A povero banchetto senza vino anela per riempire screpolate idrie panciute ed indire sabbatici millenni; l'ora affretta di tovaglie di custodite fragranze e congeda con contenuto gesto croci astili e braccio che alla fretta sembra opporsi. Ma dall'affresco di rossi interrati nel vuoto dei miei occhi tu non scendi trattenuto da voci ch'io non odo. Tutti: Solista:

36 E m'appaga vedere la tua fretta da misteriose obbedienze frenata su verticale volo di colomba. Tuo dono è fretta d'incontri mai sazia io proclamo per dirti anch'io ignote obbedienze a voleri che discendono dal quarto spicchio della buia volta e nelle arcate fuggenti risuonano come canti di galli mattutini. Solista: Tutti:

37

38 Avvisi conclusivi La scheda per liscrizione venerdì Chi desidera, dia la disponibilità allospitalità di una famiglia a giugno presso una delle coppie incaricate Prossimi appuntamenti: venerdì 13 gennaio ore a Zivido: DON R OBERTO R EPOLE la cultura attuale comela cultura attuale come occasione per ripensare la chiesaoccasione per ripensare la chiesa domenica 15 gennaio ore a S. Giuliano mart.: P. A DALBERTO P IOVANO la nascita di una comunità cristianala nascita di una comunità cristiana

39 Segnaliamo fin da ora una bella opportunità che riserviamo anzitutto ai collaboratori mercoledì 1 febbraio 2012 h. 21 Teatro Ariston Ingresso 4 euro - prevendita da venerdì Un rappresentante per parrocchia ritira i manifesti. Grazie! Avvisi conclusivi

40 Benedizione e canto finale Vescovo:Il Signore sia con voi. Tutti:E con il tuo spirito. Kyrie eleison… Vescovo:Sia benedetto il nome del Signore. Tutti:Ora e sempre. Vescovo:Il nostro aiuto è nel nome del Signore. Tutti:Egli ha fatto cielo e terra. Vescovo:Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo. Tutti:Amen.

41 Lodate Dio cieli immensi ed infiniti. Lodate Dio cori eterni dAngeli. Lodate Dio Santi del Suo Regno. Lodatelo uomini, Dio vi ama. Lodatelo uomini, Dio è con noi. Ancora! Da capo!

42 Lodate Dio cieli immensi ed infiniti. Lodate Dio cori eterni dAngeli. Lodate Dio Santi del Suo Regno. Lodatelo uomini, Dio vi ama. Lodatelo uomini, Dio è con noi.


Scaricare ppt "MESE SABBATICO CONVOCAZIONE. accogliamoci a vicenda e accogliamo come guida della preghiera di stasera Mons. Mario Delpini cantiamo insieme VIVERE LA."

Presentazioni simili


Annunci Google