La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

30^ DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Ger 31,7-9 - Eb 5,1-6 - Mc 10,46-52 FIGLIO DI DAVIDE, GESU, ABBI PIETA DI ME! (Mc. 10,47b) AVANZAMENTO MANUALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "30^ DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Ger 31,7-9 - Eb 5,1-6 - Mc 10,46-52 FIGLIO DI DAVIDE, GESU, ABBI PIETA DI ME! (Mc. 10,47b) AVANZAMENTO MANUALE."— Transcript della presentazione:

1

2 30^ DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Ger 31,7-9 - Eb 5,1-6 - Mc 10,46-52 FIGLIO DI DAVIDE, GESU, ABBI PIETA DI ME! (Mc. 10,47b) AVANZAMENTO MANUALE

3 Con il vangelo di oggi che narra la guarigione di un cieco, impariamo unaltra regola preziosa della vita cristiana e che si nasconde dentro la parola Chi non vede è perché soffre di cecità. La CECITÁ era una malattia endemica al tempo di Gesù. vedere. Ma evidentemente la cura della cecità fisica ci riporta ad un altro valore più alto e segreto.

4 è Dio stesso, Padre buono, che prende il cieco per mano e lo guida, Insieme a tutti gli altri miseri a tutti gli altri miseri che soffrono violenza e schiavitù, a diventare un Popolo glorioso. Nel profeta Geremìa Nel profeta Geremìa (I.ma lett.)

5 tenebre dellinganno Cecità e visione, e luce della verità, binomi che ci chiamano a riflettere.

6 e la contemplazione delle grandi mete della vita Come pure lemarginazione dellignoranza è un altro binomio che ci chiama a riflettere: e del mistero,

7 ad alzarci e andare incontro alla luce e alla vita. a uscire dalla cecità profonda del nostro essere, 1 - Siamo chiamati a non restare al margine della vita,

8 Il cieco del vangelo grida con insistenza la sua volontà volontà di vedere Per uscire dalla cecità morale spirituale, occorre prima di tutto riconoscerla e poi cercare con perseveranza chi ci può guarire. e di conoscere colui che lo può curare.

9 2 - La tua fede ti ha salvato. Siamo chiamati alla salvezza, cioè a una vita con le qualità di Dio. La salvezza è uscir fuori dalle tenebre dellinganno e del male, la luce della rivelazione, per la realizzazione della nostra persona come figli di Dio Il Figlio di Davide che possa salvarci. e per trovare di fatto

10 Il mondo di oggi è sotto la rete dellinganno; pochi ricchi possiedono i mezzi di informazione globale, per conquistarsi i loro beni e fare i loro interessi, che rispondano alle loro mire, come esseri inutili e suggestionati. ci fanno fare le guerre che vogliono, e condizionano il mondo, clonandoci come ripetizioni di modelli di vita plagiano la nostra mente

11 Per salvarci occorre cercare la verità e colui che la possiede in senso pieno, e ci aiuti a riconoscere gli uomini falsi da quelli veri, un Figlio di Davide, coraggioso che ci tolga dallinganno, che fanno i loro interessi, gli uomini al comando cercano il bene comune. da quelli che

12 La gente poneva tanti ostacoli al cieco perché non si avvicinasse al Figlio di Davide; e lha trovata. ma lui si è ostinato nel cercare la vista, la luce, In tutta la vita occorre cercare senza tregua il discernimento della verità, e la scelta degli uomini che possano guidarci ad essa.

13 3 - PER VEDERE, un percorso lungo e perseverante. per raggiungere la verità occorre fare

14 Il primo passo è liberarsi dalle scuse invece sappiamo che luomo ricco diventa presuntuoso e arrogante, - non si può far niente sono loro che comandano; eccone un piccolo elenco: e larroganza è debolezza e decadenza; che sono ormai diventate luoghi comuni;

15 invece il mondo - il mondo è sempre andato avanti così, non è sempre andato avanti così;

16 - lo fanno tutti; invece sappiamo che non lo fanno tutti, altrimenti il mondo sarebbe già saltato in aria;

17 - lo hanno detto i giornali; ma sappiamo bene che il giorno dopo i giornali dicono il contrario senza avere il coraggio di smentire, il che significa che possono indifferentemente dire il vero e il falso.

18 - lo hanno detto gli scienziati; che affermano il contrario... ci sono altrettanti scienziati coraggiosi perché (pensiamo anche solo allultimo caso della presunta possibilità di prelevare cellule staminali dallembrione umano senza ucciderlo...) anche questa è una scusa

19 La lista delle scuse potrebbe continuare, Il Signore Iddio ci ha dato intelligenza sufficiente per distinguere che non dobbiamo vivere nascondendoci dietro le scuse. ma la conclusione rimane la stessa ed è il bene e il male.

20 Occorre usare tanta vigilanza, dice Gesù, i valori fondamentali della vita o delle persone. perché anche il cuore fa sentire il suo grido e il suo orrore quando tocchiamo tanta attenzione della mente e del cuore,

21 Il secondo passo del vero o del falso; è scegliere i propri maestri e le proprie guide, come ha fatto il cieco nato. come ha fatto il cieco nato. E la qualità delle proposte che ci fa capire se sono maestri

22 quella che dà autorità e credibilità; è la testimonianza di una vita

23 cioè la santità è la bellezza della vita che chiama e attrae senza inganno.

24 Santità è liberarsi dallegoismo e trasformarsi in persona capace di comunione, di gratuità, di dono, di amore, e di servizio per il bene dei più piccoli. La santità è un evento di amore e non di ostentazione.

25 ci incoraggiano in questo percorso scrivendoci: I cristiani ch e si riunirono in Convegno ecclesiale a Verona Abbiamo visto il Signore!. Abbiamo visto il Signore!. Lo abbiamo visto nel nostro essere insieme e nella comunione che ha unito tutti noi e che ha preso forma di Chiesa nellascolto della Parola e nellEucaristia.

26 Lo abbiamo toccato con mano nella testimonianza dei cristiani che, nelle nostre terre, hanno vissuto il Vangelo, facendo della santità lanelito della loro esistenza quotidiana.

27 Sunto dellOmelia odierna del Padre Dehoniano Natalino Costalunga F I N E


Scaricare ppt "30^ DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Ger 31,7-9 - Eb 5,1-6 - Mc 10,46-52 FIGLIO DI DAVIDE, GESU, ABBI PIETA DI ME! (Mc. 10,47b) AVANZAMENTO MANUALE."

Presentazioni simili


Annunci Google