La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - www.ancei.org La potenza dellinformatica viene a risiedere soprattutto in ciò che fa scoprire nelle relazioni tra gli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - www.ancei.org La potenza dellinformatica viene a risiedere soprattutto in ciò che fa scoprire nelle relazioni tra gli."— Transcript della presentazione:

1 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - La potenza dellinformatica viene a risiedere soprattutto in ciò che fa scoprire nelle relazioni tra gli esseri umani, nel loro agire, nel loro parlarsi, nel loro comunicare. (Winograd T., Flores F. Calcolatori e conoscenza Mondadori)

2 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - Le tipologie della collaborazione in rete si possono distinguere nei seguenti quattro livelli:

3 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - Da unanalisi dei quattro livelli si evidenziano dei punti di forza e dei punti di debolezza.

4 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - PUNTI DI FORZA La rete facilita: lo scambio di idee laccesso e la condivisione di notizie e informazioni la collaborazione per risolvere problemi comuni il lavoro di tutti per il raggiungimento di uno scopo comune.

5 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - PUNTI DI DEBOLEZZA Ma in rete cè anche la possibilità: di malintesi nei momenti comunicativi sincroni e asincronisincroni e asincroni di dispersività e di non pertinenza degli apporti di emarginazione-accaparramento, gregarismo e antagonismo che precludono di raggiungere un reale livello di collaborazione di minore efficienza nellinterazione per la mancanza dei fattori extralinguistici e per i tempi rallentati

6 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - Sul piano educativo appaiono importanti alcuni modelli di collaborazione in rete.

7 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - SINCRONO Modalità di comunicazione interpersonale on line in tempo reale (chatting, videoconferenza) ASINCRONO Modalità di comunicazione interpersonale in tempo differito e quindi prevalentemente off line (posta elettronica, mailing list, forum, bacheche elettroniche )

8 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca -

9 COMUNITA DI DIALOGO Gruppo di persone con interessi comuni che si incontrano virtualmente in rete per scambio di idee.

10 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - COMUNITA DI PRATICA: Gruppo di persone che utilizza la rete per la negoziazione di significati finalizzata allapprendimento.

11 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - COMUNITA DI APPRENDIMENTO Comunità virtuale tesa allapprendistato cognitivo che pone laccento sulla metacognizione e nasce dallesigenza di favorire da parte degli studenti una piena acquisizione di abilità cognitive. La comunità di apprendimento può essere definita unofficina del sapere.

12 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - CIRCOLI DI APPRENDIMENTO Comunità virtuali globali finalizzate allapprendimento in cui gli studenti cooperano con loro pari e con adulti per condividere idee, dibattere questioni e risolvere problemi.

13 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - RICERCA AZIONE ON LINE Metodologia di ricerca educativa legata allinnovazione didattica che sfrutta le opportunità offerte dalla rete per una riflessione più approfondita e condivisa.

14 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - Alla base dei modelli evidenziati cè una IV dimensione che è fondamentale ai fini educativi, ossia quella del lavoro organizzato e collaborativolavoro organizzato e collaborativo

15 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - Luso di Internet nella didattica consente di unire e di integrare lenergia di quattro dimensioni fondamentali nei processi di apprendimento/insegnamento che al contrario nella didattica tradizionale troviamo separate: accesso a risorse remote costruzione comunicazione organizzazione

16 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - In base agli studi effettuati si possono definire tre modelli di collaborazione: Collaborazione in parallelo Collaborazione sequenziale Collaborazione basata sulla reciprocità

17 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - MODELLO DELLA COLLABORAZIONE IN PARALLELO La presenza di un coordinatore stimola i gruppi di lavoro remoti che operano separatamente, godendo di una certa indipendenza reciproca.Questo modello si presta bene per la realizzazione di archivi e glossari e la discussione tra i membri ha lo scopo di condividere la strutturazione del lavoro e le modalità di ricomposizione dei moduli prodotti.

18 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - MODELLO SEQUENZIALE Qui è importante la circolarità degli interventi dei singoli gruppi la quale si interromperà nel momento in cui tutti i gruppi saranno daccordo sul risultato conseguito. Tale collaborazione è utile per il montaggio e la realizzazione di un ipertesto in cui ogni gruppo lo assembla secondo criteri propri e lo ripropone poi corredandolo di commenti e annotazioni. Linterazione tra i membri è più frequente rispetto alla collaborazione di tipo parallelo perché cè la necessità di richiedere chiarimenti a chi ha preceduto nella composizione del lavoro o del modulo.

19 A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - COLLABORAZIONE BASATA SULLA RECIPROCITA Usata per la progettazione e la realizzazione di uno schema condiviso di ipertesto online. Sono richieste capacità di dibattere, di risolvere rapidamente controversie e divergenze perché si possa portare a termine il compito


Scaricare ppt "A.N.C.E.I. - Formazione e Ricerca - www.ancei.org La potenza dellinformatica viene a risiedere soprattutto in ciò che fa scoprire nelle relazioni tra gli."

Presentazioni simili


Annunci Google