La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OBIETTIVI 1. Conoscere limportanza del diritto al cibo e della giusta alimentazione in tutto il mondo. In particolare in parti del mondo in via di sviluppo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OBIETTIVI 1. Conoscere limportanza del diritto al cibo e della giusta alimentazione in tutto il mondo. In particolare in parti del mondo in via di sviluppo."— Transcript della presentazione:

1

2 OBIETTIVI 1. Conoscere limportanza del diritto al cibo e della giusta alimentazione in tutto il mondo. In particolare in parti del mondo in via di sviluppo. 2.Conoscere ed incontrare altre culture del mondo partendo dal cibo e dalla cucina. Conoscere gli alimenti, le abitudini e le ritualità legate al cibo delle altre culture. 3.Riflettere su di sé e sulla propria cultura. Conoscere le abitudini legate allalimentazione in Italia e nelle culture tradizionali locali. Confrontarsi con culture diverse. 4. Proporre lintercultura e l'educazione allo sviluppo sostenibile.

3 DESTINATARI a lunni della scuola dellinfanzia primo ciclo della scuola primariaDURATA 3 incontri da circa unora e mezzo ciascuno

4 attori Gli attori di tale percorso sono: - docenti, - alunni, - operatori esterni, testimoni di culture "altre". ricettario multiculturale. In conclusione la classe ha la possibilità di realizzare un ricettario multiculturale. animazioni Le animazioni saranno realizzate con tecniche di animazione interattive come giochi di ruolo, di simulazione, proiezione di un filmato musicale. metodologia La metodologia usata richiede il coinvolgimento attivo di tutta la classe. Si utilizzano metodologie interattive che favoriscono l'immedesimazione. Il percorso prevede interventi in classe basati su esperienze di apprendimento interattivo sul tema del cibo e delle sue ritualità nelle diverse culture del mondo. METODOLOGIA

5 PRIMO INCONTRO: ASSAGGIA UN PAESE! NOME ATTIVITA'TIPO DI ATTIVITA'DURATA ''Vi presento un paese!''Presentazione animata di un paese del mondo20 minuti ''Assaggia… il paese!''Racconti e discussione25 minuti ''Il paese e il diritto al cibo''Approfondimento20 minuti ''Il ricettario della classe''Chiusura10 minuti

6 Vi presentiamo un paese! Obiettivo Presentare il paese Durata 20 minuti Spazio La classe è disposta in semicerchio Materiale Oggetti di uso quotidiano, fotografie o diapositive, giochi, vestiti del paese di cui si parla Svolgimento L'operatore racconta ai bambini il paese scelto con immagini ed oggetti che i bambini possono guardare, toccare e sperimentare. Si raccontano gli usi e i costumi tradizionali legati al cibo e al mangiare. Si può parlare del clima del paese, di come esso influenza abitudini e alimentazione tradizionale. Oppure di qualche festa nazionale o locale e del cibo che vi si mangia.

7 Assaggia… il paese Obiettivo Raccontare ai bambini lalimentazione e le tradizioni legate a cibo e cucina di un altro paese. Durata 25 minuti Spazio La classe è disposta in semicerchio. Materiale Fotografie e oggetti legati al cibo, strumenti per cucinare, libri di ricette, frutta e verdura, assaggi di cibo. Distribuzione dellAllegato Schede paese E2 Svolgimento Loperatore presenta lalimentazione tipica del paese scelto, mostrando le fotografie, gli oggetti e i frutti e ortaggi. Si racconta la giornata tipica di un coetaneo dei bambini della classe. Il racconto termina con gli assaggi di cose da reperire e già pronte per essere assaggiate (o anche solo osservate, annusate e toccate) come: frutta (mango, cocco, ananas), chicchi di caffè, bevande tipiche (infuso karkadè, tè).

8 Il paese e il diritto al cibo! Obiettivo Raccontare ai bambini il tenore di vita di altre popolazioni in particolare riferendosi allalimentazione, rispondere a domande e curiosità, testimoniare quali sono le buona prassi per garantire il diritto al cibo. Durata 20 minuti Spazio La classe è disposta in semicerchi. Materiale Può essere utile usare come riferimento la cartina di Peters. Svolgimento Loperatore racconta quale è la condizione alimentare della popolazione del paese scelto. Al di là di stereotipi e di semplificazioni, in ogni paese del mondo cè chi sta bene e chi ogni giorno mangia molto poco. Vengono raccontati quali sono alcuni dei problemi legati allalimentazione e quali sono invece delle prassi o dei progetti di cooperazione che permettono alla popolazione locale di vivere dignitosamente e di avere unalimentazione sana.

9 Il ricettario della classe ObiettivoFare il riepilogo dellincontro e dei concetti chiave. Durata10 minuti SpazioLa classe è disposta in semicerchio. MaterialeIl Ricettario, fogli o cartoncini colorati e penne. SvolgimentoLoperatore chiede ai bambini di dire una cosa importante o interessante dellincontro svolto. Loperatore scriverà tutto in dei cartoncini che verranno poi inseriti dallinsegnante nel ricettario. SuggerimentiIl ricettario può divenire un diario comune dove la classe, oltre alle ricette, può inserire riflessioni e commenti sulle cose che ha imparato nel corso dellincontro. In questo modo il ricettario si arricchisce e può essere usato dallinsegnante come strumento di lavoro anche dopo la fine di tre incontri. OsservazioniÈ importante dedicare tempo al ricettario: sarà questo il risultato più concreto e tangibile del percorso svolto. Loperatore contribuirà al ricettario portando ricette, disegni, storie e schede o letture di approfondimento.

10 SECONDO INCONTRO: IL CIBO VA A TEATRO NOME ATTIVITA'TIPO DI ATTIVITA'DURATA Il cibo va al teatro'' Drammatizzazione di una storia o leggenda70 minuti Il richettario della classe Chiusura15 minuti

11 Il cibo va al teatro Obiettivo Conoscere, analizzare e drammatizzare una leggenda o una favola legata ad una painta o una pietanza importante per la cultura e lalimentazione Durata 60 minuti Spazio Una stanza grande Materiale La leggenda della yerba mate – La favola delluomo e la fame Allegati n°E4 e E6 (Il testo della leggenda viene letto dallinsegnante. Si prepara il materiale per far costruire ai bambini dei semplici costumi di scena o elementi che caratterizzano i personaggi che i bambini recitano) Svolgimento Linsegnante legge o racconta la leggenda: chiede se è paiciuta e invita qualche bambino a fare un sunto. Loperatore e linsegnante attribuiscono un ruolo (personaggio) ad ogni bambino, che deve costruirsi in poco tempo un piccolo elemento di scena. Quando tutti i bambini hanno finito, iniziano le prove. Loperatore aiuta i bambini mentre linsegnate legge nuovamente il testo: una prima volta i bambini ascoltano, mimano quello che devono fare e si preparano le battute. Dopo la prima prova, si inscena la recita vera e propria.

12 Il Ricettario della classe ObiettivoContinuare a costruire il ricettario interculturale con lapporto di tutta la classe. Durata15 minuti SpazioLa classe è disposta in semicerchio MaterialeUn cartoncino per ogni bambino e le ricette eventualmente portate dai bambini. SvolgimentoIl conduttore invita ogni bambino a dire una cosa nuova che ha imparato nellincontro e/o una cosa che lo ha colpito. Le loro riflessioni vengono scritte su un cartellino perché venga inserito nel ricettario. OsservazioniIl ricettario può diventare, a seconda dellimpegno delle classi, anche molto ricco e può essere utilizzato dallinsegnate come strumento di lavoro anche dopo la fine dei tre incontri.

13 PRIMO INCONTRO: ALLA SCOPERTA DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE NOME ATTIVITA'TIPO DI ATTIVITA'DURATA Alla scoperta del commercio equo e solidale'' Visita nella Bottega del Mondo Pane e rosa 70 minuti La musica e il commercio equo e solidale Proiezione del video Unaltra via duscita 10 minuti

14 Alla scoperta del commercio equo e solidale ObiettivoComprendere i principi base del commercio equo, conoscendo ed incontrando alcune culture del mondo attraverso alcuni oggetti e prodotti che si trovano nella Bottega. Durata 70 minuti Spazio Bottega del Mondo Pane e rosa SvolgimentoLoperatore, riepilogando brevemente gli altri Incontri, farà conoscere ai bambini molti dei prodotti presenti allinterno della Bottega e i loro progetti. I bambini potranno toccare e giocare con alcuni prodotti di artigianato, come gli strumenti musicali e i giochi e scopriranno gli odori e i sapori di alcuni prodotti alimentari, come lo zucchero e il cioccolato.

15 La musica e il commercio equo e solidale ObiettivoComprensione attraverso immagini e testo di una canzone i principi del commercio equo e solidale Durata 10 minuti


Scaricare ppt "OBIETTIVI 1. Conoscere limportanza del diritto al cibo e della giusta alimentazione in tutto il mondo. In particolare in parti del mondo in via di sviluppo."

Presentazioni simili


Annunci Google