La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

B REVE STORIA DELLO SVILUPPO DELL ANALISI DEL COMPORTAMENTO Giuliana Cardella – Psicologa - Analista comportamentale – Supervisor ABA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "B REVE STORIA DELLO SVILUPPO DELL ANALISI DEL COMPORTAMENTO Giuliana Cardella – Psicologa - Analista comportamentale – Supervisor ABA."— Transcript della presentazione:

1 B REVE STORIA DELLO SVILUPPO DELL ANALISI DEL COMPORTAMENTO Giuliana Cardella – Psicologa - Analista comportamentale – Supervisor ABA

2 L ANALISI DEL COMPORTAMENTO CONSISTE DI TRE GRANDI FILONI : Il comportamentismo La basic research (EAB) LABA

3 I L COMPORTAMENTISMO STIMOLO - RISPOSTA DI WATSON Watson sosteneva che il giusto oggetto per la psicologia fosse non uno stato mentale o i processi mentali ma il comportamento osservabile

4 I principi cui Watson fa riferimento sono la frequenza, la recenza e il condizionamento. I principi della frequenza e recenza implicano che tanto più spesso o tanto più recentemente un'associazione si è verificata, con tanta maggiore probabilità si verificherà. Il principio del condizionamento sostiene che nell'organismo esistono risposte incondizionate a determinate situazioni

5 I L CONDIZIONAMENTO tramite questo paradigma poteva essere meglio definito l'ambiente in cui l'organismo agisce, e dove venivano elicitate determinate risposte. ciò offriva un principio-chiave per spiegare le risposte complesse, come risultato di condizionamenti molteplici e ripetuti.

6 Per Watson fu fondamentale lo studio dell'apprendimento nei bambiniWatson Il caso del piccolo Albert

7 Per Watson l'acquisizione del linguaggio avviene per condizionamento. Il bambino percepisce un'associazione tra un oggetto e il suo nome e per condizionamento il nome evoca la stessa risposta evocata dall'oggetto. Progressivamente al comportamento motorio delle corde vocali viene a sostituirsi una parte di movimenti per cui la parola viene solo pronunciata sotto voce. Watson riteneva che in questa maniera si venisse a formare il pensiero tramite un insieme di comportamenti motori dell'apparato fonatorio

8 Nel 1925 Watson assumeva una posizione egualitaristica (gli uomini nascono tutti uguali) e dichiaratamente empirista.1925posizione egualitaristica « Datemi una dozzina di bambini sani, ne potrei fare dei buoni dottori, magistrati o artisti » (John Watson)John Watson

9 lo studio oggettivo del comportamento come una scienza naturale dovrebbe consistere della diretta osservazione della relazione tra tra gli stimoli ambientali (S) e le risposte che suscitano (R). Il comportamentismo watsoniano così venne conosciuto come psicologia stimolo-risposta.

10 LA NALISI S PERIMENTALE DEL C OMPORTAMENTO ha inizio nel 1938 con la pubblicazione di B.F.Skinners The Behavior of Organism (1928/1966) Il libro è un riassunto delle ricerche svolte al laboratorio di Skinner condotte dal 1930 al 1937 e lo condusse a prospettare due tipi di comportamento : rispondente ed operante.

11 I L CONDIZIONAMENTO CLASSICO parte dall'esistenza di uno stimolo che produce un riflesso incondizionato e, attraverso la associazione di questo stimolo con uno stimolo neutro, trasferisce la capacità di elicitare la risposta allo stimolo neutro che diventa in questo modo uno stimolo condizionato che provoca un riflesso condizionato. Il paradigma è quindi del tipo Stimolo - Risposta

12 E SEMPIO DI PROCEDURA DI CONDIZIONAMENTO CLASSICO : Lesperimento di Pavlov

13 I L CONDIZIONAMENTO OPERANTE in presenza di un certo contesto una determinata risposta è seguita da uno stimolo rinforzante. Ciò fa aumentare la probabilità di emissione di quella risposta, in quel contesto Il paradigma è quindi del tipo Risposta - Stimolo

14 E SEMPIO DI PROCEDURA DI CONDIZIONAMENTO OPERANTE La Skinner Box

15 Skinner sosteneva che lanalisi del comportamento operante con la sua unica relazione con lambiente presenta un campo separato importante di investigazione Lui chiamò questa nuova scienza analisi sperimentale del comportamento

16 L ANALISI C OMPORTAMENTALE A PPLICATA 1968 Giornale dell Analisi Comportamentale Applicata (JABA) pubblicazione Some currents dimensional of Applied Behavior Analysis di Donald M.Bear, Montrose M.Wolf, e Todd R.Risley

17 Bear Wolf e Risley sostengono che lApplied Behavior Analysis dovrebbe essere Applicata Comportamentale Analitica Tecnologica concettualmente sistematica Effettiva Capace di appropriati risultati generalizzati

18 A PPLICATA lABA dovrebbe portare ad un accrescimento di quei comportamenti che potenziano e migliorano la vita delle persone

19 COMPORTAMENTALE Il comportamento scelto per lo studio devessere il comportamento che ha bisogno di essere migliorato, non un comportamento simile o la descrizione verbale del soggetto che emette il comportamento Il comportamento devessere misurabile Il comportamento devessere il target del cambiamento

20 ANALITICA LABA cerca di identificare relazioni funzionali tra eventi ambientali manipolati e comportamento attraverso sistematiche e controllate manipolazioni

21 T ECNOLOGICA Nell ABA, le procedure vengono identificate, descritte e definite con precisione.

22 C ONCETTUALMENTE SISTEMATICA le procedure sono connesse e vengono definite nei termini dei principi di base del comportamento

23 EFFETTIVA Per essere giudicato effettivo, uno studio di analisi comportamentale applicata deve produrre un cambiamento nel comportamento che abbia una certa importanza clinica o sociale I cambiamenti nelle procedure ABA sono basati sui dati.

24 GENERALIZZABILE LABA mostra procedure che dovrebbero essere applicate efficacemente a molte persone e in molti setting (generalizzazione procedurale) In aggiunta, i cambiamenti del comportamento raggiunti dovrebbero essere mantenuti, trasferiti ad altri ambienti e diffusi in altri comportamenti. (generalizzazione del cambio del comportamento).

25 MOMENTO DELLE DOMANDE…

26 Q UAL È LA DATA DI NASCITA DELL A PPLIED B EHAVIOR A NALYSIS ? a)1938 b)1953 c)1968 d)1984

27 Q UAL È LA DATA DI NASCITA DELL A PPLIED B EHAVIOR A NALYSIS ? a)1938 b)1953 c)1968 d)1984

28 Chi ha scritto larticolo Some currents dimensions of Applied Behavior Analysis che definì il campo dellanalisi comportamentale applicata? Lovaas Skinner Sundberg and Partington Bear, Wolf e Risley

29 Chi ha scritto larticolo Some currents dimensions of Applied Behavior Analysis che definì il campo dellanalisi comportamentale applicata? Lovaas Skinner Sundberg and Partington Bear, Wolf e Risley

30 Qual è il giornale portavoce della nostra ricerca applicata? JEAB : Journal of the Experimental Analysis of Behavior JABA : Journal of Applied Behavior Analysis TBA : the Behavior Analyst The Analysis of Verbal behavior

31 Qual è il giornale portavoce della nostra ricerca applicata? JEAB : Journal of the Experimental Analysis of Behavior JABA : Journal of Applied Behavior Analysis TBA : the Behavior Analyst The Analysis of Verbal behavior

32 LABA focalizza il cambiamento di comportamento a seconda della : valenza sociale valenza statistica

33 LABA focalizza il cambiamento di comportamento a seconda della : valenza sociale valenza statistica

34 A PPLICATA O NO ? Selezionare un comportamento di collaborazione nel seguire una dieta e un regime di esercizi prescritti dal radiologo Sì No

35 A PPLICATA O NO ? Selezionare un comportamento di collaborazione nel seguire una dieta e un regime di esercizi prescritti dal radiologo Sì No

36 Selezionare il comportamento pressare una leva, che è anche facile da misurare Sì No

37 Selezionare il comportamento pressare una leva, che è anche facile da misurare Sì No

38 Selezionare il comportamento corretto assembramento di lavoratori per un allarme anti incendio Sì No

39 Selezionare il comportamento corretto assembramento di lavoratori per un allarme anti incendio Sì No

40 C OMPORTAMENTALE O NO ? Schiaffeggiare qualcuno in classe Sì No

41 Schiaffeggiare qualcuno in classe Sì No

42 Autostima Sì No

43 Autostima Sì No

44 Fare richieste appropriate per partecipare ad una attività Sì No

45 Fare richieste appropriate per partecipare ad una attività Sì No

46 Frustrazione Sì No

47 Frustrazione Sì No

48 A NALITICA O NO ? Usare unintervista strutturata Sì No

49 Usare unintervista strutturata Sì No

50 Condurre unanalisi funzionale prima del trattamento Sì No

51 Condurre unanalisi funzionale prima del trattamento Sì No

52 Condurre una valutazione descrittiva prima del trattamento Sì No

53 Condurre una valutazione descrittiva prima del trattamento Sì No

54 T ECNOLOGICA O NO ? Usare un grafico per mostrare le procedure Sì No

55 Usare un grafico per mostrare le procedure Sì No

56 Usare una web cam per osservare i pazienti da lontano Sì No

57 Usare una web cam per osservare i pazienti da lontano Sì No

58 Descrivere in dettaglio le procedure di misurazione Sì No

59 Descrivere in dettaglio le procedure di misurazione Sì No

60 C ONCETTUALMENTE SISTEMATICA O NO ? Stare vicino a Daniela quando graffia. Questa procedura è basata sul principio dellestinzione poiché graffiare è mantenuto da rinforzo negativo Sì No

61 Stare vicino a Daniela quando graffia. Questa procedura è basata sul principio dellestinzione poiché graffiare è mantenuto da rinforzo negativo Sì No

62 Usare comunicazione facilitata per sbloccare la mente di persone con autismo Sì No

63 Usare comunicazione facilitata per sbloccare la mente di persone con autismo Sì No

64 Usare abbracci terapeutici per comportamenti auto aggressivi poiché il cliente ha problemi sensoriali Sì No

65 Usare abbracci terapeutici per comportamenti auto aggressivi poiché il cliente ha problemi sensoriali Sì No

66 Togliere il cibo prima del training, affinchè si chieda il cibo per evocare le richieste e incrementare lefficacia del cibo come rinforzo Sì No

67 Togliere il cibo prima del training, affinchè si chieda il cibo per evocare le richieste e incrementare lefficacia del cibo come rinforzo Sì No

68 LABA è effettivo perché Descrive le procedure precisamente Usa grafici per i dati, giornalieri o settimanali, per prendere decisioni sul trattamento Usa Group designs per determinare la valenza statistica dei suoi risultati

69 LABA è effettivo perché Descrive le procedure precisamente Usa grafici per i dati, giornalieri o settimanali, per prendere decisioni sul trattamento Usa Group designs per determinare la valenza statistica dei suoi risultati

70 G ENERALIZZABILE O NO ? Le Procedure sono applicabili a molte situazioni Sì No

71 Le Procedure sono applicabili a molte situazioni Sì No

72 Il cambiamento del comportamento si mantiene attraverso il tempo Sì No

73 Il cambiamento del comportamento si mantiene attraverso il tempo Sì No

74 Il cambiamento del comportamento è limitato al setting del trattamento Sì No

75 Il cambiamento del comportamento è limitato al setting del trattamento Sì No

76 Una bimba che ha imparato a chiedere Cars per i cartoni animati ora chiede Cars per i biscotti Sì No

77 Una bimba che ha imparato a chiedere Cars per i cartoni animati ora chiede Cars per i biscotti Sì No

78 La nostra ricerca di base ABA Behavioral Technology EAB Radical Behaviorism

79 La nostra ricerca di base ABA Behavioral Technology EAB Radical Behaviorism

80 La nostra pratica applicata basata sulla scienza ABA Behavioral Technology EAB Radical Behaviorism

81 La nostra pratica applicata basata sulla scienza ABA Behavioral Technology EAB Radical Behaviorism

82 Procedure validate dai ricercatori ABA che possono essere utilizzati da qualsiasi altro ricercatore ABA Behavioral Technology EAB Radical Behaviorism

83 Procedure validate dai ricercatori ABA che possono essere utilizzati da qualsiasi altro ricercatore ABA Behavioral Technology EAB Radical Behaviorism

84 La nostra filosofia ABA Behavioral Technology EAB Radical Behaviorism

85 La nostra filosofia ABA Behavioral Technology EAB Radical Behaviorism


Scaricare ppt "B REVE STORIA DELLO SVILUPPO DELL ANALISI DEL COMPORTAMENTO Giuliana Cardella – Psicologa - Analista comportamentale – Supervisor ABA."

Presentazioni simili


Annunci Google