La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Esperienza C.L.I.L Scuola Primaria E. De Amicis A.S. 2009-2010 Circolo Didattico Statale Silvestro dellAquila.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Esperienza C.L.I.L Scuola Primaria E. De Amicis A.S. 2009-2010 Circolo Didattico Statale Silvestro dellAquila."— Transcript della presentazione:

1 Esperienza C.L.I.L Scuola Primaria E. De Amicis A.S Circolo Didattico Statale Silvestro dellAquila

2 CLIL = approccio metodologico che consiste nel trasmettere contenuti non linguistici in una lingua straniera, al fine di favorire lapprendimento sia dei contenuti presentati, sia della lingua stessa.

3 Insegnamento CLIL Non rientra in un sillabo rigidamente sequenziale; necessita dellanalisi della dimensione cognitiva del contenuto disciplinare; necessita dellanalisi delle richieste linguistiche per poter fornire un supporto linguistico necessario ad affrontare il contenuto disciplinare arricchisce lapprendimento formale Insegnamento tradizionale Si basa sullinsegnamento di pronuncia, vocabolario, funzioni e abilità; È focalizzato sulla lingua da apprendere e sugli step metodologici da attivare

4 Finalità dellesperienza imparare non solo a usare una lingua, ma usare una lingua per imparare; accrescere lefficacia dellapprendimento della lingua straniera e acquisire migliore conoscenza delle discipline; offrire occasioni di utilizzo della lingua in contesti concreti e motivanti integrando in modo naturale le abilità di ricezione, produzione, interazione; realizzare uneconomia di tempo contestualizzando lapprendimento e concentrando nello stesso insegnamento porzioni di curricola diversi; utilizzare abilità, conoscenze e competenze di altre discipline ossia tutti i canali di apprendimento non solo quello linguistico; valorizzare le molteplicità dellintelligenza e i diversi stili di apprendimento degli alunni; conseguire standard formativi più elevati.

5 Progettazione del modulo CLIL Classi 5^B 5^C 5^D della Scuola Primaria Statale E. De Amicis, appartenente al Circolo Didattico Silvestro dellAquila. DESTINATARI BREVE DESCRIZIONE DELLINIZIATIVA Il titolo del progetto Discovering Sardinia integra linsegnamento della lingua inglese con gli aspetti legati allambito geografico, relativi alla conoscenza delle regioni italiane. Il progetto prevede lapprendimento di concetti e competenze relativi agli elementi fisici ed antropici della regione Sardegna. Gli alunni, guidati dallinsegnante e con il supporto fotografico di immagini appositamente strutturate, vengono sollecitati a cogliere gli aspetti descrittivi essenziali. Insegnante di lingua inglese: Alessandra Di Mascio Insegnante di geografia: Alessandra Di Mascio CONDUZIONE

6 CURRICOLO Posizione geografica Territorio Clima Attività economiche Demografia Lingua Città e province Feste e tradizioni popolari NODI DI CONOSCENZA Il progetto è articolato sia allinterno del curricolo nazionale, sia allinterno di quello locale che prevede larricchimento delle esperienze formative degli alunni (POF ) TEMPI DI REALIZZAZIONE Durata complessiva: 2 settimane Periodo: mese di Aprile Orario didattico obbligatorio

7 MATERIALI E SUSSIDI OCCORRENTI Postazioni multimediali, videoproiettore, fotocopie di mappe ed immagini, fotografie reali di paesaggi. MOTIVAZIONE DELLINIZIATIVA Esperienza in continuità con la tradizione curricolare della scuola, pioniere nellintroduzione della metodologia CLIL nelle scuole primarie della provincia; Particolare motivazione ed interesse degli alunni e delle insegnanti coinvolte; Desiderio di sviluppare ed approfondire la metodologia di insegnamento e la formazione di insegnamento delle insegnanti.

8 OBIETTIVI FORMATIVI DISCIPLINARI: Conoscere gli aspetti essenziali di una regione geografica o di un territorio Costruire la mappa concettuale della regione Sardegna Utilizzare il lessico specifico di riferimento geografico LINGUISTICI: Promuovere la conoscenza, in lingua inglese, di un territorio, attraverso le abilità del LISTENING e del READING OBIETTIVI SPECIFICI DISCIPLINARI: Conoscere la Sardegna LINGUISTICI: Comprendere un intervento orale (LISTENING, READING…) Comprendere ed eseguire semplici istruzioni

9 RISULTATI ATTESI Alla fine del percorso ci si aspetta che i bambini abbiano raggiunto gli obiettivi didattici specifici, che sappiano comprendere le semplici spiegazioni date in lingua inglese nonché rispondere in lingua italiana a domande sulle caratteristiche fisiche ed antropiche sulla Sardegna Per la classe 5^D, gli obiettivi formativi e specifici disciplinari, i risultati attesi, i contenuti e la metodologia di insegnamento vengono adattati alle particolari necessità degli alunni con una significativa riduzione e semplificazione metodologica, anche con il ricorso alluso dellitaliano. MEDIAZIONE DIDATTICA Approccio comunicativo Total physical response Uso esclusivo della lingua inglese supportata da immagini e mimo.

10 FASI DI REALIZZAZIONE La metodologia è stata quella della ricerca-azione. Linsegnante di inglese e della disciplina ha privilegiato il lavoro individuale degli alunni attraverso il laboratorio multimediale e linguistico della scuola soprattutto durante la fase del LISTENING e del READING. E stata predisposta una presentazione strutturata dei materiali e dei contenuti attraverso i programmi Openoffice e il software HICLASS, (DISCOVERING SARDINIA: A TRIP TO A SPECIAL ISLAND). Segue una lezione che prevede luso esclusivo della lingua inglese allo scopo di fornire ai bambini i concetti e le conoscenze, che vengono rielaborati successivamente nella mappa concettuale in lingua italiana. Linsegnante fornisce istruzioni e spiegazioni in L2, attraverso luso del mimo, delle similitudini e delle analogie,…. La discussione finale e la compilazione di un questionario a domanda aperta sono condotte in lingua italiana.

11 LE STRATEGIE DI INSEGNAMENTO Accompagnare la presentazione dei contenuti con : azione, dimostrazione, visivi; Riassumere regolarmente Controllare la comprensione Ripetere Riformulare Fornire aiuto con la lingua offrendo parole ed espressioni chiave, frasi semplici… Far tenere agli alunni un journal (diario di bordo) che indica cosa hanno imparato. PROCESSO Somministrazione del materiale; Indicazioni orali di supporto Verifica in lingua italiana

12 VALUTAZIONE I criteri adottati per la valutazione degli obiettivi disciplinari sono stati abbastanza oggettivi : rispetto al risultato di un test somministrato viene assegnato un livello di apprendimento generale. Prove di valutazione: questionario, colloqui Per la parte disciplinare si è scelto di utilizzare un questionario a scelta multipla e un colloquio, espressi in italiano, per non ostacolare la comprensione, perché la somministrazione uguale per tutti consente la standardizzazione dei risultati. Per le competenze linguistiche, si è proceduto attraverso losservazione dei comportamenti e la registrazione degli interventi dei bambini durante discussioni guidate che prevedessero luso dei termini o delle strutture conosciuti attraverso lascolto in lingua inglese.

13 GALLERIA FOTOGRAFICA La verifica del progetto ha evidenziato, seppur con esiti diversi il raggiungimento degli obiettivi previsti. Per la classe 5^D il livello per gli alunni in difficoltà è stato al di sotto di quelli attesi; i restanti hanno conseguito risultati soddisfacenti. RISULTATI CONSEGUITI


Scaricare ppt "Esperienza C.L.I.L Scuola Primaria E. De Amicis A.S. 2009-2010 Circolo Didattico Statale Silvestro dellAquila."

Presentazioni simili


Annunci Google