La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CSV AURORA - CROTONE I Centri di Servizio per il Volontariato sono stati istituiti dalla L. n. 266/91, Legge Quadro sul Volontariato, al fine di sostenere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CSV AURORA - CROTONE I Centri di Servizio per il Volontariato sono stati istituiti dalla L. n. 266/91, Legge Quadro sul Volontariato, al fine di sostenere."— Transcript della presentazione:

1

2 CSV AURORA - CROTONE I Centri di Servizio per il Volontariato sono stati istituiti dalla L. n. 266/91, Legge Quadro sul Volontariato, al fine di sostenere e qualificare le organizzazioni di volontariato tramite lerogazione gratuita di servizi alle associazioni iscritte e non iscritte nei registri regionali e provinciali del Volontariato.

3 IL CSV Aurora svolge la funzione di sostegno delle associazioni di volontariato senza erogare fondi ed in maniera indipendente rispetto agli Enti locali (Regioni, Province, Comuni). Il CSV Aurora non è un organo di rappresentanza politica delle associazioni di volontariato. CSV AURORA - CROTONE

4 OBIETTIVI DEL CSV Attuare percorsi idonei alla crescita ed al raggiungimento delle finalità di solidarietà sociale delle OdV; Stimolare la creazione di reti del volontariato al fine di incentivare la condivisione di strumenti e azioni per una efficace attività sul territorio ; CSV AURORA - CROTONE

5 OBIETTIVI DEL CSV Fornire alle associazioni di volontariato supporto concreto per lattività di risposta ai bisogni individuati; Instaurare un rapporto stabile e duraturo con le associazioni di volontariato della provincia di Crotone. CSV AURORA - CROTONE

6 Le macro-aree dintervento: Consulenza ed assistenza qualificata in ambito legale, fiscale, amministrativo, progettuale. Promozione della cultura del volontariato attraverso lorganizzazione di progetti, seminari, convegni e dibattiti; CSV AURORA - CROTONE

7 Le macro-aree dintervento: Formazione dei volontari delle OdV tramite lorganizzazione di percorsi formativi elaborati per e con le associazioni di volontariato; Informazione e Documentazione attraverso la circolarità delle informazioni e la diffusione di notizie rilevanti per il mondo del volontariato. CSV AURORA - CROTONE

8 SERVIZI CONTINUATIVI DI BASE Per lo svolgimento delle proprie attività è possibile richiedere e fruire di numerosi servizi, tra cui: Servizi collegati ad attività promozionali; Postazione internet; Biblioteca ed emeroteca; Sala riunioni attrezzata; Servizio Fax e telefono; Servizio Fotocopie B/N e colori; e molto altro… CSV AURORA - CROTONE

9 SERVIZI CONTINUATIVI DI BASE …ed utilizzare differenti attrezzature, tra cui: Service audio completo; videoproiettore con telo; computer portatile; macchina fotografica digitale; videocamera; lavagna luminosa; CSV AURORA - CROTONE

10 P ROGETTI FORMARE IL VOLONTARIATO E P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO Manifestazione di idee CSV Crotone anno 2008

11 I progetti Promuovere il Volontariato e Formare il Volontariato costituiscono un opportunità che il CSV Aurora mette a disposizione delle associazioni di volontariato per: indicare direttamente, sulla base della propria esperienza e dei propri bisogni, percorsi formativi o promozionali idonei alla crescita del volontariato; migliorare la propria capacità progettuale e propositiva, sviluppare buone prassi per il soddisfacimento dei bisogni individuati; creare reti del volontariato; P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

12 Caratteristiche della manifestazione di idee La manifestazione di idee, prevista in entrambi i progetti, è lo strumento attraverso il quale le associazioni di volontariato possono partecipare attivamente alla programmazione di iniziative e percorsi che saranno realizzati e gestiti direttamente dal CSV, in collaborazione con lassociazione proponente. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

13 Caratteristiche della manifestazione di idee Le linee di attività relative ai progetti Promuovere il Volontariato e Formare il Volontariato, rientrano nei compiti istituzionali del CSV Aurora. Non è ammessa, pertanto, alcuna forma di cofinanziamento, sia da parte di associazioni che da parte di altri soggetti pubblici o privati, per la realizzazione della proposta. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

14 Tipologia delle proposte: - percorsi informativi e promozionali, per consentire la conoscenza del mondo del volontariato nelle sue diverse sfaccettature; - rassegne, seminari e concorsi; - eventi comunicativi e manifestazioni; - altre iniziative specifiche finalizzate alla promozione e diffusione della cultura del volontariato P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

15 Specificità: Le proposte presentate dovranno prevedere lapporto prevalente e determinante dei volontari. Saranno considerate favorevolmente le proposte che prevedono un impegno diretto dei cittadini in esperienze di volontariato. P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

16 Risorse : Limporto complessivo delle risorse per la realizzazione del progetto Promuovere il Volontariato è pari ad euro ,00. Limporto totale delle risorse a disposizione sarà ripartito entro il limite massimo di euro 4.000,00 per proposta ritenuta idonea (sia che venga presentata singolarmente, sia da partnership sociale). P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

17 Tipologia delle proposte : - percorsi formativi finalizzati alla qualificazione dei volontari e/o aspiranti volontari delle associazioni di volontariato; - corsi ed iniziative formative volte allacquisizione ed al miglioramento di competenze ed attitudini necessarie per lo svolgimento dellattività di volontariato nonché a favorire lo scambio di esperienze tra volontari e tra OdV. F ORMARE IL V OLONTARIATO

18 Specificità : Le proposte presentate non possono riguardare: gestione contabile ed amministrativa delle OdV; progettazione e bilancio sociale; attività rientranti nei corsi gestiti direttamente dal CSV. F ORMARE IL V OLONTARIATO

19 Specificità : Saranno ritenute non idonee le proposte che, pur definendosi di formazione, prevedono esclusivamente o prevalentemente la realizzazione di convegni, seminari e simili. Le iniziative devono essere aperte alla partecipazione di volontari e aspiranti volontari. Nella proposta dovrà essere indicata la sede di svolgimento dellattività ed il numero di partecipanti. F ORMARE IL V OLONTARIATO

20 Specificità : N.B. Le OdV che, in qualità di capofila, hanno presentato progetti che sono stati ritenuti idonei nellambito della Manifestazione di idee – Formare il Volontariato anno 2007, non potranno presentare proposte in qualità di capofila nella Manifestazione di idee – Formare il Volontariato anno F ORMARE IL V OLONTARIATO

21 Risorse : Limporto complessivo delle risorse per la realizzazione del progetto Formare il Volontariato è pari ad euro ,00. Limporto totale delle risorse a disposizione sarà ripartito entro il limite massimo di euro 4.000,00 per proposta ritenuta idonea (sia che venga presentata singolarmente, sia da partnership sociale). F ORMARE IL V OLONTARIATO

22 COME STRUTTURARE LA PROPOSTA Suggerimenti per la redazione del Formulario Allegato A Analisi dei bisogni Presupposto di ogni proposta è la conoscenza dei bisogni del territorio. Lanalisi dei bisogni è fondamentale per individuare le azioni da realizzare. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

23 COME STRUTTURARE LA PROPOSTA Suggerimenti per la redazione del Formulario Allegato A Tematica Bisogna individuare lambito di intervento delle attività da realizzare; La tematica individuata deve essere rispondente alle esigenze delle associazioni proponenti; La durata delliniziativa deve essere commisurata alle attività che si intendono realizzare P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

24 COME STRUTTURARE LA PROPOSTA Suggerimenti per la redazione del Formulario Allegato A Contenuti e metodologie Stabilire in maniera chiara e sintetica i contenuti della proposta e le metodologie da utilizzare. Per la compilazione di questa sezione è importante considerare i parametri di valutazione contenuti nella Manifestazione di idee. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

25 COME STRUTTURARE LA PROPOSTA Suggerimenti per la redazione del Formulario Allegato A Obiettivi Indicare gli obiettivi che si intendono realizzare non indicando genericamente come tali la promozione/formazione del volontariato. E opportuno evidenziare gli obiettivi specifici che hanno reso necessario lintervento in modo che sia riscontrabile limportanza di realizzare la proposta P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

26 COME STRUTTURARE LA PROPOSTA Suggerimenti per la redazione del Formulario Allegato A Risultati attesi Indicare i risultati che si intendono raggiungere con specifica attenzione ai destinatari dellintervento, alle associazioni proponenti, ai destinatari indiretti dellattività, al possibile avvicinamento di singoli cittadini e gruppi informali al mondo del volontariato. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

27 COME STRUTTURARE LA PROPOSTA Suggerimenti per la redazione del Formulario Allegato A Tempistica Indicare nel formulario il programma della proposta con indicazione delle fasi, delle date e del monte ore complessivo per singola fase. Programmare le fasi in modo che le ore previste siano congrue alle azioni da realizzare. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

28 COME STRUTTURARE LA PROPOSTA Scheda economica preventiva Allegato B La scheda economica preventiva è lo strumento tramite il quale le organizzazioni di volontariato indicano i costi ritenuti necessari per lo svolgimento della proposta. I costi sono distinti in tre sezioni: spese generali, risorse umane e rimborso spese personale retribuito. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

29 COME STRUTTURARE LA PROPOSTA Scheda economica preventiva Allegato B La manifestazione di idee contiene tutte le indicazioni necessarie alla corretta compilazione della scheda economica. E bene controllare che i costi indicati non rientrino nelle spese non ammissibili e siano congrui rispetto alla proposta che si vuole realizzare. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

30 COME STRUTTURARE LA PROPOSTA Dichiarazione di sussistenza dei requisiti Allegato C Lallegato C serve per attestare la sussistenza dei requisiti previsti dallart. 3, c. 3, della legge n. 266/91 e la presenza della sede legale o operativa dellassociazione nel territorio della provincia di Crotone. La dichiarazione deve essere sottoscritta dal Legale Rappresentante dellassociazione di volontariato proponente. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

31 CRITERI E REGOLE DI PARTECIPAZIONE Le proposte possono essere presentate da organizzazioni di volontariato singolarmente oppure in rete (partnership sociale); Le associazioni che presentano la proposta devono rispettare i seguenti requisiti: - avere sede legale o operativa nel territorio della provincia di Crotone; - avere i requisiti indicati nellart. 3, c. 3, della L. n.266/91, iscritte o meno alla sezione provinciale del Registro Regionale del Volontariato. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

32 CRITERI E REGOLE DI PARTECIPAZIONE La partnership sociale può essere formata da unassociazione di volontariato con altre associazioni di volontariato e soggetti del Terzo Settore. In tal caso è necessario che le strutture che compongono la partnership non siano riconducibili ad un unico soggetto in termini di rappresentanza interna o esterna. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

33 CRITERI E REGOLE DI PARTECIPAZIONE Le associazioni di volontariato ed i soggetti che compongono la partnership sociale potranno presentare esclusivamente, a pena di decadenza, una singola manifestazione di idee per progetto. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

34 DOCUMENTI DA PRESENTARE a) Formulario (All. A) cartaceo ed informatico; b) Scheda economica di previsione (All. B) cartaceo ed informatico; c) Dichiarazione (All. C) attestante la sussistenza dei requisiti di cui allart. 3, c. 3 della l. n. 266/91 e la presenza della sede legale o operativa dellassociazione nel territorio della provincia di Crotone; d) Fotocopia del documento didentità del legale rappresentante dellassociazione proponente; P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

35 DOCUMENTI DA PRESENTARE e) Dichiarazione di non appartenenza in qualità di socio allassociazione proponente e/o alle associazioni partner sottoscritta dal relatore/docente e relativo curriculum vitae; f) Copia dellatto costitutivo, dello statuto e di eventuali iscrizioni ai registri regionali o provinciali del volontariato. Tutta la documentazione deve essere sottoscritta dal legale rappresentante dellassociazioni proponente. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

36 RISORSE UMANE Lassociazione proponente ha la possibilità di indicare il nominativo della/e figura/e professionale/i ritenuta/e necessaria/e per lo svolgimento delliniziativa. La risorsa umana indicata dovrà allegare il curriculum vitae ed una dichiarazione di non appartenenza come socio allassociazione proponente o agli eventuali soggetti partner, salvo prestazione dellattività a titolo gratuito. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

37 TERMINI DI PRESENTAZIONE Le proposte dovranno pervenire al CSV Aurora entro le ore del 26 giugno In caso di spedizione, non fa fede il timbro postale. Sulla busta dovrà essere apposta la dicitura Progetto Promuovere il Volontariato – Manifestazione di idee CSV Crotone anno 2008 oppure Progetto Formare il Volontariato – Manifestazione di idee CSV Crotone anno 2008 P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

38 AMMISSIBILITA DEI PROGETTI E necessario rispettare i seguenti requisiti: 1. modalità e termini di presentazione delle proposte progettuali indicati nel punto 1 Criteri e regole di partecipazione; 2. coerenza della proposta con le finalità indicate nello statuto dellassociazione proponente; 3. realizzazione delliniziativa nel territorio della provincia di Crotone. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

39 REALIZZAZIONE DELLA PROPOSTA Le proposte devono essere realizzate entro il 15 novembre VALUTAZIONE La valutazione delle proposte pervenute avverrà entro 15 gg. dal termine fissato per la scadenza della presentazione delle manifestazioni di idee. Sarà istituita una Commissione per la valutazione delle proposte. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

40 COMMISSIONE La Commissione valuterà, a suo insindacabile giudizio, le proposte e stilerà apposita graduatoria. Inoltre la Commissione potrà diminuire i costi previsti dallassociazione proponente nella scheda economica di previsione. La Commissione di Valutazione ha anche la facoltà di richiedere al CSV nuovi curriculum vitae qualora quelli presentati non fossero ritenuti idonei. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

41 PARAMETRI DI VALUTAZIONE - efficacia della proposta rispetto agli obiettivi di promozione /formazione del volontariato; - coerenza della proposta rispetto alle esigenze del territorio; - innovatività ed originalità dellintervento riguardo alle metodologie ed alle azioni poste in essere; P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

42 PARAMETRI DI VALUTAZIONE - capacità di coinvolgere altri soggetti nella progettazione e realizzazione dellevento; - ricaduta dellazione programmata sui destinatari diretti ed indiretti; - congruità delliniziativa con la scheda economica di previsione presentata. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

43 COMUNICAZIONE Oltre alla pubblicazione sul sito della graduatoria delle proposte, tutte le associazioni proponenti riceveranno una comunicazione scritta con cui saranno trasmessi gli esiti della valutazione. Le associazioni le cui proposte saranno ritenute idonee, si impegnano a concordare le modalità di attuazione della proposta. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

44 TITOLARITA E GESTIONE Tutti gli oneri legati al progetto saranno sostenuti direttamente dal CSV Aurora che detiene la titolarità giuridica, amministrativa e dei relativi rapporti contrattuali; Sarà cura del CSV richiedere lemissione di qualsiasi documento rilevante ai fini fiscali evitando qualsiasi anticipazione da parte delle OdV. La predisposizione di comunicati stampa o altre forme di comunicazione dovrà essere realizzata congiuntamente con il CSV Aurora. P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO

45 SPESE NON AMMISSIBILI a) Acquisto, ristrutturazione e manutenzione di beni immobili; b) Funzionamento ordinario dellassociazione (fitti, utenze, spese generali); c) Attività di progettazione e rendicontazione; d) Convivialità se non strettamente coerenti con lo svolgimento del progetto; e) Rimborsi spese (vitto, alloggio e trasporti dei professionisti) superiori ad euro 1.000,00; f) Attività formative/promozionali; g) Acquisto beni mobili (arredi, attrezzature e simili) P ROGETTI F ORMARE IL V OLONTARIATO P ROMUOVERE IL V OLONTARIATO


Scaricare ppt "CSV AURORA - CROTONE I Centri di Servizio per il Volontariato sono stati istituiti dalla L. n. 266/91, Legge Quadro sul Volontariato, al fine di sostenere."

Presentazioni simili


Annunci Google