La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1^CONFERENZA DI VALUTAZIONE 31.07.2009 Comune di Laglio Piano di Governo del Territorio V.A.S.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1^CONFERENZA DI VALUTAZIONE 31.07.2009 Comune di Laglio Piano di Governo del Territorio V.A.S."— Transcript della presentazione:

1 1^CONFERENZA DI VALUTAZIONE Comune di Laglio Piano di Governo del Territorio V.A.S.

2 INCARICO PROFESSIONALE * Incarico per formazione P.G.T. e V.A.S. D.R.S.T n

3 SITUAZIONE URBANISTICA * P.R.U.G. VigenteD.G.R n° * Documento di InquadramentoD.C.C n° 5 Atto IntegrativoD.C.C n° 13 * P.I.I. ex MolinariD.C.C n° 12 * P.T.P.R.D.C.R n°. VII/197 Ambiti di elevata naturalità oltre lisoipsa di m. s.l.m. 800 * P.T.C.P.D.C.P n° 59 (B.U.R.L n° 38-Rete ecologica)

4 PROCESSO PARTECIPATIVO Avvio del procedimento P.G.T. Avviso Avvio procedimento V.A.S. e individuazione autorità competente D.G.C n° 33

5 COORDINATE TERRITORIALI SUPERFICIE TERRITORIALEmq ALTEZZA s.l.m. da 199 a DISTANZA DA COMOKm 13 INFRASTRUTTURE PRINCIPALIS.S. n°. 340 – S.P. n.71 COERENZENordBrienno EstLago di Como Sud-OvestCarate Urio FRAZIONI PRINCIPALIGermanello, Torriggia, Soldino, Ticèe, nuclei rurali COMUNITA MONTANALario-Intelvese UNIONE DEI COMUNILario di Ponente: Moltrasio, Carate Urio (sede), Laglio, Brienno

6 POPOLAZIONE }+ 6,01% (+ 0,35% MEDIO ANNUO)

7 POPOLAZIONE

8 VERIFICA INDICE CONSUMO DEL SUOLO

9 LINEE PROGRAMMATICHE Consolidamento della posizione strategica di Laglio nel compendio geografico del Basso Lario quale luogo dellaccoglienza e dellospitalità, innestato sullindividuazione delle priorità di interesse sovra comunale quali esemplificativamente gli attracchi per la nautica da diporto, la cantieristica e il comparto artigianale e commerciale, il sistema bibliotecario-culturale, ai fini del radicamento della filiera ristoro- ricettiva. Perfezionamento delle politiche di privilegio della residenzialità permanente intesa soprattutto come dimora di ritorno attraverso anche lincentivazione di tipologie edilizie convenzionate, riequilibrando il fenomeno delle seconde case. Valorizzazione delle peculiarità storico/naturalistiche e panoramiche del paesaggio inteso come sorgente di percezione (che cosa vedo da) ed al tempo stesso recapito vedustico (da dove sono visto). Contenimento della trasformazione territoriale entro i limiti fisicamente sostenibili (come fissato dalla rete Ecologica del PTCP) e funzionalmente compatibili, comunque con lintento di privilegiare benefici pubblici diffusi e conseguentemente di perseguire il miglioramento degli standard civili riconducibili al comfort abitativo singolo e sociale (risparmio e autonomia energetica, ricircolo idrico e consumi potabili, collettamento reflui, ecc.).

10 LINEE PROGRAMMATICHE Recupero e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente con particolare attenzione ai nuclei di antica formazione, ai beni architettonici- culturali, agli agglomerati sparsi di origine rurale e mantenimento della compattezza della tessitura urbana,attraverso il completamento delle porosità e delle interstizialità infrafrazionali persistenti. A questo proposito si inseriscono i Piani Attuativi in essere e il connesso programma operativo di realizzazione di parcheggi in sopra e sottosuolo. Risulta evidente lindotto e la valorizzazione fruitiva che deriverà alle contermini attrezzature religiose, ricreative, civiche e terziarie. Tutela paesistica ambientale promuovendo la riqualificazione della rete ecologica locale e sovralocale e delle infrastrutture riservate alla mobilità protetta nel quadro della riscoperta di itinerari didattico/naturalistici (e di coni ottico-percettivi) di importanza storico-archeologica in quanto interessanti i percorsi interfrazionali e i raccordi in quota come componente di rete collegata alla Via dei Monti Lariani tratto Monte Bisbino, Monte Colmegnone, Sella di Schignano verso il Sasso Gordona e gli scollinamenti transvallivi e transfrontalieri. Valorizzazione delle attività agro-allevatorie e forestali attraverso il potenziamento della multifunzionalità ed articolazione dellindotto agricolo compatibile (turismo rurale ed escursionistico, enogastronomico, svago ecc.), finalizzata a coniugare la presenza delluomo con la prevenzione del degrado e la salvaguardia dellequilibrio ambientale.

11 LINEE PROGRAMMATICHE Potenziamento del settore ricettivo, favorendo la diversificazione dellofferta turistica e delle dotazioni di servizio e di complementarietà ricreativo-culturale anche funzionali alla crescita dei livelli occupazionali e allestensione temporale della stagionalità delle accoglienze. Realizzazione delle priorità di intervento a preminente valenza pubblica evidenziate dal Documento dInquadramento, atto integrativo cit., con particolare attenzione: -Ambulatorio: nuova sede; -Ufficio postale: rilocalizzazione; -Parco attrezzato per gioco bimbi; -Percorsi interni ai vecchi nuclei e riqualificazione lungolago; -Dotazioni sportive; potenziamento; -Biblioteca e museo: nuova sede; -Rete illuminazione: completamento; -Interventi di tecnologia ambientale per lottimizzazione delle risorse energetiche: attivazione; -Buco dellOrso e servizi infrastrutturali connessi: valorizzazione..

12 VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA


Scaricare ppt "1^CONFERENZA DI VALUTAZIONE 31.07.2009 Comune di Laglio Piano di Governo del Territorio V.A.S."

Presentazioni simili


Annunci Google