La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La nuova previdenza dopo la manovra correttiva Le misure principali Le misure principali Gli effetti Gli effetti Numeri e tabelle Numeri e tabelle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La nuova previdenza dopo la manovra correttiva Le misure principali Le misure principali Gli effetti Gli effetti Numeri e tabelle Numeri e tabelle."— Transcript della presentazione:

1 La nuova previdenza dopo la manovra correttiva Le misure principali Le misure principali Gli effetti Gli effetti Numeri e tabelle Numeri e tabelle

2 La previdenza che cambia in sintesi Aggiornamento dei coefficienti di trasformazione per le pensioni del sistema contributivo o misto; Aggiornamento dei coefficienti di trasformazione per le pensioni del sistema contributivo o misto; Scadenza del 31 dicembre: chi matura i requisiti entro questa data, va in pensione con le decorrenze previste prima della legge 122/2010 Scadenza del 31 dicembre: chi matura i requisiti entro questa data, va in pensione con le decorrenze previste prima della legge 122/ : Anzianità: scatta Quota 96 per i dipendenti, con età minima di 60 anni e almeno 36 anni di contributi; Quota 97 per gli autonomi con età minima a 61 anni; Anzianità: scatta Quota 96 per i dipendenti, con età minima di 60 anni e almeno 36 anni di contributi; Quota 97 per gli autonomi con età minima a 61 anni; Requisito di età a 61 anni per le dipendenti pubbliche; Requisito di età a 61 anni per le dipendenti pubbliche; Cambio del calendario della decorrenza degli assegni con introduzione delle finestre a scorrimento Cambio del calendario della decorrenza degli assegni con introduzione delle finestre a scorrimento 2011:

3 La previdenza che cambia in sintesi Sale a 65 anni letà pensionabile delle donne nella pubblica amministrazione per la pensione di vecchiaia Sale a 65 anni letà pensionabile delle donne nella pubblica amministrazione per la pensione di vecchiaia Via al pagamento delle pensioni alle quali si applicano le nuove regole: 1° febbraio per i dipendenti e 1° agosto per gli autonomi Via al pagamento delle pensioni alle quali si applicano le nuove regole: 1° febbraio per i dipendenti e 1° agosto per gli autonomi 2012: Anzianità: scatta Quota 97 per i dipendenti, con età minima di 61 anni e almeno 36 anni di contributi; Quota 98 per gli autonomi con età minima a 61 anni; Anzianità: scatta Quota 97 per i dipendenti, con età minima di 61 anni e almeno 36 anni di contributi; Quota 98 per gli autonomi con età minima a 61 anni; 2013: Aumento delletà pensionabile in ragione della speranza di vita (successivo adeguamento nel 2019) Aumento delletà pensionabile in ragione della speranza di vita (successivo adeguamento nel 2019) 2015:

4 La nuova previdenza dopo la manovra Progressivo innalzamento dei requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici con adeguamento allincremento della speranza di vita rilevato annualmente dallIstat; Progressivo innalzamento dei requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici con adeguamento allincremento della speranza di vita rilevato annualmente dallIstat; Il primo adeguamento – che non può superare i tre mesi - è previsto nel 2015; il successivo nel 2019; i seguenti con cadenza triennale; Il primo adeguamento – che non può superare i tre mesi - è previsto nel 2015; il successivo nel 2019; i seguenti con cadenza triennale; Adattamento dei coefficienti di trasformazione per valori del requisito anagrafico superiori a 65 anni; Adattamento dei coefficienti di trasformazione per valori del requisito anagrafico superiori a 65 anni; A decorrere dal 2011, finestre di pensionamento bloccate per 12 mesi dalla maturazione del requisito per dipendenti pubblici e privati e per 18 mesi per gli autonomi A decorrere dal 2011, finestre di pensionamento bloccate per 12 mesi dalla maturazione del requisito per dipendenti pubblici e privati e per 18 mesi per gli autonomi Le misure adottate: la previdenza (art. 12)

5 La norma sul blocco delle finestre non si applica: ai lavoratori della scuola, per i quali la decorrenza del trattamento è allinizio dellanno scolastico in caso di maturazione dei requisiti entro il 31 dicembre dello stesso anno; ai lavoratori della scuola, per i quali la decorrenza del trattamento è allinizio dellanno scolastico in caso di maturazione dei requisiti entro il 31 dicembre dello stesso anno; a coloro che hanno fatto richiesta di pensionamento entro il 30 giugno 2010; a coloro che hanno fatto richiesta di pensionamento entro il 30 giugno 2010; ai lavoratori cui viene meno il titolo abilitante allo svolgimento della specifica attività lavorativa per raggiunti limiti di età; ai lavoratori cui viene meno il titolo abilitante allo svolgimento della specifica attività lavorativa per raggiunti limiti di età; ai lavoratori in mobilità o titolari di prestazioni a carico di fondi di solidarietà di settore (massimo 10mila beneficiari) ai lavoratori in mobilità o titolari di prestazioni a carico di fondi di solidarietà di settore (massimo 10mila beneficiari) Le misure adottate: la previdenza (art. 12) La nuova previdenza dopo la manovra

6 A decorrere dal 1° gennaio 2012 (e non dal 2018, come precedentemente previsto), è equiparato il requisito anagrafico (65 anni) per il raggiungimento delletà pensionabile nel pubblico impiego; A decorrere dal 1° gennaio 2012 (e non dal 2018, come precedentemente previsto), è equiparato il requisito anagrafico (65 anni) per il raggiungimento delletà pensionabile nel pubblico impiego; La norma interessa tutte le dipendenti pubbliche iscritte alle forme esclusive AGO; La norma interessa tutte le dipendenti pubbliche iscritte alle forme esclusive AGO; La normativa vigente continua ad applicarsi alle dipendenti pubbliche che maturino i requisiti richiesti entro il 31 dicembre 2011; La normativa vigente continua ad applicarsi alle dipendenti pubbliche che maturino i requisiti richiesti entro il 31 dicembre 2011; I maggiori risparmi derivanti dallinnalzamento delletà pensionabile delle lavoratrici del pubblico impiego sono destinati ad interventi sul versante delle politiche sociali e familiari, con particolare attenzione alla non autosufficienza e alla conciliazione I maggiori risparmi derivanti dallinnalzamento delletà pensionabile delle lavoratrici del pubblico impiego sono destinati ad interventi sul versante delle politiche sociali e familiari, con particolare attenzione alla non autosufficienza e alla conciliazione Le misure adottate: la previdenza (art. 12) La nuova previdenza dopo la manovra

7 Le misure adottate: la previdenza (art. 12) La nuova previdenza dopo la manovra A decorrere dal 1° luglio 2010 diventa onerosa per tutti la ricongiunzione allInps della contribuzione versata ad altri fondi; A decorrere dal 1° luglio 2010 diventa onerosa per tutti la ricongiunzione allInps della contribuzione versata ad altri fondi; Sono abrogate di conseguenza tutte le disposizioni che garantivano la gratuità della ricongiunzione: Sono abrogate di conseguenza tutte le disposizioni che garantivano la gratuità della ricongiunzione: - legge 322 del 1958 (costituzione della posizione assicurativa); - dlgs 562/96 (art, 3, comma 14, Fondo di previdenza per gli elettrici) e legge 1450/56 (art. 28, Fondo di previdenza per i telefonici); - legge 1646/62 (art. 40, personale dipendente amm.statali, personale ora iscritto Inpdap, personale iscritto Ipost); - dpr 1092/73 (art. 124, dipendenti civili statali, militari in servizio permanente e continuativo) - legge 958/86 (art. 21, comma 4, e 40, comma 3, carabinieri, graduati e militari di truppa, sergenti di complemento)

8 Soppressione ed accorpamento di enti previdenziali pubblici: - Ipsema ed Ispesl in Inail; - Ipost in Inps; - Enam in Inpdap; - Enappsmsad in Enpals Soppressione ed accorpamento di enti previdenziali pubblici: - Ipsema ed Ispesl in Inail; - Ipost in Inps; - Enam in Inpdap; - Enappsmsad in Enpals Riduzione dei componenti degli organi direttivi e degli emolumenti spettanti; Riduzione dei componenti degli organi direttivi e degli emolumenti spettanti; Valorizzazione del patrimonio immobiliare degli Enti; Valorizzazione del patrimonio immobiliare degli Enti; Lotta allevasione contributiva con coinvolgimento degli EELL; Lotta allevasione contributiva con coinvolgimento degli EELL; 250mila verifiche annue per contrastare il fenomeno degli abusi in materia di invalidità civile 250mila verifiche annue per contrastare il fenomeno degli abusi in materia di invalidità civile Le misure adottate: la previdenza e lassistenza La nuova previdenza dopo la manovra

9 Gli effetti finanziari della manovra Anno Variazione della spesa pensionistica (mln ) Variazione spesa pensionistica in rapporto al Pil Variazione del numero di pensioni ,02% ,17% ,21% ,20% ,21% ,23% ,26% ,27% ,23% ,26% ,32% ,40% ,37% ,29% ,14% ,03% Totale ,55%

10 Lavoratori dipendenti - Requisiti maturati a partire dal 1° gennaio 2011 Mese Nuova uscita Vecchio regime Differenza Gennaio febbraio anno seguente luglio stesso anno 7 mesi Febbraio marzo anno seguente luglio stesso anno 8 mesi Marzo aprile anno seguente luglio stesso anno 9 mesi Aprile maggio anno seguente ottobre stesso anno 7 mesi Maggio giugno anno seguente ottobre stesso anno 8 mesi Giugno luglio anno seguente ottobre stesso anno 9 mesi Luglio agosto anno seguente gennaio anno seguente 7 mesi Agosto settembre anno seguente gennaio anno seguente 8 mesi Settembre ottobre anno seguente gennaio anno seguente 9 mesi Ottobre novembre anno seguente aprile anno seguente 7 mesi Novembre dicembre anno seguente aprile anno seguente 8 mesi Dicembre gennaio passato un anno aprile anno seguente 9 mesi Gli effetti della finestra a scorrimento sulle pensioni di vecchiaia La nuova previdenza dopo la manovra

11 Gli effetti della finestra a scorrimento sulle pensioni di anzianità La nuova previdenza dopo la manovra Lavoratori dipendenti – Requisiti maturati a partire dal 1° gennaio 2011 – meno di 40 anni di contributi Mese Nuova uscita Vecchio regime Differenza Gennaio febbraio anno seguente gennaio anno seguente 1 mese Febbraio marzo anno seguente gennaio anno seguente 2 mesi Marzo aprile anno seguente gennaio anno seguente 3 mesi Aprile maggio anno seguente gennaio anno seguente 4 mesi Maggio giugno anno seguente gennaio anno seguente 5 mesi Giugno luglio anno seguente gennaio anno seguente 6 mesi Luglio agosto anno seguente luglio anno seguente 1 mese Agosto settembre anno seguente luglio anno seguente 2 mesi Settembre ottobre anno seguente luglio anno seguente 3 mesi Ottobre novembre anno seguente luglio anno seguente 4 mesi Novembre dicembre anno seguente luglio anno seguente 5 mesi Dicembre gennaio passato un anno luglio anno seguente 6 mesi

12 Gli effetti della finestra a scorrimento sulle pensioni di anzianità La nuova previdenza dopo la manovra Lavoratori dipendenti – Requisiti maturati a partire dal 1° gennaio almeno 40 anni di contributi Mese Nuova uscita Vecchio regime Differenza Gennaio febbraio anno seguente luglio stesso anno 7 mesi Febbraio marzo anno seguente luglio stesso anno 8 mesi Marzo aprile anno seguente luglio stesso anno 9 mesi Aprile maggio anno seguente ottobre stesso anno 7 mesi Maggio giugno anno seguente ottobre stesso anno 8 mesi Giugno luglio anno seguente ottobre stesso anno 9 mesi Luglio agosto anno seguente gennaio anno seguente 7 mesi Agosto settembre anno seguente gennaio anno seguente 8 mesi Settembre ottobre anno seguente gennaio anno seguente 9 mesi Ottobre novembre anno seguente aprile anno seguente 7 mesi Novembre dicembre anno seguente aprile anno seguente 8 mesi Dicembre gennaio passato un anno aprile anno seguente 9 mesi

13 Lavoratori dipendenti pubblici e privati – pensione di anzianità Anno Quota aggiuntiva da speranza di vita Età minima necessaria Somma di età anagrafica e contributiva mesi 61 anni e 2 mesi 97 e 2 mesi mesi 61 anni e 4 mesi 97 e 3 mesi mesi 61 anni e 7 mesi 97 e 6 mesi mesi 61 anni e 9 mesi 97 e 7 mesi mesi 62 anni 98 Gli effetti sulletà pensionabile delladeguamento alla speranza di vita Nota: la quota aggiuntiva da speranza di vita è presunta, in quanto è sulla base dei dati forniti dallIstat ad oggi, per cui potrebbe variare La nuova previdenza dopo la manovra

14 Lavoratori dipendenti pubblici – pensione di vecchiaia Anno Quota aggiuntiva da speranza di vita Età minima necessaria mesi 65 anni e 2 mesi mesi 65 anni e 4 mesi mesi 65 anni e 8 mesi (6 mesi per le donne) mesi (8 per le donne) 65 anni e 10 mesi mesi 62 anni Gli effetti sulletà pensionabile delladeguamento alla speranza di vita Nota: la quota aggiuntiva da speranza di vita è presunta, in quanto è sulla base dei dati forniti dallIstat ad oggi, per cui potrebbe variare La nuova previdenza dopo la manovra

15 Gli effetti sulletà pensionabile delladeguamento alla speranza di vita Nota: la quota aggiuntiva da speranza di vita è presunta, in quanto è sulla base dei dati forniti dallIstat ad oggi, per cui potrebbe variare Lavoratori dipendenti privati – pensione di vecchiaia Anno Quota aggiuntiva da speranza di vita Età minima necessaria uomini Età minima necessaria donne mesi 65 anni e 2 mesi 60 anni e 2 mesi mesi 65 anni e 4 mesi 60 anni e 4 mesi mesi 65 anni e 8 mesi 60 anni e 6 mesi mesi 65 anni e 10 mesi 60 anni e 8 mesi mesi 66 anni 61 anni La nuova previdenza dopo la manovra

16 Età di ingresso nel mondo del lavoro Anno nascita Lanno di pensionamento per le dipendenti pubbliche Fonte: Ordine degli attuari

17 Età di ingresso nel mondo del lavoro Anno nascita Lanno di pensionamento per le dipendenti pubbliche Fonte: Ordine degli attuari

18 Età di ingresso nel mondo del lavoro Anno nascita Lanno di pensionamento per le dipendenti pubbliche Fonte: Ordine degli attuari


Scaricare ppt "La nuova previdenza dopo la manovra correttiva Le misure principali Le misure principali Gli effetti Gli effetti Numeri e tabelle Numeri e tabelle."

Presentazioni simili


Annunci Google