La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sofia Postai - Luca Mascaro controllo di accessibilità i 22 requisiti della Legge Stanca punto per punto i 22 requisiti della Legge Stanca punto per punto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sofia Postai - Luca Mascaro controllo di accessibilità i 22 requisiti della Legge Stanca punto per punto i 22 requisiti della Legge Stanca punto per punto."— Transcript della presentazione:

1 Sofia Postai - Luca Mascaro controllo di accessibilità i 22 requisiti della Legge Stanca punto per punto i 22 requisiti della Legge Stanca punto per punto

2 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai La Legge Stanca La legge 4/2004 (detta legge Stanca) impone laccessibilità ai siti della pubblica amministrazione. Per essere a norme è necessario rispettare 22 requisiti (qui di seguito analizzati) ed alcune metodologie di verifica tecnica indicate (riguardano solo alcuni requisiti). Non esiste uno strumento di verifica automatica per la legge italiana. Molti di questi controlli sono possibili solo su base umana. Link alla normativa italiana:

3 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Accessibilità Internazionale Le norme internazionali (W3C) che ci interessano sono le WCAG (Web Content Accesibility Guidelines), che sono una parte del WAI (Web Accessibility Initiative) che comprende anche linee guida per i browser, e per gli strumenti di authoring. Le WCAG attuali risalgono al Le WCAG 2.0 sono in procinto di essere rilasciate (da circa 2 anni) e sono abbastanza controverse. La legge USA (detta 508), è diversa è per certi versi più blanda della legge Stanca. I validatori automatici esistenti non sono utilizzabili per verifiche di conformità (arrivano a verificare solo il 20% dei punti di controllo).

4 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Certificazione di conformità In pratica non esiste (anche se in teoria esiste questa possibilità, obbligatoria solo per aziende non pubbliche vogliano fregiarsi del bollino) Le PA autocertificano la propria accessibilità Non è prevista nessuna formalità (né iter particolari) per questa autocertificazione

5 Sofia Postai - Luca Mascaro i 22 requisiti della Legge Stanca punto per punto

6 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 1 Enunciato: Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone laspetto semantico. In particolare, per i linguaggi a marcatori HTML (HypertText Markup Language) e XHTML (eXtensible HyperText Markup Language): a) per tutti i siti di nuova realizzazione utilizzare almeno la versione 4.01 dellHTML o preferibilmente la versione 1.0 dellXHTML, in ogni caso con DTD (Document Type Definition - Definizione del Tipo di Documento) di tipo Strict; b)per i siti esistenti, in sede di prima applicazione, nel caso in cui non sia possibile ottemperare al punto a) è consentito utilizzare la versione dei linguaggi sopra indicati con DTD Transitional, ma con le seguenti avvertenze: 1) evitare di utilizzare, allinterno del linguaggio a marcatori con il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche di presentazione della pagina (per esempio, caratteristiche dei caratteri del testo, colori del testo stesso e dello sfondo, ecc.), ricorrendo invece ai Fogli di Stile CSS (Cascading Style Sheets) per ottenere lo stesso effetto grafico; 2) evitare la generazione di nuove finestre; ove ciò non fosse possibile, avvisare esplicitamente lutente del cambiamento del focus; 3) pianificare la transizione dellintero sito alla versione con DTD Strict del linguaggio utilizzato, dandone comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per linnovazione e le tecnologie e al Centro nazionale per linformatica nella pubblica amministrazione.

7 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 1: in pratica Richiede un codice strict (preferibilmente xhtml). Il transitional è ammesso solo apparentemente (per siti già on line), ma senza elementi presentazionali (propri del transitional) come indicazioni di colore, dimensione, allineamenti, etc. Non è ammessa lapertura di nuove finestre mediante la stintassi target=_blank. E in pratica tollerata (anche se sconsigliata) lapertura attraverso javascript col costrutto: Questo tuttavia riguarda il requisito 15. Da sottolineare che, se proprio è necessario aprire una nuova finestra, lutente va avvertito (normalmente utilizzando il title nel link)

8 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 1 Punti di controllo Html o xhml strict (o transitional senza elementi presentazionali) valido Strumento: validator (validator.w3.org) Assenza elementi presentazionali Strumento: eliminazione CSS da barra Opzioni IE + controllo sorgente Apertura nuove finestre (target Blank) Strumento: controllo sorgente o barra Explorer/struttura Corretta struttura semantica Strumento: struttura/barra Explorer + controllo sorgente }

9 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 2 Enunciato: Non è consentito luso dei frame nella realizzazione di nuovi siti. In sede di prima applicazione, per i siti Web esistenti già realizzati con frame è consentito luso di HTML 4.01 o XHTML 1.0 con DTD frameset, ma con le seguenti avvertenze: a) evitare di utilizzare, allinterno del linguaggio a marcatori con il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche di presentazione della pagina (per esempio, caratteristiche dei caratteri del testo, colori del testo stesso e dello sfondo, ecc.), ricorrendo invece ai Fogli di Stile CSS (Cascading Style Sheets) per ottenere lo stesso effetto grafico; b) fare in modo che ogni frame abbia un titolo significativo per facilitarne lidentificazione e la navigazione; se necessario, descrivere anche lo scopo dei frame e la loro relazione; + c) pianificare la transizione a XHTML almeno nella versione 1.0 con DTD Strict dellintero sito dandone comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per linnovazione e le tecnologie e al Centro nazionale per linformatica nella pubblica amministrazione.

10 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 2 in pratica In sito non deve essere realizzato a frames. Per i vecchi siti esiste una tolleranza, purché ai frames sia dato un nome identificativo, è purché le pagine siano realizzate affidando tutte le indicazioni presentazionali via CSS.

11 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 2 Punti di controllo Assenza di Frames Strumento: Struttura/barra Explorer Titolo significativo dei frames Strumento: Struttura/barra Explorer

12 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 3 Enunciato: Fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; lalternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dalloggetto originale nello specifico contesto.

13 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 3 in pratica E necessario che le immagini significative abbiano un testo alternativo. Se limmagine è solo decorativa lasciare lalt vuoto -> alt= Se lìmmagine è complessa (istogramma, grafico) è necessaria una descrizione che abbia la stessa funzione informativa dellimmagine. Tra le varie soluzioni possibili la migliore è scriverla in chiaro, leggibile a tutti, come commento allimmagine. In questo caso lalt può semplicemente rimandare alla spiegazione successiva (ad esempio: alt=istogramma spiegato nel testo a seguire). Nel caso di istogrammi e grafici può essere usato SVG (Scalable Vector Graphics). Lalt sincronizzato si applica ad immagini di tipo dinamico, per esempio generate nel corso di un evento (sia reale che virtuale). E un caso poco frequente, ma se si incontrasse è necessario che, se limmagine è significativa, si trovi il modo di farle corrispondere un testo altrettanto significativo. Se fosse una webcam con finalità meteo sarebbe un problema non da poco, per esempio...

14 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 3 Punti di controllo Presenza degli alt Strumento: Immagini/barra Explorer Alt commisurati alla funzione delloggetto Strumento: Controllo umano Aggiornamento dinamico Strumento: Controllo Umano su siti esterni: Controllo processo su sito auto-prodotti

15 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 4 Enunciato: Garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina.

16 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 4 in pratica Tutela ciechi e daltonici: significa che non è possibile usare il colore come identificativo (per esempio le caselle a fondo giallo sono obbligatorie) Non significa che non si possa usare anche il colore (che per i normovedenti è molto immediato) ma che oltre al colore deve essere usato un altro segno distintivo.

17 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 4 Punti di controllo Nessuna informazione veicolata dal solo colore Strumento: Controllo umano

18 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 5 Enunciato: Evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire lutente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi. Luso del blink anche solo via CSS è contrario al requisito. NOTA: la legge italiana non fissa dei limiti ma è molto generica. IN USA: Le pagine devono essere progettate in modo da evitare che lo schermo lampeggi con una frequenza maggiore di 2 Hz e minore di 55 Hz"

19 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 5 in pratica Ad uninterpretazione restrittiva questo requisito vieta la maggior parte delle animazioni in loop non azionate dallutente, in quanto sono obiettivamente un disturbo alla concentrazione. Da segnalare: tutte le animazioni che attirano lattenzione la distolgono da altro (e quindi confliggono con la concentrazione)

20 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 5 Punti di controllo Evitare presenza Strumento: Immagini/barra Explorer (solo per gif animati, escluse altre animazioni per es. Flash) Avvertire lutente Strumento: Controllo Umano

21 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 6 Enunciato: Garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini; ove non sia possibile, ricorrere agli stessi criteri di distinguibilità indicati in precedenza.

22 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 6 in pratica La cascata dei CSS fa sì che sia praticamente impossibile calcolare queste differenze tra sfondo e testo sulla base del foglio di stile, ma rende necessaria la verifica sulle pagine per verificare quali siano i contrasti che effettivamente si producono. Se limmagine di fondo è unimmagine il contrasto va calcolato con buonsenso, tenendo conto anche della parti più scure dellimmagine.

23 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 6 Punti di controllo Sufficiente contrasto colore tra sfondo e testo Strumento: Analisi del contrasto (CCA) integrato nella barra di Explorer. Differenti livelli parlato/sottofondo Strumento: Controllo Umano (oppure controllo a monte, in fase di produzione)

24 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 7 Enunciato: Utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata.

25 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 7 in pratica Semplicemente vanno preferite le mappe lato client, per la maggiore facilità di renderle accessibili attraverso lattributo alt=testo sostitutivo

26 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 7 Punti di controllo mappe cliccabili lato client Strumento: Opzioni IE nella barra di Explorer (disabilita immagini).

27 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 8 Enunciato: In caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa.

28 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 8 in pratica In presenza di mappe lato server è necessario prevedere un modo per raggiungere gli stessi link in modo altrettanto chiaro. Può essere una lista (sia nascosta tramite CSS, sia visibile da tutti).

29 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 8 Punti di controllo mappe immagine lato server, collegamenti alternativi Strumento: Controllo umano

30 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 9 Enunciato: Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne.

31 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 9 in pratica E obbligatorio che vi siano almeno il (descrizione) e i (intestazioni). Il summary non deve essere generico, ma deve descrivere effettivamente la sostanza del contenuto. Se la tabella è generata automaticamente, anche il summary dovrà esserlo

32 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 9 Punti di controllo presenza ) Strumento: struttura nella barra di Explorer presenza ) Strumento: struttura nella barra di Explorer

33 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 10 Enunciato: Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne.

34 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 10 in pratica Le tabelle complesse devono avere dei sistemi che mettano in relazione intestazioni e celle. Vi sono due tipi di attributi utilizzabili (scope e id), ed entrambi sono a norme.

35 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 10 Punti di controllo Tabelle dati complesse: marcatori per associare intestazione e dati Strumento: struttura nella barra di Explorer (link per prove: -dati.html) -dati.html

36 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 11 Enunciato: Usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati.

37 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 11 in pratica Richiede che tutte le informazioni di visualizzazione siano demandate al foglio di stile e che la pagina html sia strutturata in modo semantico di modo da essere letta agevolmente anche disabilitando il foglio di stile. In pratica è un chiarimento del requisito 1.

38 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 11 Punti di controllo Presentazione controllata da CSS Strumento: eliminazione CSS da barra Explorer + controllo umano Buona lettura anche senza CSS Strumento: eliminazione CSS da barra Explorer

39 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 12 Enunciato: La presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dallutente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dellarea di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri.

40 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 12 in pratica Richiede che il layout tenga senza perdita di contenuti allingrandimento del carattere e al ridimensionamento della finestra. Pur senza essere esplicitamente affermato, è convenzione ritenere che ci si debba riferire ad un dimensionamento della finestra 800 x 600 ed a caratteri settati come molto grandi in Explorer.

41 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 12 Punti di controllo Testi ridimensionabili (anche IE) Strumento: Explorer > visualizza > dimensione testo > molto grandi Tenuta layout ridimensionamento testi Strumento: impostazione come sopra e controllo Tenuta layout ridimensionamento finestra Strumento: barra accessibilità Explorer Ridimensiona, 800 x 600

42 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 13 Enunciato: In caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato.

43 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 13 in pratica Da questo requisito si evince che le tabelle di layout, quantunque sconsigliate, sono tuttavia tollerate. La linearizzazione delle tabelle significa che la successione dei contenuti deve essere logica: in altre parole, quando nel sorgente html i contenuti si susseguono in modo sensato. Danno problemi di linearizzazione le tabelle che giustappongono contenuti in modo solo visivo, mentre nel sorgente si trovano lontani. Per quanto riguarda il rispetto della semantica, nelle tabelle di layout vanno usati solo gli elementi e evitando tutti gli altri etc. E opportuno anche non eccedere con le nidificazioni.

44 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 13 Punti di controllo Linearizzazione Strumento: struttura in barra Explorer Correttezza semantica marcatori Strumento: struttura in barra Explorer

45 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 14 Enunciato: Nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive.

46 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 14 in pratica E necessario usare questa sintassi nome della label Lidentificativo, ovviamente, deve essere unico in pagina. La posizione agevolata significa una contiguità tra label e input (preferibilmente prima la label e poi linput). Se il contesto è chiaro, la label può anche essere nascosta via CSS, sempre rispettando il requisito. IMPORTANTE: ogni campo (anche i singoli radio button) deve avere la sua label.

47 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 14 Punti di controllo Utilizzo label Strumento: struttura in barra Explorer Associazione univoca con campi Strumento: struttura in barra Explorer Posizione agevole per tecnologie assistive Strumento: controllo umano

48 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 15 Enunciato: Garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3.

49 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 15 in pratica Nessuna funzionalità deve essere impossibile quando javascript è disabilitato (o altri scripting non supportati). In altre parole, deve sempre esserci un modo per ottenere lo stesso risultato (compilare una form, controllare un dato, eccetera) anche a js disabilitato.

50 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 15 Punti di controllo Utilizzo senza script Strumento: disabilitare script in opzioni Explorer (barra Explorer ) e verifica funzionalità Alternativa testuale equivalente Strumento: controllo umano

51 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 16 Enunciato: Garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet o altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input.

52 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 16 in pratica Sia ciechi che persone con problemi di manualità, usano la tastiera invece del mouse. Nessun evento può essere associato unicamente ad un onmouseover. Discussione aperta sullonclick. 1. da un punto di vista teorico bisognerebbe associare sempre anche un onkeypress (attivato da tastiera e non da mouse). Soluzione formalmente inattaccabile, ma pericolosa in pratica (il tasto tab, usato per navigare da tastiera, può attivare levento in modo incontrollabile) 2. da un punto di vista pratico, i browser reagiscono al pulsante di submit (return) come se fosse un click del mouse. Soluzione attaccabile in via teorica, ma praticamente valida.

53 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 16 Punti di controllo Gestori di script indipendenti da dispositivo input Strumento: verifica umana di completa operabilità da tastiera con diversi browser.

54 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 17 Enunciato: Garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili.

55 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 17 in pratica Si applica prevalentemente a flash (ma anche ai pdf, agli applet java). E necessario che questi contenuti siano realizzati in modo accessibile (cioè che si possa interagire anche con tecnologie assistive) e che rispettino comunque tutti gli altri requisiti (ingrandibilità del testo, contrasto colore, eccetera) Per i PDF da segnalare che i file salvati in forma protetta da copia risultano illeggibili dagli screenreader. Questo problema può riguardare i materiali che vengono inseriti da diversi redattori.

56 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 17 Punti di controllo Accessibilità delle informazioni da script e altri oggetti Strumento: controllo umano, variabile in dipendenza dalla natura degli oggetti. Non esiste una metodologia univoca e sicura (anche perché sono ben rari i casi in cui si inserisca un flash complesso in un sito accessibile).

57 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 18 Enunciato: Nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dellinformazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale.

58 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 18 in pratica Se i filmati (o altri contenuti multimediali) non hanno una funzione meramente decorativa è necessario renderli accessibili non solo ai ciechi (con descriione delle immagini qualora siano fortemente significative) ma anche ai sordi, con trascrizioni (o almeno sintesi) dei discorsi. Se il filmato è in diretta o comunque non definibile a priori, con alternative testuali, è necessario provvedere alla sincronizzazione dei contenuti alternativi, di modo che chi non lo può vedere/sentire abbia comunque uninformazione corrispondente.

59 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 18 Punti di controllo Riassunto Strumento: controllo umano Alternativa Testuale Strumento: controllo umano Sincronizzazione Strumento: controllo umano

60 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 19 Enunciato: Rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonché prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine.

61 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 19 in pratica Poiché i ciechi a volte navigano saltando da un link allaltro, è necessario agevolare questa navigazione ponendo i link su frasi significative, evitando accuratamente i clicca quio altre fasi ripetitive e generiche. Per esempio, un notizia in breve avrà il link alla notizia completa sul titolo e non su un poco significativo leggi tutto (o almeno su entrambi). Detto questo a volte (poche) non è possibile evitare queste ripetizioni. In questo caso se il link riporta un title significativo il requisito può essere considerato rispettato. In più, è necessario prevedere unancora ad inizio pagina che consenta di saltare la sequenza dei menu, andando direttamente ai contenuti. Questancora può essere nascosta via CSS (di solito lo è).

62 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 19 Punti di controllo Chiara destinazione dei link Strumento: controllo umano Salto ripetizioni Strumento: disabilitare CSS (Opzioni Explorer nella barra Accessibilità) e verificare presenza dellancora

63 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 20 Enunciato: Nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente lutente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso.

64 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 20 in pratica Nel caso esista un timeout è necessario avvisare lutente, indicando anche alternative per poter fruire del servizio senza questi limiti.

65 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 20 Punti di controllo Esiste comunicazione tempo massimo Strumento: controllo umano Alternativa di fruizione Strumento: controllo umano NOTA: la difficoltà nel controllo è stabilire se vi sia un timeout. E prudente verificarlo a priori, con gli sviluppatori

66 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 21 Enunciato: Rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e lattivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 em, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 em e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile letichetta in essi contenuta.

67 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 21 in pratica I link in una pagina devo essere attivabili anche senza mouse: in pratica tutti i link ottenuti con lo sono. Per la distanza tra le voci di menu è necessario che vi sia una distanza di 0.5 em (o, più in generale una distanza non troppo ravvicinata, che possa dal problemi di puntamento a chi non ha una manualità fine). Le scritte sui pulsanti delle form devono essere chiaramente leggibili (indicazione quanto mai interpretabile)

68 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 21 Punti di controllo Comandi attivabili da sistemi diversi Strumento: controllo umano (controllo sorgente) Distanza verticale tra link di 0.50 em Strumento: controllo umano css (controllo sorgente) Distanza orizzontale tra link di 0.50 em Strumento: controllo umano css (controllo sorgente) Etichetta chiaramente leggibile Strumento: controllo umano

69 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 22 Enunciato: Per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i suelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione, fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme deve essere proposto in modo evidente allinizio della pagina non accessibile.

70 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 22 in pratica Se non fosse possibile realizzare tutte le pagine in conformità è richiesto che vi sia almeno un corrispondente accessibile. Questo è ammesso solo in fase di prima applicazione della legge.

71 Sofia Postai - Luca Mascaro Sofia Postai Requisito 22 Punti di controllo Esistenza alternativa accessibile Strumento: controllo umano

72 Sofia Postai - Luca Mascaro Grazie e buon lavoro...


Scaricare ppt "Sofia Postai - Luca Mascaro controllo di accessibilità i 22 requisiti della Legge Stanca punto per punto i 22 requisiti della Legge Stanca punto per punto."

Presentazioni simili


Annunci Google