La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comunicazione in Rete Comunicare Cristo nel Web InformaCristo Sede di Cuneo 10 maggio 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comunicazione in Rete Comunicare Cristo nel Web InformaCristo Sede di Cuneo 10 maggio 2012."— Transcript della presentazione:

1

2 Comunicazione in Rete Comunicare Cristo nel Web InformaCristo Sede di Cuneo 10 maggio 2012

3 Comunicazione in Rete Comunicare Cristo nel Web A.La rete e le nuove tecnologie (conoscere il mondo della rete per abitarlo) B.Cambiamenti antrolopogici e sociologici nellera della comunicazione. Criticità e opportunità della Rete C.In questo panorama come comunicare Cristo nel Web? Abitare la Rete. Fatica da cristiani

4 Parte prima A)La rete e le nuove tecnologie conoscere il mondo della rete per abitarlo)

5 metafora negativa – Lacci del male 4

6 metafora di salvezza: intreccio che consente allequilibrista di non sfracellarsi

7 metafora di salvezza: strumento indispensabile per la pesca

8 Internet = InterNetworking, reticolo, rete di reti

9 Internet = rete di reti e di soggetti interconnessi

10 Herbert Marshall McLuhan: il mezzo è il messaggio

11 10 Internet, un nuovo forum per annunciare il Vangelo 36^ Giornata Mondiale delle Comunicazioni sociali 2002 Il 22 novembre 2001 questa immagine storica di Giovanni Paolo II che, primo Pontefice nella storia, sta inviando un messaggio ai vescovi della regione asiatica, ha fatto il giro del mondo divenendo simbolo di questa svolta epocale che tocca anche la Chiesa. Il forum, spazio pubblico affollato e caotico dove si conducevano politica e affari, si adempivano i doveri religiosi e si svolgeva gran parte della vita sociale della città, spazio che rifletteva la cultura dominante ma ne creava anche una propria, rappresenta al meglio il mondo della Rete.

12 Le rivoluzioni degli ultimi 30 anni Rivoluzione INFORMATICA: Scoperta del DIGITALE Rivoluzione TELEMATICA: convergenza delle telecomunicazioni con linformatica

13

14 Cloud computing la memoria tra le nuvole

15 Diagramma logico di una rete cloud computing

16 Web-tv

17 Smart city Malta

18 17 Flash mobs – smart mobs

19 Social network

20 Mark Zuckenberg

21 Sergei Brin

22 Wikipedia – lenciclopedia libera

23 Parte seconda B) Cambiamenti antrolopogici e sociologici nellera della comunicazione. Criticità e opportunità della Rete

24 COMUNICAZIONE Informazione Relazione Esplorazione Partecipazione

25 McLuhan e comunicazione Oggi il cristianesimo è alla portata di ogni uomo. Tutti gli abitanti della terra possono, per la prima volta nella storia, accedere istantaneamente e contemporaneamente alla fede cristiana… Sotto laspetto tecnico, lepoca in cui viviamo è senzaltro favorevole allAnticristo… ciascuno può sintonizzarsi allistante sulla frequenza di un nuovo Cristo e scambiarlo per il Cristo autentico... diventa decisivo intendere bene e sintonizzarsi sulla frequenza giusta

26 Pericoli del mondo digitale

27 Sherry Turkle – sociologa del MIT Tanti amici ma sempre soli Senso di isolamento Preferisco inviare un SMS Non voglio parlare! Insieme ma soli

28 Le finestre di Windows Apri le finestre! Le finestre servono poco se restano chiuse Che finestra è mai quella che custodisce solitudini e straniamenti? (Benedetto XVI) I mezzi di comunicazione raggiungono il loro scopo se e quando presidiano relazioni a misura della dignità umana

29 28 Ragazzi nel baratro

30 Mondo reale e mondo virtuale? Internet e i social network sono spazi concreti dove avvengono e si dicono cose vere. Non si possono più considerare come due campi separati la vita quotidiana e la realtà virtuale della Rete, come qualcosa che non abbia un peso reale. Anche il virtuale è reale. Ecco perché anche lì è urgente educare alla responsabilità. Il problema è non rendersi conto che tutto ciò che accade su Facebook, e in generale in Rete, non sia realtà; che tutto quello che viene messo in comune, «condiviso» diventa pubblico, assumendo un significato diverso e più ampio, sociale: è realtà. (Giuseppe Romano, sociologo)

31 La vita è una sola! Il punto cieco di Internet è che il mondo della Rete non sia davvero reale. Il cortocircuito facile e fasullo asserisce che esistano due vite: quella virtuale e quella reale. È falso… La vita è una sola! anche nella rete ci portiamo appresso personalità e responsabilità. La realtà virtuale non esiste, esiste soltanto questunica vita di ciascuno e di tutti di qua e di là dello schermo. (Benedetto XVI)

32 31 Second life

33 Un tempo favorevole

34 Terza parte C) In questo panorama come comunicare Cristo nel Web? Abitare la Rete. Fatica da cristiani Qualche esperienza

35 34 Dodecalogo del sito e del blog 1.Orientarsi al target 2.Non scrivere difficile 3.Chi ben comincia… 4.Tutto conta 5.Sua maestà lusabilità 6.… e lamabilità (vedere diapositiva successiva) 7.Sinergia tra linguaggi comunicativi 8.Attenzione allo spazio visivo 9.Beati link! 10. Le emozioni prevalgono sulla ragione 11.Essere aggiornati e interattivi (fare comunità) 12.NON SI PUO NON COMUNICARE!

36 Enunciazione

37 Il sacro nella Rete

38 Pope2You – News.va Abbiamo l obbligo morale di vivere questo « continente digitale, il nuovo luogo non ha confini definiti, ma ci può rendere prossimo anche chi si trova dall altra parte del pianeta. Abbiamo il dovere di essere presenti non tanto per occupare spazi, ma per portare la nostra originalit à e il vissuto che la comunit à cristiana sa esprimere l à dove vive e opera. I linguaggi si devono adeguare ai nuovi strumenti, ma non per questo si deve annacquare il contenuto. Anche l abitante digitale si aspetta di incontrare, prima o poi, una parola di speranza. Questo deve essere il nostro tratto caratteristico: occhi e cuori attenti alle persone, come facevamo ieri e come continuiamo a fare oggi. Attenti a chi, anche lungo le « autostrade » digitali, è alla ricerca di compagni di viaggio. Dai tempi dei discepoli di Emmaus non è cambiato nulla. Sono mutati i modi, ma la ricerca del senso per la propria esistenza resta sempre la stessa.

39 Documenti della Chiesa cattolica Internet: un nuovo forum per proclamare il Vangelo, 24 gennaio 2002; La Chiesa e Internet, 22 febbraio 2002; Etica in internet, 22 febbraio 2002; Comunicazione e missione, 18 giugno 2004; Il rapido sviluppo, 24 gennaio 2005; Nuove tecnologie, nuove relazioni. Promuovere una cultura di rispetto, di dialogo, di amicizia, 24 gennaio 2009; Il sacerdote e la pastorale nel mondo digitale: i nuovi media al servizio della Parola, 24 gennaio 2010; Educare alla vita buona del Vangelo, Orientamenti pastorali della CEI per il decennio , 28 ottobre 2010; Verità, annuncio e autenticità di vita nellera digitale, 24 gennaio 2011; Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione, 24 gennaio 2012

40 Convegni ecclesiali Chiesa in rete. Nuove tecnologie e pastorale, 1999; Internet: un nuovo forum per proclamare il Vangelo, (Milano 9-11 maggio 2002); Parabole mediatiche. Fare cultura nel tempo della comunicazione (Roma 7- 9 novembre 2002); Incontro del Comitato esecutivo della CEEM (Roma, aprile 2008); Chiesa 2.0 (Roma, gennaio 2009); Testimoni digitali: volti e linguaggi nellera crossmediale (Roma aprile 2010); Abitanti digitali (Macerata – maggio 2011) Comunicazione della Chiesa: volti, persone, storie (Roma aprile 2012)

41 Da «Parabole mediatiche» a «Testimoni digitali» è cambiato praticamente tutto. Nel mondo della comunicazione otto anni sono come otto anni luce. Tranne la volontà della Chiesa e degli operatori cristiani: di capire, ora come allora, i fenomeni dellera digitale, di abitare questi nuovi ambienti e di immettervi il seme fecondo del Vangelo.

42 Intagliatori di sicomori L allora card. Ratzinger offr ì durante il convegno « Parabole mediatiche » l immagine stupenda degli intagliatori di sicomori di Amos: il "sicomoro" produce frutti che restano senza "gusto" se non li si incide I frutti sono la "cultura" del tempo, il "Logos cristiano" è il "taglio" che permette la "maturazione". Il "cristiano" è chiamato a compiere quest opera di "mediazione" tra il "Logos" e la cultura, la fede deve incidere in profondit à la cultura.

43 Internet e cultura Internet non è un semplice strumento di comunicazione, è un ambiente culturale che determina uno stile di pensiero non basta usare i media per diffondere il messaggio cristiano, occorre integrarlo nella cultura digitale. La logica del Web ha un impatto sulla quella teologica ed Internet pone delle sfide alla comprensione del cristianesimo. Se, una volta, luomo era attratto dal religioso come da una fonte di senso, ora si sta trasformando in un decoder delle domande, sulla base delle molteplici risposte che lo raggiungono.

44 Stile cristiano di presenza nel mondo digitale (Benedetto XVI) -inserire contenuti dichiaratamente religiosi sulle piattaforme dei diversi mezzi -testimoniare nel proprio profilo digitale e nel modo di comunicare, scelte, preferenze, giudizi profondamente coerenti con il Vangelo, anche quando di esso non si parla in forma esplicita. - essere consapevoli che la verità che cerchiamo di condividere non trae il suo valore dalla sua popolarità o dalla quantità di attenzione che riceve. -Farla conoscere nella sua integrità piuttosto che cercare di renderla accettabile, magari annacquandola. -Internet (veicolo di proclamazione e diffusione del Vangelo) chiede di essere posto al servizio del bene integrale della persona e dell'umanità. - I cristiani devono unirsi con fiducia e con consapevole e responsabile creatività nella rete … perché questa rete è parte integrante della vita umana.

45 Simboli e metafore non si tratta solamente di esprimere il messaggio evangelico nel linguaggio di oggi, ma pensare in modo più profondo il rapporto tra la fede la vita della Chiesa e i mutamenti che l'uomo sta vivendo Il compito di gettare un ponte tra cultura, società e vita spirituale spetta anche alla teologia, che non può essere estranea ai cambiamenti culturali in atto. Gesù nellannuncio del Regno ha saputo utilizzare elementi della cultura e dellambiente del suo tempo: il gregge, i campi, il banchetto, i semi. Scoprire, anche nella cultura digitale, simboli e metafore significative per le persone, che possano essere di aiuto nel parlare del Regno di Dio alluomo contemporaneo.

46 Abitanti digitali Lidea di «abitare» nel linguaggio della fede desta profonde evocazioni: il credente «abita» la Parola, il Creato, Dio «abita » in lui... In passato la Chiesa ha identificato nel perimetro geografico la coordinata fondamentale di una parrocchia. Dietro lidea dello spazio fisico cera sottesa la convinzione che solo stando in un territorio si può procedere a un incontro e quindi allevangelizzazione. Oggi lo spazio fisico, si è come liquefatto. La Chiesa che abita la Parola non può esimersi dal farla risuonare anche dentro questo nuovo spazio umano, che è in attesa di domande autentiche e di verità non caduche. La vera sfida è quella della trascendenza: essere pienamente dentro, ma affacciati su un altrove, essere nel web, ma non del web.

47 Qualche esperienza a)Corsi e-learning (www.webcattolici.it con docenti universitari) b)Preti online c)www.siticattolici.it (Francesco Diani) d)www.parrocchie.it e)Prete & blogger (Marco Sanavio) f)Un giornalista: Marco Palmisano g)Google in Vaticano: letica del Web h)Vangelo in Rete: giovani alla ricerca di maestri i)www.nonnionline.it j)Giovani, Web ed educazione alla fede k)Una fede modello Twitter (evangelici) l)Blogging contemplativo m)Formare missionari per il Web n)Nascita dei Portaparola o)Il mio blog: spazio di autenticità (Mauro Leonardi) p)Ormai cè unintensa attività del mondo cristiano in rete (siti, portali, blog, partecipazione a social nertwork… sia da parte di parrocchie che di gruppi, associazioni come la nostra, siti personali….

48 Da Paolo VI …. La Chiesa si sentirebbe colpevole davanti al suo Signore se non utilizzasse questi mezzi per levangelizzazione Paolo VI Esortazione Apostolica Evangelii nuntiandi, 1975, n. 45

49 48 A voi, giovani … spetta in particolare il compito della evangelizzazione di questo "continente digitale". Sappiate farvi carico con entusiasmo dellannuncio del Vangelo ai vostri coetanei! … Il cuore umano anela ad un mondo in cui regni lamore, - dove i doni siano condivisi, - dove si edifichi lunità, - dove la libertà trovi il proprio significato nella verità - e dove lidentità di ciascuno sia realizzata in una comunione rispettosa. A queste attese la fede può dare risposta: siatene gli araldi! … a Benedetto XVI Il mandato ai giovani

50 Ti ringrazio, Signore, per questo spazio immenso, per questa vita a colori, per questi incontri che forse non sono così casuali. Tuttavia, Signore, ti chiedo di non lasciarmi affogare. (Preghiera dellinternauta di Patrizio Righero)


Scaricare ppt "Comunicazione in Rete Comunicare Cristo nel Web InformaCristo Sede di Cuneo 10 maggio 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google