La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RECUPERO DELLE PERIFERIE UFFICIO SVILUPPO LOCALE SOSTENIBILE PARTECIPATO Metodologie partecipative e comunicative nei programmi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RECUPERO DELLE PERIFERIE UFFICIO SVILUPPO LOCALE SOSTENIBILE PARTECIPATO Metodologie partecipative e comunicative nei programmi."— Transcript della presentazione:

1 COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RECUPERO DELLE PERIFERIE UFFICIO SVILUPPO LOCALE SOSTENIBILE PARTECIPATO Metodologie partecipative e comunicative nei programmi di sviluppo locale

2 Attività del Dipartimento per le Periferie – Ufficio Sviluppo Locale Sostenibile Partecipato Predisposizione di programmi integrati per la riqualificazione dei quartieri della periferia partecipati Gli abitanti sono coinvolti nellelaborazione e nel processo decisionale Il processo partecipativo adotta lo schema dellAgenda 21

3 Sviluppo sostenibile, Partecipazione, Governance urbana Dichiarazione di Rio: coinvolgimento dei cittadini attraverso laccesso alle informazioni e la possibilità di partecipare ai processi decisionali Agenda 21: processo di consultazione e costruzione del consenso con cittadini, organizzazioni locali e imprese locali Agenda Habitat: collaborazione tra autorità pubbliche, gruppi sociali, categorie svantaggiate e settore privato per promuovere lo sviluppo sostenibile degli insediamenti umani

4 Partecipazione, Agenda 21 e Governance Summit Johannesburg: legame tra sviluppo locale e governance Agenda 21 indicatore di buona governance Commissione Europea: La governance può essere definita come linsieme delle regole, delle procedure e delle politiche che condizionano la qualità dellesercizio del potere a livello europeo con particolare riguardo a: apertura, partecipazione, responsabilità efficacia e coerenza

5 Governance urbana e Agenda 21 Agenda 21 capitolo 28: richiede ai governi locali di costruire una propria Agenda 21 locale coinvolgendo i i portatori di interesse locale in un forum dove concordare un piano dazione con obiettivi sociali, economici e ambientali per la sostenibilità locale; Principi metodologici di Agenda 21: -partecipazione dei portatori di interesse -Approccio multidisciplinare -Approccio integrato -Impegno nel raggiungimento degli obiettivi

6 Precedenti Esperienze partecipative dellUfficio Sviluppo Locale Sostenibile Partecipato Laboratori Municipali di Quartiere attivazione di processi di coinvolgimento degli abitanti sui temi della riqualificazione urbanistico-ambientale, sociale ed economica, attraverso: consultazioni sui programmi comunali, progettazione partecipata su scala microurbana, promozione di eventi socio-culturali. Forum Agenda 21 locale di Roma E stato costituito nel 1998 con 72 associazioni ed aziende pubbliche e private, ha elaborato il Piano dAzione Ambientale, approvato dal Consiglio Comunale nel Il processo partecipativo ha coinvolto 130 soggetti in 30 riunioni nellarco di 9 mesi.

7 I programmi integrati di sviluppo delle periferie: I contratti di quartiere I contratti di quartiere sono programmi di sviluppo locale finanziati dallo Stato, dalla Regione e dal Comune di Roma Hanno per obiettivo la riqualificazione dei quartieri periferici caratterizzati da degrado urbanistico e socio- economico. Prevedono il coinvolgimento dei cittadini nel processo di elaborazione del programma di interventi.

8 La metodologia dei contratti di quartiere LUfficio Sviluppo Locale Sostenibile Partecipato ha utilizzato lo schema metodologico di Agenda 21 nel processo di elaborazione ed approvazione del contratto di quartiere. Gli abitanti sono coinvolti nellelaborazione del programma e negli approfondimenti progettuali dei singoli interventi.

9 Le tappe del processo partecipativo Assemblea di avvio del processo partecipativo Costituzione del forum di quartiere Costruzione dello scenario di sviluppo locale Definizione del piano dazione di breve periodo Elaborazione del piano strategico di sviluppo locale Elaborazione della proposte progettuali Assemblea per lapprovazione del contratto

10 La tecnica di lavoro Le riunioni dei gruppi di lavoro hanno utilizzato laction planning. E una tecnica anglosassone che fa riferimento ai seguenti principi metodologici: Approccio Interdisciplinare Approccio integrato Approccio olistico Lavoro di gruppo

11 I vantaggi dellaction planning Coinvolgimento dei partecipanti Sviluppo della creatività individuale e di gruppo Trasparenza del processo Consenso diffuso sulle scelte Sviluppo di partenariati pubblico-privati

12 LassembleaLa costruzione dello scenario Le idee dei partecipanti sono riportate su un tabellone I post–it sono raggruppati per temi

13 Le aree tematiche dello scenario I gruppi di lavoro approfondiscono le aree tematiche I resoconti delle attività dei gruppi di lavoro

14 La scelta degli interventi più urgentiLa costruzione del piano dazione

15 AREE TEMATICHE OBIETTIVI 1. COMPLETAMENTO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA 2. COMPLETAMENTO OPERE DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA 3. RECUPERO DEL PATRIMONIO STORICO ESISTENTE 4. BONIFICA DEI CANALI 5. CREAZIONE DI UN SISTEMA DI IRRIGAZIONE VALORIZZAZIONE DELLA RISERVA NATURALE MOBILITA SOSTENIBILE COESIONE SOCIALE ECONOMIA LOCALE E CULTURA RECUPERO E RIQUALIFICAZIONE URBANA 1. ADOZIONE DEL PIANO DI GESTIONE DELLA RISERVA 2. SERVIZI PER LECO – TURISMO 3. NAVIGABILITA DEL TEVERE E DEI CANALI 4. VALORIZZAZIONE RISERVA MARINA DI TOR PATERNO 1. OTTIMIZZAZIONE DELLA MOBILITA SU GOMMA 2. ADEGUAMENTO PARCHEGGI 3. SVILUPPO PISTE CICLABILI 4. UTILIZZO SOSTENIBILE DEGLI ARENILI 5. OTTIMIZZAZIONE DEL TRASPORTO METROPOLITANO 1. OTTIMIZZAZIONE DEGLI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI 2. SVILUPPO SOSTENIBILE DELLA RICETTIVITA TURISTICA E VALORIZZAZIONE DELLE ATTIVITA MARINARE E DELLA PESCA 3. VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO - ARCHEOLOGICO 4. ATTIVITA DI FORMAZIONE – LAVORO PER I GIOVANI 5. VALORIZZAZIONE DELLE COMUNITA LOCALI 6. EDUCAZIONE AMBIENTALE 7. CREAZIONE DI NUOVE STRUTTURE EDUCATIVE DI LIVELLO SUPERIORE Il piano strategico di sviluppo locale

16 Il Piano dAzione

17

18

19 Alcune attività previste dai contratti di quartiere interventi finanziati del C.d.Q. del quartiere Garbatella INTERVENTI PER LA RIQUALIFICAZIONE URBANA Riqualificazione cortili degli edifici Ristrutturazione del mercato Riqualificazione parchi pubblici Riqualificazione di Via delle Sette Chiese INTERVENTI DI SOSTEGNO ECONOMICO E SOCIALE Borse formazione lavoro Attività di promozione dellaltra economia Centro informativo Via Giustiniano Imperatore Progetto valorizzazione turistica del quartiere Centro servizi telematici di quartiere

20 Un esempio di progettazione partecipata: il plastico

21 interventi finanziati del C.d.Q. del quartiere Canale dei Pescatori INTERVENTI PER LA RIQUALIFICAZIONE URBANA Riqualificazione della piazza Borghetto dei pescatori Realizzazione di un Centro Polivalente Realizzazione di un Centro Informazioni per lo Sviluppo Locale Realizzazione del completamento di Piazza Fratelli Palma INTERVENTI DI SOSTEGNO ECONOMICO E SOCIALE Allestimento Centro Informazione e gestione di avvio Allestimento Piazza Telematica Studio di fattibilità sullo sviluppo del Turismo locale sostenibile Partecipazione al bando LIFE Alcune attività previste dai contratti di quartiere

22 Un esempio di progettazione partecipata: Il Centro Informazione per lo Sviluppo Locale POST OPERAM

23

24 infocenter


Scaricare ppt "COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RECUPERO DELLE PERIFERIE UFFICIO SVILUPPO LOCALE SOSTENIBILE PARTECIPATO Metodologie partecipative e comunicative nei programmi."

Presentazioni simili


Annunci Google