La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Csv Marche - Corso Internet 2007 - Lanfranco Norcini Pala Internet & Co. Presi nella rete.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Csv Marche - Corso Internet 2007 - Lanfranco Norcini Pala Internet & Co. Presi nella rete."— Transcript della presentazione:

1 Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Internet & Co. Presi nella rete

2 Il punto di vista del comunicatore Il punto di vista del comunicatore Più logica che tecnologia Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Questione di punti di vista

3 E importante rimarcare che esamineremo le questioni dal punto di vista della comunicazione e che è fondamentale che a guidare il processo di costruzione di un sito non siano grafici e informatici ma i responsabili dellassociazione e le persone che insieme a loro curano degli aspetti di comunicazione. Un sito può essere tecnologicamente molto avanzato, pieno di effetti speciali e molto dinamico, ma nel contempo può non corrispondere agli obiettivi di comunicazione o anche solo allo stile di quella associazione. Il sito web presenta lassociazione e deve dunque nascere dalla personalità dellassociazione, con gli obiettivi che lassociazione si è data, con limmagine che lassociazione vuole dare di sé. La tecnologia realizzerà e aiuterà a realizzare quanto richiesto. La grafica renderà adeguata e gradevole limmagine. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Questione di punti di vista

4 Il piano di comunicazione è una fase molto delicata. Definire esattamente gli obiettivi e il target di un sito associativo può non essere semplice e richiedere tempo. In alcuni casi, la costruzione di un piano di comunicazione apre una discussione sulle stesse dinamiche organizzative dellassociazione, mettendo in luce punti di forza ma anche di debolezza. Questo passaggio va affrontato. Ed è necessario chiedere ai vertici dellassociazione una piena assunzione di responsabilità. Ultima indicazione: prospettare tutte le possibilità offerte oggi da strumenti e metodi di comunicazione non deve significare largheggiare o fantasticare su possibili azioni che poi potranno essere messe in atto o, più probabilmente, no. Lampiezza delle opzioni deve solo servire a scegliere le migliori, le più adeguate, le più puntuali. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Questione di punti di vista

5 La forza di internet h24, dappertutto Un sito web permette di essere visibili e di comunicare a qualsiasi ora e a qualsiasi latitudine. economico La tecnologia che permette di essere presenti sul web ha bassi costi di impianto e di gestione Lattività sul web ha un "costo-contatto" ancora molto basso La forza del nostro sito se ben fatto ci presenta e ci racconta se ben organizzato è un punto di riferimento se ben aggiornato è uno strumento informativo se ben gestito è bidirezionale Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Questione di punti di vista

6 Perché lo faccio? Perché lo faccio? Avere chiari gli obiettivi Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Piano… ma non troppo

7 Il primo elemento da analizzare è quello degli obiettivi che si intende raggiungere con la propria presenza ed attività sul web. Ci si vuole dotare di un sito prevalentemente per accrescere la notorietà dellassociazione? Oppure anche per cercare nuovi potenziali soci o sostenitori? O per fidelizzare quelli già incontrati ad un livello più occasionale? Oppure semplicemente per informare sulle attività dellassociazione? Chiunque decida di intraprendere una attività di comunicazione strutturata, qualunque essa sia (come lapertura di un sito web) deve porsi seriamente questi interrogativi. Avere un obiettivo prefissato non significa che debba essere raggiunto subito ed in maniera esclusiva. Ma fissare gli obiettivi serve a definire i percorsi. La prima domanda è: che cosa si vuole ottenere con la pubblicazione di un sito web? Solo avendo fissato questo punto, con la massima chiarezza e trasparenza, si potrà procedere valutando se e in che modo conviene agire, con quali tempi e con quali strategie. Csv Marche - Corso Internet - Lanfranco Norcini Pala Piano… ma non troppo

8 a chi voglio parlare? Individuare a chi voglio parlare? Individuare un target prevalente Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Questo o quello per me pari non sono

9 In qualsiasi azione di comunicazione, il "target" e' il destinatario del messaggio cioè l'insieme delle persone (o gruppi di persone, o istituzioni o aziende) a cui ci si intende rivolgere. Se lobiettivo è quello di raccogliere fondi, allora occorre chiedersi: chi è il potenziale donatore? Quali sono i suoi interessi? In che modo si intende raggiungerlo e comunicare con lui? E necessario capire a chi intende rivolgersi lassociazione con il proprio sito web. Se ci rivolgeremo ai soci dovremo scegliere una strada diversa da quella che sceglieremmo se ci rivolgessimo a chi lassociazione non la conosce. Se abbiamo un target prevalentemente giovanile dovremo usare linguaggi diversi che per un target più maturo o addirittura anziano. A differenza di quanto accade per altre azioni di comunicazione più mirate (ad esempio un mailing di fund raising) lattività sul web oggi non permette marcate profilazioni del target. Per questo parliamo di target prevalente. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Questo o quello per me pari non sono

10 cosa voglio dire? cosa voglio dire? Decidere quali sono i messaggi Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

11 Ci sono tecniche anche molto evolute e raffinate per individuare una tipologia di sito e, una volta individuata, per realizzare il miglior sito di quella tipologia. Qui ci limiteremo a presentare tre diffuse tipologie che chiameremo: sito vetrina, sito scaffale, sito misto. Sito vetrina: pensato per lesterno, impostato sullimmagine, piuttosto statico, poco profondo Sito scaffale: pensato corporate, essenziale nella grafica, molto dinamico soprattutto nei livelli profondi, spesso categorizzato e con un valido motore di ricerca Sito misto: equilibrato tra immagine e contenuti, molto dinamico in hp ma con alcune sezioni statiche, spesso con area riservata Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

12 Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

13 Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

14 Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

15 Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

16 Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

17 Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

18 come voglio dirlo? come voglio dirlo? Scrivere per il web Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala La congiura dellallegato

19 Secondo Jacob Nielsen, i testi per il Web dovevano essere: brevi, obiettivi e scannable (la capacità grafica di far emergere le informazioni fondamentali in modo che possano essere colte al primo sguardo). Chi adottava questi criteri ma si trovava a dover comunque pubblicare testi lunghi ricorreva alla soluzione dellallegato da scaricare. Ma regge ancora il mito della brevità? Secondo Nielsen, i testi per Internet devono essere brevi, perché la lettura a video è stancante. Quando Nielsen scrisse questi principi cera anche un altro elemento che spingeva a favore della brevità dei testi: la lentezza e il costo dei collegamenti con i modem tradizionali. Oggi non è più il modem a dettare i tempi di fruizione delle informazioni, ma soltanto le esigenze del lettore. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala La congiura dellallegato

20 Le persone leggono secondo due modalità: lettura approfondita o scanning. La lettura approfondita è metodica: ha un inizio, un corpo centrale ed una fine. E il tipo di lettura di chi legge romanzi, racconti, poesie. La lettura scanning prevede un libero cercare del lettore allinterno delle parole ed è usata quando si cerca uninformazione specifica allinterno di un testo. In questo caso i riferimenti principali del lettore diventano titoli, titoletti, grassetti, corsivi. Perché questi riferimenti visivi sono importanti soprattutto nel web? Perché un lettore che cerca uninformazione specifica allinterno di un testo, se non la trova subito nella pagina che ha scelto di aprire, molto probabilmente andrà a cercarla da unaltra parte. La velocità con cui si fanno ricerche e si accede alle informazioni sul web, dà al lettore migliaia di alternative. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala La congiura dellallegato

21 8 attenzioni per scrivere meglio: Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala La congiura dellallegato Paragrafi dapertura Le 5w Il testo Titolo di pagina Paragrafi Titoletti dei paragrafi Grassetti e corsivi Lunghezza della pagina

22 Chi fa cosa Chi fa cosa Il ruolo di grafici, informatici, comunicatori e… volontari Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Il buon contagio e la peste

23 Pensare il sito prima di realizzarlo Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Il buon contagio e la peste il brief lideazione la progettazione la realizzazione la messa on line la gestione il monitoraggio

24 Da dove si parte? Da dove si parte? Lorganizzazione dei contenuti La funzionalità La grafica Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Più logica che tecnologia

25 Organizzazione Si stima che l80% dei navigatori si fermi sulla Hp del sito. Basta un clic per abbandonarci e passare ad un altro sito. Alla base della costruzione di un buon sito cè una buona progettazione. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Più logica che tecnologia Tre tipologie di organizzazione: gerarchico (albero) multidimensionale (faccette) cronologico (blog)

26 La funzionalità Coerentemente con gli obiettivi fissati, il sito deve avere una propria funzionalità. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Più logica che tecnologia Quali sono i servizi offerti? News, newsletter, eventi, form iscrizione, ml, faq, link, ricerca, area riservata ecc. Come vanno collocati nella struttura del sito? Come potranno essere gestiti?

27 La funzionalità La gestione dei contenuti: chi inserisce cosa e come Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Più logica che tecnologia I sistemi di content management (Cms)

28 La grafica Limmagine dellassociazione Limmagine del sito La bozza Il progetto grafico Il template Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Più logica che tecnologia

29 Dalla progettazione alla realizzazione Dalla progettazione alla realizzazione Contenuti cercasi Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Non è tuttoro quel che riluce

30 Qualche dritta Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Non è tuttoro quel che riluce Testimonianze reali Autorevolezza Esperienza Affidabilità Cè qualcuno? Professionalità Semplicità Aggiornamento Niente pubblicità Niente errori

31 Per essere proprio se stessi Per essere proprio se stessi Il dominio La testata I contatti Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Dammi tre parole

32 Il dominio Il dominio è il nome con cui chiamare il sito ed anche lindirizzo a cui trovarlo. Tipo di sito Dominio per attività già presenti Dominio facile da ricordare Dominio corto Dominio che influisce sul posizionamento Il nome dellassociazione è la scelta migliore. Estensioni più comuni:.it.net.org.info. Al dominio è legato il proprio indirizzo mail. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Dammi tre parole

33 La testata La testata di un sito è come la sigla di un programma tv: una immagine identificativa e rappresentativa della realtà dellassociazione. La testata deve riportare con chiarezza il nome dellassociazione (acronimo sciolto) ed il suo logo. La testata occupa la parte più importante dello schermo durante la navigazione. Spesso allo spazio testata si legano le sezioni di identificazione: chi siamo, cosa facciamo, dove siamo, contatti Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Dammi tre parole

34 Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

35 Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Tra vetrina e scaffale

36 I contatti La bidirezionalità,linterattività e la immediatezza di un sito web ben realizzato trova compimento (e verifica!) nellutilizzo dei contatti. Indirizzi, telefoni e mail sempre in vista. Limportanza di rispondere SEMPRE Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Dammi tre parole

37 Altro? Altro? Mappe, motori, Forum, Ml ecc. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Optional a bordo

38 Alcuni strumenti Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Optional a bordo Le mappe La ricerca I forum Il sondaggio Il form di richiesta Il form di iscrizione La mailing list La newsletter

39 Tramite la mailing list (ML) ogni iscritto può inviare il proprio messaggio a tutti i componenti della ML, semplicemente postando all della ML. Ogni iscritto, riceverà nella propria casella di posta elettronica, il messaggio inviato. Punto di forza e punto di debolezza: ogni iscritto alla lista può partecipare liberamente alla discussione. Si può ricorrere alla ML moderata. Se si vuole essere gli unici mittenti della lista, si preferisce una newsletter elettronica alla quale lutente si iscrive, sapendo di poter svolgere solo il ruolo di destinatario delle informazioni. La differenza sostanziale tra tali mezzi e il forum o il newsgroup sta nel fatto che con la mailing list e con la newsletter i messaggi sono recapitati direttamente nella casella di posta degli iscritti, mentre per gli altri due mezzi di comunicazione è lutente che decide quando e come interagire. Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Optional a bordo

40 La newsletter Limportanza di avere una newsletter Promozione diretta Promozione indiretta Promozione del sito Prima di tutto decidere su: contenuti, frequenza dellinvio e modalità di raccolta degli indirizzi Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Optional a bordo

41 Sulla raccolta degli indirizzi Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Optional a bordo Privacy

42 Il sito come UNO degli strumenti di comunicazione Il sito come UNO degli strumenti di comunicazione Comunicare integrando Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Dal 5W ( what, when, who, why, where ) al 3W ( world wide web )

43 La smania da web: internet non risolve tutti i problemi di comunicazione Ad ogni obiettivo il suo mezzo: prima decidere cosa si vuole fare, poi decidere come farlo Ad ogni target il suo mezzo: ci sono fasce di popolazione escluse da internet Trovare e farsi trovare: il negozio e lambulante col carretto Web insieme: lutilizzo del sito per alcune azioni di comunicazione in una strategia integrata Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Dal 5W (what, when, who, why, where) al 3W (world wide web)

44 Due parole sulle Due parole sulle Per vivere meglio Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Cè posta per te

45 il vostro messaggio non è lunico che il destinatario deve leggere Scrivete un oggetto completo Personalizzate il messaggio Siate brevi ed andate dritti al punto Non spedite allegati non richiesti Attenzione al formato HTML Non scrivete tutto in maiuscolo Siate semplici e senza stravaganze Ricordate nome, cognome, ruolo, azienda, contatti Abbiate un po di pazienza Rispondere in tempo Csv Marche - Corso Internet Lanfranco Norcini Pala Cè posta per te


Scaricare ppt "Csv Marche - Corso Internet 2007 - Lanfranco Norcini Pala Internet & Co. Presi nella rete."

Presentazioni simili


Annunci Google