La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 UNONDATA DI OPPORTUNITÀ PER LA CRESCITA DELLE AZIENDE DIRETTORE GENERALE Ettore Natale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 UNONDATA DI OPPORTUNITÀ PER LA CRESCITA DELLE AZIENDE DIRETTORE GENERALE Ettore Natale."— Transcript della presentazione:

1 1 UNONDATA DI OPPORTUNITÀ PER LA CRESCITA DELLE AZIENDE DIRETTORE GENERALE Ettore Natale

2 2 AGENDA Chi siamo: profilo dAzienda; La nostra offerta di prodotti e servizi; Un prodotto specifico per il FEP; FEP: interventi e misure previsti dal programma; Conclusioni. 2

3 3 CHI SIAMO: PROFILO D AZIENDA Data di nascita della Banca (Credito Agrario per il Lazio). Passano gli anni, cambiano le denominazioni, ma rimane la focalizzazione verso il sostegno alle imprese operanti nel settore Agricolo e Peschereccio. La Banca viene privatizzata. Banca Commerciale Diretta. Il Gruppo Bancario Delta acquisisce il controllo della Banca ed avvia un programma di trasformazione da Istituto di Credito Speciale a Banca Commerciale Diretta. Ampia gamma di servizi/prodotti su segmento PMI e Famiglie. 3

4 LA NOSTRA OFFERTA DI PRODOTTI E SERVIZI SediciBanca Lofferta di SediciBanca si integra con quelle del Gruppo Bancario Delta in modo da offrire una vasta gamma di prodotti e servizi alle Imprese ed alle Famiglie. SedicibancaDelta Imprese Imprese - Finanziamenti a breve e medio/lungo termine;- Leasing; - Finanziamenti agevolati; - Factoring; - Affidamenti in conto corrente; - Noleggio auto per Aziende; - Anticipi su fatture, anticipi Iva, etc; - Prodotti assicurativi - Pos, Carte co-branded; Famiglie Famiglie - Conti correnti a basso costo ed alto rendimento- Gestione del risparmio; - Certificati di deposito;- Credito al consumo; - Obbligazioni; - Prestiti personali; - Carte prepagate, etc. - Cessione del quinto; - Prodotti assicurativi 4

5 5 UN PRODOTTO SPECIFICO PER IL FEP Lesperienza maturata nella Finanza Agevolata per il settore della Pesca (FEP) ci ha permesso di progettare un prodotto UNICO in grado di soddisfare le esigenze delle aziende che vengono ammesse alla graduatoria dallEnte Competente. Mutuo Contributo - La Banca delibera per lintero ammontare del progetto approvato; - Viene stipulato un contratto condizionato di mutuo e lapertura di un c/c in cui verranno canalizzati i contributi in conto capitale; - I contributi vengono utilizzati per ridurre le somme erogate (stati avanzamento lavori); - Ad incasso del saldo in conto capitale, viene stipulato il contratto definitivo con conseguente decorrenza del mutuo stesso. 5

6 6 Mutuo Contributo: schema concettuale Azienda riceve conferma definitiva FEP per importo 1 m di cui: 400 conto capitale 600 da finanziamento Delibera di finanziamento per 1 m con ipoteca sui cespiti aziendali Apertura c/c di appoggio per operatività Erogazioni a SAL Completamento lavori Saldo contributo ( ) Stipula contratto definitivo di mutuo ( ) Ammortamento UN PRODOTTO SPECIFICO PER IL FEP (segue) ESEMPIO DI APPLICAZIONE Incasso contributi parziali

7 7 BENEFICI PER LE AZIENDE Lopera finanziata non subisce interruzioni, dovute a ritardi nella liquidazione dei contributi in c/capitale, poiché la banca eroga a stato avanzamento lavori;Lopera finanziata non subisce interruzioni, dovute a ritardi nella liquidazione dei contributi in c/capitale, poiché la banca eroga a stato avanzamento lavori; Durante la realizzazione si utilizza un prodotto flessibile come in c/c.Durante la realizzazione si utilizza un prodotto flessibile come in c/c. Il mutuo ed il relativo pre-ammortamento/ammortamento inizia solo quando linvestimento è in produzione.Il mutuo ed il relativo pre-ammortamento/ammortamento inizia solo quando linvestimento è in produzione. Solo SediciBanca offre questa soluzione !! 7

8 8 FEP : INTERVENTI E MISURE PREVISTI DAL PROGRAMMA Asse I Asse I - Adeguamento dello sforzo alla Pesca; Asse II Asse II - Rinnovo/ammodernamento della flotta da pesca; Asse III Asse III – Protezione e sviluppo; Asse IV Asse IV – Atre misure; Asse V Asse V – Assistenza tecnica. Il Programma Operativo Il Programma Operativo prevede: 850 m m. (di cui 424 m. fondi FEP e parte restante co-finanziamento Stato Regioni); 637 m. 213 m m. per le regioni Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. I restanti 213 m. per le altre Regioni. 212 m.. Nel programma complessivo lacquacoltura, le attività afferenti le acque interne e la trasformazione e commercializzazione dei prodotti per la pesca prevedono un contributo complessivo di circa 212 m.. 8

9 9 FEP : INTERVENTI E MISURE PREVISTI DAL PROGRAMMA (segue) Asse I - Adeguamento dello sforzo alla pesca. Strumento principale della politica di riequilibrio dellambiente, in misura delle reali capacità di sfruttamento delle risorse biologiche marine e salvaguardia degli stock ittici Demolizione (imbarcazioni obsolete e con sistemi di pesca ad alto impatto ambientale); Esportazione /Altra destinazione (trasferimento imbarcazioni a Paesi terzi no CEE, diversificazione della destinazione definitiva delle navi da pesca). Asse II - Rinnovo/ammodernamento della flotta da pesca. Asse II - Rinnovo/ammodernamento della flotta da pesca. Obiettivo primario: aumento dei margini di profitto e miglioramento delle condizioni socioeconomiche degli operatori Costruzione di nuove navi (ricambio della flotta tramite sostituzione delle vecchie imbarcazioni ormai obsolete con altre, moderne ed efficaci); Ammodernamento di navi esistenti (concessione di aiuti pubblici per ammodernamento ed equipaggiamento di natanti con almeno 5 anni di età, iscritti al Registro delle navi da pesca della Comunità. 9

10 10 Asse III– Protezione e sviluppo Asse III – Protezione e sviluppo Risorse acquatiche (strutture fisse, aree di tutela biologica, ecc.) Acquacoltura (es. costruzione, ammodernamento e miglioramento degli impianti); Attrezzatura dei porti di pesca; Trasformazione materie prime e commercializzazione prodotti (impianti a terra); Pesca in acque interne. FEP : INTERVENTI E MISURE PREVISTI DAL PROGRAMMA (segue) 10

11 11 Asse IV - Altre misure: Piccola pesca costiera (es. progetti collettivi integrati in ambito consorziale per la modernizzazione del settore, la diversificazione dellattività di pesca e la riconversione da parte degli addetti in difficoltà); Misure socio-economiche (es. predisposizione strategie di riconversione produttiva e diversificazione dellattività fuori dal settore, in ambito di forte crisi produttiva o ambientale); Promozione (es. studi di mercato, consulenze in materia di vendita, partecipazione a fiere, certificazione di qualità e marchi dei produttori, inserimento delle produzioni allinterno di reti distributive, ecc); Azioni realizzate dagli operatori del settore (es. piani di pesca, azioni mirate allaumento efficacia produttiva e diminuzione dei costi, innovazione tecnologica, ecc); Arresto temporaneo delle attività ed altre compensazioni (es. per eventi non prevedibili, in particolare di tipo biologico, o sospensione di accordi di pesca, ecc); Misure innovanti (es. studi, progetti sperimentali, progetti pilota, ecc). Asse V - Assistenza tecnica Asse V - Assistenza tecnica per il miglioramento dei programmi. FEP : INTERVENTI E MISURE PREVISTI DAL PROGRAMMA (segue) 11

12 12 CONCLUSIONI SediciBancaGruppo Bancario DeltaSediciBanca ed il Gruppo Bancario Delta offrono una vasta gamma di servizi e di prodotti alle Imprese ed ai Privati. Con lintroduzione dei parametri di Basilea 2 lerogazione del credito subirà dei cambiamenti sostanziali. Gli operatori specializzati per settore di mercato hanno il know-how e lesperienza per agevolare laccesso al credito alle Aziende. Dalla sua nascita e per il futuro... SediciBanca... SediciBanca sosterrà lo sviluppo del mercato PESCA e degli operatori del settore PESCA 12

13 13 CONTATTI

14 14 CONTATTI (segue) Sede legale: Roma (00187) - Via Zucchelli, 16 Uffici di rappresentanza: S. Benedetto del Tronto (Porto dAscoli) S. Benedetto del Tronto (Porto dAscoli) Bari Bari Catania Catania Bologna (Studio Europa) Bologna (Studio Europa) 14

15 15 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "1 UNONDATA DI OPPORTUNITÀ PER LA CRESCITA DELLE AZIENDE DIRETTORE GENERALE Ettore Natale."

Presentazioni simili


Annunci Google